Sei sulla pagina 1di 1

GRILLO IN SINTONIA COL PAESE Bisogna riconoscere nelle ultime mosse fatte da Grillo una certa ponderazione ed una

certa efficacia sul piano mediatico. Il documento politico che la delegazione del M5S ha presentato al Capo dello stato e la conferenza stampa successiva di Beppe Grillo sono state discontinue rispetto al movimentismo inconcludente di questi ultimi mesi. Tutto ci avvenuto in un momento in cui la crisi economica e quella sociale si aggravano sempre pi. Dinanzi al precipitare della crisi, Grillo ed il suo movimento cercano di indicare la via per la salvezza dell'Italia. Il documento test citato fa un analisi veritiera della situazione del paese. L'Italia sta vivendo da 4 anni una recessione economica gravissima che sta falcidiando i redditi dei ceti deboli oltre che creare masse di disoccupati via via pi numerose. In esso c' anche la consapevolezza che la crisi che viviamo non ciclica ma di sistema e che l'unica via per uscirne quella di adottare misure eccezionali che colpiscano chi si arricchito vergognosamente in questi anni di finanza allegra. Infine il documento prende atto che il governo Letta non potr di certo salvare il paese dalla rabbia sociale che prima o poi esploder. Nella conferenza stampa Grillo ha detto senza giri di parole che la gente pronta a prendere i fucili per operare quella rivoluzione purificatrice di cui il paese ha bisogno. Grillo, bench molti politicanti, lontani dagli umori popolari, l'hanno accusato di aizzare la protesta sociale, ha il polso della situazione ha capito che gli italiani hanno perso la pazienza. Per grillo il M5s rappresenta la rabbia buona e non quella cattiva e dicendo ci vuole rimarcare il fatto che il M5S non potr mai capeggiare una sollevazione popolare violenta. Ma se mai dovesse scatenarsi una sollevazione popolare allora sarebbe spazzata via non solo la partitocrazia ma tutti coloro che dovessero mettersi di traverso compreso il M5S. Per ora la sollevazione non all'orizzonte ma se la crisi economica dovesse arrivare ad un punto di non ritorno allora si che tutto sarebbe possibile. Per l'oggi necessario capire cosa fare e come essere pronti a mettersi alla testa del popolo se e quando la sollevazione ci sar. Grillo rivendica al suo movimento il merito di essere la voce della protesta popolare e cosa pi importante non ha escluso di uscire da questo Parlamento composto da servi e da comandati. Il documento del M5S presentato a Napolitano un vero e proprio documento programmatico per un governo di emergenza . In esso sono indicate alcune misure che il governo di emergenza nazionale dovrebbe prendere per salvare l'Italia. L'unico appunto che si pu fare a questo documento che esso per quanto riguarda la questione dell'uscita o meno del paese dall'euro troppo tiepido ed in esso si auspica una rinegoziazione delle condizioni per rimanere nell'euro o mediante l'emissione di eurobond o ristrutturando il debito che colpirebbe la Germania e la Francia che detengono la gran parte del 35% dei nostri titoli pubblici collocati all'estero. L'errore fondamentale del M5S quello di voler capire che l'euro la vera minaccia alla sopravvivenza della nostra economia e che la minaccia del default serve a poco giacche quella che stiamo vivendo non una delle tante crisi che costellano la storia del capitalismo ma una guerra economica fatta ai nostri danni. Occorrerebbe avere il coraggio di dire al popolo italiano che l'unica via d'uscita alla catastrofe prossima ventura quella della riconquista della nostra sovranit politica e monetaria. Illudersi, come fa la sinistra, di salvare la pelle rimanendo attaccati ai trattati liberisti europei irresponsabile e criminale.