Sei sulla pagina 1di 1

Energia: capacita di compiere un lavoro Utilizziamo lenergia per: stand by processo digestivo vita di relazione (muscolo/scheletrico nervoso) eliminazione

one scorie (fegato reni polmoni) per mantenere pulito il sistema. Non e possibile non avere energia Percepiamo energie solo quando si trovano nel muscolo/scheletrico Quando si trovano nel digerente le percepiamo in minima parte Quando si trovano in fegato reni e polmoni non le percepiamo Mal di stomaco: pasticca invece di indagare sulle cause: il problema si riflette nellintestino poi negli organi interni lorganismo tollera ma si avvelena il corpo (es. sigarette) Malattia: risposta giusta rispetto a cio che si sta vivendo (e una strategia di sopravvivenza) Prima e acuta, se curata male diventa cronica Tossiemia: ritenzione di scarti metabolici Dove perde li la sua energia? Oppure dove non la sta recuperando? 3 pilastri della salute: atteggiamento mentale e convinzioni rispetto alla vita attivita fisica mangiare/metabolismo Preoccupazioni: energia inutile. Mangio pesante cosi sposto lenergia nello stomaco, se mangio bene le energie vanno nella testa ed alimentano i pensieri. Speso ci si basa solo su 1 dei 3, ma se si lavora su tutti e 3 leffetto e moltiplicante, se si lavora solo su uno leffetto e sommatorio. Non possiamo dare direttamente energia a fegato reni e polmoni ma possiamo farlo indirettamente togliendo energia al sistema. Sai solo cio che fai . Imparare vuol dire perdere il controllo cosciente sul comportamento (ho imparato qualcosa quando la faccio in automatico) es. macchina Incompetente inconscio incompetente conscio competente conscio competente inconscio. (poi ce maestria) Emozioni: strumenti di interazioni con lambiente per portare energia laddove serve. Sono importanti, ma se non utilizziamo lemozione giusta nel contesto giusto, ti tolgono energia. Paralisi paura collera distacco (non si devono prendere decisioni in questi stati perche non si ragiona) e adesso mi organizzo a fare quello che devo fare Il cervello non fa constatazioni, ma solo progetti (bisogna sempre dire quello che vuoi, non quello che non vuoi).