Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Una cosa molto figa

Una cosa molto figa

Leggi anteprima

Una cosa molto figa

Lunghezza:
70 pagine
1 ora
Editore:
Pubblicato:
23 ott 2020
ISBN:
9788831696715
Formato:
Libro

Descrizione

Cronaca di un viaggio improvvisato, nato dall'impellente necessità della protagonista di fare qualcosa per se stessa. E' questa per lei “una cosa molto figa”: viaggiare per la prima volta nella sua vita da sola,andare lontano in auto e anche con la mente, spostarsi tra passato e presente per raggiungere la meta del “posso farcela”.
Editore:
Pubblicato:
23 ott 2020
ISBN:
9788831696715
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Una cosa molto figa

Articoli correlati

Anteprima del libro

Una cosa molto figa - Lara Berti

info@youcanprint.it

Una figura femminile a terra, di schiena, accasciata sul suo lato sinistro, il braccio disteso sotto la testa, le gambe leggermente flesse. La scorgo da lontano nella poca luce. Rimane immobile. Avvicinandomi la visione rimane poco nitida, i contorni non si ricompongono ma vedo una farfalla carica-carillon che le sporge dalla schiena.

Che sogno strano! Una donna sola e inerme, scarica, senza più energie. Mi rappresenta in tutta la sua drammaticità in bianco e nero.

E’ successo quello che è successo, la mia vita è così, la mia famiglia è così. E va bene.

Ma io ora ho bisogno di fare qualcosa per me, solo per me, perché ho capito quanto sia importante stare bene da soli. Perché da soli si muore ed è fondamentale essere in pace con se stessi e saper sconfiggere la paura, perché non siamo la metà di nulla bensì esseri completi.

Chi lo dice che a 50 anni non si può fare una mattata? È proprio a 50 anni che si deve fare una mattata!!!

Devo fare qualcosa, voglio fare qualcosa per me e solo per me…

Devo ricaricarmi, devo rialzarmi, rimettermi in forma, pormi in discussione. Il mio inconscio me lo ha confermato con il sogno di poco fa.

Ma cosa posso fare?

Ma cosa posso fare? Un grande casino in testa, ansia… devo trovare una soluzione ma in fretta eh, non c’è un momento da perdere. Ogni giorno che passa è un giorno in meno. Il tempo è la cosa più preziosa che abbiamo e purtroppo ce ne rendiamo conto sempre troppo tardi, accidenti. Devo dare la carica giusta al mio carillon.

Vediamo: e la mia testolina, oramai molto sveglia, si mette in moto....

Massaggi alle gambe? Li ho amati tanto, ne ho fatti tantissimi ma poi boh Cinzia la mia amica estetista mi ha detto che tanto sono fatta così, il mio corpo è questo e difficilmente migliorerò... poi non sarebbero niente di nuovo – no non vanno bene i massaggi, costosi quanto inutili.

Le terme – uff un po’ inflazionate? Qualche tempo fa pensavo che sarebbe stato bello fare una vacanza di una settimana a Ischia ed unire le cure termali alla buona cucina, con un bel paesaggio e un ottimo clima. Se ci penso ora però mi vengono in mente i brividi che mi da il costume intero bagnato addosso quando esco fuori dalla piscina di acqua calda e devo correre a prendere l’accappatoio, e magari l’accappatoio è di microfibra… una bella invenzione ma cavolo come è difficile indossarlo se si è bagnati che poi non asciuga neanche bene; e niente, questa sensazione mi disturba – no le terme decisamente non vanno bene.

Un nuovo taglio di capelli: Dio come mi piacerebbe portare i capelli supercorti! Ma non mi ci vedo un granché. Alla fine ho la fortuna di avere una bella capigliatura mossa che non ha bisogno di grandi cose: si asciugano anche da soli, non importa dare piega o perderci molto tempo. Ok sono un po’ bianchi ma è giusto così. Però un bel taglio corto mi sarebbe sempre piaciuto. Per un po’ l’ho anche portato ma poi richiede troppo tempo, si deve andare spesso dal parrucchiere perché sennò si vede. Poi a me non stanno mica tanto bene! Ho il viso piccolo, la testa piccola ma i fianchi larghi; i capelli corti sono sfiziosi ma impegnativi, i capelli corti non sono per tutte, almeno non per me. Tagliare i miei capelli ora che sono tutti pari e facilmente controllabili non avrebbe senso; quella poi è una cosa che si fa se si divorzia, non se si sta per festeggiare un compleanno.

Un corso di cucina di quelli superfighi tipo con Cristiano Tomei, per imparare a cucinare con il fumo o utilizzando la paglia o la vasocottura o basse temperature o chissà quale altra diavoleria? Potrebbe essere … ma poi dove mi metto a cucinare? La cucina è piccola (in realtà tutta la casa è piccola) e poi, tutto sommato… preferisco andare a tavola apparecchiata! Cucinare mi piace, sì, ma con moderazione; poi non mi piace riordinare e ripulire tutto ma soprattutto odio gli odori quindi cucino solo se è tempo bello -asciutto e so di poter lasciare aperte finestra e porta del terrazzo a lungo, perché non resti traccia dei miei vapori! Metti poi che Cristiano mi faccia usare le uova? Io non mangio uova da 35 anni (sono diventata allergica dopo una brutta indigestione, così come per le ciliege). O magari se mi insegnasse a trattare il pesce, o le anguille, o il fegato, o le interiora, o le barbe rosse, il coniglio, l’agnello, l’aglio, l’aglio unito al prezzemolo, o se mi facesse toccare il burro con le mani??? Nooo, sarebbe superfigo poter trascorrere un po’ di tempo con Cristiano Tomei ma non fa per me. Il gioco non vale la candela: verrebbero fuori dei piatti di discutibile gusto e quantità scarse a fronte di un casino indicibile dovunque e probabilmente una puzzolenza incontenibile che impregna pure i capelli (ci si apparenta, ci si sposa e non li molla fino al prossimo shampoo)! Mi sto rendendo conto che non ce la faccio proprio a mangiare di tutto / tanto meno a cucinare di tutto, perché non mi piacciono che poche cose. Per una bella e abbondante porzione di lasagne o per una pizza napoletana sì che posso incasinare il mondo, posso pure sacrificare la mia vaporosa chioma, ma

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Una cosa molto figa

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori