Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Rivoluzione leadership: I tempi sono cambiati e i vecchi modelli non funzionano più: diventa il leader perfetto per la nuova era del business
Rivoluzione leadership: I tempi sono cambiati e i vecchi modelli non funzionano più: diventa il leader perfetto per la nuova era del business
Rivoluzione leadership: I tempi sono cambiati e i vecchi modelli non funzionano più: diventa il leader perfetto per la nuova era del business
E-book129 pagine1 ora

Rivoluzione leadership: I tempi sono cambiati e i vecchi modelli non funzionano più: diventa il leader perfetto per la nuova era del business

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Cos’è la leadership al giorno d’oggi? Non è più ciò che pensi.
L’inclusività, la globalizzazione, lo smart working, l’attenzione al prossimo e le nuove scoperte per massimizzare il rendimento del singolo e di un team di lavoro hanno dato un duro colpo alle teorie sulla leadership del passato. Poi è arrivato il Covid-19 ed è stato il colpo finale. Puoi continuare a seguire i modelli di leadership che hai scoperto negli anni, che hai letto nei libri, che hai visto nei film, oppure puoi imparare la nuova tendenza, quella che sta rivoluzionando il mondo dell’efficienza professionale.
Sei pronto a questa nuova sfida?
LinguaItaliano
EditoreAloha srl
Data di uscita8 ott 2020
ISBN9788885569072
Rivoluzione leadership: I tempi sono cambiati e i vecchi modelli non funzionano più: diventa il leader perfetto per la nuova era del business
Leggi anteprima

Leggi altro di Simona Colaiuda

Correlato a Rivoluzione leadership

Recensioni su Rivoluzione leadership

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Rivoluzione leadership - Simona Colaiuda

    rivoluzione

    INTRODUZIONE

    Ho deciso di scrivere questo libro in un momento di crisi mondiale, quella dettata dalla pandemia del nuovo Coronavirus, chiamato Sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2 (SARS-CoV-2), con l’intento di fornire al lettore gli strumenti necessari per alimentare e mantenere accesa la luce della fiducia e della speranza. Le crisi, di qualunque natura esse siano, ci portano a spegnere la luce: preferiamo non guardare, perché alcune situazioni reali sono davvero difficili da affrontare, ci fanno paura, abbiamo paura di soffrire, il buio nasconde le paure, però non le cancella, le amplifica. Questa crisi non è stata da meno di altre del passato e verosimilmente non sarà l’ultima, e ha compromesso sia gli equilibri individuali sia quelli collettivi, rivelandosi particolarmente difficile da affrontare, da gestire e da superare, comunque suscettibile di sviluppi più o meno gravi.

    Senza speranza non c’è vita. Lo stesso Napoleone Bonaparte disse: «I leader sono mercanti di speranza». I leader hanno bisogno di parlare all’immaginario collettivo delle persone per creare un’identità di gruppo, per aiutarle a diventare migliori di quello che credono di essere.

    Quindi, al di là della gravità della crisi specifica, ognuno di noi, così come l’intera popolazione mondiale, potrebbe trovarsi in qualsiasi momento a fare fronte a crisi di diverso tipo e di diversa natura. Il SARS-CoV-2 non è mai stato identificato prima di essere segnalato a Wuhan (Cina) nel dicembre 2019, è stato un evento inaspettato, il classico fulmine a ciel sereno: ma quale crisi si preannuncia prima di arrivare?

    Qualunque sia la natura e la portata di una crisi, mondiale, collettiva, individuale, l’unico strumento che abbiamo a disposizione è la gestione della paura che la crisi porta con sé. La paura dà potere a chi la incute, fosse anche un virus, talmente piccolo che neanche lo vediamo: i nemici invisibili incutono ancora più terrore. Per sconfiggere la paura e tutti i disagi che potrebbero scaturire da essa - psichici, emotivi, fisici - l’unica arma che abbiamo è il modo in cui a essa reagiamo. La reazione dipenderà dalla nostra preparazione personale.

    Siamo una specie in evoluzione e l’evoluzione non è altro che una trasformazione progressiva e graduale, più o meno lenta. Di qui la scelta della leadership, quale risorsa chiave dei tempi di crisi come quello che stiamo vivendo, crisi che diventano sempre più frequenti poiché da solide sono diventate liquide trasformandosi anch’esse, al pari della nostra società. In questa liquidità in cui ci troviamo immersi ogni forma organizzativa, sociale e individuale non riesce più a conservare per molto tempo la propria forma, poiché si scompone e poi si scioglie più in fretta che in passato e comunque in maniera così veloce che non riesce ad avere il tempo necessario ad assumere un ruolo finito e definito nel posto che gli era stato assegnato.

    La mancanza di organicità del contesto di riferimento fa sì che il ruolo della leadership divenga un ruolo chiave, poiché permette di mantenere una direzione nella complessità del frammentario e, attraverso la creazione di una vision, permette di camminare su un terreno instabile con una maggiore sicurezza. Il futuro è una proiezione a occhi aperti dei sogni e dei bisogni degli individui e dei membri delle organizzazioni. Per questo si può sempre creare il futuro che si vuole e tornare a rinascere, anche se mai uguali a prima. Possiamo sempre rinascere. Questa rinascita è data dalla capacità di guardare sia al futuro attraverso progetti di lungo periodo superando l’ostacolo creato dal senso di precarietà, che è devastante, sia al progresso che è l’altra faccia del cambiamento, quella positiva, non una nuova minaccia ma una nuova opportunità di miglioramento che permetta di rivolgersi al futuro con uno sguardo scevro di paura. Ma questa capacità di proiezione va compresa e allenata. Ecco lo scopo di questo libro.

    Nel corso del libro parleremo di intelligenza emotiva e delle sue dimensioni, e delle specifiche competenze personali che determinano il modo in cui controlliamo noi stessi, i nostri comportamenti e le nostre relazioni con gli altri. Analizzeremo il concetto di leadership e la sua evoluzione, scoprendo quali e quanti sono gli stili della leadership, ma anche la loro rispondenza alle varie esigenze organizzative, aziendali e personali.

    Ho ritenuto necessario lo studio e l’analisi del concetto di leadership poiché ritengo che l’utilizzo di uno stile anziché un altro dipenda dal contesto organizzativo in cui il leader si trova a muovere. In più, poiché in una stessa situazione potrebbe rendersi necessario il contemporaneo utilizzo di più stili, ritengo che i veri leader siano coloro che hanno consapevolezza dei diversi stili di comando, e la conoscenza integrata di tale strumento permetta loro di passare dall’uno all’altro in modo fluido e sempre compatibile al contesto organizzativo di riferimento. Questo faciliterà il perseguimento degli scopi organizzativi in modo strategico e la realizzazione di programmi attuativi più efficienti ed efficaci nel raggiungimento degli obiettivi e nell’ottenimento di migliori risultati tesi alla realizzazione dello scopo finale.

    Nel libro vi parlerò del potente strumento del coaching, della sua natura e delle sue caratteristiche fondamentali. Sono una Coach professionista da più di dieci anni. Ho lavorato con molte organizzazioni, ma anche con singoli individui. Svolgo inoltre tale attività, oltre che a livello organizzativo-aziendale e personale, anche a livello sportivo: sono la Mental Coach di una importante scuola di calcio. Nel corso del tempo la passione è rimasta inalterata, così come l’aggiornamento professionale che è continuo. Ho già scritto di coaching nella mia precedente pubblicazione Costruisci la tua felicità in tre atti (Ed. Aloha, 2017) e su numerose riviste nazionali, di alcune sono stata co-autrice e su altre ho curato rubriche dedicate. Mi sono specializzata in Programmazione Neuro-Linguistica diventando Master Practitioner in PNL e mi sono occupata di formazione anche in ICF-International Coach Federation – Italia Charter Chapter. Attualmente sono allieva diretta e collaboro con il Prof. Stefano Benemeglio, padre delle Discipline Analogiche.

    Grazie alla mia esperienza posso affermare che il coaching sia il migliore strumento a disposizione del leader per passare da uno spettro all’altro degli stili di leadership. Questa potenzialità è propria del coaching poiché permette al leader di sfruttare le caratteristiche positive di ogni membro dell’organizzazione attraverso l’acquisizione della consapevolezza e la presa di responsabilità. Il coaching si rende necessario nell’ambito di un rinnovamento della cultura aziendale dovuta a un mutamento del contesto economico e sociale di riferimento, un contesto globale che crea e promuove la divisione e non l’unità, laddove l’arma vincente è la collaborazione che permette la creazione di un’entità che sia qualcosa di più della somma delle singole parti che compongono la collettività. Un metodo di lavoro che guiderà in ogni circostanza e permetterà altresì che il fallimento diventi parte integrante del processo di apprendimento collettivo.

    Scopo del libro quindi, è l’acquisizione di un metodo che permetterà lo sviluppo di una creativa flessibilità, ossia la capacità di riconoscere, valutare e sperimentare l’efficacia delle strategie di pensiero, piuttosto che ricorrere sistematicamente a soluzioni preconfezionate. Questo modo di procedere diminuirà le protezioni dall’errore, mettendolo in conto e utilizzandolo come concreto apprendimento, giacché non sono i meri fatti che hanno valore nella vita, ma ciò che si diventa dopo avere attraversato quei fatti, quegli eventi. Questo significa dare importanza al valore personale e non al successo, inteso come conquista di un qualcosa di esterno. Se ci trovassimo catapultati in una giungla, non ce ne faremmo niente dei successi realizzati: e lì, soli e nudi, l’unica cosa che conterebbe sarebbe il nostro personale valore.

    Questo nuovo modo di pensare e di pensarsi genera l’esigenza di una ridefinizione del concetto di leadership, ecco perché parlo di rivoluzione: rivoluzione leadership.

    PRIMA PARTE: CONOSCERE LA LEADERSHIP

    CAPITOLO 1

    L’evoluzione del concetto di leadership

    La leadership si può osservare sia

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1