Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Il Dibattito Tra Il Matrimonio Tradizionale E Le Unioni Omosessuali
Il Dibattito Tra Il Matrimonio Tradizionale E Le Unioni Omosessuali
Il Dibattito Tra Il Matrimonio Tradizionale E Le Unioni Omosessuali
E-book116 pagine1 ora

Il Dibattito Tra Il Matrimonio Tradizionale E Le Unioni Omosessuali

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Il significato del matrimonio oggi ci crea tanti problemi e incomprensioni, per questo vorrei toccare questo argomento. Praticamente e teoricamente, molte persone non sanno più che cos’è un vero matrimonio. Negli ultimi 150 anni, nelle definizioni enciclopediche, nei dizionari pubblicati in Italia e nel mondo, il matrimonio è stato definito come una relazione tra un uomo e una donna. Recentemente, tuttavia, sono emerse altre definizioni che sostituiscono i termini marito e moglie con termini neutri, come persone o genere (gender1). Non sbagliamo a dire, che la dibattito sulla definizione di matrimonio è legata ai movimenti LGBT al favore delle coppie omosessuali. Loro non soltanto suggeriscono o propongono, ma impongono una definizione, che consenta alle copie omosessuali di poter sposarsi legalmente, essere riconosciute come matrimonio e la famiglia, di poter adottare i bambini. Le definizioni giuridiche del matrimonio variano da paese a paese e anche all’interno dello stesso stato. C’è, letteralmente parlando, caos e confusione su questo tema.
In alcuni paesi, la definizione permette alle coppie omosessuali di sposarsi in altri no. In Italia il 5 giugno 2016 è entrata in vigore la legge sulle unioni civili2 nota anche come legge Cirinnà, dal nome della sua proponente (la senatrice del Partito Democratico, Monica Cirinnà). Le unioni civili sono la forma di regolamentazione prevista per le coppie omosessuali e, pur non essendo un matrimonio, nascono con una cerimonia davanti al sindaco del proprio Comune e prevede quasi tutti gli stessi diritti e doveri del matrimonio (con l’eccezione della possibilità di adottare e dell’obbligo di fedeltà che restano esclusivi del matrimonio eterosessuale)3.
Tuttavia, dobbiamo sapere che la definizione contenuta nella legislazione, negativa o positiva, non risolve il problema di ciò che costituisce il matrimonio, perché l’opzione omosessuale rispecchia in qualche maniera la tendenza dalla società. Il matrimonio non è un prodotto delle decisioni politiche, ma è un’istituzione sociale, viva e come elemento di auto-organizzazione sociale non è soggetto alle norme di legge, ma è il risultato dello sviluppo, della cultura, della mentalità e del modo di pensare. Il matrimonio esce dalla società e la società lo comprende così com’è. Le tendenze sociali non possono essere frenate solo da atti giuridici, ma soprattutto:
• da un’educazione sana basata sulla vera natura,
• dalla promozione e protezione del matrimonio tradizionale (eterosessuale),
• dal fatto di conferirgli al matrimonio tradizionale un posto adeguato nella società, come merita, al centro della società,
• creare le condizioni sociali, politiche ed economiche per un suo sviluppo sano e dignitoso prendendo in considerazione prima di tutto il matrimonio tradizionale.
LinguaItaliano
EditoreTektime
Data di uscita2 nov 2019
ISBN9788893982313
Il Dibattito Tra Il Matrimonio Tradizionale E Le Unioni Omosessuali
Leggi anteprima

Leggi altro di Andrzej Stanislaw Budzinski

Correlato a Il Dibattito Tra Il Matrimonio Tradizionale E Le Unioni Omosessuali

Ebook correlati

Articoli correlati

Categorie correlate

Recensioni su Il Dibattito Tra Il Matrimonio Tradizionale E Le Unioni Omosessuali

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Il Dibattito Tra Il Matrimonio Tradizionale E Le Unioni Omosessuali - Andrzej Stanislaw Budzinski

    Andrzej Budzinski

    2

    Il dibattito

    tra il matrimonio tradizionale

    e

    le unioni omosessuali

    Collana: Difendere eterosessuale

    © 2019 Andrzej Budziński

    La prma edizione 2019

    Copertina: Andrzej Budziński

    Collana: Difendere l’eterosessualità

    Verona 2019

    Introduzione

    Il significato del matrimonio oggi ci crea tanti problemi e incomprensioni, per questo vorrei toccare questo argomento. Praticamente e teoricamente, molte persone non sanno più che cos’è un vero matrimonio. Negli ultimi 150 anni, nelle definizioni enciclopediche, nei dizionari pubblicati in Italia e nel mondo, il matrimonio è stato definito come una relazione tra un uomo e una donna . Recentemente, tuttavia, sono emerse altre definizioni che sostituiscono i termini marito e moglie con termini neutri, come persone o genere (gender [¹] ). Non sbagliamo a dire, che la dibattito sulla definizione di matrimonio è legata ai movimenti LGBT al favore delle coppie omosessuali. Loro non soltanto suggeriscono o propongono, ma impongono una definizione, che consenta alle copie omosessuali di poter sposarsi legalmente, essere riconosciute come matrimonio e la famiglia, di poter adottare i bambini. Le definizioni giuridiche del matrimonio variano da paese a paese e anche all’interno dello stesso stato. C’è, letteralmente parlando, caos e confusione su questo tema.

    In alcuni paesi, la definizione permette alle coppie omosessuali di sposarsi in altri no. In Italia il 5 giugno 2016 è entrata in vigore la legge sulle unioni civili [²] nota anche come legge Cirinnà, dal nome della sua proponente (la senatrice del Partito Democratico, Monica Cirinnà). Le unioni civili sono la forma di regolamentazione prevista per le coppie omosessuali e, pur non essendo un matrimonio, nascono con una cerimonia davanti al sindaco del proprio Comune e prevede quasi tutti gli stessi diritti e doveri del matrimonio (con l’eccezione della possibilità di adottare e dell’obbligo di fedeltà che restano esclusivi del matrimonio eterosessuale) [³] .

    Tuttavia, dobbiamo sapere che la definizione contenuta nella legislazione, negativa o positiva, non risolve il problema di ciò che costituisce il matrimonio, perché l’opzione omosessuale rispecchia in qualche maniera la tendenza dalla società. Il matrimonio non è un prodotto delle decisioni politiche, ma è un’istituzione sociale, viva e come elemento di auto-organizzazione sociale non è soggetto alle norme di legge, ma è il risultato dello sviluppo, della cultura, della mentalità e del modo di pensare. Il matrimonio esce dalla società e la società lo comprende così com’è. Le tendenze sociali non possono essere frenate solo da atti giuridici, ma soprattutto:

    da un’educazione sana basata sulla vera natura,

    dalla promozione e protezione del matrimonio tradizionale (eterosessuale),

    dal fatto di conferirgli al matrimonio tradizionale un posto adeguato nella società, come merita, al centro della società,

    creare le condizioni sociali, politiche ed economiche per un suo sviluppo sano e dignitoso prendendo in considerazione prima di tutto il matrimonio tradizionale.

    Il matrimonio è la radice della famiglia, che è la cellula della società. Per questo il matrimonio dovrebbe essere trattato con grande cura, rispetto e chiarezza del suo significato. Non può essere riconosciuto come matrimonio un unione, che non ha la potenzialità pro-creativa. Se questa cellula è sana, allora anche l’intera società è sana e viceversa.

    In questo libro il mio desiderio è di chiarire il vero significato del matrimonio, come unione voluta da Dio, tra maschio e femmina, come è scritto nella Bibbia e concretamente nel Libro di Genesi: [24] Per questo l’uomo abbandonerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una sola carne (Gen 2,24), secondo l’ordine della natura attraverso l’immagine dell’armonia tra maschio e femmina nel Paradiso Terrestre, prima del peccato originale. Il libro di Genesi ci dimostra chiaro, che l ’ordine proviene da Dio. Invece il disordine proviene dal diavolo, ciò ci dimostra la situazione dopo il peccato originale.

    Questo è secondo libro della collana: Il dibattito tra il matrimonio tradizionale e le unioni omosessuali . Gli altri libri, che fanno parte di questa collana:

    Primo volume: Chi è maschio? Chi è femmina? Dibattito con l’omosessualità.

    Secondo volume: Il dibattito tra il matrimonio tradizionale e le unioni omosessuali.

    Terzo volume: L’omosessualità. Secondo o contro natura?

    Quarto volume: Omosessualità e pedofilia nella Chiesa Cattolica.

    Quinto volume: La pastorale della Chiesa delle persone omosessuali.

    A parte che ogni volume della collana si può comprare singolarmente, sono anche raccolti in un unico libro: L’omosessualità che cos’è?

    Buona lettura.

    La definizione del matrimonio

    Sono rimasto sorpreso positivamente quando facendo la ricerca della definizione del matrimonio in Internet ho digitato il termine, matrimonio definizione. Inaspettatamente ho trovato una definizione soddisfacente per me, e vorrei subito condividerla con voi, perché chi sa, forse fra poco sarà cancellata, vedendo ciò, sta succedendo nel mondo. Cito letteralmen te: M atrimonio /ma·tri·mò·nio/ sostantivo maschile. Rapporto di convivenza dell'uomo e della donna in accordo con la prassi civile, ed eventualmente religiosa, volto a garantire la sussistenza morale, sociale e giuridica della famiglia. In diritto, l'atto che determina lo stato coniugale sulla base del consenso dei nubendi: matrimonio civile, religioso; l'istituto del matrimonio; il sacramento del matrimonio. Fare un buon matrimonio, fare un matrimonio prestigioso, vantaggioso socialmente o economicamente. Matrimonio di convenienza, contratto per calcolo e non per amore. Il rito, laico o religioso, con cui viene sancito questo rapporto [⁴] . Dopo la prima un altra sorpresa. Anche Enciclopedia Trecanni e Garzanti Linguistica [⁵] pensano nello stesso modo: Unione fisica, morale e legale dell’uomo (marito) e della donna (moglie) in completa comunità di vita, al fine di fondare la famiglia e perpetuare la specie. Se inteso nella sua definizione minima, come unione fra un uomo e una donna, tale che i figli nati da questa unione siano riconosciuti come progenie legittima di entrambi i coniugi (o anche di uno solo degli stessi), il m. può essere considerato un’istituzione universale, comune a tutti i popoli conosciuti di ogni continente e di ogni epoca [⁶] . Il Grande Dizionario Italiano dell’Uso di Tullio de Mauro ci spiega che Il termine matrimonio ha tre significati fondamentali:

    il primo, quello più comune, d’unione di un uomo e di una donna che si impegnano, davanti a un’autorità civile o ecclesiastica, a una completa comunione di vita nel rispetto dei reciproci diritti e doveri. Sempre in questo primo significato è compreso quello di rito, cerimonia nuziale.

    Il secondo significato nella liturgia ecclesiastica: sacramento con cui si attribuisce carattere sacro all’unione di un uomo e di una donna.

    Il terzo, il lemma può essere impiegato nel senso figurato di unione, associazione di due elementi, strutture, organizzazioni e simili" [⁷].

    L’etimologia della parola matrimonio [⁸] : D eriva dal latino matrimonium, unione di due parole latine, mater, madre, genitrice e munus, compito, dovere; il matrimonium era, nel diritto romano, un compito della madre, intendendosi il matrimonio come un legame che rendeva legittimi i figli nati dall’unione. Analogamente la parola patrimonium indicava il compito del padre di provvedere al sostentamento della famiglia. In ogni caso, l’utilizzo del termine con riferimento all’unione nuziale si sviluppò con il diritto romano nel quale si diede riconoscimento e corpo al complesso delle situazioni socio-patrimoniali legate al matrimonium [⁹] . La prima cosa che riguarda matrimonio ed è presente nelle definizioni di esso è: unione tra uomo e donna!

    Però tutti sono d’accordo che matrimonio è unione tra maschio e femmina? Mi sembrava troppo bello e impossibile, che tutti sono d’accordo conoscendo bene le tendenze di oggi da parte dei sostenitori dei omosessuali. Ecco, in Wikipedia libera enciclopedia online ho trovato un’altra definizi one che rispecchia di più la realtà del mondo odierno: "Il matrimonio è un negozio giuridico che indica l’unione fra due o più persone, a fini civili, religiosi o ad entrambi i fini e che di norma viene celebrato attraverso una cerimonia pubblica detta nozze. La definizione del matrimonio è strettamente connessa alla cultura cui si riferisce, e varia pertanto in ragione del periodo storico e delle località. In molti casi esso passa per la legittimazione giuridica, sociale o religiosa di una relazione fra due persone che potrebbero anche già aver contratto di fatto questo genere di legame. Le motivazioni personali che possono portare alla scelta dell’ufficializzazione

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1