Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Wolfgang
Wolfgang
Wolfgang
E-book60 pagine37 minuti

Wolfgang

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

“L’intento di questo mio scritto” scrive Matteo Tassinari “non è proporre un’ulteriore versione sintetica della vita di Mozart. Alcuni tratti della vita e della personalità di questo grande maestro e la sua musica sublime tuttavia possono essere spunto e base di partenza per un paragone con la propria vita e per provocazioni positive su molte tematiche carissime all’autore: la paternità, il talento, il destino. 
Una provocazione su tutte svetta nell’intento sotteso a questo scritto: quale utilità può mai avere la Bellezza in tutte le sue manifestazioni, dalla musica all’arte, dalla letteratura all’architettura…? Perché tutti desideriamo da sempre partecipare alla Bellezza, creare Bellezza, in tutte le sue forme se essa apparentemente non sazia alcuna necessità contingente?”

Matteo Tassinari è nato a Ravenna nel 1985. Si è laureato in Giurisprudenza ed è abilitato alla professione forense anche se attualmente lavora come impiegato. La passione per la musica classica e per la musica in generale è nata grazie a suo nonno paterno e suo padre che è clarinettista, cosicché la musica è stata parte integrante della sua vita sin da piccolissimo. Nei primi anni dell’università ha avuto le prime esperienze teatrali amatoriali dove si è cimentato per la prima volta non solo nella recitazione, ma soprattutto nella scrittura comica teatrale. Da allora ha scoperto la passione profonda per lo scrivere e la possibilità di tradurre i suoi pensieri e le sue passioni in storie condensate in scritti teatrali o di prosa. È autore di un monologo comico dal titolo “Antropologia Pandemica”, con il quale si è classificato secondo miglior monologo alla rassegna “Artisti sul Comò” (edizione 2021) e di un breve dialogo teatrale dal titolo “Il Cinico e l’Ubriaco”, che si è classificato secondo nella sezione dedicata al teatro della V Edizione 2021 del Premio Accademico Internazionale di Letteratura Contemporanea L.A. Seneca. è autore di una sceneggiatura cinematografica dal titolo “Fiori dallo Sterco”.
LinguaItaliano
Data di uscita30 apr 2022
ISBN9791220125338
Wolfgang
Leggi anteprima

Correlato a Wolfgang

Ebook correlati

Articoli correlati

Categorie correlate

Recensioni su Wolfgang

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Wolfgang - Matteo Tassinari

    cover01.jpg

    Matteo Tassinari

    Wolfgang

    (Scenografia e testi: Matteo Tassinari)

    (Musiche: Wolfgang Amadeus Mozart [1756-1791])

    © 2022 Europa Edizioni s.r.l. | Roma

    www.europaedizioni.it - info@europaedizioni.it

    ISBN 979-12-201-2129-3

    I edizione marzo 2022

    Finito di stampare nel mese di marzo 2022

    presso Rotomail Italia S.p.A. - Vignate (MI)

    Distributore per le librerie Messaggerie Libri S.p.A.

    Wolfgang

    A mia moglie e ai miei figli che amo con tutto me stesso.

    A mio nonno Pasquale, il più grande appassionato

    di musica che io abbia mai conosciuto.

    Ai miei genitori Claudio e Marina, ai miei fratelli

    e a tutta la mia famiglia.

    "… fatti non foste a viver come bruti,

    ma per seguir virtute e canoscenza…"

    (Dante Alighieri, Divina Commedia, Inferno,

    Canto XXVI, vv. 119-120)

    Se vuoi costruire una nave, non devi per prima cosa affaticarti a chiamare la gente a raccogliere la legna e a preparare gli attrezzi; non distribuire i compiti, non organizzare il lavoro. Ma invece prima risveglia negli uomini la nostalgia del mare lontano e sconfinato. Appena si sarà risvegliata in loro questa sete si metteranno subito al lavoro per costruire la nave.

    (Antoine de Saint-Exupery, Le Petit Prince, 1943)

    SCENA I

    [Sipario chiuso – buio in sala]

    [Nel buio ha inizio l’Introitus del Requiem K. 626]

    [Dopo alcuni istanti di oscurità il sipario si apre e la scena è illuminata solo da una tenue luce tetra che aumenta all’aprirsi del sipario]

    [Due figure in saio e incappucciate, di cui non si scorge né volto né mani, si trovano ai due estremi del palco in primissimo piano rivolti l’uno verso l’altro a capo chino come in attesa]

    [Dopo un istante dalla loro apparizione le due figure, l’una da destra e l’altra da sinistra, partendo da bordo palco, iniziano a camminare simmetricamente dirigendosi verso il centro del fondale dove è presente un’apertura centrale coperta da un drappo scuro]

    [Al RE di Requiem pronunciato dal coro le due figure, già poste ai due lati dell’apertura da alcuni istanti, aprono il drappo scuro lasciando entrare dal buio una terza figura egualmente abbigliata, anch’essa a capo chino e reggente un crocifisso di legno]

    [La terza figura appena entrata procede rispettando la cadenza e il ritmo della musica e si dirige lentamente a piccoli passi verso il pubblico mentre le altre due figure, richiuso il drappo, si accodano a mo’ di processione l’una a fianco all’altra]

    [A conclusione del primo frammento in tonalità minore dell’Introitus e prima che il coro proceda al gridoEt Lux Perpetua, le tre figure scendono dal palco davanti alla prima fila della platea ed escono di scena lateralmente]

    [La musica si interrompe bruscamente prima che si possano percepire le parole Et Lux Perpetua lasciando spazio solo al calpestio pesante della processione]

    [Il sipario rimane aperto e su di esso la stessa luce tetra persiste]

    ***

    SCENA II

    [Poco dopo l’uscita di scena delle tre figure incappucciate, da parti opposte del palco entrano in scena due personaggi che si vengono incontro camminando fin quasi al centro del palco: da una parte

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1