Sei sulla pagina 1di 3

Spesso ci che sta alla base dei due comportamenti alimentari diversi ha una base

comune, ovvero sono entrambe


strategie messe in atto per gestire una sofferenza emotivaentrambe per a lungo
andare creano ancora pi
malessere.
L obiettivo di fargli vedere realmente uanto pesano e da dove o per uale motivo si
sono ritrovati cos!, utilizzando
colloui e strumenti non solo nutrizionali ma anche psicologici.
"l limite maggiore di uesto programma, che non mostra dopo # mesi o un anno come
sono diventati. $uest anno
supera anche uesto limite, nella nuova stagione riprende vecchi partecipanti per vedere
ocme sono andati. %
interessante vedere dopo un anno che obiettivi hanno raggiunto. &no dei punti pi critici
nell intraprendere un
cambiamento alimentare, che comporta anche una perdita grande di peso o un aumento
di peso, la fase del
mantenimento, ovvero una volta raggiunto il peso desiderato mantenerlo senza ricadere
negli stessi errori. Spesso in
uesta fase, forse perch si ha raggiunto l obiettivo e ci si sente pi sicuri, forse perch si
sottovaluta la delicatezza del
momento, ci si lascia andare a trasgressioni alimentari che di per s non che siano
vietate ma il rischio uello che
da una scivolata si riprecipiti nelle abitudini scorrette. $uando si tratta di grandi
cambiamenti, come appunto uello dello
stile alimentare, si dovrebbero poi mantenere per tutta la vita, infatti le abitudini alimentari
dovrebbero essere adeguate
ad un mantenimento lungo.
La dipendenza patologica uando la persona percepisce il comportamento come
incontrollabile e ricade sulle relazioni
sociali o lavorative, comporta inoltre un eccessiva dispersione di tempo e infine non
presente solo in stati alterati ad
esempio mania o derivante da altro. "n pratica metto in atto un comportamento che mi da
una sensazione piacevole o
una ricompensa 'con attivazione di correlati neuro fisiologici( e uesto mi permette di
reiterarlo, pi lo faccio pi lo voglio
fare e i tempi tra una volta e l altra si restringono. "l concetto di base che ottengo
ualcosa e la vogliono ottenere di
pi $uesto comportamento ha un sacco di effetti collaterali che per sul momento non
vengono visti, perch) c la
tendenza a fare valutazioni a breve termine cio ottenere il premio ma non a lungo
termine, ovvero le conseguenze
negative che avr* la mia vita. Le conseguenze sono ad esempio la perdita di soldi, la
perdita di lavoro, oppure a livello
redazionale perdita di relazioni sociali o rotture di relazioni.
+er le dipendenze da sostanze la spiegazione solitamente attribuita a difficolt* nel
superare momenti difficili di vita, lo
scappare o evitare una realt* dolorosa o la difficolt* nella gestione di emozioni o di stress.
L altra sera guardavo una puntata di ,eenager in crisi di peso, in uesta puntata la
ragazza doveva perdere -. /g. 0i*
dall inizio risultava evidente che il sovrappeso derivasse da un ualcosa di psicologico,
cio ci fosse un meccanismo
inceppato, su ualche desiderio o bisogno non ascoltato 'la madre l aveva lasciata in
adozione appena nata alla zia
perch) non se la sentiva di occuparsene(.
$uesta ragazza in poco pi di 122 giorni doveva perdere il peso stabilito, un obiettivo
molto importante, da raggiungere
attraverso sport e alimentazione corretta con l aiuto e supervisione di un coach. 3a fin
dall inizio risulta chiaro che la
ragazza facesse fatica a perdere peso a causa dell atteggiamento negativo, come se
fosse partita gi* sconfitta. "nfatti
capitava che non finisse il training sportivo , spesso aveva un atteggiamento conflittuale
con il coach.
4ome mai, nonostante volesse dimagrire, poi non riusciva a perseguire l obiettivo5
La ragazza tende a rinchiudersi in s e ad avere l idea che non ce la pu fare, uesto tipo
di atteggiamento incider* in
maniera negativa sulla riuscita, come la profezia che si auto6avvera, la ragazza fallir*7
$uesto atteggiamento negativo deriva da autostima bassa e l idea di valere poco nella
vita, probabilmente ci sono stati
fallimenti precedenti che sono stati tutti attribuiti ad un errore personale da lei e uindi lei
non potr* altro che fallire7
"n altre parole ci pu essere capitato di non portare a termine ualcosa o non raggiungere
l obiettivo e che uesto
fallimento venisse caricato di troppa importanza, tanta da andare a minare il valore
personale. Le volte successive in cui
ci troveremo in difficolt* nel raggiungimento dell obiettivo, tenderemo a giustificarci il
lasciar perdere perch avremo
l alibi del tanto io non ce la faccio, ma se guardiamo bene la cosa, non ce l ho fatta una
volta7 se continuo cosi attiver
un circolo vizioso dal uale difficilmente uscir e uindi andr* solo che peggiorando.
8el caso della ragazza, il coach si accorto di uesto problema e l ha inviata da una
psicologa, che l ha aiutata a
sbloccare uell ingranaggio inceppato e ridarle un p di motivazione, semplicemente
mettendo come obiettivo s stessa.
&n altro aspetto che emerge ma non viene sottolineato in uella puntata il fatto che lei
mangi di nascosto, che sgarri la
dieta e che fatto una volta lo continui a fare, anche uesto incide in realt* molto, sul
discorso che facevamo sopra del
fallire, uesto un autosabotaggio.
3a se ci pensiamo bene perch dovrei autosabotarmi5 "n parte perch il meccanismo
automatizzato, sono abituata a
gestire le emozioni in uesto modo, mangio7 dall altra perch ho troppa paura del
cambiamento.
&scendo un attimo dall esempio, uesto aspetto dello sgarrare la dieta importantissimo7
chiunue si metta a dieta
appena sgarra pensa ormai ho sgarrato uindi mollo la dieta, oppure anche ieri ho
mangiato un biscotto in pi che
vuoi che cambi..uesto non va bene7 $uesto sistema di crearsi degli alibi per cui poi sono
giustificata fare cose che non
dovrei non corretto ed controproducente..ci stiamo prendendo in giro.
Se faccio una dieta per chi la faccio5 per me, uindi se boicotto la dieta, chi boicotto5
sempre me7 uindi piuttosto che
sabotarsi, starci male, fallire, essere giustificata a mangiare di pi perch me lo sono gi*
concessacambiamo modo di
vedere le cose7 Sgarro un giorno5 penser vabb, oggi ho sgarrato, ora rimettiamoci in
riga7, capita di inciampare
bisogna solo rialzarsi7
$uesto tipo di pensiero negativo spesso non viene riconosciuto, perch) si abituati ad
utilizzarlo, e perch) forse ci
piace crogiolarci nel fallimentocio c spesso un vantaggio secondario, che magari
non riconosciamo
immediatamente ma che otteniamo con uesto comportamento. "n parte, come dicevo
prima, c anche la paura di
cambiare, ma in parte semplicemente che non voglio mollare il mio bozzolo anche se
disfunzionale, perch) cos! ho pi
attenzione, perch) a fare la vittima tutti mi aiutano, perch sono bloccata in uesto
stato
4ome si vede anche dall episodio che stavo raccontando prima, la ragazza non voleva
cambiare perch aveva paura e
perch) le faceva comodo essere uel tipo di persona li, anche se con molta sofferenza7
"n realt*, non raggiunge l obiettivo di -. /g ne perde un po meno, ma ne guadagna in
autostima, riesce a raggiungere
obiettivi pi importanti per lei perch) ha sbloccato uel meccanismo che non le permetteva
di mettersi in gioco,.
Lo so che un programma tv che le cose sono diverse. 3a io credo, forse perch) lo
guardo con occhi da psicologa, che
ci sia della verit*, nel senso che lo si vede anche nei pazienti in studio, che finch non si
sblocca uello specifico
meccanismo che dentro di loro, e loro stessi diventano l obiettivo della cura o del
percorso difficile ottenere un
cambiamento.