Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Tarocchi: Impara a Leggere ed Interpretare le Carte con Successo
Tarocchi: Impara a Leggere ed Interpretare le Carte con Successo
Tarocchi: Impara a Leggere ed Interpretare le Carte con Successo
E-book179 pagine3 ore

Tarocchi: Impara a Leggere ed Interpretare le Carte con Successo

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Vorresti avere più chiarezza sul tuo futuro e capire in che direzione andare?

 

Sei stufo di prendere sempre decisioni sbagliate senza capire il perché?

 

Vorresti una guida che ti accompagna sempre verso la soluzione?

 

Imparando l'antico metodo dei Tarocchi acquisirai una più chiara comprensione del tuo passato, del tuo presente e del tuo futuro

 

Come è possibile tutto ciò?

 

I Tarocchi sono degli antichi consiglieri molto potenti che aprono le porte del futuro, ti permettono di sviluppare le tue intuizioni e ti fanno prendere consapevolezza sulla tua vita, consigliandoti sempre la direzione giusta in cui andare.

 

Il problema è che la maggior parte delle persone non sa come leggerli e interpretarli, che è l'unica cosa che conta.

 

Ora ti chiedo di immaginare come sarebbe la tua vita se potessi prendere sempre le giuste decisioni, in ogni circostanza. Sapendo già quello a cui sei destinato......

 

Sei scettico? E' comprensibile.

 

Grazie a questo prezioso manuale sarai letteralmente guidato verso una consapevolezza piu ampia del tuo futuro, all'interno è sviscerato tutto ciò che devi sapere a riguardo, dal significato delle carte fino alle tecniche di lettura più avanzate e misteriose.

 

Ecco un assaggio di ciò che troverai in questo libro:

  • L'antica storia dei tarocchi e le sue origini occulte
  • I falsi miti e le superstizioni sui tarocchi
  • Il reale significato dietro ogni carta
  • Come sviluppare l'intuito nella cartomanzia
  • Tutte la simbologia e le allegorie che si celano dietro gli arcani minori e maggiori, con immagini ad alta risoluzione
  • Una Guida avanzata su tutti i tipi di mazzi esistenti (tarocchi Visconti-Sforza, Rider-White, Egiziani, di Marsiglia, ecc...)
  • OLTRE 40 tecniche di lettura dei tarocchi, dalle piu conosciute, alle più nascoste
  • E molto altro ancora...

 

L'obiettivo di questo prezioso libro è farti capire in anticipo in quale direzione andare, facendo più chiarezza sul tuo futuro.

 

Ricorda: Prendere le giuste decisioni equivale a evitarne molte altre pericolose.

 

Ora puoi smetterla di brancolare nel buio, hai tutto il supporto di cui hai bisogno!

Se vuoi davvero aprire le porte del tuo futuro clicca su "Acquista Ora" e ottieni finalmente tutte le risposte che cerchi!

LinguaItaliano
Data di uscita8 ott 2021
ISBN9798201360023
Tarocchi: Impara a Leggere ed Interpretare le Carte con Successo
Leggi anteprima

Correlato a Tarocchi

Ebook correlati

Recensioni su Tarocchi

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Tarocchi - Marco Ruzza

    Di Marco Ruzza

    sommario

    Capitolo 1: La Storia Dei Tarocchi

    I Falsi Miti E Le Superstizioni Sui Tarocchi

    Capitolo 2: Il Significato Delle Carte Nei Tarocchi

    • Gli Arcani Maggiori

    L’imperatrice Indica Stabilità, Forza, E Protezione.

    L’innamorato Dei Tarocchi Preannunciata Una Scelta Che Può Portare A Risultati Opposti Tra Loro.

    Gli Arcani Minori

    Bastoni

    Spade

    Questo Simbolo Rappresenta L’attività Mentale.

    Coppe

    Denari

    Capitolo 3: I Diversi Mazzi Di Tarocchi

    • I Tarocchi Di Marsiglia

    • I Tarocchi Rider – White

    • I Tarocchi Egiziani

    • I Tarocchi Visconti - Sforza

    • I Tarocchi Del Mantegna

    • I Tarocchi Della Golden Dawn

    • Tarocchi Crowley

    • Tarocchi Universali Di Wirth

    I Tarocchi Estensi

    I Tarocchi Fiorentini

    Capitolo 4: Come Sviluppare L’intuito Nella Cartomanzia

    Capitolo 5: Tutte Le Tecniche Di Lettura Dei Tarocchi

    Una Divinazione Sempre Esatta Per Ogni Consulto Non Sarà Mai Ottenibile.

    • Il Metodo Anatomico

    • Lo Schema Astrologico

    • Il Metodo Gitano

    • Il Metodo Gitano Completo

    • Il Metodo Delle Due Carte

    • Il Metodo Delle Tre Carte

    • Il Metodo Del Lavoro

    • Il Metodo Della Croce Celtica

    • Il Metodo Della Croce Di Sant’andrea

    • Il Metodo Della Croce Mistica

    • Il Metodo Della Croce Semplice

    • Il Metodo Della Croce Tau

    • Il Metodo Della Stella Di David

    • Il Metodo Della Stella Mistica

    • Il Metodo Del Ferro Di Cavallo

    • Il Metodo Della Piramide

    • Il Metodo Del Sì E Del No

    • Il Metodo Delle Cinque Carte

    • Il Metodo Delle Tre Colonne

    • Il Metodo Delle Ventuno Carte

    • Il Metodo Dei Sette Mazzi

    • Il Metodo Di Madame Flonka

    • Il Metodo Peladan

    • Il Metodo Della Previsione Annuale

    • Il Metodo Della Previsione Mensile

    • Il Metodo Del Ventaglio

    • Il Metodo Dell’amore

    • Il Metodo Albero Della Vita

    • Il Metodo Dell’arco Del Lavoro

    • Il Metodo Del Cerchio Celestiale

    • Il Metodo Del Cuore

    • Il Metodo Del Quadro Magico

    • Il Metodo Dello Sviluppo

    • Il Metodo Del Drago

    • Il Metodo Di Eldagsen

    • Il Metodo Del Settenario

    • Il Metodo Dello Ying E Yang

    • Il Metodo Egizio

    • Il Metodo Fiammingo

    • Metodo Geometrico Dell'amore

    • Il Metodo Geometrico Del Denaro

    Carte Del Gruppo A – Denaro Senza Sforzi:

    Carte Del Gruppo B – Denaro Ottenuto Dal Lavoro

    Carte Del Gruppo C – Il Futuro Economico

    • Il Metodo Geometrico Della Salute

    • Il Metodo Delle Coppie

    Postfazione

    Capitolo 1

    La storia dei tarocchi

    I

    tarocchi consistono in un mazzo di  carte da gioco la cui origine è ammantata di mistero.

    Molto probabilmente, i progenitori dei tarocchi sono da ricercare nella storia egizia e con precisione nei geroglifici del Libro di Thoth, ovvero una raccolta di 42 volumi mitici e profetici e, inoltre, si possono trovare analogie anche tra i tarocchi ed i 64 esagrammi cinesi contenuti nei Ching, che custodiscono, secondo la tradizione, l’antica saggezza cinese da più di 3000 anni.

    D’altronde non si può non ricordare che proprio ai cinesi si deve l’invenzione non solo della stampa ma anche delle carte da gioco e quindi è assai probabile che anche l’Oriente abbia contribuito alla nascita dei tarocchi.

    Una teoria ritenuta molto attendibile riconduce poi i primissimi tarocchi ad un antico gioco di carte arabo.

    Quando i musulmani si insediarono in Sicilia nel IX secolo, infatti, importarono anche alcune lamine di un gioco chiamato Naibbe. Come imposto dalla loro fede, queste lamine decorate non recavano figure umane né animali, ma solo ornamenti e numeri.

    Le Naibbe ebbero la loro massima diffusione in Italia verso la metà del 1300 , diventando una forma primordiale dei tarocchi.

    Il primo documento che menziona le Naibbe nel nostro Paese è il Ludus qui vocatur Naibbe, ovvero Il gioco chiamato Naibbe contenuto in un’ordinanza del Priore di Firenze del 1376, in cui si vietava la pratica di tale gioco. L’antico nome delle carte dei tarocchi  è probabilmente derivato dall’arabo nā’ib che significa deputato, che è anche il nome di una delle figure che compongono il mazzo.

    Le prime fonti documentate in Italia sulla comparsa dei tarocchi come sono intesi oggi, risalgono al XV Secolo d.C. e quindi al primo Quattrocento, quando iniziò a diffondersi un certo interesse per le  giochi di carte e forse furono portate dai Mamelucchi egiziani: al 1420 sono databili i primi regolamenti di gioco.

    L’invenzione del gioco dei tarocchi è da attribuire al principe bolognese Francesco Antelminelli Castracani Fibbia nei primi decenni del Quattrocento, ma la sua diffusione nelle  di ogni dove avvenne solo durante gli anni Quaranta di quel secolo.

    Le carte creavano numerose occasioni di svago come il componimento di sonetti elogiativi, scherzosi e perfino satirici oppure di conversazioni che avevano come tema il soggetto della carta. Inoltre, è interessante notare come la dinamica del gioco doveva ad ogni modo essere molto ingegnosa e complessa perché permise alle carte di salvarsi dalla severa legislazione che proibiva i giochi d’azzardo.

    Nello stesso periodo Filippo Maria Visconti, Duca di Milano, per propiziare la nascita di un figlio maschio, decise di commissionare un mazzo di carte con raffigurate 16 divinità legate al pantheon greco.

    Il lieto evento legato ad una nascita ci fu, ma a differenza di quanto il Duca si aspettava, si trattò di una femminuccia: Bianca Maria Visconti e questo evento sembrerebbe avere stravolto, con il tempo, anche il simbolismo delle carte.

    Durante il XV Secolo i tarocchi venivano indicati con il nome Ludus Triumphorum.

    Oltre le dinastie dei Visconti e degli Sforza, infatti tra i mazzi più celebri, ancora oggi presi a modello, vi è il mazzo Visconti-Sforza, anche la famiglia d’Este si interessò molto ai tarocchi ed al loro mondo, rendendo la città di Ferrara nella seconda metà XV Secolo più grande centro di produzione di queste carte.

    È stato soltanto nei primi anni del XVI Secolo che apparve per la prima volta il termine Tarocco, quando il loro semplice utilizzo di carte da gioco viene messo da parte per attribuirvi gli scopi che hanno anche oggi.

    Il termine tarocco con cui a partire dal Cinquecento si identifica il gioco, ha un’origine ancora molto dubbia. Le interpretazioni più diffuse e conosciute sono state proposte dagli occultisti ma risultano essere fasulle, perché non si basano  su ricerche filologiche e storiche, ma su assonanze fonetiche totalmente casuali allo scopo di confermare le ipotesi, anch’esse false, riguardo le presunte origini di queste carte.

    Oggi la ricerca ha individuato che il termine tarocco deriva dalla carta del Matto definito nel 1500 con il termine tarochus. Un’altra ipotesi, che non esclude la prima, è legata al termine altercare dell’italiano antico, poi diventato altarcare e usato dai giocatori per indicare la risposta con una carta di maggior valore alla giocata di un avversario.

    È proprio da questa parola che deriverebbe il termine taroccare, ovvero contraffare oppure barare, presente nell’italiano moderno.

    In epoca rinascimentale, i giocatori vedevano suscitare in loro le immagini archetipiche della mitologia classica, al cui racconto ancora si attribuova una funzione di insegnamento e di esempio.

    È in quest’epoca che si assiste alla massima diffusione delle carte dei Tarocchi, le cui raffigurazioni sono passate alla Storia come vere e proprie opere artistiche.

    Questo gioco usufruiva dei nomi e delle raffigurazioni dei più eminenti personaggi della mitologia greca e romana che compaiono insieme alle Sette Virtù della cristianità e da allegorie delle diverse condizioni dell’essere umano.

    Lo scopo originario dei Tarocchi era quello di intrattenere il giocatore attraverso un gioco di memoria, nonché quello di dare al giocatore degli scherzosi responsi sulla vita sentimentale e sui rapporti di affari.

    Fu nei primi anni del Cinquecento che lo scopo ludico di queste particolari carte prese il sopravvento sul significato etico e morale che esse esprimono, che ad ogni modo già a quei tempi iniziava ad essere dimenticato.

    Nel Settecento, però, fu attribuito ai tarocchi un significato di matrice filosofica, del tutto nuovo, legato questa volta a delle attribuzioni di natura esoterica.

    all’utilizzo magico e divinatorio delle carte.

    I Tarocchi vengono adoperati come strumenti divinatori solo nel

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1