Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Umbria: Italiano

Umbria: Italiano

Leggi anteprima

Umbria: Italiano

Lunghezza:
140 pagine
55 minuti
Pubblicato:
28 gen 2021
ISBN:
9781005669256
Formato:
Libro

Descrizione

Sarà la suggestione del luogo o una certa aria incantata (potremmo quasi dire "mistica") che si respira un po' ovunque, ma prima o poi chi visita l'Umbria finisce per pensare: San Francesco, quel grande, gentile, tenero e poetico santo della felicità e dell'umiltà non poteva che nascere qui in Umbria.

In questo luogo di natura sempre verde, tranquilla e radiosa, in queste città, il concetto di "centro storico" sembra inadeguato e riduttivo, tanto è diffusa la componente monumentale e artistica nelle città dell'Umbria.

Perugia, per esempio, la capitale della regione, descriverla è perdersi nella ricchezza, complessità e magnificenza dei suoi tesori architettonici e artistici.

Questa guida copre la regione dell'Umbria, nell'Italia centrale, chiamata "il cuore verde d'Italia". In dettaglio, copre Perugia, Assisi, Gubbio, Passignano Sul Trasimeno, Orvieto, Spello, Spoleto, Todi.
In questo luogo di natura sempre verde, tranquilla e radiosa, in queste città, il concetto di "centro storico" sembra inadeguato e riduttivo, tanto è diffusa la componente monumentale e artistica nelle città dell'Umbria.

Questa guida copre la regione dell'Umbria, nell'Italia centrale, chiamata "il cuore verde d'Italia". In dettaglio, copre Perugia, Assisi, Gubbio, Passignano Sul Trasimeno, Orvieto, Spello, Spoleto, Todi.

Pubblicato:
28 gen 2021
ISBN:
9781005669256
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore

Enrico Massetti was born in Milan, Italy, where he lived for more than 30 years, visiting countless tourist destinations from the mountains of the Alps to the sea of Sicily. He now lives in Washington, DC, USA. However, he regularly visits his hometown and enjoys touring all the places in his country, especially those he can reach by public transportation.You can reach Enrico at enrico@italian-visits.com.


Correlato a Umbria

Categorie correlate

Anteprima del libro

Umbria - Enrico Massetti

Umbria

Spoleto

Forse è per la natura evocativa del luogo, o l'aria magica (potremmo quasi dire mistica) che ad ogni modo si respira dappertutto, ma prima o poi chiunque visiti l'Umbria è portato a pensare: San Francesco, così grande, gentile, sensibile e poetico, il Santo della gioia e della docilità, sarebbe potuto nascere solo qui in Umbria.

In questo luogo dalla natura sempreverde, magica e splendente, in questi paesi per i quali il concetto di centro storico sembra inadeguato e riduttivo, la componente monumentale ed artistica dei paesi umbri è interminabile.

Ad esempio, a Perugia, capoluogo di regione, ci si perde tra la ricchezza, la complessità e la magnificenza delle sue bellezze architettoniche ed artistiche: dalle mura etrusche allo splendido Palazzo Gallenga, sede della prestigiosa Università per Stranieri, e tanti altri edifici e monumenti storici che portano alla piazza centrale, Piazza IV Novembre,

impreziosita da gioielli architettonici e artistici come la Grande Fontana e il magnifico Palazzo dei Priori.

Gubbio – Palazzo dei Consoli

Lo stesso vale per la splendida Gubbio, con i suoi ricordi di San Francesco e i monumenti medievali e rinascimentali. E poi Todi, Spello, Spoleto, Orvieto, Città di Castello e tante altre piccole città: tutte superbamente arricchite da monumenti, palazzi e chiese di grande pregio artistico.

Cartina dell Umbria

Anche Terni, una moderna città industriale, possiede ricchezze come le chiese di San Salvatore e San Francesco e, nelle vicinanze, lo spettacolo naturale delle Cascate delle Marmore.

Alla fine, Assisi, la città natale di San Francesco (e di Santa Chiara, fondatrice delle Clarisse), una delle mete cristiane più note e frequentate dai pellegrini. 

Umbria: dovete assolutamente visitarla.

Perugia

Perugia, Palazzo dei Priori

Perugia è il capoluogo della regione Umbria, nell’Italia centrale, vicina al fiume Tevere, ed anche il capoluogo di provincia. 

È un’importante città artistica del centro Italia. Deve il suo nome al famoso pittore Pietro Vannucci, detto il Perugino, che lavorò a Perugia, Roma e Firenze. Si dice che il Perugino fosse il Maestro di Raffaello, il quale lasciò a Perugia cinque dipinti (ora non più nella città) e un affresco. Anche un altro famoso pittore, il Pinturicchio, visse qui. In Galeazzo Alessi, Perugia trovò il suo architetto più famoso.

Questa notevole città etrusca, eretta su una collina che guarda alla valle del Tevere, divenne poi un comune di Roma; il Medioevo e il Rinascimento le hanno conferito l’aspetto severo e nobile che oggi vanta. Il centro artistico della città è Piazza IV Novembre, con al centro la Fontana Maggiore (1275), decorata da Nicola e Giovanni Pisano.

Su un lato della piazza si erge l’imponente cattedrale gotica (al suo interno troviamo sculture e dipinti, e una Madonna di Luca Signorelli nel museo), e sull’altro lato, il vistoso Palazzo dei Priori (costruito nel tredicesimo secolo ma ingrandito negli ultimi due secoli) dalla cui austera facciata spuntano le statue bronzee del Grifone e del Leone, emblemi della città. 

Il meraviglioso portone principale del Palazzo si apre su Corso Vannucci; al secondo piano si trova la Galleria Nazionale dell’Umbria, 25 stanze contenenti una magnifica collezione di dipinti, con le prime opere di Duccio di Buoninsegna, Gentile da Fabriano, Beato Angelico, Piero della Francesca, Benozzo Gozzoli, il Pinturicchio, e il Perugino, oltre a numerose sculture medievali e rinascimentali.

Accanto, sullo stesso Corso, vi è il Collegio del Cambio, antica sede dei cambiavalute, con la sontuosa Sala delle Udienze affrescata dal Perugino, decorata da preziose cornici in legno intagliato. Uscendo dall’edificio, ci immettiamo su Via dei Priori, in un contesto medievale semplice e, passando davanti la Chiesa di San Filippo Neri, con la sua facciata barocca, scendiamo per una seri di vicoli antichi, fino ad un luogo molto pittoresco, in cui vediamo l’alta Torre degli Sciri (XII sec.), la Porta Trasimena, di origini etrusche, e la meravigliosa facciata rinascimentale della Madonna della Luce (1518).

Da qui, giungiamo alla grande Piazza San Francesco in cui vediamo, l’uno accanto all’altra, l’Oratorio di San Bernardino, con la sua facciata decorata dai rilievi di Agostino di Duccio (1461), e la chiesa gotica di San Francesco (1230).

Vi suggeriamo di tornare in Via dei Priori e percorrere l’antichissima Via della Gabbia, e percorrere la strada curva, chiamata Maestà delle Volte, uno dei siti medievali più belli d’Italia.

Fontana Maggiore

Percorriamo Piazza Morlacchi e, passando per Via Cesare Battisti, giungiamo al cosiddetto Arco di Augusto, una maestosa porta etrusca, con una

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Umbria

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori