Sei sulla pagina 1di 2

Tutte li fundanelle

DIN DON

Tutte li fundanelle se so' seccate


pover'amore m more de sete.
Trummalariril, l'amor' bbelle,
trummalariril, 'vviva 'll'amor!

Campanelle che suone mattutine,


saresbeje nghe langele li cille,
ma ci sta na fijole tante bbelle
che je piace lu sonne la matine.

Amore, mi te' sete, mi te' sete.


Dov'elle l'acque che mi si purtate?
Trummalariril, l'amor' bbelle,
trummalariril, 'vviva 'll'amor!
T'aje purtate 'na giara de crete
'nghe ddu' catene d'ore 'ngatenate.
Trummalariril, l'amor' bbelle,
trummalariril, 'vviva 'll'amor!

VOLA VOLA VOLA (G. Albanese)

La campanelle pe lu cile cante


lamore m fa sante nen si v.
Dind, dind Urnelle
tu nghe sta campanelle
nen ti fi sante, no!
Campanelle che sune mezzejurne,
dije che sete che tenghe e che ppetite
chi mi po cummit n mi cummite,
e maggire dejune ecche dentorne.
La campanelle pe lu cile cante
lamore m fa sante nen si v.
Dind, dind Urnelle
tu nghe sta campanelle
nen ti fi sante, no!

Vulesse fa reven pe nora sole


lu tempe belle de la cuntentezze,
quande pazzijavame a vola vola
e te cupre de vasce e de carezze

Campanelle che suone vintunore,


se ne va poche a ppoche la jurnate,
e chi t come m lalme piagate
nu suspire jaesce da lu core.

E vola, vola, vola, vola, vola


e vola lu pavone,
si ti lu core bbone
mo fammece arpruv.

La campanelle pe lu cile cante


lamore m fa sante nen si v.
Dind, dind Urnelle
tu nghe sta campanelle
nen ti fi sante, no!

Na vote pe spegn lu fazzulette,


so state cundannate de vasciarte.
Tu te sc fatte rosce e me sc ditte
di nginucchiarme prima e dabbracciarte.
E vola, vola, vola, vola
e vola lu gallinacce,
mo si ti guarde n facce
mi pare di sugn
Come li fiure nasce a primavere,
lammore nasce da la citilanze.
Mar, si mi vu bbene e accome jere,
n mi luv st sogne e sta speranze.
E vola, vola, vola, vola
e vola lu cardille,
nu vasce a pizzichille
n mi le pu neg.
N vota 'r'na pupuccia capricciosa,
purtive trecci appese e lu fruntine,
mo ti si fatte serie e vruvignose,
ma ss'ucchie me turmente e me trascine.
E vola, vola, vola, vola
e vola la ciaramella,
pe' n'ore cusc belle
vulesse sprufunn.

Campanelle che suone vemmarie,


calate lu sole e si f notte,
tutte sta llegre, ma nu giuvenotte
je se chiude lu core nghe la mbrie.
La campanelle pe lu cile cante
lamore m fa sante nen si v.
Dind, dind Urnelle
tu nghe sta campanelle
nen ti fi sante, no!

La fija m
di Anonimo
ALLORTE
Ji vaj'all'orte a coje li rose
scontre lu spose e me mett'a parl.
Me mett'a parl, me mett'a cand:
senza lu spose l'amor 'n ze p f!
Cingue la bella sei la sette, l l,
senza lu spose l'amor 'n ze p f!
Ji vaj'all'orte a coje la menducce
scontre Ruccucce e me mett'a parl.
Me mett'a parl, me mett'a cand:
senza Ruccucce l'amor 'n ze p f!
Cingue la bella sei la sette, l l,
senza Ruccucce l'amor 'n ze p f!
Ji vaj'all'orte a coje la rughetta
esse m'aspette e me mett'a parl.
Me mett'a parl, me mett'a cand:
senza lu spose l'amor 'n ze p f!
Cingue la bella sei la sette, l l,
senza lu spose l'amor 'n ze p f!

E quann' la fija m facve li ssagne


li sclucche se sendea alla muntagne
e core della mamma, e della mamma s,
massera v la bbanda e se la porta la fija m.
E quann' la fija m facve lu sughe,
l'addore se sendea a Sante Luche
e core della mamma, e della mamma s,
massera v la bbanda e se la porta la fija m.
E quann' la fija m jev' aIla Messe
li giuvene jve tutt'appresse a esse
e core della mamma, e della mamma s,
massera v la bbanda e se la porta la fija m.
E quann' la fija m faceve l'amore
li vasce se li deve a core a core
e core della mamma, e della mamma s,
massera v la bbanda e se la porta la fija m.