Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Trasforma la tua vita con la conoscenza delle leggi universali
Trasforma la tua vita con la conoscenza delle leggi universali
Trasforma la tua vita con la conoscenza delle leggi universali
E-book161 pagine1 ora

Trasforma la tua vita con la conoscenza delle leggi universali

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Viviamo in un universo permeato da saggezza, armonia ed equilibrio, e la

nostra esistenza è guidata e regolata da leggi universali che ci

offrono gli strumenti più idonei per decodificare la realtà, sanare

squilibri e sciogliere nodi interiori. Ogni accadimento, ogni incontro,

situazione e frangente servono alla nostra evoluzione. Tutto è perfetto

così com'è, e indipendentemente da ciò che porta dobbiamo sempre avere

la determinazione a schierarci con la vita, dire sì a tutto e

comprenderne il messaggio e la lezione. La vita lavora per noi e mai

contro di noi, e lo fa costantemente anche in quei momenti che noi

giudichiamo bui, di stasi, di difficoltà. Spesso è proprio in quei

frangenti che si prepara il cambiamento, la svolta, il salto evolutivo

tanto atteso dalla nostra anima: "Il tuo potere non deriva da quanto

puoi resistere a ciò che non ti piace, ma da quanto serenamente ti

schieri con le prove della vita" (HeatherAsh Amara).
LinguaItaliano
Data di uscita29 mar 2021
ISBN9788831653510
Trasforma la tua vita con la conoscenza delle leggi universali
Leggi anteprima

Leggi altro di Bianca Rifici

Correlato a Trasforma la tua vita con la conoscenza delle leggi universali

Ebook correlati

Recensioni su Trasforma la tua vita con la conoscenza delle leggi universali

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Trasforma la tua vita con la conoscenza delle leggi universali - Bianca Rifici

    storia.

    Siamo guidati da leggi universali

    L’ordine armonico e la perfetta sintonizzazione del Tutto dimostrano l’esistenza di una sapienza superiore che ha predisposto ogni cosa regolandola con leggi immutabili cui non possiamo sottrarci: Tutto è determinato, dall’inizio alla fine, da forze su cui non abbiamo controllo… danziamo tutti su una melodia misteriosa, intonata a distanza da un musicista invisibile (Albert Einstein).

    È innegabile l’esistenza di un potere superiore perfetto che tutto pervade e tutto governa. Il riconoscerlo, il sentirsi degna espressione di quello stesso spirito ed entrare in sintonia con esso è la più alta forma di religiosità.

    Le leggi della natura manifestano l’esistenza di uno Spirito immensamente superiore a quello dell’uomo, e di fronte al quale noi, con le nostre modeste facoltà, dobbiamo essere umili.La mia religiosità consiste in un’umile ammirazione di quello Spirito immensamente superiore che si rivela in quel poco che noi, con il nostro intelletto debole e transitorio, possiamo comprendere della realtà. Voglio sapere come Dio creò questo mondo. Voglio conoscere i suoi pensieri; in quanto al resto, sono solo dettagli.

    Albert Einstein

    Le leggi che governano il nostro universo rivelano l’esistenza di uno Spirito superiore che sovrintende il Tutto. Conoscerle è di fondamentale importanza per il nostro successo di vita. È come entrare in possesso di un manuale di istruzioni che ci consente di far buon uso della nostra preziosa esistenza.

    La vita è un bel gioco, e conoscere le sue regole ci permette di giocare e vincere il più possibile; ignorarle, invece, equivale a brancolare nel buio con il rischio di inciampare a ogni passo e farsi anche male.

    La legge di pura potenzialità

    Abbiamo un potere straordinario che non deriva dall’Ego, ma dal nostro sé superiore, dalla nostra essenza. L’ego nasce da una programmazione esterna, è un’entità figlia di questo mondo ed è legata a conquiste esterne: il ruolo che ricopriamo nella società, i possedimenti materiali, le relazioni, il prestigio…

    Alcuni di questi sono sicuramente aspetti importanti della nostra vita, ma recano l’impronta della precarietà, della variabilità e sfuggono al nostro controllo. Ciò che ci appartiene oggi possiamo non averlo più domani; le relazioni, a volte, anche quelle importanti, finiscono; posizione e prestigio possono venir meno in qualsiasi momento…

    L’essenza, invece, a differenza dell’ego, è libera da tutto ciò che dipende dagli altri e non si identifica mai con ciò che è esterno, perché connessa a una fonte inesauribile di potenzialità pura, autentica; è connessa a un potere che nasce dall’interno e che corrisponde a un risveglio dell’energia e dell’anima.

    Avere consapevolezza del nostro essere pura potenzialità ci permette di entrare in sintonia con quella forza superiore che permea l’universo e ci consente di riconoscere che abbiamo un campo illimitato di possibilità, a patto che coordinate e punti di riferimento siano interni e non esterni.

    Procedere secondo coordinate esterne ci spinge al controllo di tutto ciò che sta là fuori e ci rende soggetti alla dipendenza, al bisogno di approvazione, alla paura di perdere ciò cui teniamo; mentre seguire coordinate interne ci libera, perché tutto ciò che desideriamo è generato da un potere interiore che attrae a noi persone, situazioni ed eventi in piena linea con i desideri dell’anima.

    È un potere che opera nel pieno rispetto delle leggi universali e della comunione con gli altri; un potere guidato non dalla paura, ma da quell’amore che tutto muove. L’amore è proprio dell’essenza, la paura è una caratteristica dell’ego. È l’ego che ci fa credere di essere quello che non siamo, che ci fa avvertire la mancanza anziché l’abbondanza, i limiti piuttosto che il potere.

    Occorre, allora, come dice Yogananda, sintonizzarci con il Potere Cosmico, con il potere creativo dello Spirito, entrare in contatto con quell’intelligenza infinita che ci guida, che può risolvere ogni problema e portarci salute, felicità, pace e successo, se solo sapremo volgerci verso quella Luce.

    Nuota nell’oceano dell’immensità, della pace e della felicità illimitata oltre ogni immaginazione: quell’oceano è dentro di te!

    Paramahansa Yogananda

    Creiamo noi la nostra realtà

    La realtà è un riflesso del nostro mondo interiore e ciò che viviamo è ciò che siamo. Il mondo esterno è come un ambiente dagli innumerevoli specchi: ciò che sperimentiamo sotto forma di incontri, relazioni, situazioni, difficoltà ed eventi vari fa da specchio a ciò che è dentro di noi.

    Lottare contro i nemici del mondo esterno significa in realtà lottare contro parti di noi, perché ciò che ci disturba è semplicemente eco di qualcosa che alberga dentro di noi e chiede di essere capito, integrato, guarito.

    L’esistenza è un grande schermo e ciò che vediamo su di esso non è altro che una proiezione, una creazione del nostro mondo interiore: interno ed esterno sono strettamente collegati, per cui se vogliamo che qualcosa là fuori cambi, dobbiamo prima cambiare qualcosa all’interno della nostra dimensione interiore.

    Possiamo cambiare, ad esempio, il nostro modo di vedere e adottare nuovi punti di vista e posizioni, trovare nuove strategie, perché se facciamo sempre le stesse cose, continueremo a ottenere gli stessi risultati: comportamenti e tentativi reiterati, che non portano alla soluzione di un problema, diventano essi stessi un problema, poiché innescano un circolo vizioso che determina il loro persistere.

    È vero, a volte non sappiamo come comportarci in certi frangenti, ma se già in passato, di fronte a una situazione simile, ciò che abbiamo fatto non è servito minimamente a sbloccare la situazione, è del tutto inutile mettere in atto gli stessi comportamenti.

    Non possiamo cercare la soluzione là dove non c’è e non possiamo trovare la felicità là dove l’abbiamo persa. Occorre percorrere altre vie, emanare altre frequenze d’onda capaci di guidarci verso la soluzione del problema.

    Se ciò che accade continua a ripetersi e a farci soffrire, dobbiamo agire sulle nostre memorie per uscirne, dobbiamo elaborare la lezione che non significa necessariamente comprenderla razionalmente, significa renderla utile energeticamente (trascenderla). Le memorie si possono trascendere come si può trascendere il karma senza bisogno di riscattarlo necessariamente con la moneta della sofferenza. È tutta una questione di consapevolezza. Ma se noi continuiamo a reagire sempre allo stesso modo alle situazioni che si ripetono nella nostra vita, significa sostanzialmente due cose: 1) non riconosciamo che le situazioni si ripetono sempre uguali; 2) non sappiamo che ciò che accade nella nostra vita accade per mostrarci qualcosa di noi. In una frase, ignoriamo il funzionamento del meccanismo in cui siamo immersi. Le difficoltà che affrontiamo oggi, spesso sono ostacoli che abbiamo già affrontato, ma per i quali non abbiamo elaborato energeticamente le cause, perché non sappiamo ancora che i fatti esteriori sono generati dagli stati interiori.

    Garbuio Giovanna

    Se ci affidiamo alla vita e a quella guida interiore che tutto sa e tutto genera, se molliamo la presa e ci poniamo in una situazione di ascolto interiore e di attesa, capiremo come procedere, cosa fare e cosa non fare.

    Per acquisire potere interiore occorre anche cambiare i nostri pensieri, soprattutto quei pensieri che danno vita a convinzioni limitanti basate sull’idea di impossibilità, sui non posso, non ci riesco, non è cosa per me. Quante volte ci convinciamo di non potere fare questo o quell’altro, e non ci proviamo nemmeno, o molliamo dopo qualche tentativo, e così facendo ci precludiamo la possibilità di crescere e di imparare.

    Non comprendiamo che possiamo farcela sempre e comunque perché abbiamo dentro un enorme potenziale nascosto. Il fatto di averci provato qualche volta e di aver fallito non significa che non possiamo farcela.

    Il fallimento è sempre un successo se facciamo nostra la lezione su come fare meglio la prossima volta. L’errore non è una sconfitta, ma solo un intoppo momentaneo, una tappa fra tante che ci permette di avanzare con maggiore chiarezza di intenti verso la nostra meta.

    In un’occasione un reporter chiese a Edison come fosse riuscito a mantenere la sua positività pur avendo fallito 10.000 volte, ed Edison con molta calma rispose: Io non ho fallito, ho solamente provato 10.000 metodi che non hanno funzionato. La lezione è chiara: se vogliamo imparare, dobbiamo essere disposti a sbagliare e a trarre insegnamento dai nostri errori, perché l’errore ci avvicina sempre più al nostro traguardo.

    Le nostre aspettative devono essere sempre positive e fondate sulla convinzione di potercela fare sempre, nonostante ostacoli e difficoltà. Se le nostre convinzioni sono potenzianti alimenteranno pensieri positivi capaci di creare la realtà desiderata, poiché i pensieri sono lo stampo che dà forma a quell’immensa materia plastica in cui siamo immersi. Se, invece, siamo costantemente focalizzati su ciò che non va, che non ci piace, che non vogliamo…, creeremo una condizione energetica vibrazionale negativa che attrarrà frequenze d’onda del tutto simili a quelle emanate.

    Viviamo in un incommensurabile mare di sostanza mentale plastica. Questa sostanza è sempre viva e attiva. È sensibile al massimo grado. Essa prende forma in accordo con la richiesta mentale. I pensieri forgiano lo stampo o matrice da cui questa sostanza si esprime.

    Napoleon Hill

    Se desideriamo sintonizzarci su frequenze positive del campo energetico circostante, noi per primi dobbiamo emanarle. Siamo antenne ricetrasmittenti, energia che si esprime sotto forma di frequenze e vibrazioni.

    I nostri pensieri, il nostro modo di vedere, le nostre convinzioni, le nostre aspettative, le nostre emozioni e il nostro dialogo interno determinano la frequenza d’onda a cui vibriamo e ciò che di conseguenza attiriamo a noi.

    Parole e pensieri influenzano la nostra biochimica

    Pensieri e parole, nonostante la loro natura volatile e immateriale, modificano la struttura neuronale del cervello e innescano reazioni biochimiche che influenzano il nostro corpo e il nostro modo di agire.

    Quando riconosceremo che il pensiero è una forza, una manifestazione di energia attrattiva come quella dei magneti, inizieremo a capire la ragione di molte cose che fino a oggi ci sono sembrate oscure. Niente ci potrà ripagare del nostro tempo e impegno quanto l’indagine di questo straordinario principio che governa il mondo del pensiero, la Legge di Attrazione. Quando pensiamo, attiviamo delle vibrazioni nella sostanza sottilissima che ci circonda, né più

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1