Sei sulla pagina 1di 2

(6)

PoesiaQuesto abbiamo fatto

E quando non potremo pi andare per la vecchiaia o i malanni su questo monte ci faremo portare a dorso di mulo. Batter il cuore con l ansia della prima a!ione tentata quasi sen! armi il riconoscere nell aria pulita le fo"lie che allora ci salvarono# le cime e i paesi familiari con i distaccamenti usciti pi forti nonostante $le%ander dai rastrellamenti invernali. E se #risuonando il nostro nome parti"iano una mano ci strin"er scura di fatica la vedremo in o"ni casa contadina spartire con noi la minestra indicarci la strada o il nemico# una rude care!!a passare sul collo del mulo tornato all alba nel paese distrutto scappando ai predoni fascisti &l vento scuoter le fronde come bandiere e i volti riappariranno'"iovani volti dalle ferite se"nati e pi dalla consapevole!!a di Beppe #(ialacche #Berto # Pinan# (oduri e de"li altri che dissero) *solo mi dispiace di non poterci essere alla batta"lia finale+ Eppure con loro scendemmo# bloccate le strade al nemico# e "i con il loro nome si chiamavano nelle fabbriche nelle strade i fratelli insorti a mi"liaia con l arma in pu"no E soprattutto a loro

&l "enerale tedesco si arrese quel venticinque d aprile. se dunque pi dei malanni o della morte ci pesa l ipocrisia dominante # ho non temete) questo abbiamo fatto e questo rester luminoso come il sole sulle fo"lie del monte. ,iovanni -erbandini .Bini