Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Breve storia dell'Unione Sovietica

Breve storia dell'Unione Sovietica

Leggi anteprima

Breve storia dell'Unione Sovietica

Lunghezza:
51 pagine
40 minuti
Editore:
Pubblicato:
6 ago 2021
ISBN:
9791220832939
Formato:
Libro

Descrizione

L'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, acronimo URSS e in forma abbreviata Unione Sovietica fu uno Stato federale che si estendeva tra Europa orientale e Asia settentrionale, nato il 30 dicembre 1922 sulle ceneri dell'impero russo dopo la guerra civile russa e scioltosi ufficialmente il 26 dicembre 1991. Era composto di 15 repubbliche socialiste, la più grande delle quali era la Russia, a sua volta suddivisa in repubbliche autonome federate.

I mini-ebook di Passerino Editore sono guide agili, essenziali e complete, per orientarsi nella storia del mondo.

A cura di Antonio Ferraiuolo
Editore:
Pubblicato:
6 ago 2021
ISBN:
9791220832939
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Breve storia dell'Unione Sovietica

Leggi altro di Antonio Ferraiuolo

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Breve storia dell'Unione Sovietica - Antonio Ferraiuolo

Breve storia dell'Unione Sovietica

La Repubblica Sovietica Russa sorse nel 1917 con la fine del regime imperiale russo e dal 1923 sino alla sua fine prese il nome di Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, abbreviato in URSS o anche Unione Sovietica. Si estendeva su una gran parte dell'Europa orientale e su un'estesissima area asiatica. Complessivamente occupava il 15% dell'intera superficie terrestre e possiedeva immense ricchezze naturali. Dal punto di vista amministrativo era organizzata come una federazione di repubbliche, con una superficie totale 22.270.000 kmq e ca. 230.000.000 di ab. La capitale nazionale era Mosca.

Configurazione fisica

Il territorio dell'Unione Sovietica, in sé enorme, è caratterizzato da un'estrema varietà di aspetti geografici. Esso è limitato a nord dall'oceano Glaciale Artico; a sud-ovest dal mar Nero e dalla Turchia; a sud dal mar Caspio, dall'Iran, dall'Afghanistan, dalla Repubblica Popolare Cinese e dalla Repubblica Popolare di Mongolia; a sud-est dalla Manciuria (Repubblica Popolare Cinese); ad ovest da alcuni paesi europei (Romania, Ungheria, Polonia, Finlandia, Norvegia) e dal mar Baltico; ad est dallo stretto di Bering, dal mare di Bering, dal mare di Okhotsk, dal mare del Giappone. Ad ovest degli Urali, la lunghissima catena di piccoli monti o colline che si estendono in direzione nord-sud per oltre 1600 km e che, convenzionalmente, vengono presi quale elemento di divisione tra l'Asia e l'Europa, l'Unione Sovietica si presenta come una regione pianeggiante, nella quale si delineano grandiosi bacini fluviali, tra i quali quello immenso del Volga. L'uniformità del paesaggio è appena interrotta da formazioni moreniche (Rialto dei Valdai, tra Mosca e Leningrado), dai monti Timani, in realtà modeste alture poste ad ovest degli Urali, lungo la Peciora, e da diversi gruppi collinari, che spesso separano tra loro i bacini fluviali. A sud, tra il mar Nero e il mar Caspio, si innalzano i monti del Caucaso, divisi in catene e culminanti nell'El'brus. A sud del Caucaso vi è l'altipiano armeno. Continuando lungo la frontiera meridionale, si incontrano la depressione caspica, i monti del Turkmenistan e le gigantesche catene dell'Asia centrale e centro-orientale. Altri gruppi si elevano nella Siberia orientale (monti Sikhote, Dzugdzur, Kolyma, tutti lungo il Pacifico, e Cerskij e Verkhojansk nella Siberia nord-orientale) e in alcune regioni della Siberia artica.

Fiumi e laghi

L'Unione Sovietica è un paese ricco di fiumi e di laghi. Tra i fiumi a ovest degli Urali vi sono il Dnestr, il Dnepr, il Don, il Volga e l'Ural, che si versano nel mar Nero o nel Caspio; la Dvina occidentale, che raggiunge il Baltico; la Dvina settentrionale e la Peciora, entrambi sfocianti nell'oceano Glaciale Artico. Tutti questi fiumi, tranne in parte quelli artici, collegati tra loro da canali e uniti a enormi laghi (Ladoga, Onega, Rybinsk), costituiscono arterie acquee di straordinaria importanza economica ed hanno avuto un ruolo determinante nella storia della Russia. I fiumi siberiani, pur talora molto grandi, hanno minore rilievo, sia a causa della loro ubicazione geografica sia perché ghiacciati gran parte dell'anno. Tra i principali laghi dell'Unione Sovietica vi sono il lago d'Aral, ad est del mar Caspio, nel bassopiano turanico, il lago Balkhas, nel Kazakhstan orientale, e il lago Bajkal, a nord della Repubblica Popolare di Mongolia. Il mar Caspio è in realtà un lago, grande 438.000 kmq.

Coste

Hanno, rispetto alla grande massa territoriale, uno sviluppo relativamente breve e inoltre sono bagnate da mari chiusi o semichiusi. Le coste dell'oceano Glaciale Artico e quelle del mare di Bering sono quasi sempre bloccate dai ghiacci.

Geologia

Sono presenti nell'Unione Sovietica numerose formazioni geologiche, ma in generale il suo territorio appare come un'antichissima piattaforma, su cui hanno lasciato la loro traccia le differenti età e periodi. Si riscontrano in diverse regioni sedimentazioni marine del Quaternario, cui si alternano o si sovrappongono depositi d'origine glaciale

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Breve storia dell'Unione Sovietica

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori