Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Bassotto tedesco
Bassotto tedesco
Bassotto tedesco
E-book229 pagine3 ore

Bassotto tedesco

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Il bassotto - Un popolare cane da caccia in formato ridotto

 

Ma c'è molto di più in un bassotto. Sapevate, ad esempio, che questo piccolo birbante è in realtà un cane da caccia? È difficile da credere, perché ci si immagina che un cane da caccia sia un po' più grande e più forte. E cosa caccia un bassotto? Questa domanda troverà risposta in questa guida su questa speciale razza di cani.

 

Ma non solo. Imparerete molto di più sul bassotto. Ad esempio, come diventa un cane da caccia e cosa è richiesto per questa prova. Inoltre, ci si chiede se i privati possano e siano autorizzati ad addestrare un cane da caccia o se ciò sia riservato solo ai cacciatori riconosciuti.

 

I contenuti del libro sono:

  • La razza del cane bassotto
  • Educazione e addestramento di un Bassotto
  • Salute e nutrizione
  • La cura del bassotto
  • Il bassotto come cane da caccia
  • Carattere, formazione e molto altro ancora

 

Come è nato il bassotto e dove ha avuto origine? Sicuramente avrete visto molti Bassotti e vi sarete chiesti quale sia il loro aspetto così diverso. Esatto... esistono diverse razze di Bassotto. Troverete risposte anche a questo e riceverete molte altre informazioni.

 

Divertitevi a leggere, navigare e imparare.

LinguaItaliano
Data di uscita9 giu 2022
ISBN9798201989729
Bassotto tedesco
Leggi anteprima
Autore

Roland Berger

This is the author page of practical guidebooks on the subject of dog training. The individual breeds are presented by authors who have many years of experience and love for dogs. We wish you many happy and relaxed years with your dog!

Leggi altro di Roland Berger

Correlato a Bassotto tedesco

Categorie correlate

Recensioni su Bassotto tedesco

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Bassotto tedesco - Roland Berger

    Bassotto tedesco

    Roland Berger

    ––––––––

    Contenuto

    Introduzione

    La razza del cane bassotto

    La storia del bassotto - Da dove viene?

    Il bassotto come cane da caccia

    Ritratto della razza bassotto - il profilo

    Carattere e natura del bassotto

    L'educazione e l'addestramento di un bassotto

    Rinforzo positivo quotidiano

    Addestramento con il clicker

    Formazione al rispetto delle persone e dei cani

    Domesticizzazione

    Comportamenti problematici nel bassotto

    Indisciplina

    Abbaio, comportamento indesiderato e testardaggine

    Superare le paure

    Guidare un'auto

    Paura degli altri cani

    Paura delle persone

    Non un cane da caccia - Tenere il bassotto occupato

    Dolci e ricompense

    La formazione al rispetto

    Mancanza di rispetto verso gli altri cani

    Indisciplina, abbaio e comportamento aggressivo

    Educazione alla casa nei cuccioli e nei cani

    L'attrezzatura per l'allenamento generale

    Collare o pettorina?

    Scegliere il guinzaglio giusto

    Tirare il guinzaglio

    Ricompense e premi

    I gesti e le espressioni facciali del cucciolo

    La guida al recupero

    I primi comandi - Seduto!, Giù!, Spento!

    Come praticare il "Seduto

    Luogo

    Recupero

    Indisciplina

    Abbaiare eccessivo

    Paura di guidare

    Testardaggine

    Il capitolo salute

    Problemi di salute del bassotto

    Malattie indipendenti dalla razza

    Vermi e pulci

    Castrazione e sterilizzazione

    Vaccinazioni

    L'alimentazione giusta per il bassotto

    Cibo secco o cibo umido?

    Cibo fatto in casa

    Cibo secco o cibo umido?

    Carne, pesce o vegano?

    BARFing o vegano?

    Fatto in casa o comprato?

    Il problema delle allergie

    Le giuste cure per il vostro bassotto

    Cura del cappotto

    Cura delle orecchie

    Cura delle zampe

    L'artiglio del lupo

    Cura degli occhi

    Cura del naso

    11. suggerimenti per l'acquisizione

    Il bassotto come cane da caccia

    Addestramento dei cani da caccia

    L'audit dell'impianto (AP)

    Addestramento all'obbedienza

    Tracciamento della formazione e registrazione dei brani

    Addestramento con manichino

    Formazione anti-caccia

    Addestramento del bassotto

    Attrezzature per la formazione

    Suggerimenti per un apprendimento rapido

    Parole di chiusura

    Fonti

    Introduzione

    Bassotto... che bel cagnolino. Ma prima di accogliere un bassotto in casa, dovreste occuparvi dei diritti di proprietà di uno di essi, perché ha un elevato diritto di proprietà:

    Se una cosa gli piace, è sua!

    Quello che aveva in bocca una volta è suo!

    Se vi porta via qualcosa, appartiene a lui!

    Ciò che un tempo possedeva è suo!

    Se ha morso qualcosa in piccoli pezzi, tutti i pezzi sono suoi!

    Se ha visto qualcosa per primo, è suo!

    Tutto quello che c'è sul pavimento appartiene a lui!

    Solo se qualcosa è rotto, è tuo!

    Siete ancora convinti che un bassotto sia il cane giusto per voi? Beh... sicuramente abbellirà molto la vostra casa e i bassotti hanno anche qualcosa che purtroppo manca a molte persone in questo mondo: gratitudine, lealtà e molto carattere.

    Scoprite subito questa meravigliosa razza, che offre molto di più di quanto pensiate e potreste presto avere al vostro fianco un animale così bello.

    La razza del cane bassotto

    Bassotto è stato originariamente allevato come cane da caccia. È considerato molto avventuroso, vivace e curioso. Le migliori qualità per accompagnare il suo proprietario nella caccia. Le razze più conosciute sono il bassotto a pelo corto, il bassotto a pelo lungo e il bassotto a pelo ruvido. Si differenziano principalmente per la struttura del mantello. I caratteri possono anche essere molto diversi tra loro, quindi è bene conoscere ogni singola razza per trovare il proprio Bassotto. Ma da dove viene questo cagnolino? Continuate a leggere e lo scoprirete.

    La storia del bassotto - Da dove viene?

    I primi cani molto simili al bassotto erano già noti nel Medioevo, cioè tra il 500 e il 1500. Tuttavia, questi cani potrebbero essere esistiti molto prima della nostra epoca, perché è stata scavata una statua dell'epoca dei Faraoni su cui è raffigurato un cane simile al bassotto. Risale al 1486 a.C. circa. Quindi questa razza potrebbe essere molto più antica di quanto si pensasse.

    I piccoli amici a quattro zampe, solitamente bassotti a pelo corto, proteggevano i polli e le oche dei contadini da tassi e volpi. Il bassotto ha zampe molto corte, ma è grazie a questo fatto che era eccellente nell'entrare nella tana di un tasso o di una volpe per abbatterli. È provato che questo piccolo cane si sia originato da incroci di cani della cosiddetta Età del Bronzo (Torfhunden) con cani di pianura e cani molossi. Questo si è sviluppato nel Bracke, simile al Teckel. In generale, il cosiddetto Keltenbracke è considerato il capostipite di tutti i Bassotti.

    La regina Vittoria d'Inghilterra introdusse i primi bassotti nel suo Paese nel XIX secolo, e all'inizio del XX secolo i piccoli cani arrivarono anche in Francia.

    Il bassotto è stato allevato in tutta Europa in tre razze diverse. Il bassotto a pelo corto ha dato origine al bassotto a pelo lungo e al bassotto a pelo ruvido. Non passò molto tempo prima che il bassotto diventasse una razza popolare anche in America.

    Il registro di allevamento del Bassotto a pelo lungo è stato istituito solo all'inizio del XX secolo, sebbene questa razza sia molto più antica. In questo periodo, i bassotti a pelo lungo di colore rossiccio sono apparsi ripetutamente alle esposizioni e sono diventati molto rapidamente noti ed estremamente popolari.

    Anche il bassotto a pelo ruvido vanta una lunga storia di origine. Questa razza è stata creata facendo accoppiare un Bassotto a pelo corto con un Terrier inglese. Sono stati fatti anche dei tentativi di allevamento con uno Sky Terrier e uno Yorkshire Terrier. A causa di questi diversi incroci, il bassotto a pelo ruvido non ha avuto per molto tempo un aspetto esteriore uniforme, ogni cane aveva un aspetto diverso. Per questo motivo, nel XX secolo, si decise di incrociare nuovamente il bassotto a pelo corto, in modo che il bassotto a pelo ruvido fosse chiaramente riconoscibile come tale.

    Il primo standard per questa razza è stato fissato nel 1879. Attualmente viene allevato in tre dimensioni: Cucciolo normale, Bassotto nano e Bassotto coniglio. È provato che il bassotto a pelo ruvido è stato usato come cane da caccia in Germania fin dal Medioevo.

    Oggi il bassotto è classificato come razza tedesca. Il primo club per questa razza canina fu fondato nel 1888 come Deutscher Teckelklub. Oggi è considerato il secondo club cinofilo più antico della Germania ed è membro della VDH, della FCI, della JGHV e della WUT.

    Il bassotto è, ovviamente, elencato come cane di razza dalla FCI. Qui, tuttavia, compare con il nome di Bassotto. È diviso in tre sezioni nel gruppo 4: Bassotto standard, bassotto in miniatura e bassotto coniglio.

    ––––––––

    Il bassotto come cane da caccia

    Il bassotto è un cane da caccia eccezionalmente buono. L'istinto di caccia è radicato nei suoi geni e le sue dimensioni ridotte gli consentono di essere utilizzato soprattutto nella caccia alla volpe e al tasso. È molto appassionato di recupero, il che lo avvantaggia anche nella caccia. Un'anatra abbattuta deve spesso essere recuperata da uno specchio d'acqua e il bassotto svolge questo compito con gioia e devozione.

    Ritratto della razza bassotto - Il profilo

    Il bassotto è una razza di cane di piccole dimensioni che raggiunge un'altezza compresa tra i 20 e i 26 cm. È un cane da caccia e l'istinto a farlo è innato. Per questo motivo è necessario prestare particolare attenzione all'addestramento. Se il bassotto non deve essere utilizzato come cacciatore, bisogna fornirgli un'attività adeguata e cercare assolutamente di contenere o controllare l'istinto di caccia, in modo che il vostro amico a quattro zampe non si perda durante le vostre passeggiate perché ha scovato un coniglio o qualcosa di simile.

    Il bassotto è dotato di grande intelligenza e mostra una grande disponibilità all'apprendimento. È coraggioso, come dovrebbe essere un cane da caccia, e molto volitivo per raggiungere il suo obiettivo. Inoltre, ha una natura molto sfrontata, che rende questo piccolo cane molto popolare. Poiché richiede poco spazio da parte del padrone, può essere tenuto bene anche in appartamenti piccoli ed è utile anche come cane da famiglia.

    Come già detto, il bassotto viene allevato in tre diverse taglie e con tre varianti di mantello. In Germania sono consentiti diversi colori, ma non sono ammesse marcature bianche. Inoltre, non si desidera un colore completamente nero. Negli Stati Uniti le cose sono un po' più colorate. Esiste anche un bassotto tigrato che ha la cosiddetta colorazione merle. È causata da una mutazione dei geni, come accade anche nel Pastore Australiano.

    Carattere e natura del Bassotto

    Come avete già sperimentato, il bassotto è un cane da caccia. Non si può semplicemente allenare questo istinto. Avete altri animali domestici in casa? Allora dovreste pensarci due volte prima di prendere un bassotto, perché potrebbe vederli come una preda. Se ancora non volete fare a meno del bassotto, dovete creare delle possibilità per tenere lontani gli animali più piccoli. 

    Il bassotto può essere utilizzato anche come cane da guardia. È molto attento e vigile. Inoltre, il piccolo è dotato di una sana diffidenza e segnala tutto ciò che non appartiene al suo giardino abbaiando. Inoltre, mostra scarso rispetto nei confronti dei conspecifici.  Cani sconosciuti, che gli sono di gran lunga superiori per dimensioni, fanno capire la loro posizione abbaiando. Il bassotto è un piccolo animale molto coraggioso.

    Durante l'addestramento del vostro bassotto, dovrete sicuramente confrontarvi con la sua testardaggine e ostinazione. In questo caso dovete essere particolarmente coerenti e non ammettere eccezioni. Se lo prenderete a cuore, avrete al vostro fianco un compagno fedele e affettuoso che sarà felice di ricevere le sue coccole e diventerà anche un buon intrattenitore per i vostri bambini.

    Tuttavia, non bisogna confondere una presunta testardaggine con il comportamento innato di un cane da caccia. Agli occhi degli estranei, la capacità del Bassotto di prendere le proprie decisioni può spesso apparire come una testardaggine. Non è così in questo caso. La capacità di agire in modo indipendente significa anche che il bassotto si interroga sui comandi impartiti. Deve trovarle significative per obbedire.

    L'educazione e l'addestramento di un bassotto

    Già letto più volte che il vostro bassotto è un cane da caccia che richiede un addestramento particolarmente costante. Fin dall'inizio, dovreste approcciarvi a lui in modo da fargli capire che siete il capobranco e quindi l'animale alfa. Mostrategli e ditegli in modo amichevole, ma deciso, cosa è permesso e cosa no. Altrimenti, il piccolo furfante impertinente vi darà rapidamente sui nervi.

    Non educare mai con le punizioni e certamente non con la violenza. Questo incoraggerà solo la testardaggine, ma non raggiungerà mai il vero obiettivo.

    Lavorate con rinforzi positivi e molti premi. In questo modo il bassotto testardo capirà che vale la pena di obbedire ai vostri comandi.

    Mostrate molta pazienza, però, perché nessun maestro è ancora caduto dal cielo. Soprattutto, bisogna sempre terminare un determinato allenamento o esercizio quando è riuscito. Se non funziona, fate un passo indietro e ripetete ciò che avete già imparato. In questo modo il cane sarà sempre motivato.

    Scegliete sempre parole brevi e concise per i vostri comandi. Devono essere comprese dal cane e se gli date frasi lunghe, non saprà che farsene. Di conseguenza, ignorerà il vostro comando. 

    Come affrontare l'educazione con il rinforzo positivo lo scoprirete nelle prossime righe.

    Rinforzo positivo quotidiano

    Il rinforzo positivo nell'addestramento e nell'educazione di un cane esclude qualsiasi violenza e punizione. È quindi estremamente rispettoso degli animali e con questo metodo otterrete molto di più. Il cane non sarà sottomesso e timoroso nei vostri confronti, ma aperto e pronto a qualsiasi cattiva azione. Perché qui impara che vale la pena di ascoltarvi.

    Le cose che premiano il cane in questo caso sono le ricompense sotto forma di bocconcini, giocattoli o anche carezze e lodi verbali. Si tratta di esperienze positive per lui, che associa al comportamento appena mostrato e che quindi mostrerà più spesso in futuro per ottenere una ricompensa. In questo modo, il comportamento corretto che si vuole ottenere viene rafforzato. Al contrario, ignorerete completamente un comportamento indesiderato. Con il tempo, il vostro bassotto non mostrerà più questo particolare comportamento perché non gli sembra utile. Dopo tutto, non otterrà alcuna ricompensa. Con questo tipo di addestramento, si instaura un rapporto di fiducia particolarmente buono con il bassotto.

    Tirare il guinzaglio deve servire da esempio. Probabilmente lo conoscete. La passeggiata è estremamente fastidiosa perché il cane tira continuamente il guinzaglio e quindi vi trascina attraverso il campo. Ma volete una passeggiata rilassante in cui staccare la spina dalla giornata. Il continuo tirare il cane al guinzaglio non porta di certo a un rilassamento, né per voi né per il vostro amico a quattro zampe. Al contrario, è estremamente sgradevole per il cane se lo si tira indietro al guinzaglio e non cambia minimamente il suo comportamento.

    Adottate un approccio diverso, ovvero il rinforzo positivo. Sicuramente ci sono momenti in cui il cane non tira il guinzaglio, ma si guarda intorno o rimane fermo. Quello è il vostro momento... premiatelo con qualsiasi cosa: bocconcini, carezze, lodi. Fatelo sempre quando il vostro amico a quattro zampe non sta tirando il guinzaglio ma si sta concentrando su di voi. In questo modo impara a prestarvi attenzione e a ricevere una ricompensa. Vedrete presto che il tirare al guinzaglio finirà.

    È possibile applicare questo rinforzo positivo a qualsiasi comportamento desiderato. Qualunque cosa si chieda al cane di fare, si lavora con i premi invece che con le punizioni. Potrebbe volerci un po' di tempo in più, ma avrete un cane che si fida completamente di voi.

    Ma cosa fareste se doveste lavorare con una punizione? Anche in questo caso, vi verrà data una spiegazione, in modo che possiate sviluppare la comprensione e scacciare subito questo pensiero.

    La conseguenza di una punizione sotto forma di violenza fisica è che il cane non sarà più in grado di imparare. Soffrirà di gravi sintomi di stress che interferiranno con l'apprendimento. Il vostro amico a quattro zampe diventerà timoroso, soprattutto nei vostri confronti, ma questa paura potrebbe estendersi anche agli oggetti o alle altre persone. Se le punizioni non cessano, si può sviluppare anche un comportamento aggressivo e il cane potrebbe a un certo punto mordere perché non sa come aiutarsi nella sua paura. Il rapporto di fiducia con voi è fortemente disturbato. Potreste fidarvi di una persona di cui avete paura? Certamente no. Pertanto, si prega di astenersi dall'uso della forza.

    Anche gli ausili che esercitano un qualche tipo di stimolo sull'animale non trovano posto nell'educazione. Si tratta in particolare di collari con punte o che fanno rumore. È inoltre opportuno astenersi dall'uso dei cosiddetti chokers. Anche in questo caso il cane soffre di stress e reagisce con paura. Sono controproducenti nell'addestramento e nell'educazione di un cane, non si otterrà mai ciò che si vuole.

    Addestramento con il clicker

    Probabilmente avete già sentito questo termine. Ma cos'è un clicker e come può essere utile per l'addestramento del cane? Continuate a leggere e lo scoprirete.

    Il clicker è un piccolo dispositivo che emette un suono quando viene premuto. Questo segnale ha lo scopo di dire al cane che si sta comportando correttamente e che quindi può aspettarsi una ricompensa. Questo lo motiva a mostrare più spesso il comportamento desiderato in futuro. 

    È importante premiare il cane esattamente al momento giusto, in modo che possa creare un legame con il suo comportamento e ricordare l'evento. Tuttavia, se non è nelle vostre immediate vicinanze, è difficile premiarlo immediatamente. È qui che entra in gioco il clicker, che può essere utilizzato immediatamente per segnalare al cane che ha fatto tutto bene e che sta per ricevere un premio. Inoltre, questo suono è privo di emozioni, a differenza della voce.

    Ma attenzione... usare il clicker non è così facile. Bisogna anche condizionare se stessi. Ma questo, a sua volta, è facile da imparare. Chiedete a una seconda persona di far cadere una palla a terra. Utilizzate il clicker nel momento esatto in cui la palla entra in contatto con il terreno. È meglio esercitarsi più volte finché non si riesce a cliccare il momento esatto.

    Affinché il vostro amico a quattro zampe reagisca al clicker,

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1