Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Religione e morale (Tradotto): versione filologica del saggio
Religione e morale (Tradotto): versione filologica del saggio
Religione e morale (Tradotto): versione filologica del saggio
E-book45 pagine35 minuti

Religione e morale (Tradotto): versione filologica del saggio

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Mi avete chiesto: 1. Cosa intenda con la parola «religione» e 2. Se io consideri possibile che la morale sia indipendente dalla religione per come la intendo. Cercherò di rispondere a queste domande estremamente importanti e ben poste nel modo più efficace possibile.
Alla parola «religione» sono solitamente attribuiti tre significati diversi. Il primo vede la religione come una rivelazione di verità data da una divinità alle persone e una conseguente venerazione della divinità. Tale significato è attribuito alla religione dalle persone che credono in una qualsiasi delle religioni esistenti e che quindi considerano questa religione vera. Il secondo significato attribuito alla religione è quello secondo cui questa è un corpo di norme superstiziose stabilite e una conseguente venerazione superstiziosa della divinità. Tale significato è attribuito alla religione da persone non credenti in generale o che non credono nella religione di cui danno la definizione. Il terzo significato attribuito alla religione la definisce come un corpo di norme e leggi inventate da persone intelligenti che sono necessarie alle rozze masse popolari sia per confortarle, sia per contenere e controllare le loro passioni. Tale significato è attribuito alla religione da persone che sono indifferenti alla religione in quanto tale, ma che la considerano un utile strumento di governo.
LinguaItaliano
Data di uscita3 mar 2021
ISBN9788831462341
Religione e morale (Tradotto): versione filologica del saggio
Leggi anteprima
Autore

Leo Tolstoy

Hailed as one of the world’s greatest writers – by the likes of Dostoyevsky, Chekhov, Woolf, Joyce, Proust, Faulkner, and Nabokov – Leo Tolstoy (1828-1910) is best known for his novels War and Peace and Anna Karenina. He also received literary acclaim for his novel Resurrection, novellas such as The Death of Ivan Ilyich, and dozens of short stories including Master and Man and Walk in the Light. His spiritual and philosophical essays on Christianity, nonviolent resistance, and justice profoundly influenced Mahatma Gandhi and Martin Luther King, Jr., among others. Born into Russian nobility, Tolstoy eventually renounced his wealth and title to put his beliefs into practice.

Correlato a Religione e morale (Tradotto)

Titoli di questa serie (7)

Visualizza altri

Ebook correlati

Articoli correlati

Categorie correlate

Recensioni su Religione e morale (Tradotto)

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Religione e morale (Tradotto) - Leo Tolstoy

    Tolstoj

    Religione e morale

    versione filologica del saggio

    (1893)

    a cura di Bruno Osimo

    Copyright © Bruno Osimo 2021

    Titolo originale dell’opera: Религия и нравственность

    Traduzione dal russo di Nicolas Grecchi

    Bruno Osimo è un autore/traduttore che si autopubblica

    La stampa è realizzata come print on sale da Kindle Direct Publishing, Wrocław

    ISBN 9788831462334 per l’edizione cartacea

    ISBN 9788831462341 per l’edizione elettronica

    Contatti dell’autore-editore-traduttore: osimo@trad.it

    Traslitterazione

    La traslitterazione del russo è fatta in base alla norma ISO 9:

    â si pronuncia come ’ia’ in ’fiato’ /ja/

    c si pronuncia come ’z’ in ’zozzo’ /ts/

    č si pronuncia come ’c’ in ’cena’ /tɕ/

    e si pronuncia come ’ie’ in ’fieno’ /je/

    ë si pronuncia come ’io’ in ’chiodo’ /jo/

    è si pronuncia come ’e’ in ’lercio’ /e/

    h si pronuncia come ’c’ nel toscano ’laconico’ /x/

    š si pronuncia come ’sc’ in ’scemo’ /ʂ/

    ŝ si pronuncia come ’sc’ in ’esci’ /ɕː/

    û si pronuncia come ’iu’ in ’fiuto’ /ju/

    z si pronuncia come ’s’ in ’rosa’ /z/

    ž si pronuncia come ’s’ in ’pleasure’ /ʐ/

    Religione e morale

    Mi avete chiesto: 1. Cosa intenda con la parola «religione» e 2. Se io consideri possibile che la morale sia indipendente dalla religione per come la intendo.

    Cercherò di rispondere a queste domande estremamente importanti e ben poste nel modo più efficace possibile.

    Alla parola «religione» sono solitamente attribuiti tre significati diversi.

    Il primo vede la religione come una rivelazione di verità data da una divinità alle persone e una conseguente venerazione della divinità. Tale significato è attribuito alla religione dalle persone che credono in una qualsiasi delle religioni esistenti e che quindi considerano questa religione vera.

    Il secondo significato attribuito alla religione è quello secondo cui questa è un corpo di norme superstiziose stabilite e una conseguente venerazione superstiziosa della divinità. Tale significato è attribuito alla religione da persone non credenti in generale o che non credono nella religione di cui danno la definizione.

    Il terzo significato attribuito alla religione la definisce come un corpo di norme e leggi inventate da persone intelligenti che sono necessarie alle rozze masse popolari sia per confortarle, sia per contenere e controllare le loro passioni. Tale significato è attribuito alla religione da persone che sono indifferenti alla religione in quanto tale, ma che la considerano un utile strumento di governo.

    Secondo la prima definizione, la religione è una verità indiscussa, assoluta, che è auspicabile e persino necessario per il bene delle persone diffondere tra loro con tutti i mezzi possibili.

    Stando alla seconda definizione, la religione è una raccolta di superstizioni, dalle quali è auspicabile e persino necessario per il bene dell’umanità liberare le persone con tutti i mezzi possibili.

    Secondo la terza definizione, la religione è un meccanismo stabilito utile per le persone, non necessario per le persone di cultura superiore, imprescindibile, però, per confortare il popolo rozzo e per controllarlo, e che quindi va sostenuto.

    La prima definizione è simile a quella che una persona darebbe

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1