Sei sulla pagina 1di 13

Le donne, i

cinema:
filmare il
femminismo
Memoria privata e racconto politico
in Vogliamo anche le rose
Universit degli Studi di Sassari
21-23 ottobre 2014

Ilaria A. De Pascalis
Universit Roma Tre

Il soggetto femminile stratificato come


parte di un paradigma biopolitico

Judith Butler
Corpi che contano.
I limiti discorsivi del "sesso"
1993

Freud sostiene che "lIo anzitutto


unentit corporea [] la proiezione di
una superficie", il che potrebbe essere
ridefinito come una morfologia
immaginaria

I volti delle
protagoniste

Chandra Talpade Mohanty


Femminismo senza frontiere.
Teoria, differenze, conflitti
2003
Uno dei compiti dellanalisi femminista
scoprire storie alternative, non-identiche,
che mettano in discussione e disgreghino
la posizione spaziale e temporale che
occupa la storia egemonica.
In queste ri-scritture fondamentale
riconoscere la co-implicazione delle storie
nella Storia, per situare e comprendere
lagency antagonista.

Judith Butler
Corpi che contano (1993)
L' identificazione una traiettoria
fantasmatica e una determinazione del
desiderio. lassunzione di un posto, la
territorializzazione di un oggetto che
autorizza lidentit attraverso la
determinazione temporanea del
desiderio

Esperanza Nunez
presta il volto a Valentina

Siamo sconfitti, uomini


e donne, dopo il '77.
E anzi, penso che i veri
effetti saranno
lentissimi a insediarsi
nella nostra
coscienza.

immediatamente mi
sento una clitoridea che
non accetta il rapporto
vaginale e mi vedo
schiere di vaginali che
danno all'uomo tutta la
sicurezza possibile

Sembra solo una storia da raccontare,


ormai, la storia di un aborto.
La storia del mio aborto.

Stamattina io e L abbiamo
fatto l'amore.

Ci siamo
stretti fino a
farci
mancare il
fiato.

Com' stato
bello averlo
sopra di me.

Il diario di Anita: il passaggio


agli anni Settanta e la
rivoluzione sessuale

Grazie!

i.depascalis@gmail.com