Sei sulla pagina 1di 4

STOLEN MOMENTS (Oliver Nelson) da The Blues and The Abst ract Truth 85 , 23 Febbraio 1961.

Per quanto riguarda la struttura degli assoli si tratta di un blues in Do minore in 12 misure on una !rogressione usuale di a ordi" per la struttura del tema, pi estesa ed articolata, rimandiamo allAppendice dei Documenti, in cui riportiamo copia del manoscritto originale. #i siamo gi$ so%%ermati a lungo sulle ragioni &e &anno %atto di questa in isione un !unto %ermo nella storia del 'a((" onsiderando il singolo brano !ossiamo a%%ermare &e siamo di %ronte alla om!osi(ione !i) %amosa ed al solo !i) elebrato di Oliver Nelson. *isogna as!ettare inque anni !er trovare un+altro blues os, ben alibrato e a!a e di evo are suggestioni tali da im!orsi immediatamente tra i 'a((isti ome uno standard, e %orse non a aso si tratta di un altro blues minore- Footprints .6, di /a0ne 1&orter. 2uesto !arallelo ontiene una %or(atura a!!arente e una !rovo a(ione !alese- 1&orter 3 un+i ona del 'a(( moderno (a nostro !arere da de enni il musi ista !i) im!ortante e autorevole sulla s ena 'a((isti a), un al%iere del 'a(( modale (sem!li e o om!lesso), l+autore %orse !i) reativo della se onda stagione dell+&arbo! e &e &a s andagliato la %orma del blues %ino a renderla quasi irri onos ibile (Adams Apple, JuJu, 502 Blues, Witch Hunt solo !er %are qual &e titolo). 4+a ostamento tra una %igura os, alta, quasi un as eta, e quella di Nelson, agli o &i di molti irrimediabilmente om!romessa, !are quasi un sa rilegio" e!!ure il solo di Stolen Moments mostra un Nelson reativo, a !ro!rio agio an &e nel ontesto modale, !adrone della %orma e dell+emo(ione. 4e note sono distillate una !er una, inanellate in una su!erba serie &e non onos e la minima %lessione nell+is!ira(ione e nella %ortissa tensione emotiva indotta attraverso l+auto ontrollo. 5 di%%eren(a dei soli %in qui anali((ati, stavolta Nelson, nonostante il tem!o medio, si trattiene dall+imbo are il tunnell del raddo!!io" le ragioni !otrebbero essere molte!li i- la breve durata del solo (quattro &orus), il !restigio degli altri solisti (!rima 6ubbard e Dol!&0 e do!o 7vans), l+atmos%era i!noti a del tema, la onsa!evole((a di trovarsi in un momento de isivo della arriera. 2uasi tutti i soli di Nelson ini(iano in modo is!irato, on idee melodi &e e ritmi &e ben tratteggiate e svilu!!ate, il suono !uro e ontrollato" s!esso !er8, nel !rosieguo, il solista intra!rende altre strade e !unta on de isione e generosit$ verso un ontesto !i) terreno, meno etereo, verso la om!onente !ro%ana del blues. 9l solo di Stolen Moments 3 inve e immune da questa evolu(ione:involu(ione e i onsegna un equilibrio %ormale !resso &; !er%etto e al ontem!o molti interrogativi sulla om!lessa natura del suo autore, altrove meno e%%i a e non !er di%etto ma !er e esso. 9l solo ini(ia nel segno dell+e onomia- due intervalli di settima minore (sol<%a, do<sib) arti olati dall+inserimento non simmetri o di un ter(o suono (!rima do, !oi mib inve e di %a, !er avere tutti i suoni della s ala !entatoni a minore di Do), !er una %rase, in ui le sottili s%umature ritmi &e &e di%%eren(iano le ri!eti(ioni !esano quanto la s elta delle note" a mis.9 le quarte diventate e edenti (lab<re<lab) mar ano on la loro tensione l+ini(io della risolu(ione. 9l se ondo &orus omin ia sotto!onendo a diminu(ione l+idea base del tema e gli ar!eggi delle triadi sono !ro!osti in una sequen(a di ter(ine resa irregolare e interessante dalla dislo a(ione delle !ause" si tratta di una %igura(ione ui Nelson ri orre s!esso !er in idere ritmi amente, ma qui risulta evidente il %orte legame on il tema e on l+es!lora(ione della modalit$ !i) &e on il generi o vei olo blues0 di altri soli. 9nteressante notare la similitudine on il !rimo &orus- an &e qui in%atti il 9=<> viene anti i!ato (lab in mis.16, quarta di *) e la !rima misura della risolu(ione (mis. 21) viene di nuovo a%%rontata on una
85 =edi

Dis ogra%ia 7ssen(iale.

86 /a0ne

1&orter < 5dam?s 5!!le (*lue Note *4P @232) /a0ne 1&orter (ts) 6erbie 6an o A (!) Beggie /orAman (b) Coe #&ambers (d) Bud0 =an Delder 1tudio, 7ngleEood #li%%s, NC, Februar0 2@, 1966

47 s elta intervallare tensiva &e evolve dalle %rasi !re edenti (la triade di Fib minore sembra derivare dal !re edente Fib maggiore, ma 3 da intendersi ome !arte su!eriore dell+a ordo di 4ab>, sub => del =>). Ferita ammira(ione an &e la disinvoltura (relativamente all+e!o a) on ui Nelson si muove nel registro sovra uto dello strumentotra mis. 1> e 19 si s!inge a sol e la sovra uti sen(a %or(are la dinami a, a!!annare la !ure((a del timbro o minare l+intona(ione. 9l ter(o &orus (#) ra!!resenta un+e e(ione !er Nelson e la &iave del su esso di questo solo- inve e di !igiare sull+a eleratore il sasso%onista, saldamente attestato nell+estensione estrema, dilata i tem!i e s%odera una %rase da manuale dell+im!rovvisa(ione. 5rmoni amente Nelson a%%ronta la !rima !arte adottando una sovra!!osi(ione di a ordi, D< su #<>, !untualmente tras!osta al 9=< (#< su F<>) mentre le ultime quattro misure (33<36) vedono una !rogressione dis endente di triadi maggiori, *b<5b<Db<F, a on%erma del arattere ontrastante e tensivo &e Nelson on%eris e alla risolu(ione. 4a melodia &e s aturis e da questo !er orso risulta logi a e lineare" l+elemento &e le on%eris e una magneti a attrattiva 3 la geniale distribu(ione dei valori- la !rogressiva aumenta(ione e !oi la diminu(ione im!rimono alla %rase un e%%etto di rallentamento seguito !oi da una inarrestabile a elera(ione &e raggiunge il suo ulmine nelle !rime quattro misure del &orus su essivo. 5 avallo tra i due &orus in%atti Nelson im!rime uno s arto alla linea dis endente delle triadi maggiori, ini(ialmente a distan(a di tono (*b<5b<Db) e !oi a distan(a di due toni (F<5<F<Db) &e lo !orta ad a%%rontare l+area del 9<> (mis. 3>) on un !attern simmetri o %ortemente tensivo. Cerr0 #oAer ri!orta !er intero, all+eG. 233, questa %rase nel suo Pattern fo r Jazz.>, attribuendone a Nelson la !aternit$ e ri ondu endola alla s ala aumentata. 5 !artire da mis. @1 ini(ia la lenta e inesorabile dis esa &e ondu e alla %ine del solo" di nuovo un gru!!o di tre suoni, ome all+ini(io, ma stavolta il suono %ondamentale 3 quello !osto sul verti e in%eriore del disegno. Dra(ie alle aratteristi &e intervallari del %rammento, la !rogressione se ondo ui Nelson tras!one la %rase si sovra!!one e%%i a emente a quella originale" !ossiamo immaginareFsus@ :7bsus@ :Dbsus@ :#sus@ :5bsus@ : Dbsus@ (D>alt) :Fsus@(#sus) : D<> (D>H9) :: #< : 4+aggiustamento melodi o a mis.@6 (sol inve e di solb, dove l+armonia va sul =>) &a il du!li e e%%etto di rom!ere la me ani it$ della tras!osi(ione e roves iare il ra!!orto tra i tre suoni- dalla misure su essiva il do (verti e su!eriore) assume la sua reale %un(ione di toni a, an &e se Nelson ries e abilmente a mantenere l+ambiguit$ e a on iliare questo %attore on una %rase &e non &a an ora esaurita la sua orsa. 9l lungo do grave nel registro grave so%%iato &e &iude il solo di Nelson e introdu e quello di 7vans suggella un su!erbo esem!io di im!rovvisa(ione modale.
87 Cerr0

#oAer, Patterns fo r jazz , 1tudio P:B, in ., 4ebanon, 19>I, !ag. 13..