Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

ADHD, Strategie educative per gli insegnanti: Pratico manuale per docenti

ADHD, Strategie educative per gli insegnanti: Pratico manuale per docenti

Leggi anteprima

ADHD, Strategie educative per gli insegnanti: Pratico manuale per docenti

Lunghezza:
37 pagine
20 minuti
Editore:
Pubblicato:
7 ott 2020
ISBN:
9791220205184
Formato:
Libro

Descrizione

L'ADHD colpisce circa il 5% dei bambini, eppure in Italia è raramente diagnosticato. Attraverso un percorso che descrive diagnosi, caratteristiche e disturbi associati, il manuale offre una guida pratica e immediata al docente che si trovi per la prima volta in classe un alunno con esigenze diverse e voglia comprendere come strutturare una lezione comprensibile anche per lui.
All'interno del libro è presente un template esclusivo per organizzare un Programma Educativo Individuale per alunni ADHD nella scuola primaria, che il docente potrà personalizzare secondo la sua esperienza.
Editore:
Pubblicato:
7 ott 2020
ISBN:
9791220205184
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a ADHD, Strategie educative per gli insegnanti

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

ADHD, Strategie educative per gli insegnanti - Arianna Fabbro

Capitolo 1

1.1 Cos’è l’ADHD

L’Attention Deficit Hyperactivity Disorder, Sindrome da deficit di attenzione e iperattività (da ora in poi ADHD) è una categoria di disturbi medici associata a difficoltà di attenzione, iperattività e impulsività, difficoltà a controllare comportamenti non appropriati relativamente all’età dell’individuo.

Non esiste un test unico per la diagnosi dell'ADHD, i terapisti valutano un cluster di comportamenti al fine di effettuare una diagnosi individuale. In questo quadro si tendono a individuare aspetti problematici nel comportamenti dei bambini e successivamente si concentra sull'identificazione sulle singole patologie atte a definire un vero e proprio quadro clinico.

Al fine di identificare i bambini affetti da questo disturbi+o è necessario che i sintomi appaiano in un arco di tempo più o meno definito e siano caratterizzati da un certo decorso. I sintomi cominciano quindi da sei anni a dodici, sono presenti per più di sei mesi, e causare problemi in almeno due (ad esempio a scuola, a casa, o nelle attività ricreative). Nei bambini questi sintomi possono risultare in carenze dell’apprendimento, in paerticolare in ambito scolastico. Nonostante le difficoltà che provoca, soprattutto nella società moderna, molti bambini con ADHD dimostrano una buona capacità di focus e concentrazioni per le attività che trovano interessanti.

Nonostante l’ADHD sia il disturbo più comunemente studiato e diagnosticato nei bambini e negli adolescenti, le cause esatte del problema non sono note. Si ritiene sia sostanziale un’interazione tra fattori genetici e ambientali.

Studi recenti hanno dimostrato che sono coinvolti direttamente quei geni che riguardano direttamente la neurotrasmissione della dopamina. (DAT, DRD4, DRD5, TAAR1, MAOA, COMT, e DBH). È stata inoltre individuata una variante comune al 9% della popolazione diagnosticata, un gene

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di ADHD, Strategie educative per gli insegnanti

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori