Sei sulla pagina 1di 10

ARTICOLO TECNICO

SELEZIONE DEGLI UGELLI FRAZIONATORI PER SISTEMI AD ACQUA NEBULIZZATA: SPEIGAZIONI DELLE APPLICAZIONI E DELLE SCELTE

Scott Martorano, CFPS Senior Manager Technical Service

Marzo 2006

Worldwide Fire Protection

www.vikingcorp.com

Ugelli Frazionatori Selezione per i sistemi ad acqua nebulizzata


SOMMARIO

INTRODUZIONE ACQUA NEBULIZZATA & UGELLI FRAZIONATORI SELEZIONE E UTILIZZO DEGLI UGELLI FRAZIONATORI ACQUA, UGELLI FRAZIONATORI E LIQUIDI COMBUSTIBILI O INFIAMMABILI ACQUA E ATTREZZATURE ELETTRICHE PROTEZIONE DI GROSSI DEPOSITI DI MERCE INFIAMMABILE E DI SERBATOI CON LIQUIDI COMBUSTIBILI ESPOSTI A RISCHIO INCENDIO CONCLUSIONI RIFERIMENTI

3 3 5 6 8

9 10 10

Pagina 2 di 10

Ugelli Frazionatori Selezione per i sistemi ad acqua nebulizzata


INTRODUZIONE I sistemi ad acqua nebulizzata definiti dalla NFPA 15 possono fornire il pi complesso e prestante sistema professionale progettato per lantincendio. La selezione quindi degli ugelli frazionatori pi adatti a soddisfare la copertura dellarea interessata e la giusta densit dacqua richiesta per coprire il rischio che deve essere protetto, sono uno dei passaggi pi importanti e necessari al fine dassicurare il successo operativo del sistema. Certamente ci sono altri fattori di uguale importanza e complessit che vengono presi in considerazione in fase di progettazione e installazione di un sistema ad acqua nebulizzata, ma la selezione degli ugelli frazionatori pi adatti a rappresentare una delle pi importanti sfide che pu infine determinare se il sistema ad acqua nebulizzata funzioni nel modo richiesto. Vista la vasta gamma di caratteristiche degli ugelli frazionatori, comprese anche le diverse portate, le velocit, le distanze di progetto e la variabilit del rischio che deve essere protetto, necessario che la giusta valutazione degli ugelli selezionati debba essere completata da un professionista con una profonda conoscenza delle varie applicazioni utilizzate in base al rischio e dei sistemi progettati con acqua nebulizzata. La complessit della selezione dellugello pi adatto viene amplificata, in alcuni casi, dove vi sia una limitazione sulle informazioni tecniche a disposizione, le quali sono insufficienti ad indicare quali caratteristiche deve avere lugello o le giuste applicazioni in cui questo debba essere utilizzato. In altri casi invece la confusione potrebbe derivare dalla terminologia utilizzata nella scheda tecnica del produttore, come per esempio la velocit, alta, media e bassa e di questa in relazione con le diverse applicazioni. Una volta individuato sostanzialmente il numero dei rischi dove lugello frazionatore deve essere applicato ed individuate le varie omologazioni: UL FM e LPCB, lo studio di ingegneria e il progettista si trovano davanti a diverse altre domande prima di selezionare il giusto ugello. Il presente articolo cerca, in fatti, di chiarire i diversi criteri di selezione degli ugelli frazionatori per molte delle applicazioni pi complesse con acqua nebulizzata e anche la terminologia utilizzata per identificare la peculiare caratteristica degli ugelli frazionatori.

ACQUA NEBULIZZATA E FRAZIONATORI Le applicazioni dove vengono richiesti gli ugelli frazionatori possono essere molto selettive. Principalmente gli ugelli frazionatori vengono utilizzati nei casi in cui vi richiesta di proteggere grossi depositi di merce infiammabile e combustibile o serbatoi di liquidi infiammabili per raffreddare i telai, prevenire lesplosione o il collasso dei serbatoi e lestensione dellincendio. Inoltre, qualora fosse stato progettato e installato correttamente il sistema ad acqua nebulizzata pu essere utilizzato con successo per estinguere e controllare liquidi infiammabili e combustibili che hanno preso fuoco, cos come combustibili di tipo A e applicazioni dove ci sono trasformatori elettrici. Lestinzione di un incendio, utilizzando un sistema ad acqua schiuma, viene raggiunto in questo modo: raffreddamento, soffocamento, emulsione o diluizione del liquido infiammabile o combinando tutti questi fattori. Il controllo di un incendio pu avvenire seguendo gli stessi meccanismi utilizzati per raggiungere lestinzione dello stesso, tuttavia a causa della diversa composizione.

Pagina 3 di 10

Ugelli Frazionatori Selezione per i sistemi ad acqua nebulizzata

La FM Global definisce i meccanismi destinzione dellincendio come segue: Lazione di raffreddamento di parte del volume si realizza con lassorbimento del calore tramite particelle dacqua anche se nella maggior parte delle volte accade tramite la conversione dellacqua in vapore. Una volta convertita in vapore, 1lb (0,45 kg) dacqua a 60F (15,5 C) assorbe 1150 Btu. Quando la superficie di un materiale che sta bruciando viene raffreddata fino ad un punto in cui il vapore infiammabile non pu pi evolversi, lincendio viene estinto. Lazione soffocante viene ottenuta quando lacqua nebulizzata viene trasformata in vapore dal calore del fuoco, espandendo il suo volume fino a circa 1,750 volte. Poich il vapore coinvolge larea dellincendio, lossigeno viene escluso e questo aiuta la soppressione dellincendio. Lemulsione viene ottenuta attraverso un meccanismo di scuotimento dellacqua con lolio o altro liquido non solubile con lacqua cos che le gocce di entrambi i materiali divengono strettamente diversificate. Questo tipo di emulsione viene prodotto attraverso lazione dellacqua nebulizzata che sbatte sulla superficie di alcuni liquidi infiammabili, rendendo in questo modo la superficie del liquido non pi infiammabile. Con i liquidi a bassa viscosit, lemulsione probabilmente risulta solo temporanea, ovvero esiste solo nel momento dellapplicazione della nebulizzazione. Con materiale ad alta viscosit invece lemulsione ha una durata maggiore e fornisce una protezione contro le scintille. La diluizione di liquidi solubili in acqua di solito un fattore minore nello spegnimento dellincendio a causa del fatto che viene richiesto un grado molto elevato di diluizione.

Pagina 4 di 10

Ugelli Frazionatori Selezione per i sistemi ad acqua nebulizzata


SELEZIONE E OPERATIVITA DEGLI UGELLI FRAZIONATORI La selezione degli ugelli frazionatori prende in considerazione diversi fattori, principalmente la loro capacit di distribuire lacqua in maniera tale da permettere al meccanismo di spegnere lincendio o di tenere sotto controllo i danni. Gli ugelli frazionatori sono disponibili in una vasta gamma di portate e angoli di scarica. La progettazione di questi frazionatori, permette di manipolare il movimento dellacqua attraverso di loro e questo ha un impatto sulla velocit della portata dellacqua e sullo scarico della lunghezza di questi modelli. La velocit della portata dellacqua dallugello frazionatore, non un fattore da tenere in considerazione per i sistemi ad acqua nebulizzata previsti dalla NFPA 15 o 13. Tuttavia ,i termini di riferimento alla velocit sono utilizzati in modo cospicuo nelle pagine tecniche fornite dai produttori ed anche nei test e negli standard dinstallazione della Loss Prevetion Certificate Board (LPCB) che sono utilizzati in diversi paesi del mondo. Lesatto significato di questa terminologia e come questa si riferisca alle applicazioni degli ugelli frazionatori, potrebbe creare confusione ed essere fuorviante, ma potrebbe essere daiuto per creare una definizione almeno in termini di bassa, media e alta velocit se non altro per aiutare i progettisti e i tecnici a raggiungere una migliore conoscenza delle applicazioni dei frazionatori. Lunica definizione scritta sugli ugelli frazionatori, che possibile ritrovare comunemente nellindustria dellantincendio, riferita al LPCB standard 1277. La LPCB Standard 1277 definisce la velocit media degli ugelli frazionatori in questo modo:ugelli con deflettore piatto, che producono una scarica a forma conica ,che hanno fori di misura non inferiore a di pollice (6.3mm) e che indipendentemente dai test sullantincendio incontrano gli standard richiesti. Questi frazionatori possono essere aperti o con fusibile; il fusibile identico a quello degli spinkler e ugelli con camere a spirale che producono una scarica a cono e che hanno allinterno delle vie per lacqua non inferiori a 1/8 di pollice (3.1 mm) e fori finali duscita non iferiori a di pollice (6.3 mm) e che incontrano le richieste di questo standard ad una pressione massima di 20 psi (1.4 bar) al di l dei test sullantincendio. Gli ugelli frazionatori ad altra velocit sono definiti come: frazonatori con camere a spirale che producono una scarica a forma conica e che hanno al loro interno delle vie per lacqua non inferiori a 1/8 di pollice (3.1 mm) e dei fori duscita finali non inferiori a di pollice (6.3 mm) e incontrano le richieste di questo standard al di l del cono di scarica e della distribuzione. Dalle suddette definizioni, le diverse differenze chiave tra ugelli frazionatori a media e alta velocit possono essere identificate nel fatto davere il deflettore incorporato in alcuni modelli di frazionatori a media e alta velocit, questi devono, comunque, soddisfare alcune richieste come langolo di scarica e la distribuzione. Anche il termine camera a spirale viene utilizzato per acluni frazionatori a media e alta velocit. La camera a spirale viene utilizzata nel frazionatore per far ruotare velocemente lacqua cos che questa emerga come un getto solido a cono. Storicamente, i termini velocit e distribuzione della misura delle gocce dacqua sono state utilizzate per descrivere la lunghezza o larea di copertura di un ugello frazionatore. Tuttavia, la velocit e la dispersione delle gocce dacqua che determina la capacit dellugello frazionatore di raggiungere il meccanismo destinzione o controllo dellincendio. I frazionatori fissi hanno una certa efficacia in velocit o portata di pressione. Al di sotto del limite minimo della forza di portata, la portata stessa risulta inefficace; al di sopra del limite superiore, le velocit possono essere raggiunte, questo porter ad una diminuzione dellefficacia, dovuta alla riduzione della portata, dellarrivo della distanza e/o dalle gocce dacqua. Al punto in cui una goccia dacqua scaricata da un ugello, viene portata avanti dalla sua velocit acquisita, in basso dalla forza di gravit ed ritardata dalla frizione dellaria. La velocit in avanti della goccia dacqua diventa molto importante nella lunghezza del frazionatore. Gli ugelli frazionatori sono progettati per avere diversi angoli di scarica. Il volume della portata

Pagina 5 di 10

Ugelli Frazionatori Selezione per i sistemi ad acqua nebulizzata


dacqua e langolo di scarica dellugello frazionatore, determinano leffettiva velocit delle gocce dacqua la portata del getto. La misura e la velocit delle particelle dacqua hanno un impatto sulla capacit di sopprimere o controllare un incendio. Se le gocce sono troppo piccole, queste non sono in grado di penetrare al centro dellincendio, ma vengono spinte in alto dalle fiamme. Se, invece, sono troppo grandi, il loro rapporto superficie/massa troppo piccolo e non riescono ad essere abbastanza efficaci nel raffreddare i gas dellincendio. Quando vengono utilizzate per soffocare incendi di liquidi infiammabili con fiamme che raggiungono i 2000 F le gocce dacqua devono viaggiare ad una velocit sufficiente a penetrare la superficie del liquido infiammabile. Poter definire la portata della velocit delle gocce dacqua difficile, vista la mancanza di disponibilit dinformazioni pubblicate relativamente agli ugelli frazionatori. Vi sono diversi fattori che hanno un impatto sulla velocit effettiva delle gocce dacqua inclusa anche la misura delle gocce stesse, lorientamento e langolo di posizione del frazionatore e la pressione desercizio. La maggior parte degli ugelli frazionatori disponibili sul mercato rendono pressoch impossibile la chiara definizione delle tre categorie di velocit. Tuttavia, lo scopo quello di capire le potenziali applicazioni di questo tipo di frazionatore, in aggiunta alle informazioni fornite, qui di seguito uno su tutti il metodo potenziale per definire i termini di velocit. Lugello frazionatore a bassa velocit simile in caratteristiche di scarica ad uno sprinkler standard. La misura delle gocce di acqua rientrano nello stesso campo di variabilit. Una revisione di due studi fatti da U.S Depatment of Commerce, National Institute of Standard Technology (NIST) chiamati La determinazione della misura della goccia di acqua nebulizzata e velocit da uno sprinkler standard, sprinkler in basso e La comprensione di un ugello sprinkler: Analisi della traiettoria indicano la misura della velocit della goccia dacqua per K5.5 (79.3bar) per uno sprinkler standard tra 2 ft/sec e 27 ft/sec (0,6 m/sec. e 8.2 m/ sec.) con un flusso di 15 gpm a 7 psi (56.8 l/min. a 0,5 bar). Laspettativa che un ugello frazionatore con caratteristiche simili debba necessariamente avere la stessa velocit della goccia dacqua nel medesimo campo di variabilit. Gli ugelli frazionatori ad alta e media velocit coprono una pi ampia gamma dapplicazioni. Grazie alla vasta gamma di fattori metrici e pressioni desercizio disponibili, le misure delle gocce dacqua possono passare dalle misure pi grandi, le stesse che si trovano nelle portate degli sprikler standard a quelle pi piccole, le quali sono simili alle misure ritrovabili nei sistemi water mist. Normalmente i produttori forniscono informazioni relative alla velocit delle gocce dacqua relativamente ai frazionatori di media velocit. Quando la pressione dellacqua tra 20 psi (1.4 bar) e 50 ps (3.5 bar) la velocit della goccia dacqua tra i 49ft/sec (15 m/sec) a 82 ft/sec (25m/sec). Gli ugelli frazionatori ad alta e media velocit vengono utilizzati principalmente con le sopra citate pressioni di esercizio, quindi si pu anticipare il fatto che la velocit della goccia dacqua pu essere simile alle informazioni pubblicate su molti ugelli frazionatori. ACQUA, UGELLI FRAZIONATORI E LIQUIDI O COMBUSTIBILI INFIAMMABILI La norma NFPA 30 in riferimento ai liquidi e combustibili infiammabili fornisce le definizioni per liquidi e combustibili infiammabili. I liquidi infiammabili sono definiti come quei liquidi che quando si avvicinano o sono sotto i 100F (38 C) raggiungono il loro limite massimo a rischio dincendio. I liquidi combustibili sono definiti come quei liquidi che quando si avvicinano o superano i 100F (38 C) raggiungono il loro limite massimo a rischio dincendio. Lacqua in grado, effettivamente, di utilizzare diverse tipologie di meccanismi per il controllo e lestinzione degli incendi di liquidi e combustibili infiammabili. Pu accadere che lincendio di un liquido infiammabile possa essere estinto se il liquido infiammabile miscelato ad acqua, infatti una grossa quantit dacqua pu fungere da diluente e diluire quindi il combustibile fino al punto in cui questo non pu pi infiammarsi, raffreddandolo e portarlo al di sotto della sua

Pagina 6 di 10

Ugelli Frazionatori Selezione per i sistemi ad acqua nebulizzata


temperatura di infiammabilit. In ogni caso, occorre avere una cura particolare quando ci si avvicina ad un recipiente che contiene liquido combustibile e accertarsi che questo non fuoriesca ed inavvertitamente diffonda lincendio. Una tecnica che pu essere utilizzata al fine di prevenire tale situazione quella di selezionare un frazionatore che abbia una scarica con gocce dacqua al di sotto dei 4mm. La gittata corretta permette di diluire e raffreddare lo strato superficiale del liquido infiammabile, limitando il volume dellacqua introdotta nel recipiente e riducendo la possibilit di una fuoriuscita. Lincendio che coinvolge liquidi infiammabili che non sono completamente miscelati con acqua, come letere e il chetone possono essere controllati utilizzando acqua nebulizzata. I frazionatori a cono pieno a bassa e media velocit sono particolarmente adatti per questo tipo di applicazione (figura 1).

Figura 1 Gli incendi che coinvolgono liquidi combustibili che hanno il loro limite massimo dincendio a 200 F (93C) e che non sono miscelati ad acqua, come lubrificanti ad olio, possono essere soppressi utilizzando i frazionatori a cono pieno ad alta velocit (figura 2). Quando lacqua viene scaricata con una velocit che in grado di penetrare la superficie del liquido combustibile, lestinzione dellincendio avviene tramite il raffreddamento della superficie al di sotto del limite massimo dincendio.

Figura 2 Lestinzione o il controllo di un incendio causato da liquido infammabile o combustibile con lacqua complesso. Questo richiede diverse considerazioni, oltre alla scelta del frazionatore giusto. Lapplicazione ad acqua utilizzata per estinguere un incendio di liquidi infiammabili potrebbe probabilmente permettere al liquido in fiamme di estendersi, a meno che non ci sia un argine di contenimento. Un altro problema si

Pagina 7 di 10

Ugelli Frazionatori Selezione per i sistemi ad acqua nebulizzata


trova nel caso in cui il liquido infiammabile abbia un limite massimo di infiammabilit molto alto e la sua densit sia inferiore a quella dellacqua. In questo caso, le gocce dacqua, anche se indirizzate con cautela, penetreranno al di sotto della superficie e si trasformeranno in vapore, causando uneruzione del liquido infiammabile in grosse fiamme e aumentando il raggio dellincendio. Inoltre, quando il liquido combustibile brucia in profondit per periodo piuttosto lungo, il liquido prende tutte le caratteristiche di un liquido infiammabile. A questo tipo di applicazioni occorre dare, quindi, la giusta attenzione, cos come al volume dellacqua che viene introdotto e limpatto potenziale sullintera situazione. IMPIANTI AD ACQUA E ELETTRICI I sistemi ad acqua nebulizzata vengono spesso utilizzati per fornire protezione contro gli incendi e completare la spinta dellacqua per i trasformatori elettrici riempiti ad olio (figura 3). I trasformatori sono disponibili con configurazioni e misure diverse ed avere una conoscenza completa di tutti i tipi di trasformatori pi importanti risulta necessaria per assicurarsi la giusta selezione degli ugelli frazionatori da utilizzare. Tuttavia, i frazionatori ad alta velocit possono essere estremamente efficaci nellestinguere gli incendi di liquido combustibile non miscelabili che derivano da un disastro catastrofico dovuto allesplosione di un trasformatore elettrico. Leffetto del vento, la portata del frazionatore e linstallazione del frazionatore sono altri fattori da prendere in considerazione nella selezione del frazionatore pi adatto per la protezione di trasformatori elettrici posti allesterno. Leliminazione dellelettricit potrebbe richiedere la selezione di un ugello frazionatore in grado di erogare molta acqua per poter raggiungere la giusta gittata del getto dacqua.

Figura 3

Il sistema ad acqua nebulizzata viene anche progettato per fornire il raffreddamento per le strutture e gli elementi di metallo, mentre i combustibili liquidi vengono soffocati. La NFPA 15 sottolinea le specifiche richieste per lapplicazione degli ugelli frazionatori per evitare che le apparecchiature elettriche sotto tensione non siano isolate ed importante che i sistemi ad acqua nebulizzata siano progettati in maniera tale da rimuovere la tensione prima che venga scaricata lacqua.

Pagina 8 di 10

Ugelli Frazionatori Selezione per i sistemi ad acqua nebulizzata


PROTEZONE DI GROSSI DEPOSITI DI MERCE INFIAMMABILE E DI SERBATOI CON LIQUIDO COMBUSTIBILE I sistemi ad acqua nebulizzata progettati per la protezione dei rischi dincendio come definiti dalla NFPA 15 forniscono lassorbimento del calore attraverso lutilizzo dacqua nebulizzata sulle strutture e le apparecchiature esposte a rischio dincendio, limitano il livello della temperatura sulla superficie in modo da rendere minimo il danno e prevenire disastri. La scelta del frazionatore per questi tipi di applicazione si basa sulla portata, sullangolo di scarica e sulle configurazioni come il tipo di getto utilizzato dal frazionatore nella figura 4. Lobiettivo dellugello frazionatore quello di raffreddare il serbatoio. Questo evita che il liquido possa evaporare. Qualora il liquido allinterno del serbatoio evapori, il calore non viene trasferito al telaio del contenitore. Questo potrebbe portare alla rottura del contenitore nel caso in cui le fiamme urtino contro di esso.

Figura 4 E importante che le gittate del frazionatore ricoprano tutto al fine di prevenire parti asciutte sulla superficie del serbatoio e che il getto al di sopra del contenitore sia limitato al raggiungimento della migliore progettazione idraulica. Una considerazione importante deve essere data anche alleffetto del vento, alla possibilit di una corrente ascensionale del fuoco in prossimit del serbatoio ed infine allevaporazione delle pi piccole gocce dacqua a causa del calore. Normalmente i frazionatori vengono posti e scaricano acqua nebulizzata sulla parte pi alta dellattrezzatura in modo da permettere allacqua di scendere sulla superficie. E difficile prevedere la quantit dacqua che scende dallalto a causa degli effetti del vento e dalla configurazione del serbatoio (figura 5).

Figura 5

Pagina 9 di 10

Ugelli Frazionatori Selezione per i sistemi ad acqua nebulizzata


CONCLUSIONI La scelta degli ugelli frazionatori pu essere un procedimento complicato e impegnativo. Le variabili che coinvolgono la selezione sono numerose. E importante da un punto di vista professionale tenere a mente il proposito e lobiettivo di un sistema ad acqua nebulizzata, durante il processo di selezione. Le caratteristiche di un ugello frazionatore determineranno la sua efficacia nellestinzione di un incendio, nel controllo dellincendio o nel raffreddamento della superficie. Ad esempio, quando lo scopo del sistema ad acqua nebulizzata quello di estinguere o controllare un incendio causato da liquido o combustibile infiammabile, il frazionatore dovrebbe essere selezionato in modo tale che possa soddisfare appieno il sistema destinzione e protezione di liquido o combustibile infiammabile. Quando lobiettivo del sistema ad acqua nebulizzata quello di raffreddare grossi depositi di serbatoi contenenti carburante, il frazionatore selezionato dovrebbe avere una portata e un angolo di scarica tale da erogare una densit dacqua appropriata alla superficie del serbatoio che si andr a proteggere. Sebbene la terminologia possa creare confusione, in realt gli studi di ingegnerie e progettazione possono identificare velocemente il frazionatore pi adatto allapplicazione che intendono progettare. La NFPA 15 e 13 sono alla base di questi progetti, tuttavia a causa della complessa natura dei rischi coinvolti, necessario sviluppare molte altre ricerche aggiuntive per finalizzare un progetto per lantincendio. In questi casi sempre prudente consultare le specifiche tecniche fornite dal produttore sugli ugelli frazionatori insieme alle aspettative di prestazione degli stessi. RIFERIMENTI
_______________________________________ 1 FM Global Loss Prevention Data Sheet. Fixed Water Spray Systems for Fire protection 4-1N. Factory Mutual Insurance Company, Norwood MA. 2002. Pg 9. 2 Bryan, John, L. Automatic Sprinkler and Standpipe Systems Second Edition. National Fire Protection Association. Quincy, MA. 1990. Pg 456. 3 FM Global Loss Prevention Data Sheet. Fixed Water Spray Systems for Fire protection 4-1N. Factory Mutual Insurance Company, Norwood MA. 2002. Pg 9-11. 4 Testing methods for medium and high velocity water sprayers LPS Standard 1277: Issue Draft B, Loss Prevention Certification Board, United Kingdom, 2006. 5 Vollman, Christopher, L. Water Spray Protection, Fire Protection Handbook, Nineteenth Edition, National Fire Protection Association. Quincy, MA. 2003. Pg 10-267. 6 Hickey, Harry, E. Hydraulics for Fire Protection, National Fire Protection Association, Quincy, MA, 1980. Pg 219. 7 Hickey, Harry, E. Hydraulics for Fire Protection, National Fire Protection Association, Quincy, MA, 1980. Pg 229. 8 Friedman, Raymond. Principles of Fire Protection Chemistry and Physics, National Fire Protection Association, Quincy, MA. 1998. Pg 211. 9 Potorti, A.D., Belsinger, T.D and W.H. Twilley, Determination of water spray drop size from a standard orifice, pendent spray sprinkler U.S. Department of Commerce National Institute of Standards and Technology, Gaithersburg, MD. 1999. 10 Sheppard, D.T., Gandhi, P.D., and R.M. Lueptow. Understanding Sprinkler Sprays: Trajectory Analysis. U.S. Department of Commerce National Institute of Standards and Technology, Gaithersburg, MD. 2000 11 NFPA 30 Flammable and Combustible Liquids Code. National Fire Protection Association. Quincy, MA 2000. Pg 30-12. 12 Nash, Philip, and Yong, Roy, Automatic Sprinkler Systems for Fire Protection 2nd edition, Paramount Publishing Limited, Hertfordshire, England, 1991. Pg 210. 13 Friedman, Raymond. Principles of Fire Protection Chemistry and Physics, National Fire Protection Association, Quincy, MA. 1998. Pg 235.

Pagina 10 di 10