Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Ventitrè - 366 giorni di me
Ventitrè - 366 giorni di me
Ventitrè - 366 giorni di me
E-book220 pagine1 ora

Ventitrè - 366 giorni di me

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Questo libro racconta un pezzo vita di una ragazza che, sentendosi persa dopo un amore finito, sfoga il suo dolore attraverso la poesia.

Poesie in cui emergono la rinascita, le paure di un futuro incerto, nuovi amori e amicizie; qui si riconosce in un corpo nuovo e a piccoli passi cerca di superare il suo momento buio.
LinguaItaliano
Data di uscita7 ott 2020
ISBN9788831695923
Ventitrè - 366 giorni di me
Leggi anteprima

Categorie correlate

Recensioni su Ventitrè - 366 giorni di me

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Ventitrè - 366 giorni di me - Lara Massi

    I tuoi occhi incrociano i miei e la tua coda impazzisce. Un salto e un borbottio del tipo dove sei stata?

    E poi tutto il buio scompare.

    Corri, giochi e passeggiata.

    Emozione di abbracciarti.

    Non ti abbonderò.

    Ma tu lo sai. Lo hai sempre saputo.

    Manchi.

    E poi il tempo si ferma.

    Mi atterri con un salto.

    I tuoi occhi nei miei.

    Ancora e per sempre.

    Sei gioia e potere.

    Quattro zampe.

    È tutto qui.

    Ancora si sente.

    Pensavo di aver superato il dolore, lo schifo stava spazzando via tutti i ricordi.

    E poi? Che succede poi?

    Passeggi infreddolita, ti scaldi con un abbraccio. L’abbraccio.

    Quanto sarà unico e bello l’abbraccio.

    Soprattutto se lo facciamo a noi stessi.

    Lì però pensi, non guardi intorno.

    Pensieri. Stupendi no. Stupidi nemmeno.

    Pensieri e basta.

    E di nuovo tu. Ma non dovevamo vederci più? Invece eccolo lì, ‘sto ricordo maledetto che riaffiora. Convinzione che fosse volato via.

    Delete. Ed invece.

    L’aria mi scuote i capelli, ritorno lì.

    Ritorno al presente. Ritorno nel mondo.

    ‘Sto mondo ma che paura mi fa.

    Stare sola con me stessa mi spaventa.

    Pensavo di essere diventata forte.

    Ed invece sono sempre io.

    Stupida no. Stupenda si.

    Vera. Sono Vera.

    Batoste non smetteranno mai di presentarsi.

    Mi sento unica. E sola.

    O forse solamente Unica.

    Ed è tutto qui.

    Si sente ancora.

    Sei ancora lì.

    Devo solo conviverci.

    Fermare emozioni non posso farlo.

    Godo il momento.

    Vorrei poter decidere io quando fermarle.

    Una volta soltanto. Solo una.

    Vorrei decidere io quando dire stop alle emozioni. Stupida no. Sognatrice si.

    Ed è tutto qui,

    solo un sogno.

    Poi suona la sveglia e apro gli occhi.

    E si sente ancora.

    Oggi

    Oggi non è più ieri.

    Ieri sta scomparendo pian piano, a volte punge, a volte disarma.

    Ieri era una bella giornata, ma oggi lo è ancora di più. Ti senti strana, unica, imbarazzata alle volte... ma ti accorgi solo di essere viva.

    Ieri è ancora dentro te, fa parte di te e sei ancora così. Ma hai sganciato le manette, le brighe, e sei finalmente tu.

    Tu sei ieri, oggi e domani.

    Tu sei il tuo domani.

    Tu sei oggi per sempre.

    E lo devi anche a ieri.

    Sorridi,

    oggi è un bellissimo giorno, ieri era un bellissimo giorno e domani lo sarà ancora.

    Perché tu sei come un bellissimo giorno.

    Oggi non è più ieri

    e mentre sorridi siamo già a domani.

    Passano le ore, i giorni e i mesi.

    Il dolore si affina come una lama sottile.

    Non svanisce.

    La lama è tagliente.

    Nessun pentimento.

    Credete ai colpi di fulmine?

    Io adesso penso di sì.

    Hai avuto un colpo di fulmine, una saetta talmente potente da distruggere tutto.

    Nessuna mancanza, nessun dolore ai ricordi, il niente. Devo solo accettarlo.

    Posso.

    Certo che posso, ma non devo.

    In amore non si deve nulla.

    Ecco la lama tagliente che infilza nel cuore.

    Un colpo di fulmine, quello che non è successo a noi. O forse sì.

    Un ballo, una parola e venti anni insieme.

    Venti anni d’amore.

    Credevo fosse amore.

    Amore con la A maiuscola.

    Forse no o forse sì.

    Adesso però tutto è distrutto.

    Una saetta.

    È bastato solo questo.

    Una stupida piccola saetta.

    Ti lascio andare con la testa.

    Il cuore no.

    Il cuore ha bisogno di tempo.

    Il cuore è stato trapassato dalla lama.

    Deve guarire le ferite.

    Anzi non deve.

    Può.

    Per coloro che non possono sapere.

    Per coloro che non possono capire.

    Per coloro che non sanno cosa vuol dire svegliarsi con un muso umido che ti rallegra,

    che non sanno cosa vuol dire addormentarsi sul divano

    e ascoltare il suo respiro sopra il tuo,

    che non sanno la gioia nel vederlo dopo tanto,

    anche se implica il fatto che ti atterri a terra e ti lecchi ogni dove.

    Per coloro che non sanno cosa vuol dire correre con lui

    e passeggiare, anche se tira come un dannato.

    Per coloro che dicono pian piano passerà alla fine è un cane.

    Sì è un cane, è proprio per quello che non si dimentica, che si ama follemente e che ti si stringe il cuore quando devi salutare i suoi occhioni, dicendogli torno presto, lo ho scelto di amarlo fino alla fine.

    E così sarà.

    Per coloro che amano follemente, fatelo, e se è verso un cane, fatelo ancora meglio.

    Quanto amore sai dare solo tu lo sai.

    #Bughino

    Non sono fatta così.

    Non sono come le altre.

    Le altre fanno bene.

    Le altre si divertono.

    Le altre riescono a non metterci II cuore.

    lo no.

    Non sono fatta così.

    Potessi lo farei. Lo vorrei.

    Vorrei che ‘sta testa non entrasse.

    Vorrei che il cuore se ne stesse fermo.

    Almeno una volta. Dico una. Fai come dico.

    Ma io no.

    Non sono fatta così.

    Non sono come le altre.

    Le altre che baciano per gioco.

    Che amano una notte e via.

    Le altre a cui piace prendersi in giro,

    liberarsi dai pregiudizi.

    Le altre che usano l’istinto carnale e basta.

    Io non sono fatta così.

    Anche se penso di avere tutto sotto controllo.

    Non controllo niente.

    Il bacio mi rende elettrica.

    L’abbraccio mi da protezione.

    L’amore è comunque amore, che sia per una volta o più di una. lo non sono come le altre.

    lo faccio l’amore.

    Anche se non voglio.

    Anche se non me ne accorgo.

    Anche se non è nulla.

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1