Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Rapporto della BEI sugli investimenti 2020/2021 - Risultati principali: "Per un'Europa smart e green ai tempi del coronavirus"
Rapporto della BEI sugli investimenti 2020/2021 - Risultati principali: "Per un'Europa smart e green ai tempi del coronavirus"
Rapporto della BEI sugli investimenti 2020/2021 - Risultati principali: "Per un'Europa smart e green ai tempi del coronavirus"
E-book49 pagine26 minuti

Rapporto della BEI sugli investimenti 2020/2021 - Risultati principali: "Per un'Europa smart e green ai tempi del coronavirus"

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

L'enorme sforzo di ricostruzione post pandemia dell'Unione europea rappresenta un'opportunità unica per trasformare l'economia del continente in senso verde e digitale, sostanzialmente anche al fine di renderla più competitiva. Il Rapporto sugli investimenti 2020-2021 esamina il tributo che le imprese europee hanno dovuto pagare in termini di investimenti e piani per il futuro a seguito della pandemia di coronavirus nonché gli sforzi profusi dagli imprenditori per far fronte alle esigenze dettate dai cambiamenti climatici e dalla rivoluzione digitale. L'analisi del Rapporto è fondata su una combinazione unica di informazioni derivanti da diverse banche dati e dai risultati di un'indagine condotta nell'estate del 2020, quindi in piena crisi COVID, su 12 500 imprese. Oltre a fornire un'istantanea del pesante tributo pagato alla pandemia da alcune forme di investimento, il Rapporto offre un segnale di speranza mettendo in luce le aree economiche in cui l'Europa ha mantenuto la propria posizione di forza, ad esempio il settore delle tecnologie che combinano innovazione verde e digitale.
La pubblicazione "Risultati principali" rappresenta una sintesi di facile consultazione del contenuto del Rapporto integrale.
LinguaItaliano
Data di uscita28 apr 2021
ISBN9789286148347
Rapporto della BEI sugli investimenti 2020/2021 - Risultati principali: "Per un'Europa smart e green ai tempi del coronavirus"
Leggi anteprima

Correlato a Rapporto della BEI sugli investimenti 2020/2021 - Risultati principali

Libri correlati

Articoli correlati

Recensioni su Rapporto della BEI sugli investimenti 2020/2021 - Risultati principali

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

    Anteprima del libro

    Rapporto della BEI sugli investimenti 2020/2021 - Risultati principali - European Investment Bank

    RAPPORTO DELLA BEI SUGLI INVESTIMENTI

    2020/2021

    RISULTATI PRINCIPALI

    Per un’Europa smart

    e green ai tempi del

    coronavirus

    Banca europea per gli investimenti

    La Banca europea per gli investimenti (BEI) è la principale istituzione multilaterale di assunzione e concessione prestiti al mondo. È il solo istituto di credito avente come azionisti gli stati membri dell’Unione Europea, di cui rappresenta gli interessi finanziari. Oltre a favorire la crescita economica in Europa, negli ultimi sessanta anni ha supportato start-up come Skype e ha collaborato alla realizzazione di infrastrutture come il Ponte di Øresund, che collega Svezia e Danimarca. Il Gruppo BEI, che ha la propria sede in Lussemburgo, include anche il Fondo europeo per gli investimenti, specializzato nel finanziamento di piccole e medie imprese.

    La versione integrale del Rapporto sugli investimenti 2020/2021: «Per un’Europa smart e green ai tempi del coronavirus» è scaricabile all’indirizzo

    www.eib.org/investment-report-2020

    Contenuti

    Introduzione

    Il dopo pandemia: stagnazione o trasformazione?

    Investimenti nella transizione climatica

    Investimenti nella trasformazione digitale

    Il binomio verde-digitale: come si posiziona l’Europa?

    Come si è trasformata la scena economica a seguito dell’epidemia di COVID-19?

    Iniziative per un’Europa coesa, green e smart

    Introduzione

    Il dopo pandemia: stagnazione o trasformazione?

    L’Europa si trova di fronte ad una scelta. La ripresa post COVID offre un’opportunità unica per attuare quella trasformazione, ovvero quell’acquisizione di nuovi strumenti, necessaria per garantire la prosperità nel mondo nuovo e più digitale che la pandemia ci ha restituito, e allo stesso tempo per intensificare la lotta ai cambiamenti climatici e la preparazione al relativo impatto. Per l’Europa è l’occasione giusta per avviarsi con decisione verso la neutralità in termini di emissioni di carbonio entro il 2050 e per rafforzare la propria leadership mondiale nelle tecnologie smart e green. Abbiamo l’opportunità di rimediare ai danni provocati dalla pandemia rafforzando nel contempo la coesione sociale.

    Ma esiste anche il rischio concreto che le incertezze e le tensioni finanziarie generate dalla pandemia impediscano all’economia dell’UE di fare il salto di qualità necessario per avviare questa trasformazione. I pericoli sono diversi: la spesa pubblica, cresciuta a dismisura, potrebbe essere non sufficientemente mirata;

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1