Sei sulla pagina 1di 37

vincenzo di spazio

breviario di cronoriflessologia
AVVERTENZE Lautoreeleditoredeclinanoogniresponsabilitdallapplicazione dellametodicheterapeutichedescritteneltesto.Ogniapproccioterapeutico deveessereguidatodallacompetenzadelMedicosecondoscienza ecoscienza. Perragionidituteladellaprivacyinomidellepersonemenzionate neltestononsonoreali,mafittizi. 2011Foto,immaginietestodiVincenzoDiSpazio. Cronoriflessologiaunmarchioregistrato.

Formatprodottodadispazioebook

vincenzodispaziobreviariodicronoriflessologiaebooksbf

PubblicazionedigitaleedistribuzioneacuradiSimplicissimus.it

Premessa
Questa pubblicazione digitale presenta due miei articoliscientifici,pubblicatinelcorsodegliannisulla prestigiosa rivista di agopuntura La Mandorla, diretta dal prof. Carlo Di Stanislao, docente di Agopuntura allUniversit di Chieti. Sono stati raccolti per condividere con i lettori un piccolo patrimonio intellettuale,cheandrebbedispersonelMareMagnum delluniversovirtualediInternet. La tematica affrontata in questi due articoli quella della cosiddetta patomimesi, un fenomeno che ho individuato nel 2002, e che si verifica con regolarit dopoeventiluttuosi.Inbrevesitrattadiunamodalit di risposta allevento avverso mediante la singolare imitazione della sofferenza patita dal congiunto scomparso. In altre parole, anche a distanzadi molto tempo dal lutto, pu accadere di manifestare sintomi edisturbi,chericalcanoinformaattenuatalacausao lamodalitdidecessodelfamiliare.Ilriconoscimento di tali segni guida e orienta con maggiore precisione ladiagnosielinterventoterapeutico. La cronoriflessologia si basa sulla scoperta di una mappa anagrafica (sequenza delle et), che ho avuto la
2

fortuna di individuare lungo la direttrice della colonna vertebrale, in corrispondenza dei processi spinosi nel lontano 1996. La dimensione del tempo biografico in medicina complementare stata fino a oggi studiata da pochi ricercatori, fra cui il prof. Giuseppe Calligaris (18761944), il riflessologo plantare inglese Robert St. John e laustriaco Erich Koerbler.

La dimensione del Tempo anagrafico torna di fondamentale utilit nel momento in cui affrontiamo la biografia traumatica di un individuo. Non ci pu essere una stabile risoluzione del dolore, se non teniamopresentelavicendaemozionaledichichiede il nostro aiuto. Il dolore corporeo non altro che la modalit con cui viene a galla una ferita invisibile dellAnima; questa chiave di lettura ci porta a considerare lesperienza esistenziale di ogni umano come il progressivo e dissipativo incremento di memorietraumatiche. La via verso la guarigione o meglio verso la trasformazione come direbbe il chiropratico Richard Bartlett presuppone la capacit di rilasciare la zavorradeitraumiperaffrontareinmodopilieveil camminomisteriosodellavita.

Ildolorespeculare
Itraumihannovitalunga. AnneAncelineSchuetzenberger Sommario: Nel presente articolo viene indagato un singolare fenomenosintomatologico,generatodallaesposizione traumatica allevento luttuoso: il singolare fenomeno patomimetico(pathomimicry)consistenellaimitazione dellapatologia,chehacondottoilfamiliarealdecesso. Laconoscenzadiquestaparticolarerispostadellunit psicocorporea permette di relazionare disturbi e sintomidicomplessanaturaadunaspecificasorgente emozionale; impone peraltro una approfondita anamnesi familiare, per risalire con correttezza ai life events, che hanno determinato lo stato di sofferenza dellindividuo. Viene inoltre proposto un modello terapeutico, denominato gemmoterapia patomimetica, per lintervento mirato alla risoluzione dei sintomi derivatidaquestofenomeno.
5

Nel 1996 sono riuscito a identificare con grande fortuna una mappa riflessa del Tempo, ubicata sul decorso della colonna vertebrale, nel tratto fra la primacervicaleelaquintalombare. Il passo successivo stato quello di verificare se la stimolazionecutaneadiquestipuntifosseingradodi evocare risposte percepibili dai pazienti e se fosse possibile in questo modo promuovere un miglioramentodeilorodisturbi. Hoiniziatoquestaricercasottoponendoipuntispinali interessati a semplice percussione con il martelletto neurologico. Ho verificato che la stimolazione meccanica produce deifalsipositiviinsoggettisofferentidiemicraniaper leffettodilieverimbombocefalicoprodottodallonda sonora della percussione sulle creste ossee della colonna; inoltre accade molto spesso che il soggetto venga distratto dagli effetti della vibrazione ossea, generata dalla percussione, e che per questo motivo faccia pi fatica a percepire le lievi risposte del suo corpo. Durante la sessione infatti possono essere percepiti alcuni effetti come la comparsa di calore diffuso, iperidrosi localizzata (mano, ascella, viso), parestesie alle estremit, riflessi viscerali (sento chiudersi lo stomaco, sento il fegato pesante, sento la testa vuota,
6

avverto oppressione toracica, mi si chiude la gola, etc.) e reazioniemozionalicomeansiaepianto. Ispirandomi alle incredibili ricerche del professor Giuseppe Calligaris (18761944), ho sostituito il martelletto con lapplicazione di luce bianca e ho denominato questa innovativa tecnica applicativa leucofotostimolazionecutanea. Nelcorsodegliannihopotutoverificarelattendibilit di questa tecnica, che si rivelata estremamente sicura, affidabile, economica, nonch libera da complicanze;lastimolazionedeipunticonlucebianca vieneprolungataperuntempomediocompresofrai 5 e i 10 minuti, sufficiente per generare le risposte percettive. I punti spinali si comportano come varchi temporali, capaci di evocare le memorie dolorose di eventi traumatici vissuti nel passato del soggetto; in questo modo vengono valicate le barriere apparentemente insormontabilideltempolineare. Sulla base di questa scoperta ho cos elaborato un nuovo approccio terapeutico, che ho denominato cronoriflessologia(AgeGateTherapy). Si tratta in altre parole di una tecnica corporea di accesso rapido alle memorie traumatiche, individuali eparentali.

Il primo medico agopuntore, che storicamente ha utilizzatolinfissionediaghineicronopuntispinali, statoildr.PatrizioCarrai;nellannoaccademico2000 2001hadiscussoconmelasuatesididiplomapresso la Scuola di Specializzazione in Biotipologia e Metodologia Omeopatica presso lUniversit di Urbino, presentando 3 casi clinici trattati con questa metodica. Con piacere riporto nellarticolo una immagine tratta dalla sua tesi, che riproduce il momento, nel quale vieneoperatalinfissionediunago.
2001Dr.PatrizioCarrai

Grazie alla continua attivit di verifica sperimentale sui punti di cronoriflessologia, emersa nel corso degli anni una singolare costante sintomatologica nei soggettiespostiallutto.

Molti di essi, a distanza anche di molto tempo dal trauma, presentavano sintomi e malesseri, che richiamavano inspiegabilmente la patologia del familiaredeceduto(ilcosiddettodonatore). Perfezionando le modalit, con cui intervistavo i pazienti sul loro vissuto traumatico, affioravano ricordi in grado di produrre una chiara interpretazionedeisintomilamentati. Croniche brachialgie trovavano un repentino miglioramento clinico nel momento stesso in cui veniva identificata e trattata la relazione con un familiare deceduto per carcinoma broncogeno o del colon; ricorrenti cistiti emorragiche si risolvevano quando si chiariva la risonanza imitativa con un pregressocasoditumorevescicaleodellutero. Afonie idiopatiche sono state brillantemente risolte, ricercando e trattando in cronoriflessologia decessi percarcinomadellalaringeodellatiroide.Inaltricasi emerge una relazione di specularit non con la patologia, ma con le condizioni di sofferenza del familiare, che lo hanno accompagnato fino alla fine (modalit). Un esempio pu essere la comparsa di dermatosi (o dolore) in area sacrale o glutea come imitazione delle piaghe da decubito sofferte dal
9

familiare negli ultimi mesi di vita; oppure la manifestazione di dolore sul dorso della mano come riflesso dellago a farfalla posizionato per la somministrazioneparenteraledimedicamenti. Dermatosi delle narici pu verificarsi come conseguenza di introduzione del sondino naso gastrico, dolore localizzato a carattere puntorio sulladdome pu riflettere la posizione della cannula di drenaggio dopo intervento chirurgico, cos come faringodinia recidivante pu tradursi come traccia empaticadellinterventoditracheotomia. Unadispneacriptogeneticapuoccultareperesempio limitazionedeirantolipreagonicidelcongiunto,una precordialgia accompagnata da parestesie brachiali a sinistrapuimitarnelinfartomortale. Hotrattatoilcasodiunapaziente,sofferentedipirosi dellacavitorale,comparsaalcunimesidopolamorte dellanziano genitore; lorigine del malessere era da ricollegarsi alla pena della paziente nellimboccare pazientementeilpadre,chesirifiutavadialimentarsi. Nella Tabella I vengono riportate le pi frequenti relazioni patomimetiche con le cause di decesso dei familiari (per semplicit espositiva si parla di familiari, anche se il fenomeno patomimetico pu manifestarsi anche in relazione a soggetti extrafamiliari, laddove la sofferenza emotivaperlaperditasiastataprofondaetotalizzante).
10

TabellaI Descrizionedelquadro sintomatologico Emicrania,cefalea muscolotensiva,nevralgia cefalica,dermatosicome psoriasidelcuoiocapelluto, alopecia Xeroftalmia,epifora (lacrimazione)monolaterale, oftalmodinia Flogosidelcavoorale,algiae artrosidellarticolazione temporomandibolare Faringolaringitecronica, laringospasmo,tiroidite, afonia,ipossiaperinataleda attorcigliamentodelcordone ombelicale Cervicalgiacronica Spallacongelata,brachialgia,

Causaomodalitdi decessodelfamiliare Patologiacerebrale(ictus, emorragia,meningite, borreliosi,patologia neurodegenerativa,tumore), incidente,suicidioconarma dafuoco Melanomaoculare, carcinomaepatico(relazione energeticaocchiofegato) Alimentazioneforzataprima deldecesso,tumoreorale, annegamento Carcinomalaringeo, difterite,suicidioper impiccagione,tracheotomia, fratturadelrachidecervicale daincidente Incidenteconfratturadel rachidecervicale TBC,brucellosi,enfisema

11

parestesieedermatosi brachiali

Bronchioliteinfantile, broncospasmo,bronchite cronica,dispneaidiopatica, asma Algieintercostali, oppressionetoracica, mastodinia,mastopatia fibrocistica,galattorrea Extrasistolia,tachicardia, oppressionetoracica Reflussogastroesofageo, gastrospasmo,gastralgia Algiaepatobiliare,coliche biliarialitiasiche Colonirritabile,prurito anale,emorroidi, meteorismo,colitedestra, irregolaritdellalvo (diarrea,stipsi) Colicherenalialitiasiche

polmonare,carcinoma broncogeno(relazione energeticaspallapolmone), infartodelmiocardio (brachialgiasinistra) TBC,brucellosi,carcinoma broncogeno,embolia polmonare Traumacontusivodeltorace perincidente,embolia polmonare,decessodel partnerodiunfiglio Infartodelmiocardio, aneurismatoracico Carcinomagastrico, emorragiaulcerativagastrica Carcinomaepatobiliare, cirrosialcolica Carcinomadelcolonretto, impiantodistomadopo interventoalcolon,infarto intestinale,aneurisma addominale,tifo(diarrea), Parkinson(stipsi) Carcinomarenale,nefropatia
12

cronica Irregolaritmestruali, Carcinomadellutero,della amenorrea,ovaralgia,ciste vescicaedellaprostata, ovarica,salpingite,algiadel setticemiadaparto,morte distrettopelvico,pubalgia, intrauterinadelfetoe cistiterecidivante,uretrite perinatale,abortospontaneo, asettica,spasmouretrale, interruzionevolontariadi prostatite,lombosacralgia, gravidanza,decessodel sciatalgia partnerodiunfiglio Algiainguinale Emorragiadellarteria monolaterale,mialgiadel femoraleperincidente(moto, quadricipitefemorale,algia bici,etc.),trombosi degliartiinferiori postflebitica Gonalgia,gonartro, Carcinomagastrico gonartrosi,algiapatellare Algiatibiotarsica Emboliapolmonaredaesiti difratturatibiotarsica Genesispontaneadiematomi Incidente,caduta,percosse letali Anemiamicrociticae Decessoperemorragia ipocromicacontrombocitosi
13

La tabella riproduce solo un quadro relativamente ridotto delle possibili manifestazioni patologiche, generate dallesposizione al trauma della perdita. Nellavalutazioneclinicafondamentaleperfezionare lintervista al paziente, non limitandosi soltanto al chiarimento della causa di decesso; necessario far luce su quali aspetti del decorso di malattia, il paziente ha posto maggiore compartecipazione emotiva. Come gi in parte chiarito nella tabella, il nostro coinvolgimento affettivo nel dolore sofferto dalle persone che ci hanno lasciato, genera un singolare fenomeno di specularit empatica, che ricorda la scoperta dei cosiddetti neuronispecchio, propostadalprofessorGiacomoRizzolatti,neurologo dellUniversitdiParmaelesperimentocondottodal ricercatoreDeanRadin. Dean Radin, fisico statunitense, ha eseguito un singolare esperimento su soggetti affettivamente legati fra loro (madre e figlio, etc.). Ha posto le due persone in due stanze di edifici diversi e le ha sottoposte a sequenze di imaging di risonanza magnetica nucleare per valutare possibili attivazioni delle aree cerebrali; al soggetto A ha proiettato dei fasci di luce, che hanno generato una risposta immediata in una specifica area cerebrale. Alla fine dellesperimentohaconfrontatoleimmaginiprodotte
14

dai differenti apparecchi di risonanza magnetica nucleare e ha verificato che nel soggetto B (la persona ubicata nellaltro edificio e non sottoposta alla proiezione luminosa)sieranogenerateattivazioninellamedesima regionecerebraledelsoggettoA.Questosconvolgente esperimento mette in luce il fenomeno della specularit alla base del complesso meccanismo patomimetico. La cronoriflessologia sottolinea la singolare capacit degliumanidicomportarsiinalcunecondizionicome incredibilispecchiriflettenti:ilcorpostesso,sofisticato dispositivo di memoria, diventa specchio doloroso e sensibile testimone degli eventi traumatici, conservando nel lungo e lunghissimo termine la traccia di quanto accaduto in passato (forse anche di quellocheaccadrnelfuturo?). Si impone una rilettura critica della classificazione organicista delle malattie, cos come viene insegnata nellenostreuniversit;semprepiurgentediventail bisognodisapertradurreilsintomoallinternodiun complessoquadroemozionale,biograficoeanagrafico. Non pare pi possibile alla luce di queste scoperte, limitare il nostro approccio terapeutico alla semplice soppressione del sintomo, sia esso psichico o somatico.Gliumanisimuovononellospaziotempoe interagiscono fra loro con modalit molto complesse.
15

Sono custodi della propria biografia, ma anche di quella familiare, che esercita una pesante influenza ancheadistanzadigenerazioni. Ogni lutto determina, nei soggetti esposti, lattivazione di una imponente e travolgente cascata di cambiamenti nellorganismo, che interessano lassettoneuropsichicoequellosomatofunzionale. Il corpo risponde in toto allevento, generando una complessa matrice energetica, che testimonia lavvenuta esposizione. Questa matrice contiene informazioni di natura emozionale, biochimica, biofisica,geneticaetemporale;essavieneregistratain forma stabile come complesso mnestico e la sua persistenza determina modificazioni negative dello statodibenesserenellindividuoesposto. Se il trauma viene codificato prima dellet riproduttiva, il suo segnale verr trasmesso invariabilmentealladiscendenza,ponendolebasiper quellocheinmedicinachiamiamofamiliaritpositiva per una determinata patologia o predisposizione genetica. Nei soggetti esposti al lutto determinante intervenireinmodocoerentesuisegnalidisofferenza generati dalla matrice; in primo luogo bisogna accedereallamemoriatraumaticadellevento(vicinoo lontanoneltempo)conlausiliodellacronoriflessologia,
16

stimolandocorrettamenteipuntispinalicoinvolti(et delricevente,etdeldonatore). Lapproccio cronoriflessologico viene implementato con la somministrazione di rimedi specifici a uso sistemico come i Fiori di Bach, gli oligoelementi cataliticieigemmoterapici. Questi ultimi possono essere somministrati in base non soltanto ai disturbi lamentati, ma anche in aderenzaconleleggipatomimetiche:inaltreparoleil rimediovieneselezionatoperlasuaaffinitanatomo funzionale con la patologia sofferta dal familiare deceduto. Nella tabella II vengono presentate le pi frequenti associazioni terapeutiche fra gemmoterapici e patologie a decorso infausto secondo il modello patomimetico. TabellaII Causaomodalitdi Elencodei gemmoterapici decessodelfamiliare patomimetici Alnusglutinosa, Patologiacerebrale (ictus,emorragia, meningite,borreliosi, patologia
17

neurodegenerativa, tumore),incidente, suicidioconarmada fuoco Corylusavellana Melanomaoculare, carcinomaepatico (relazioneenergetica occhiofegato) Ficus carica, carpinus Alimentazioneforzata betulus(annegamento) primadeldecesso, tumoreorale, annegamento Carpinusbetulus, Carcinomalaringeo, morusnigra(frattura difterite,suicidioper delrachidecervicale) impiccagione, tracheotomia,frattura delrachidecervicaleda incidente Morusnigra Incidenteconfrattura delrachidecervicale Carpinusbetulus, TBC,brucellosi, Corylusavellana, enfisemapolmonare, Rubusfructicosus carcinomabroncogeno (enfisema),Cornus (relazioneenergetica sanguinea(infartodel spallapolmone), miocardio) infartodelmiocardio
18

Infartodelmiocardio, aneurismatoracico Carcinomagastrico, emorragiaulcerativa gastrica Corylusavellana, Carcinomaepato biliare,cirrosialcolica Vacciniumvitisidaea Carcinomadelcolon (carcinomadelcolon retto,impiantostoma retto,impiantostoma dopointerventoal colon,infarto dopointerventoal colon), intestinale,aneurisma Cornussanguinea addominale (infartointestinale, aneurismaaddominale) Fagusselvatica, Carcinomarenale, Fraxinusexcelsior nefropatiacronica Rubusidaeus Carcinomadellutero, (carcinomadelluteroe dellavescicaedella delleovaie,setticemia prostata,setticemiada daparto),Calluna parto,morte
19

Morusnigra(trauma contusivodeltorace), Carpinusbetulus (emboliapolmonare) Cornussanguinea, Crataegusoxiacantha Ficuscarica

(brachialgiasinistra) Traumacontusivodel toraceperincidente, emboliapolmonare

intrauterinadelfetoe perinatale,aborto spontaneo Cornussanguinea, Emorragiadellarteria Alnusglutinosa femoraleperincidente (trombosipostflebitica) (moto,bici,etc.), trombosipostflebitica Carpinusbetulus Emboliapolmonareda esitidifrattura tibiotarsica Morusnigra, Incidente,caduta, Vacciniummyrtillus percosseletali TamarixGallica Decessoperemorragia La posologia standard pu essere notevolmente ridotta ad una somministrazione di 10 gocce per 3 volte al giorno per effetto della stimolazione spinale, che genera una risonanza diretta sulle aree anatomichesensibilizzatedallamemoriatraumatica. La gemmoterapia patomimetica incrementa i benefici terapeuticidellesessionidicronoriflessologia,perch agisce con forza sullo squilibrio energetico degli organi coinvolti dallevento stressante e rappresenta per il Terapeuta una strategia efficace nellattivit clinica.
20

vulgaris(carcinoma vescicale)

PatomimesiinuncasoditiroiditediHashimoto
Lacaratteristicadiunavitamortadiessere unavitadicuilaltrodiventailguardiano. Sartre RIASSUNTO Nellarticolovieneanalizzatoilcasodiunatiroiditedi Hashimoto, trattato con laserterapia a bassissima potenza. Sono stati selezionati alcuni punti di agopunturaeduepuntispinalisecondoleregoledella cronoriflessologia;ilcasometteinlucenonsoltantoil fenomeno della patomimesi, che si presenta in altissima percentuale nei traumi da lutto e che costituisce inoltre la chiave di lettura per chiarire la matrice emozionale di molte patologie, ma una sua particolaremanifestazione. Inquestoarticolovienepresentatouncasoditiroidite di Hashimoto, trattando per la prima volta in
21

assolutoconlaserterapiaabassissimapotenzaipunti spinaliappartenentialloschemacronoriflessologico. La laserterapia a bassissima potenza, generalmente nota come LLLT (Low Level Laser Therapy) una terapia strumentale da tempo piuttosto diffusa nella praticaclinicaper: accelerarelariparazionetissutale lenireildolore mitigareleinfiammazioni comealternativaagliaghiinagopuntura E stato dimostrato che laser a luce rossa e bassa energia attivano funzioni cellulari che, generando radicali liberi di ossigeno, promuovono un gradiente protonicocheasuavolta,traidiversieffetti,modifica la permeabilit della membrana e incrementa i livelli di ATP con effetti sistemici significativi su dolore, infiammazioneeriparazionetissutale. Neltrattareilcasodiquestatiroiditestatoutilizzato un dispositivo laser, denominato Biolite LP020, che erogaunapotenzamediadipiccomoltobassa(3mW) epossiedeunalunghezzadondadi670nmnelrange dellalucerossa,sfruttatainbaseallecaratteristichedi assorbimentodeitessuti.

22

Ogni punto cutaneo stato sottoposto a irradiazione pulsata(1520impulsi)perladuratadicirca1520sec., utilizzandounapotenzamediaerogatadi0.03mW. Per la prima volta in assoluto sono stati sottoposti a irradiazionelaserancheipuntispecialidellacolonna vertebrale, denominati anche cronozonidi o chrono trigger, che consentono laccesso temporale alle memorietraumatiche(lasercronoriflessologia,DiSpazio 2009). Icronozonidispinalisonosostanzialmentenocicettori modificati, che registrano lavvenuta esposizione ad eventi stressanti nel passato dellindividuo; la loro particolareubicazioneincorrispondenzadelleapofisi spinoseesprimeillegameenergeticononsoltantocon Du Mai, ma anche con il meridiano della Vescica. Sono distribuiti lungo lasse mediano nel tratto compresofraC1eL5eognipuntoconsentelaccesso rapido a pi epoche dellesistenza, misurata in anni anagrafici(intervallocompresofrauncompleannoequello successivo). La stimolazione dei punti spinali pu essere rappresentata come lapertura di un varco nella dimensionedelTempo,checonsentelariemersionedi ricordidolorosi. La mappa spinale dei cronozonidi, sovrapponibile in larga misura con quella dei punti di Huatuo, stata
23

pi volte riportata in miei precedenti articoli, pubblicatisullaRivistaonlineLaMandorla. Nondimentichiamochelunitpsichesomapartecipa globalmente allevento traumatico, sedimentando le memorie connesse non soltanto in ambito cerebrale, maancheextracefalico. Inaltreparolelinformazionediunevento,avvenuto in un determinato momento della vita, non viene contenuto semplicemente nelle reti neuronali, ma si propagaselettivamenteattraversoaltrilivellisomatici come quello neurovegetativo, endocrino, viscerale e osteomuscolare. Siamo perci di fronte ad una memoriadiffusadellevento,chedeveessereaffrontata considerandoquestosuocomportamento. Il trattamento terapeutico di queste esperienze deve tenercontodiquestesingolarimodalitedevequindi prevedere un approccio multidisciplinare integrato, quellopsicoterapicoequellosomatico. Sul piano generale la memoria somatica detiene la capacitditrattenerericordiaconnotazionestressante in modo pi solido e duraturo rispetto alle reti neurali,sepensiamochequesteultimepossonoessere seriamente danneggiate dagli effetti di malattie neurodegenerative come le demenze vascolari e la
24

malattia di Alzheimer. I processi di consolidamento mnestico della struttura somatica sono talmente potenti da lasciare traccia anche nelle generazioni successive attraverso linformazione genetica ed epigenetica.Questospiega,peresempio,lacosiddetta ereditariet di precisi pattern patologici allinterno dellostessogruppofamiliareelaricorrenzadiquadri sindromiciacaricodeglistessiapparati. Le indagini sperimentali della neuroscienziata Cristina Alberini della Mount Sinai School of Medicine di New York dimostrano sui topi che la somministrazionedisostanzechebloccanoirecettori dei glucocorticoidi nella fase di riconsolidamento del ricordo, interviene sulla componente emozionale del medesimo, svuotandola dai suoi effetti intrusivi e debilitanti: in altre parole la memoria del fatto traumatico non viene cancellata, ma scorporata dalla suacostellazioneansiogena. Non sappiamo per se lintervento sui recettori dei glucocorticoidi sia in grado di interferire con quella memoria diffusa dellevento, di cui abbiamo parlato prima. La somministrazione farmacologica degli inibitori in grado di mitigaregli effetti somatici del trauma?
25

Torniamo alla cronoriflessologia e al fenomeno della patomimesi, spiegando questultimo concetto: la patomimesiunsingolarefenomeno(DiSpazio,2002) che interviene con regolarit nei traumi da lutto. Consiste nella imitazione diretta o mediata (impegno della rete dei Meridiani corrispondenti) della patologia, chehadeterminatoildecessodelcongiunto. Se il soggetto mancato per una neoplasia cerebrale, almeno uno dei familiari tender nel tempo a sviluppare disturbi dellarea cefalica come emicrania, cefalea, dermatosi del cuoio capelluto, nevralgie e altro. La patomimesi pu manifestarsi anche secondo un modello di contiguit anatomica, come viene dimostratonelcasoclinicodiscussoinquestoarticolo. Si tratta di una paziente femmina di 54 anni, giunta allosservazione per una tiroidite di Hashimoto, diagnosticatanellaprimavera2009. La finalit della visita stata quella di risalire alla causa emozionale, che potrebbe aver prodotto nel tempo questa disfunzione, e procedere quindi allinterventocronoriflessologicoeagopunturale. Un ruolo fondamentale viene giocato dalla corretta anamnesi biografica e familiare del soggetto per
26

individuare possibili eventi traumatici in relazione allapatologiasofferta. Sulla base del modello patomimetico stato abbastanza semplice risalire in questo caso alla possibilecausaemozionaledellapatologiatiroidea:la paziente,natainluglio1955,hapersoilpadreindata 05.11.1973 per una neoplasia laringea. Allepoca del traumalapazienteerain18annodieteilpadrein 53,essendonatoil02.11.1921. Lapazientesisottopostaadunesameapprofondito della funzionalit tiroidea su invito del medico di base, che voleva chiarire le cause eziopatogenetiche dellastanchezzalamentata. Il referto mette in luce un valore di STSH (ormone tireostimolante) in eccesso (18,319 uUI/mL) e una concentrazione molto elevata di autoanticorpi anti perossidasitiroidea(2760UI/mL)eantitireoglobulina (16360UI/mL). La paziente stata sottoposta a cicli distanziati (30 giorni) di laserterapia a bassissima potenza, intervallati dal trattamento domiciliare con cerotti transdermici (mix di Fiori di Bach ad attivit antitraumatica)suipunticutaneiinteressati. Nella seguente tabella vengono elencati in sequenza temporale i punti cutanei utilizzati in laserterapia in questocasoditiroidite:
27

TAB.I SEQUENZA AGOPUNTIE TEMPORALEDEIPUNTI CRONOZONIDI TRATTATI A GI4bilateralmente B LU1bilateralmente C FM10bilateralmente(0,5 cunalatodiGV14) D CV22 E D5(cronozonide corrispondenteal18 anno) F C5(cronozonide corrispondenteal53 anno) I punti spinali trattati corrispondono allet della paziente al momento del trauma (D5=18 anno) e a quello del padre (C5=53): nel caso di lutti sempre necessario tenere presente la relazione fra il soggetto che viene esposto allesperienza traumatica (il cosiddetto ricevente) e la persona defunta (il cosiddetto donatoreincronoriflessologia). Leidentitanagrafichedegliattorinelmomentodella separazione si fondono in quello che ho chiamato
28

shock entanglement per ribadire la generazione di una complessa matrice mnestica capace di influenzare i testimoni dellevento, ma anche le generazioni successive. Il caso di questa tiroidite di Hashimoto mette in luce un comportamento molto singolare del fenomeno patomimetico;lapazientehasedimentatoilsegnaledi sofferenzacollegatoallamortedelpadre,riflettendolo nonsullapparatolaringeo(peresempioconcomparsadi faringolaringiti ricorrenti, sensazione di bolo faringeo o afonia),masuunareaanatomicacontigua,quelladella ghiandolatiroidea. Comerisultadalladatazionedelreferto(01.04.2009), la paziente si sottoposta allesame circa un anno dopo la comparsa dei primi, confusi malesseri, che sarebbero stati poi riconosciuti come i segni della tiroiditediHashimoto;questosignificachelapaziente ha cominciato ad accusare i disturbi esattamente in 53 anno di vita, allineata anagraficamente allet di decessodelpadre(cronomimesianagrafica). La patomimesi per contiguit anatomica si presenta ancheinaltricasi,chevengonoelencatinellaseguente tabella.
29

TAB.II AREEANATOMICHE INTERESSATE Laringe Cuore Polmone Colon Ovaio,testicolo Prostata,utero,vescica

PATOMIMESIPER CONTIGUITA Tiroide Ghiandolamammaria sinistra,costole Scapola,ghiandola mammaria(sxodx),pleura Rachidelombare Rachidelombosacrale,nervo sciatico Rachidelombosacrale,nervo sciatico

Possiamo inoltre ricapitolare le differenti modalit di manifestazione patomimetica come riportato nella seguentetabella. TAB.III MODALITA TIPODIRELAZIONE PATOMIMETICA Patomimesidiretta Organoorgano Patomimesi da contiguit Organoareaanatomica
30

anatomica Patomimesienergetica

contigua Organomeridiano energeticocorrispondente

Il caso di questa tiroidite ribadisce limportanza fondamentale del fenomeno patomimetico allinterno dellevento luttuoso, poich consente sul piano terapeutico un preciso orientamento sulle cause profondedelquadrosintomatologico. Non possibile affrontare con relativo successo la sfida della cura, se non si tiene conto della biografia dellindividuo,quelsingolareeirripetibileintrecciodi vicendeesistenziali,checontribuisceaconnotareogni identitecheponelebasibiologicheeculturalidici che noi umani siamo: sofisticatissimi dispositivi di memoria.
31

Tabelladiconversionecronospinaledal1al90 annodivita
(DiSpazio,1996) C1 1 C2 23 C3 45 C4 67 C5 89 C6 10 11 C7 12 13 D1 14 D2 15 D3 16 D4 17 D5 18 D6 19 D7 20 D8 21 D9 22 D10 23 D11 24 D12 25 L1 26 L2 27 L3 28 L4 29 L5 30 60 58 59 56 57 54 55 52 53 50 51 48 49 47 46 45 44 43 42 41 40 39 38 37 36 35 34 33 32 31 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90

32

Notesullautore
VincenzoDiSpazio(1962),medicoolistico,unautorevoleesponentedella psicologiaenergeticaitaliana.Duranteglistudiuniversitaridimedicina, incontranel1985coluichesarlasuaprimaguidanelmondodellamedicina naturale,liridologoeomeopataSiegfriedRizzi(19151987). Dal1990al1991statoDirigentedelServizioSanitariopressolaCompagnia AlpiniParacadutistiMonteCervinodiBolzano. HainsegnatoinqualitdiprofessoreincaricatoallaScuolaQuadriennale PostLaureadiBiotipologiaeMetodologiaOmeopaticapressolUniversitdi Urbinodal1994al2002,dovestatoancheMembrodiCommissione dEsameediDiscussioneTesi. Dal1992al2002hasvoltoattivitdiDirettoreScientificodelCentroDorimo diPadovaedstatoDocenteinCronoriflessologia,Iridologia,Oligoterapia, FitogemmoterapiaeFloriterapia. Nel2008hainsegnatocomedocenteospitealCorsodiNeuroscienzeeTeorie dellaMentepressolaScuolaSuperioredellUniversitdiCatania(coordinato dalprof.AlbertoGiovanniBiuso). Nelbiennio200809hatenuto2seminaridimedicinacomplementarepresso laDivisioneMalattieInfettivedellOspedaleCentralediBolzanoeuncorso monotematicoperlAssociazioneItalianaOdontoiatri(A.I.O.). Nel1996haidentificatolorologiospinaledeitraumi(spinalclock),unagriglia temporaleproiettatasui24puntidellacolonnavertebrale,scopertacheha ispiratodaquelmomentoinavantituttalasuaattivitdiricerca. Sullabasediquestenuoveevidenzesperimentalihaintrodottounanuova metodicadiintervento,denominatacronoriflessologia(AgeGateEmotional Release). Neldecennaledellascoperta(19962006)pubblicaLepolmonitidimarzo.Ilgene emozionale,testocheraccoglieirisultatidiunafondamentaleintuizione: lorologiospinaleregistranonsoltantoleesperienzetraumatichevissutenel corsodellavita,macontienetangibilitraccedieventistressantinelgentilizio
33

(epigenomicaemozionale).Leverificheclinichehannoconsentitodiestendereil modellotemporale,applicatoaipuntidellacolonnavertebrale,anchealla mappariflessologicadelpiede(cronoriflessologiaplantare,2011). IspirandosialleindaginidelneuroscienziatoGiuseppeCalligaris(18761944), haintrodottoinriflessologialafotostimolazioneaLedbianco(WhiteLed Photostimulation,WLP). Autoredidiversitestiearticolisuquestescoperte,svolgelasuaattivit clinicaaBolzano.HafondatolascuoladiCronoriflessologiaeconduce seminaridirilascioemozionaleinacquatermale(Aquanesting)aMontegrotto Terme(Pd). Contatticonlautore:

vincenzodispazio@gmail.com www.cronoriflessologia.blogspot.com
34

Attivitdidattica


Lattivitdidatticasisvolgeregolarmenteduevolteallanno(edizioni primaverileeautunnale)pressolHotelGardenTerme****diMontegrotto Terme(PD),sedeistituzionaledeiCorsiResidenzialidiCronoriflessologia. Ilprogrammadelcorsoprevedelatrattazionedeiprincipiteoricidella metodicaelapplicazionediessasuipuntispinaliequelliriflessidelpiede (cronoriflessologiaspinaleeplantare).

Lacronoriflessologiaplantareparteintegratanelworkshop residenzialedicronoriflessologia. Ledatedelcalendariocorsisonoconsultabilidirettamentealsito: www.cronoriflessologia.blogspot.com www.gardenspa.eu Perinformazionieprenotazionecorsisipucontattaredirettamentela SegreteriadellHotelGarden: Tel.0498911699 Fax0498910182 Emailgarden@gardenterme.it Webwww.gardenterme.it CorsodelleTerme735036Montegrotto(Pd)
35

Attivitclinica


Lesessioniindividualidicronoriflessologiaintegrata(interventosuipuntidella colonna,testcronoposturale,floriterapialocaleesistemica,omeopatia,riflessologia deimeridianidiagopuntura,etc.)sisvolgonopressolasedediBolzano. Lesessionicollettivesisvolgonoduevolteallanno(marzoenovembre)presso lHotelGardenTermediMontegrottoTerme(Pd)esonoidentificatesottola denominazioneAquanesting,weekenddirilascioemozionaleinacqua termale;sitrattadisessioniguidateinpiscinaesonoadatteancheainon nuotatori. Lesequenzemotorie,facilidaeseguire,siispiranoallacronoriflessologia,alle tecnichediEFT(EmotionalFreedomTechnique)eaiprincipidellagopuntura. Lasequenzadegliesercizivieneprecedutadallafocalizzazioneindividuale sueventipassatidolorosiosucondizionidiconflittoemozionale. Lafinalitdellesessioniacquatichecollettivelegataalrilascioemotivodelle memoriedisturbanti.


36

Altrepubblicazionidellautore

Collana

dispazioebook

LepubblicazionidigitalidiVincenzoDiSpaziosonodisponibilipresso:

ultimabooks.simplicissimus.it

1. I24ChakradelTempo 2. GliGnomideiFioriGuaritori(fiabeterapeutiche) 3. Lamappadeitraumiemotivisulpiede 4. Postercomponibiledicronoriflessologiaplantare 5. Vademecumnaturaleperchihapersoilseno

37