Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

In morte del tiranno: Lorenzino dei Medici, da «Bruto toscano» a «Bruto italiano»
In morte del tiranno: Lorenzino dei Medici, da «Bruto toscano» a «Bruto italiano»
In morte del tiranno: Lorenzino dei Medici, da «Bruto toscano» a «Bruto italiano»
E-book71 pagine52 minuti

In morte del tiranno: Lorenzino dei Medici, da «Bruto toscano» a «Bruto italiano»

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

Lorenzino de’ Medici è una figura estremamente affascinante, controversa ed emblematica della storia del Rinascimento fiorentino. Il suo inaspettato gesto omicida, rivolto contro Alessandro de’ Medici nella notte dell’Epifania del 1537 è stato capace di stupire e di sconvolgere gli equilibri politici nella sua città e nella penisola e di riaccendere le speranze degli esuli repubblicani. Acclamato come novello Bruto liberatore della patria o denigrato come il massimo traditore del sovrano, da figura marginale, Lorenzino assurge a un’improvvisa notorietà e accende passioni politiche contrastanti. Con In morte del tiranno, intendo rievocare le diverse interpretazioni dell’immagine del tirannicida, commentando il documentato e approfondito lavoro curato da Vincenzo Gueglio dedicato a Lorenzino de’ Medici, alla sua Apologia, manifesto ideologico del tirannicidio compiuto, dove si afferma che “[…] e tiranni, in qualunque modo si ammazzino e spenghino, sien ben morti”.
LinguaItaliano
Data di uscita21 gen 2021
ISBN9788899415945
In morte del tiranno: Lorenzino dei Medici, da «Bruto toscano» a «Bruto italiano»
Leggi anteprima

Correlato a In morte del tiranno

Titoli di questa serie (7)

Visualizza altri

Libri correlati

Categorie correlate

Recensioni su In morte del tiranno

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

    Anteprima del libro

    In morte del tiranno - Francesca Russo

    Tutti i diritti riservati

    Copyright ©2021 Oltre S.r.l.

    www.oltre.it

    ISBN 9788899415945

    Titolo originale dell’opera:

    In morte del tiranno

    di Francesca Russo

    Marchio editoriale GAMMARÒ

    Collana * LE OPERE E I GIORNI *

    INDICE

    Autore - Francesca Russo

    Passioni e ombre di un tirannicida. Un Medici nell’inquieta Firenze d’inizio ‘500

    Lorenzino de’ Medici: un tirannicida letterato e dissimulatore o il perfetto congiurato machiavelliano?

    …e tiranni, in qualunque modo si ammazzino e si spenghino, sien ben morti

    La notte dell’Epifania del 1537: storici e letterati a confronto

    La vendetta colpisce il Bruto toscano: l’uccisione di Lorenzino de’ Medici

    Lorenzino affidato alla storia: alcune considerazioni conclusive

    Foto

    FRANCESCA RUSSO

    Francesca Russo è Professore Ordinario di Storia delle dottrine Politiche presso l’Università Suor Orsola Benincasa. È Delegato del Rettore per il Programma Erasmus. Tra i suoi precedenti lavori si ricorda: Alle origini delle società delle Nazioni. Pacificazione e arbitrato nella cultura europea del Seicento; Il <>. Sulla fortuna di Grozio fra Westphalia e Napoli; Bruto a Firenze. Mito, Immagine e Personaggio; Donato Giannotti pensatore politico europeo e la curatela dell’edizione settecentesca de Il Dritto della guerra e della pace di Ugone Grozio. È stata borsista e poi visiting researcher presso il Max Planck Institut für Europäische Rechtsgeschichte. E’ stata visiting researcher presso il Department of History, Classics and Archaeology dell’Università di Edimburgo, presso il Laboratoire d’Etudes Romanes dell’Università Paris 8 e presso il Departamento de Historia, Geografía y Filosofía de la Universidad de Càdiz. E’ stata anche invited researcher and guest lecturer al Department of modern languages and literature dell’Università U-Ottawa, invited researcher and guest lecturer presso la School of Antropology and Conservation of University of Kent e guest lecturer alla School of World Studies (Virginia Commonwealth University).

    PASSIONI E OMBRE DI UN TIRANNICIDA. UN MEDICI NELL’INQUIETA FIRENZE D’INIZIO ‘500

    La suggestiva vicenda del tirannicidio perpetrato da Lorenzino de’ Medici nella notte dell’Epifania del 1537 contro Alessandro, duca illegittimo della città di Firenze ha ispirato una vastissima letteratura coeva e successiva. Ho avuto modo in anni precedenti di occuparmi di questo interessantissimo caso della storia fiorentina, italiana ed europea del Rinascimento in un libro dal titolo Bruto a Firenze: mito, immagine e personaggio e in successivi contributi volti a ricostruire la fortuna del mito di Bruto- Lorenzino de’ Medici¹. Grazie alla vastissima raccolta di testi curata da Vincenzo Gueglio² ho l’occasione di tornare su questo momento della storia così suggestivo e rilevante e sulla costruzione delle letture mitografiche annesse al gesto del tirannicida dai narratori e dagli interpreti degli eventi relativi alla morte del duca fiorentino e delle successive giustificazioni ed interpretazioni ideologiche.

    In Apologia del Tirannicidio, curata da Vincenzo Gueglio, si trovano, come recita il sottotitolo, infatti, molti documenti e testimonianze sull’uccisione di Alessandro de’ Medici e sulla conseguente esecuzione del tirannicida da parte dei sicari di Carlo V e di Cosimo de’ Medici. Si tratta di un lavoro estremamente dettagliato, accurato e complesso che denota la grande competenza e la profonda passione del curatore. L’intento principale del lavoro, che si evince dall’intelaiatura del testo, è quello di raccontare compiutamente gli avvenimenti del celebre tirannicidio della notte dell’Epifania del 1537 e di soffermarsi sull’Apologia scritta dall’attore principale del gesto clamoroso per presentare le sue ragioni politiche difronte ai detrattori presenti fra i nemici e fra i cosiddetti amici. Gueglio propone nel suo volume, di piacevole lettura, una struttura narrativa estremamente ricca e complessa. Nella Premessa si ricostruisce il significativo scambio di idee fra Piero Giordani e Giacomo Leopardi sul valore letterario dell’Apologia lorenziniana, arricchito dai giudizi leopardiani sulla rappresentazione della morte di Alessandro che si evincono dallo Zibaldone e dalle Operette morali. Segue poi una parte del testo dedicata ad introdurre la figura di Lorenzino de’ Medici. Il corpo principale del lavoro è rivolto alla presentazione dell’Apologia del tirannicidio, pubblicata secondo la lezione offerta da Francesco Erspamer. Si aggiunge un’attenzione particolare per la Lettera a Francesco Raffaello de’ Medici, testo che contiene molte delle ragioni espresse nell’Apologia lorenziniana. Il testo curato da Gueglio è arricchito da un corposissimo nucleo di appendici testuali. Nella prima, il curatore si sofferma sulla presunta Discolpa di Lorenzino de’ Medici, pubblicata da Ridolfo Mazzucconi, pur sapendo che si tratta di un documento letterario e non storicamente attribuibile al tirannicida. Si dà rilievo alla ricostruzione ex-post dei fatti della notte dell’Epifania offerta

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1