Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Stoicismo - Guida per Gestire le Emozioni, Superare la Paura e Sviluppare Saggezza e Calma Nella Vita Moderna
Stoicismo - Guida per Gestire le Emozioni, Superare la Paura e Sviluppare Saggezza e Calma Nella Vita Moderna
Stoicismo - Guida per Gestire le Emozioni, Superare la Paura e Sviluppare Saggezza e Calma Nella Vita Moderna
E-book129 pagine1 ora

Stoicismo - Guida per Gestire le Emozioni, Superare la Paura e Sviluppare Saggezza e Calma Nella Vita Moderna

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Vuoi imparare a  gestire le tue  emozioni e superare la paura e l'ansia?

Vuoi sviluppare una mente forte e resiliente ?

Desideri sapere se gli insegnamenti dei grandi filosofi possono aiutarti nelle sfide quotidiane?

Questo è il libro che cercavi! Continua a leggere…..

"Stoicismo: Guida per Gestire le Emozioni, Superare la Paura e Sviluppare Saggezza e Calma Nella Vita Moderna" è un libro che ti aiuterà a sviluppare le abilità filosofiche necessarie per affrontare le sfide della vita con grinta e determinazione. Tramite l'esplorazione degli insegnamenti dei grandi filosofi stoici come Marco Aurelio e Epitteto, imparerai come gestire le emozioni, superare la paura e sviluppare saggezza e calma nella tua vita quotidiana.

La filosofia dello stoicismo si basa sull'idea che noi siamo responsabili delle nostre azioni e dei nostri pensieri, e che dobbiamo imparare a controllare le nostre emozioni per vivere in modo virtuoso. Con questo libro, imparerai a praticare la riflessione filosofica e a sviluppare una mente forte e resiliente, in grado di affrontare le sfide della vita con equanimità.

All' interno del libro scoprirai :

  • Le tecniche filosofiche dello stoicismo per affrontare le sfide della vita con grinta e determinazione.
  • Come sviluppare una mente forte e resiliente con la pratica dello stoicismo.
  • Come gestire le emozioni, superare la paura e sviluppare saggezza e calma nella vita moderna.
  • Esplora gli insegnamenti dei grandi filosofi stoici come Marco Aurelio e Epitteto e scopri come applicarli alla tua vita quotidiana.
  • Imparerai a praticare la riflessione filosofica e a sviluppare una mente forte e resiliente.
  • Imparera a controllare le tue emozioni e a vivere in modo virtuoso con la filosofia dello stoicismo.
  • Sperimenterai  la serenità e la pace interiore con gli insegnamenti pratici e applicabili del libro.

Se sei alla ricerca di un modo per gestire le emozioni, superare la paura e sviluppare saggezza e calma nella tua vita, questo libro sullo stoicismo è perfetto per te.

Non aspettare oltre," ACQUISTA OGGI STESSO CON UN CLICK " e inizia il tuo viaggio verso la saggezza e la serenità!

LinguaItaliano
Data di uscita8 gen 2023
ISBN9798215755105
Stoicismo - Guida per Gestire le Emozioni, Superare la Paura e Sviluppare Saggezza e Calma Nella Vita Moderna
Leggi anteprima

Correlato a Stoicismo - Guida per Gestire le Emozioni, Superare la Paura e Sviluppare Saggezza e Calma Nella Vita Moderna

Ebook correlati

Articoli correlati

Categorie correlate

Recensioni su Stoicismo - Guida per Gestire le Emozioni, Superare la Paura e Sviluppare Saggezza e Calma Nella Vita Moderna

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Stoicismo - Guida per Gestire le Emozioni, Superare la Paura e Sviluppare Saggezza e Calma Nella Vita Moderna - KEVIN J. ALLEN

    Introduzione: I primi passi dello stoico

    Il termine filosofia, come era inteso nelle società greco-romane, significava qualcosa di molto diverso da quello che l'interpretazione più moderna tipicamente trasmette. Alla prima menzione della filosofia, la mente forse torna a quel corso di filosofia che hanno seguito al college – che per inciso, senza dubbio si concentrava pesantemente sugli antichi filosofi greci. 

    Ma tornando alla fonte, a questi stessi contemplatori del vecchio mondo, la filosofia per loro non era solo un esercizio accademico. La filosofia era un mezzo per comprendere meglio il mondo che li circondava. Questo è il motivo per cui molti degli antichi pensatori, inclusi i filosofi stoici, non solo contemplavano modi migliori per vivere una vita virtuosa, ma in realtà vivevano quelle vite. Per loro era più di un semplice esperimento mentale; Era la loro esistenza quotidiana. 

    Il filosofo nella loro essenza, era semplicemente uno che era disposto a fare una domanda. Queste domande potrebbero essere state qualsiasi cosa, da Perché siamo qui? a La Terra è piatta? o Qual è la forma migliore che una società dovrebbe prendere? Il filosofo era l'instancabile inquisitore di tutti i misteri e le speculazioni della vita. Detto questo, lo stoicismo è stato, è attualmente e probabilmente sarà sempre un importante argomento di discussione. 

    Questo perché gli inquilini fondamentali dello stoicismo arrivano agli inquilini fondamentali di ciò che significa essere un essere umano. Non importa a quale nazione o credo qualcuno possa appartenere; La filosofia stoica permea tutto ciò che facciamo. Perché la premessa fondamentale dello stoicismo è sforzarsi di vivere una vita virtuosa che ci faccia comportare bene verso noi stessi e gli altri. Lo stoicismo non sopprime chi siamo, ma piuttosto ci insegna come sfruttare al meglio la nostra condizione. 

    Lo stoicismo ci fornisce l'ultimo corso accelerato di auto-aiuto.  Per coloro che hanno difficoltà a trovare la loro strada nella vita, lo stoicismo rende chiaro il percorso. Francamente, l'etica dello stoicismo ti permette di essere, il meglio di te che puoi essere

    Lo stoicismo traccia una chiara linea di distinzione tra le cose che possiamo controllare e le cose che non possiamo. Con questa chiara prospettiva, gli stoici possono imparare ad accettare ciò che non possono cambiare pur essendo sempre consapevoli di ciò che possono.

    C'è stato un grande fraintendimento dello stoicismo nel corso degli anni. Molti hanno la falsa impressione che essere stoici significhi diventare una sorta di vulcaniano razionalizzante (è stato un bene per il signor Spock, non è vero?) completamente privo di emozioni. E se dovessi guardare nel dizionario e leggere la definizione che hanno per la parola stoico, confermerebbe solo tali sospetti.

    La pratica effettiva dello stoicismo, tuttavia, non è solo un freddo calcolo che resiste agli impulsi emotivi, ma piuttosto una metodologia che insegna meglio a imparare come incanalare quegli impulsi nel modo più costruttivo possibile. Lo stoicismo consiste nel trarre il meglio da ogni situazione. Uno stoico non si strugge per cose che non ha, né si preoccupa di cose che sono fuori dal suo controllo. Sì, lo stoico cercherebbe davvero di essere calmo mentre si trova nel mezzo delle tempeste della vita (reali o metaforicamente parlando), ma questo non è un rifiuto dell'emozione. 

    Lo stoico si rende semplicemente conto che urlare di paura non farebbe assolutamente nulla per aiutare la situazione. Gli stoici rispondono o agiscono solo quando sanno che migliorerà la loro situazione, altrimenti è inutile. Immaginate la persona bloccata nel traffico infuriata perché un'altra auto ha cambiato corsia e ora è ferma davanti al loro veicolo. 

    Suonare il clacson e urlare non aiuterà la situazione. Non importa quanto l'automobilista arrabbiato suoni il clacson, quell'auto sarà ancora lì, bloccata nel traffico proprio insieme a te. 

    Il clacson non fa nulla per migliorare ciò che è appena successo, e considerando quanto facilmente la rabbia della strada si intensifichi, probabilmente peggiorerebbe solo le cose. Lo stoico, quindi, si rifiuterebbe di scagliarsi o rispondere, poiché sarebbe assolutamente inutile farlo. Questa è forse l'immagine stereotipata che molti hanno di uno stoico, un individuo che affronta con calma le frustrazioni. 

    Ma come accennato, questo lato dello stoicismo è in gioco solo quando è immediatamente evidente che agire non farebbe nulla per aiutare la situazione. Se, tuttavia, ci sono situazioni in cui lo stoico può apportare cambiamenti reali e significativi, lo farà sicuramente. Quindi, detto questo, vorrei ringraziarti personalmente per aver acquistato questo libro perché questo potrebbe essere il tuo primo passo in una lunga serie di cambiamenti significativi e virtuosi nella tua vita.

    Capitolo 1: Cos'è lo stoicismo? Cenni storici

    ––––––––

    Come accennato nell'introduzione, lo stoicismo è una scuola di pensiero relativa a come ci si dovrebbe comportare nella vita. La pratica iniziò intorno al 300 a.C., sotto la guida di un uomo conosciuto semplicemente come Zenone di Cizio. Originario di Cipro, Zenone venne ad Atene come visitatore – secondo i resoconti successivi fu effettivamente naufragato a terra – e in breve tempo stabilì uno dei più grandi movimenti in Grecia. 

    Zenone teneva riunioni di routine di fronte alla famosa Stoà dipinta, che nell'antichità era fondamentalmente un portico o colonnato coperto dove spesso si tenevano riunioni pubbliche. 

    Qui Zenone e i suoi allievi discutevano una vasta gamma di filosofie sulla vita. Era il fatto che questi devoti si incontravano di fronte alla Stoà dipinta, che in seguito sarebbero diventati noti come stoici

    Zenone e i suoi stoici, naturalmente, non erano gli unici cercatori di saggezza sul blocco, poiché Atene era all'apice del suo prestigio filosofico in quel momento. Sia il Liceo di Aristotele che la famosa Accademia di Platone, ad esempio, erano ancora parte integrante della comunità. Lo stoicismo era inizialmente solo un altro filone di questo grande arazzo del discorso intellettuale. 

    Gli stoici erano solo un gruppo tra i tanti, e per di più informale. 

    A differenza di altre istituzioni più consolidate, gli stoici erano inizialmente un gruppo di stracci senza alcuna struttura organizzativa ufficiale. Tuttavia, era il potere del messaggio che li teneva insieme, e Zenone aveva guadagnato un enorme seguito tra i greci al momento della sua morte. 

    Subito dopo la morte di Zenone, un suo allievo di nome Cleanthes si incaricò di portare avanti la tradizione. Poco dopo, a Cleante successe un altro stoico di nome Crisippo. Secondo a  Zenone, Crisippo sarebbe stato uno degli stoici più influenti dell'epoca, espandendo ed esponendo vigorosamente le fondamenta che Zenone aveva tracciato. 

    La successiva fase importante dello stoicismo coincise con l'ascesa di Roma. Prima dei giorni dell'Impero, Roma era una Repubblica. La Roma repubblicana poteva essere più democratica, ma era ancora una potenza militare da non sottovalutare, la cui marziale avrebbe potuto crescere costantemente mentre lo stoicismo si stava sviluppando per la prima volta in Grecia. Mentre Roma espandeva la sua influenza, molti romani divennero sempre più interessati agli stoici e ai loro ideali.

    I romani trovarono rapidamente attraenti i precetti dello stoicismo e presto cercarono di farli propri. Ciò sarebbe in gran parte dovuto al filosofo romano Cicerone che stava scrivendo un trattato dettagliato sullo stoicismo per il pubblico romano intorno alla metà del 1° secolo aC. Questo fu seguito da altri importanti filosofi romani che avrebbero portato avanti la fiaccola dello stoicismo come Seneca ed Epitteto. 

    Lo stoicismo romano avrebbe poi raggiunto il suo apice nel 2° secolo dC sotto l'egida nientemeno che dell'imperatore di Roma stesso, Marco Aurelio, il cui libro (alcuni lo chiamano più di un diario) Meditazioni rimane una delle opere più importanti dello stoicismo che siano mai state scritte. 

    Molti hanno notato quanto sia intrigante che due dei più grandi stoici fossero Epitteto e Marco Aurelio. Marco era il sovrano dell'impero più potente della Terra, mentre Epitteto era un ex schiavo. Per molti questa è una chiara indicazione che gli insegnamenti dello stoicismo attraversano tutti i confini e le origini; parlando direttamente all'anima dell'uomo. 

    Quando il cristianesimo divenne gradualmente la religione ufficiale dell'Impero Romano nel 4° secolo sotto l'imperatore Costantino, lo stoicismo come movimento ufficiale cominciò a svanire. Alcuni potrebbero obiettare, tuttavia, che molti dei suoi principi avevano trovato la loro strada nel cristianesimo stesso. Nientemeno che l'apostolo Paolo cita persino uno stoico in uno dei libri del Nuovo Testamento.

    In ogni caso, la pratica ufficiale sarebbe andata persa fino al Rinascimento, quando emerse un rinnovato interesse per le opere classiche dell'antichità. Grandi pensatori come Cartesio, Pascal e Montaigne iniziarono ad esporre gli ideali stoici classici e ad applicarli ai tempi in cui vivevano. Da allora il movimento è andato e rifluito, ma è rimasto non solo come una lezione storica, ma una valida visione della vita. Qui in questo libro esploreremo tutte le possibilità che lo stoicismo potrebbe portare.

    Capitolo 2: Le figure più importanti della filosofia stoica

    La filosofia dello stoicismo non aveva tanto un fondatore quanto tutta una serie di sviluppatori. Ognuno di questi grandi pensatori ha contribuito con i propri fili unici al ricco arazzo stoico. Diamo un'occhiata a ciascuno di essi, come sono presentati qui, in ordine più o meno cronologico di quando hanno vissuto ed erano al loro massimo successo.

    Socrate

    Sebbene Socrate sia precedente alla fondazione della filosofia stoica ufficiale, si ritiene che molti degli inquilini da lui insegnati siano precursori della pratica. Socrate e

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1