Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Muay Thai Boran: l'arte marziale dei Re
Muay Thai Boran: l'arte marziale dei Re
Muay Thai Boran: l'arte marziale dei Re
E-book471 pagine2 ore

Muay Thai Boran: l'arte marziale dei Re

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Dopo anni di studi e ricerche è possibile per la prima volta presentare al pubblico occidentale un’analisi approfondita delle strategie di combattimento della tradizione siamese (Muay Thai) più avanzate e letali: le Look Mai Muay Thai Boran. Le Look Mai sono le vere “tecniche segrete” che ogni Bramajarn (Gran Maestro) del passato custodiva gelosamente, rivelandole solo ai propri allievi più fedeli. Se le Mae Mai (strategie di base) sono per tutti, le Look Mai sono per gli eletti; se le tecniche fondamentali devono, per loro definizione, poter essere eseguite dopo un lasso di tempo relativamente breve, le Look Mai non sono alla portata del praticante medio. La loro padronanza in realtà contraddistingue il vero fuori classe nell’Arte della Muay tradizionale. In questo volume troverete: i principi che sono alla base delle tecniche più avanzate della Muay Boran, la Fisica della Muay Thai, le chiavi di lettura per svelare il linguaggio criptico delle Look Mai, oltre a un’analisi degli stili tradizionali Muay Chaiya e Muay Korat, alle strategie offensive e l’Arte della difesa, lo studio dei punti vitali, la lotta tradizionale Thai. Questo e molto altro corredato da centinaia di foto e disegni che rendono estremamente più agevole la comprensione delle tecniche.
LinguaItaliano
Data di uscita8 nov 2013
ISBN9788827223536
Muay Thai Boran: l'arte marziale dei Re
Leggi anteprima
Autore

Marco De Cesaris

Bramarjan Marco De Cesaris è praticante di Muay Thai dal 1978 ed è insegnante di Muay diplomato presso il Ministero dell’ Educazione in Thailandia (nel anno 1991), allievo diretto del Gran Maestro Thailandese Chinawooth Sirisompan (Master Woody), del Gran Maestro Paosawath Saengsawan a del Gran Maestro Sane Tubtimtong. Ha ricevuto dalla Commissione Cultura del Ministro dell’Educazione della Thailandia il grado di ‘’Bramarjan’’(mongkon D’oro),il massimo livello tecnico per un insegnante di Muay Thai. E’ stato il fondatore dell’ International Muay Boran Academy(IMBA) nell’ anno 1993, ed è stato delegato dalla Kru Muay Thai Association (KMA) e dalla Association Institute of Thai Martial Arts (AITMA),entrambe con sede a Bangkok, a diffondere l’Arte della Muay Thai Boran,disciplina che ha collaborato a codificare in Thailandia e che ha introdotto in Italia, in Europa e in America Latina. Nel corso dei Campionati Mondiali di Muay Boran 2007 si è aggiudicato la Medaglia d’ oro nella gara di forme individuali, per la prima volta inserite nella competizione. Con Edizioni Mediterranee ha già pubblicato Muay Boran e Thai Boxing.

Correlato a Muay Thai Boran

Ebook correlati

Recensioni su Muay Thai Boran

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Muay Thai Boran - Marco De Cesaris

    COPERTINA

    image.png

    MUAY  THAI  BORAN

    L’Arte Marziale dei Re

    Tecniche segrete

    Marco De Cesaris

    logo.png

    Ringraziamenti

    Grazie a

    Lydia De Novellis per le tavole alle pag. 170, 184, 196, 210, 220, 229, 239, 248, 256, 270, 283, 293, 304, 316, 325.

    Leonardo Bonucci XII Khan per aver posato nelle foto con l’Autore.

    Tourism Authority of Thailand (Ministero del Turismo Thai) per le foto alle pag. copertina, 32, 90, 126, 135, 338.

    Dott. Carlo A. Cappelli per la consulenza in materia di Anatomia e Traumatologia

    Ing. Gianni Cantile per la consulenza in materia di Meccanica Razionale

    Copyright

    MUAY THAI BORAN - L’ARTE MARZIALE DEI RE - TECNICHE SEGRETE

    di Marco De Cesaris

    I edizione 2012

    ISBN 978-88-272-2353-6

    Prima edizione digitale 2013

    © Copyright 2013 by Edizioni Mediterranee

    Via Flaminia, 109 - 00196 Roma

    www.edizionimediterranee.net

    Versione digitale realizzata da Volume Edizioni srl - Roma

    Dedica

    Dedico questo libro al primo Maestro

    che con la sua profonda cultura e sensibilità

    ha illuminato il mio cammino

    sulla via dell’apprendimento:

    mio padre Enzo De Cesaris.

    Dedica del Ministro Consigliere della Reale Ambasciata di Thailandia in Italia.

    Marco De Cesaris è un Maestro italiano eccezionalmente appassionato e competente delle tradizioni marziali della Thailandia. Le sue ricerche lo hanno portato a investigare nelle profondità delle Arti di Combattimento del nostro Paese, il suo nome è molto noto e rispettato in Thailandia e in Italia, così come in molti altri paesi in Europa e in America.

    Da molti anni è un apprezzato collaboratore della Reale Ambasciata di Thailandia in Italia e attualmente anche del nostro Ufficio del Commercio Thailandese di Roma.

    Attraverso i suoi libri Arjarn Marco sta facendo riscoprire agli italiani e non solo una nostra preziosa eredità culturale, la Muay Thai Boran.

    Senza il contributo e gli sforzi del Maestro Marco essa non sarebbe così apprezzata come è attualmente e sarebbe andata completamente perduta.

    Sono certa che anche quest’ultimo lavoro del Sig. De Cesaris sulle tecniche Look Mai Muay Thai sarà molto apprezzato dai lettori di tutto il mondo e fornirà preziose informazioni a chi ama e pratica l’autentica tradizione della Muay, nostro prezioso patrimonio di cultura thai.

    Grazie

    Sig.ra Suchana Chucherd

    Ministro Consigliere per il Commercio

    Reale Ambasciata di Thailandia in Roma

    Ufficio Affari Commerciali

    Tavola_12.png

    Prefazione

    image-1.png

    Nell’anno 1976, ancora giovane pugile novizio, venni in possesso di un libro scritto dal giornalista Hardy Stockman, edito dalla O’Hara Publications, intitolato Thai Boxing Muay Thai, in cui l’autore, un grande appassionato ed esperto della Thailandia e dei suoi usi e costumi, affrontava per la prima volta in modo sistematico il tema della forma di lotta originaria del Siam, all’epoca ancora poco conosciuta in Occidente. Una parte importante di quel libro era dedicata all’analisi della situazione della Muay Thai in quel periodo di fine anni ’70: l’autore di questo approfondimento era il Maestro Khetr Sriyabhaya, definito da Stockman come la figura più influente del mondo del combattimento di stile thai dell’epoca moderna. Le pagine a firma del Maestro Khetr, seppure in modo raffinato, presentavano una fortissima critica contro il degrado a cui era arrivata la Muay Thai in quegli anni e paragonava il livello tecnico dei combattenti e degli allenatori della sua epoca a un pallido riflesso di quello che erano stati i fasti di una vera Arte Marziale che poteva vantare tradizioni più antiche e gloriose di molte delle specialità in voga. Ecco le parole esatte scritte dal Grande Maestro: "La Muay Thai è un’arte di autodifesa che utilizza varie parti del corpo. Essendo basata sul principio di non fare più di quanto è necessario per impartire una lezione, essa è funzionale sia per essere utilizzata come sport competitivo che per combattimenti all’ultimo sangue. La Muay Thai è attualmente divenuta uno sport popolare, apprezzato dai thailandesi e dagli stranieri. È però una vera tragedia che un’eredità nazionale della Thailandia, che dovrebbe essere preservata, si è deteriorata trasformandosi in uno sport commerciale. Solo se la Muay nella sua forma più pura verrà riportata in vita, attraverso l’insegnamento impartito e gli allenamenti condotti secondo le regole del passato e gli antichi costumi mantenuti da insegnanti che hanno la giusta cultura, solo così gli allievi potranno ottenere benefici duraturi che andranno oltre le loro aspettative. Disciplina, competenza e perfetta salute di corpo e mente saranno risultati garantiti. Che queste parole vengano ricordate da tutti, nonostante le opinioni dei molti presunti esperti, ignoranti della vera Arte; queste persone sono come colui che osservando l’acqua vede solo le canne secche che galleggiano sulla superficie e vengono portate dal vento, e non riesce a vedere la perla che giace sul fondo".

    Tutto ciò mi colpì molto e senza pensarci troppo, come attirato da un magnetismo inspiegabile, decisi che il mio destino si doveva incrociare con quello della Scienza delle Nove Armi Naturali, l’Arte Marziale dell’antico Siam. La fatalità fu che, benché fossi riuscito due anni dopo a mettere in pratica il mio progetto recandomi sul posto, a Bangkok, per venire in contatto direttamente con i cultori dell’Arte e possibilmente con il Maestro le cui parole mi avevano tanto colpito, appresi che Khetr Sriyabhaya era da poco scomparso, quello stesso anno. Destino o casualità, sta di fatto che da allora sono trascorsi 34 anni e la mia passione per l’Arte della Muay non è mai scemata; anzi negli anni ’90 l’incontro con un’altra figura di riferimento, il Maestro Chinawooth Sirisompan, mi ha aperto le porte del mondo fantastico degli stili tradizionali della Muay (le antiche discipline di cui parlava con enfasi il Maestro Khetr), che convenzionalmente abbiamo ribattezzato Muay Boran; con il tempo ho finalmente compreso il messaggio del Maestro Sriyabhaya che tanti anni fa levava forte la sua voce contro lo sport businness e auspicava il ritorno alle origini marziali della sua disciplina.

    Oggi continuo con passione il cammino iniziato tanti anni fa e mai interrotto, studiando, imparando e diffondendo quanto appreso, ripagando in parte il debito di riconoscenza dovuto alle grandi figure di insegnanti che mi hanno instradato nel cammino alla scoperta dei principi della Muay originale. Grazie alla pubblicazione di libri, articoli, video e con la pratica dimostrazione dei principi della Muay Boran continuo a dare il mio apporto al processo di trasmissione ai posteri del messaggio di un grande esponente delle tradizioni thailandesi che non ho mai avuto l’onore di incontrare, ma che ha segnato con le sue parole il corso della mia vita.

    Marco De Cesaris

    Note sull’autore a firma dei Gran Maestri thailandesi

    Khru Dtuey

    1.png

    Khru Marco sa scrivere di Muay Thai ma sa anche mostrare con l’esempio quello di cui scrive. Ho seguito per molti anni il suo lavoro e sono molto soddisfatto del livello che ha raggiunto. Ho sempre spinto il mio ottimo allievo Sane Tubtimtong a perseguire la via della Muay Boran perché egli è stato uno studente diligente delle antiche tradizioni thai; ora che lui e Marco si sono incontrati e hanno lavorato così bene insieme per preservare quello che era stato dimenticato, l’antica via della Muay che io gli ho indicato da lui è passata a Marco che ha l’incarico di presentarla al mondo. C’è una linea di parentela, come di padre in figlio, che va da me a Sane, e da lui a Marco e ora sono tranquillo che le nostre antiche tradizioni non andranno perse. Khru Marco fa parte della mia linea di Muay e per tutti d’ora in poi si chiamerà Marco Sytyodthong e con i suoi allievi può fare parte della nostra grande famiglia.

    Gran Master Yodthong Senanan Sriwaraluk

    Khan 19 Khru Muay Association Gold Mongkon

    Year 2000 best Muay Thai Teacher

    by Ministry of Education

    Khru Pho

    2.png

    Arjarn Marco è un diligente straniero che ha imparato questa antica boxe con pazienza, impegno e ha approfondito per suo conto. Inoltre ha praticato per molto tempo studiando da antichi testi, con il mio aiuto, imparando da vecchi documenti, osservando e confrontandosi con gli esperti. Molte volte si è recato in Thailandia per praticare con Khru di Muay Boran come me in molti luoghi antichi di grande importanza come Ayutthaya, Sukhothai, Nakhon Ratchasima (Ko-rat), Bangkok, Chaiya. Non è una sorpresa che egli sia un apprezzato insegnante di Muay Boran per il suo valore e per come si rende utile agli altri. È mio privilegio rendergli omaggio e rendere note le sue grandi qualità nell’Arte Marziale Thai della Muay Boran a tutti, in Thailandia, in Europa e nel mondo: e lo voglio incoraggiare a raggiungere sempre il meglio nel conservare, promuovere e diffondere la Muay Boran in tutto il mondo.

    Khru Pho

    Phosawat Saengsawang

    Gold Mongkon Khan 19 Khru Muay Association

    Professor Rajabat Maha Sarakham University

    Master Sane

    Arjarn Marco è stato portato per molte volte in Thailandia dal suo cuore per imparare la Muay Thai e la Muay Boran, in diversi luoghi e con vari Gran Maestri. Ma al di sopra di tutto io credo che il fato lo abbia portato a compiere il suo destino, che è rappresentato dal suo essere uno strumento per unire e raggiungere tutti i guerrieri di Muay Boran. Egli ha impara

    3.png

    to e compreso molte tecniche ed è capace di applicarle; ma sa anche innovare partendo dagli stili tradizionali che ha appreso. Arjarn Marco è uno studente intelligente e ha mantenuto la volontà e la curiosità di imparare, arrivando a essere ora un Maestro completo. Ho incontrato Arjarn Marco la prima volta molti anni fa, e da una conversazione che abbiamo avuto ho capito che aveva una profonda conoscenza e passione per l’arte della Muay Boran. Parla di storie relative alla Muay Boran che non molti thailandesi conoscono. Possiede le qualità di un vero Maestro, lo spirito di umiltà, rispetto, e saggezza; è un vero uomo di principi e di buoni valori.

    Grand Master Sane Tubtimtong

    Gold Mongkon, Khan 16 Khru Muay Association

    Member of Lumpini Stadium Board of Directors

    Master Woody

    Marco, amico mio, hai fatto molta strada da quando ti ho incontrato e ho iniziato a insegnarti il modo antico del combattimento thai; la

    4.png

    tua saggezza e comprensione della Muay Boran ha ora raggiunto il massimo livello. Sei arrivato a questo punto grazie alla tua dedizione e pratica e soprattutto grazie al profondo rispetto che hai sempre mostrato per l’Arte della Muay Boran e per i grandi insegnanti che ti hanno dato la conoscenza e ti hanno consigliato. Il tuo desiderio continuo di imparare ti ha reso orgoglioso, ma umile, e io credo che tu sarai di ispirazione per la gente che vorrà comprendere la via della Muay Boran.

    Grand Master Chinawooth Sirisompan

    Gold Mongkon Khan 17 Khru Muay Association

    President of Khru Muay Association (KMA)

    Honorary President of International Muay Boran Academy (IMBA)

    Vice President of Association Institute of Thai Martial Arts (AITMA)

    PARTE PRIMA

    image-2.png

    testatineTavola_4.png

    CAPITOLO 1 - L’antica Arte dei Re

    image-3.png

    Muay Thai Boran

    La Muay Thai Boran (o lotta thailandese tradizionale) è l’Arte Marziale madre da cui si è sviluppata in tempi molto recenti (a partire dal 1929) lo sport da combattimento apprezzato nel mondo e conosciuto con il nome di Boxe Thailandese o Muay Thai. In principio la Muay era l’arte e la scienza della lotta, così come fu ideata e sviluppata dai Maestri siamesi del passato. La Muay tradizionale trae le proprie origini dalle forme di lotta ancestrali del popolo del Siam, elaborate e raffinate grazie a un continuo processo di prova e correzione. Pichaiyuth, Dti Muay, Pahuyuth, Sillapha Muay, Mai Muay Thai, Muay Kard Chiek: sotto questi e altri nomi sono state per secoli praticate le micidiali tecniche siamesi di lotta corpo a corpo, oggi riunite sotto la denominazione di Muay Boran.

    droppedImage.png

    I successivi sviluppi dell’Arte Marziale thailandese seguono fasi distinte e vengono suddivisi in base alle variazioni tecniche imposte ai combattenti negli incontri sportivi disputati in tempi di pace. Ciò che ormai comunemente viene indicato come Muay Boran è in realtà un sapiente mix degli elementi caratteristici di diverse impostazioni tecniche definite dagli studiosi come Stili Regionali (ad esempio Muay Chaiya, Muay Korat, Muay Lopburi, Muay Luang, Muay Uttaraditt o Muay Ta Sao) e dei principi di combattimento che seguono una logica comune (come ad esempio le tecniche della Scimmia Bianca o quelle militari prettamente da campo di battaglia come Muay Ler Dritt) rese attuali ed effettivamente utilizzabili da un moderno praticante occidentale

    6.png

    grazie a un sistema di insegnamento ben strutturato. In questo senso è corretto dire che la Muay Boran attuale è nel contempo una disciplina antica e moderna: antica per le strategie e le tecniche tradizionali che risalgono a epoche molto remote, moderna perché la codificazione di un bagaglio tecnico così variegato e disperso è stata fatta in tempi recenti da esperti di Muay Thai e studiosi delle tradizioni marziali siamesi immersi nella realtà di oggi e proiettati verso grandi sviluppi futuri.

    La Muay e il popolo Thai

    Proveniente dalle pianure dello Yunnan in Cina, il gruppo razziale noto come Yuan si spostò progressivamente verso sud, fondendosi con un altro gruppo nomade, gli Ai Lao, dando origine ai Tai Yai (i Grandi Thai per distinguerli dai Tai Yuan, una minoranza che si attestò nella zona intorno a Chiang Rai, dando origine al regno di Lanna). Da allora il popolo con il sangue guerriero, che venne tacciato di essere barbaro dagli allora più culturalmente evoluti Khmer e Mon, ha conquistato per sé una patria e poi per secoli ha difeso strenuamente contro ogni invasione il fertile territorio in cui si era stabilito, risultando sempre vincitore e restando indipendente. Il regno del Siam ha segnato la storia dell’intero Sud Est asiatico fino al 1939, l’anno in cui adottò ufficialmente il nome di Thailandia o terra degli uomini liberi, proprio in ricordo della gloriosa tradizione di indipendenza di cui vanno così fieri gli abitanti di quella nazione.

    Le origini e la storia della Muay si confondono con quelle del popolo che ha creato questa invincibile tecnica di combattimento.

    Varie versioni sulla nascita dei principi di lotta siamese sono state tramandate nei secoli, ma la realtà è che, al contrario di altri stili di combattimento dell’Estremo Oriente, non è identificabile un fondatore della disciplina, e quindi si può affermare che la Muay Thai sia parte del patrimonio culturale della nazione thailandese da sempre; essa è nata con lo stesso popolo Thai.

    Si può però certamente parlare di influenze tecniche e culturali che hanno agito in maniera importante sul modo stesso di approcciare la strategia e la tattica militare e di conseguenza la lotta con armi e a mani nude: l’antica cultura indiana ha influito in maniera determinate sul modo stesso di vivere dei thailandesi e anche le Arti Marziali di quel paese hanno agito come modello per la tecnica della Muay, sia direttamente, sia attraverso il filtro di altre culture

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1