Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

L’istinto di sopraffazione e la mente globale
L’istinto di sopraffazione e la mente globale
L’istinto di sopraffazione e la mente globale
E-book41 pagine33 minuti

L’istinto di sopraffazione e la mente globale

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Che cosa spinge l’uomo a cercare di sottomettere l’altro? A cosa è legata questa brama di potere che ci suggerisce, ci sprona a soggiogare colui che abbiamo di fronte? L’istinto di sopraffazione è costantemente stimolato dal rapporto e dal confronto con gli “altri”, ossia tutti coloro che sono altro da noi: lo facciamo a volte consapevolmente, quando cerchiamo di far valere le nostre ragioni, a volte in maniera del tutto inconscia; a volte con le parole, altre volte coi fatti. Ma da che cosa dipende questo istinto? E come fare per liberarsene? Un saggio che analizza la mente individuale nel contesto della mente globale, un sistema di pensiero cui ognuno di noi dà il proprio contributo, e in cui ogni cosa dipende ancora e sempre dalla nostra paura più ancestrale: quella della morte.

Marco Capecchi è nato a Pontedera il giorno 08 maggio 1966. La sua infanzia e la sua preadolescenza sono state ordinarie. Giunto all’età di 18 anni ha cominciato a manifestare una certa instabilità emotiva. 
Dopo essersi diplomato all’i.t.i.s di Pisa in fisica industriale, si è iscritto al primo anno accademico della facoltà di chimica dell’ateneo pisano. All’inizio del terzo anno è stato ricoverato in psichiatria. Nel 1994 c’è stata una battuta d’arresto dalla quale l’autore si è ripreso, anche se parzialmente. Attualmente vive e lavora presso una casa famiglia dove risiede per un percorso di ristabilimento psichico e di pieno recupero delle qualità espressive e relazionali, sia a livello umano che sociale.
LinguaItaliano
Data di uscita30 mag 2021
ISBN9791220112864
L’istinto di sopraffazione e la mente globale
Leggi anteprima

Correlato a L’istinto di sopraffazione e la mente globale

Ebook correlati

Articoli correlati

Categorie correlate

Recensioni su L’istinto di sopraffazione e la mente globale

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    L’istinto di sopraffazione e la mente globale - Marco Capecchi

    cover.jpg

    © 2021 Europa Edizioni s.r.l. | Roma

    www.europaedizioni.it - info@europaedizioni.it

    ISBN 979-12-201-0858-4

    I edizione giugno 2021

    Finito di stampare nel mese di giugno 2021

    presso Rotomail Italia S.p.A. - Vignate (MI)

    Distributore per le librerie Messaggerie Libri S.p.A.

    L’istinto di sopraffazione e la mente globale

    A tutti i sopraffatti

    D’ogni copione umanamente svolto,

    di tutti questi ricordi è l’ultima

    memoria: l’anima ardente di un porto

    sorridente e rivolto alla sua cima.

    Riparte stamani il grande veliero

    poi che salterà sulle onde ove vive

    l’avventura nell’etico pensiero.

    Il cielo, tempo certo sulle rive

    è la presenza forte e disturbata

    e lieve che gli accende la stagione

    oltre il meriggio sulla serenata.

    Le rive dei sogni la sua prigione:

    dove s’avventura lì rimarranno miriadi di arcangeli sospesi,

    come colonne confuse che vanno

    vagheggiando sui miraggi dei mesi.

    Marco Capecchi

    Il commiato della poesia

    silloge inedita

    1. Volendo parlare dell’istinto di sopraffazione occorre subito precisare che non ha niente in comune con l’istinto di conservazione. Se è vero che talvolta la paura mette le ali ai piedi, permettendo così di salvarsi da un pericolo reale e più o meno imminente, l’istinto di sopraffazione viene stimolato immancabilmente e in ogni tipo di contatto e relazione da un pericolo invisibile agli occhi, ma presente di continuo agli occhi della mente. Si tratta anche qui della realtà della morte del soggetto, l’annullamento per una immersione in un aldilà ignoto e fonte di angosciosa incertezza.

    2. Prima di proseguire, è bene però affrontare un’altra realtà collegata alla precedente e più in generale ad ogni accadimento psichico sia soggettivo che collettivo. La formulazione del concetto è elementare ma le implicazioni possono essere le più variabili e articolate. In sintesi si può affermare che viviamo gli uni nelle menti degli altri. La mente umana si compone in una relazione globale con le miriadi di altre realtà pensanti. Viviamo quindi tutti riuniti in un’unica famiglia e i comportamenti e ogni cosa dipendono da influenze, condizionamenti e accadimenti che riguardano la mente collettiva in relazione a quella di ogni soggetto.

    3. Siamo tutti contenuti in una complessa rete di pensiero, ognuno partecipe di una certa quota di capacità specificatamente individuali che portano ad una determinazione unica per ogni singolo. Tutta la struttura della personalità, dal concepimento alla morte, risente dei forti condizionamenti della famiglia globale. In questo senso nessuno è libero di essere sé stesso.

    4. Il bambino, lo definirei come un soggetto in divenire. Non ha ancora una sua determinata struttura psichica portante e risente notevolmente degli apporti di pensiero che lo raggiungono e lo determinano. Egli, potenzialmente, può riuscire in una pressoché infinita quantità di conformazioni e strutture psichiche.

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1