Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

La cultura aziendale. Una prospettiva pratica
La cultura aziendale. Una prospettiva pratica
La cultura aziendale. Una prospettiva pratica
E-book183 pagine1 ora

La cultura aziendale. Una prospettiva pratica

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Questo testo vuole dare una prospettiva pratica alla “cultura aziendale” togliendola dall’ambito degli studi teorici. Mostra infatti come questa possa essere gestita managerialmente per ottenere un vantaggio competitivo. Le sue implicazioni sul business sono infatti molteplici e, se gestite coerentemente, possono essere un incredibile fattore di differenziazione. Pagina dopo pagina si definirà quindi una metodologia operativa finalizzata al cambiamento della “cultura aziendale” presso qualsiasi tipo di organizzazione. Questa edizione aggiornata è arricchita da tre casi concreti di analisi e gestione della “cultura aziendale” relativi ad aziende del settore manifatturiero, vinicolo e delle telecomunicazioni in modo da dare una prospettiva ancora più pragmatica ai contenuti stessi.
LinguaItaliano
Data di uscita20 mag 2020
ISBN9788855128513
La cultura aziendale. Una prospettiva pratica
Leggi anteprima

Leggi altro di Alessandro Galavotti

Correlato a La cultura aziendale. Una prospettiva pratica

Ebook correlati

Articoli correlati

Recensioni su La cultura aziendale. Una prospettiva pratica

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    La cultura aziendale. Una prospettiva pratica - Alessandro Galavotti

    Alessandro Galavotti

    La cultura aziendale

    Una prospettiva pratica

    Copyright© 2020 Edizioni del Faro

    Gruppo Editoriale Tangram Srl

    Via dei Casai, 6 – 38123 Trento

    www.edizionidelfaro.it

    info@edizionidelfaro.it

    Prima edizione digitale: maggio 2020

    ISBN 978-88-5512-080-7 (Print)

    ISBN 978-88-5512-851-3 (ePub)

    ISBN 978-88-5512-852-0 (mobi)

    In copertina: Foto di David Zydd – Pixabay

    http://www.edizionidelfaro.it/

    https://www.facebook.com/edizionidelfaro

    https://twitter.com/EdizionidelFaro

    http://www.linkedin.com/company/edizioni-del-faro

    Il libro

    Questo testo vuole dare una prospettiva pratica alla cultura aziendale togliendola dall’ambito degli studi teorici. Mostra infatti come questa possa essere gestita managerialmente per ottenere un vantaggio competitivo. Le sue implicazioni sul business sono infatti molteplici e, se gestite coerentemente, possono essere un incredibile fattore di differenziazione. Pagina dopo pagina si definirà quindi una metodologia operativa finalizzata al cambiamento della cultura aziendale presso qualsiasi tipo di organizzazione. Questa edizione aggiornata è arricchita da tre casi concreti di analisi e gestione della cultura aziendale relativi ad aziende del settore manifatturiero, vinicolo e delle telecomunicazioni in modo da dare una prospettiva ancora più pragmatica ai contenuti stessi.

    L’autore

    Alessandro Galavotti si è laureato in filosofia all’Università di Bologna dove, in seguito, ha ottenuto un Master in Business Administration presso la relativa Business School. Nel frattempo ha ottenuto il Master in Risorse Umane e Organizzazione presso la Fondazione Istud. Ha sempre lavorato nel settore delle risorse umane per varie tipologie di azienda, sia come dipendente che come consulente tramite la società Images, il cui servizio era, appunto, l’analisi e la gestione della cultura aziendale. Con questa sua società è diventato partner della società di consulenza californiana Management Systems e con il suo fondatore, Eric Flamholtz, ha ottenuto varie certificazioni tra cui quella relativa all’analisi e alla gestione della cultura aziendale. Attualmente ricopre il ruolo di responsabile del personale presso la sede italiana di una multinazionale nel settore della chimica.

    A tutte le persone, familiari, amici, imprenditori,

    manager, consulenti e docenti universitari

    che mi hanno supportato nella creazione e sviluppo

    della società di consulenza Images.

    The Corporate Culture Company.

    A loro dedico questo libro perché frutto

    degli scambi di opinione e di esperienze avuti con loro

    senza le quali non sarebbe mai potuto nascere.

    La cultura aziendale

    Una prospettiva pratica

    Le sette parti

    Questo testo si propone di dare una panoramica generale sul concetto di cultura aziendale cercando di farla vedere nella sua dimensione pratica. Questa infatti può essere gestita in modo da renderla funzionale al business.

    Naturalmente, per farne comprendere l’impatto che ha a livello pratico, non si potrà non trattarla anche dal punto di vista teorico: questo infatti è un argomento che, per essere pienamente compreso, ha bisogno di essere delineato concettualmente mostrandone gli impatti che può avere in vari ambiti.

    Anche se gli articoli fanno pressoché tutti riferimento uno all’altro e vanno letti in una logica di insieme, si è pensato che dividerli per aree fosse una buona soluzione in modo da dare la possibilità a ogni lettore di interessarsi e approfondire la o le parti che ritiene più importanti.

    Essendo, quello di cultura aziendale, un concetto molto ampio, va da sé che ognuno di noi sarà più interessato ad alcuni aspetti che ad altri.

    Sinteticamente la prima parte descriverà che cosa è la cultura in generale e quella aziendale in particolare, soffermandosi poi sulla centralità che questo concetto gioca nelle dinamiche produttive attuali.

    La seconda parte delineerà questo concetto mettendolo in relazione con tanti altri concetti cardine del lessico manageriale: strategia, leadership, management oltre che a farne vedere la struttura interna con cui si presenta nelle varie organizzazioni.

    La terza parte invece farà una descrizione delle modalità con cui la cultura aziendale può essere misurata. In questo modo le riusciremo a dare fondamento manageriale in quanto potrà essere misurato il suo impatto e il suo cambiamento.

    Nella quarta parte si entrerà nei meccanismi più specifici della stessa per far vedere come impatta nella vita reale delle organizzazioni.

    La quinta parte sarà invece, sulla scia della seconda parte, un excursus fra tanti altri concetti che hanno una relazione con la cultura aziendale. La tesi su cui il libro si fonda è infatti che questa area manageriale è quella che sottende a tutte le altre aree e, pur essendone determinata, le determina prepotentemente a sua volta.

    La sesta parte è la parte più teorica del libro. Ne analizza gli aspetti più astratti e sofisticati finendo per delineare una vera e propria teoria dei valori.

    La settima e ultima parte infine passa brevemente in rassegna come la cultura aziendale possa essere considerata attualmente il maggior pilastro del vantaggio competitivo e la si metterà quindi velocemente in relazione con altri attuali approcci manageriali.

    A conclusione di tutto verranno poi illustrati tre casi reali, tramite i report fatti e consegnati direttamente dalla mia società di consulenza Images alle società interessate di cui si manterrà l’anonimato, in cui si condensa in maniera pratica buona parte di ciò che è stato sopra descritto. Qui si vedrà nello specifico come l’analisi e la gestione della cultura aziendale, con il supporto appunto della mia società di consulenza, sono state implementate in un’azienda manifatturiera, vinicola e delle telecomunicazioni.

    Ci teniamo da ultimo a sottolineare che il testo non ha l’intenzione di essere esaustivo sull’argomento dato che ogni singolo paragrafo potrebbe essere ampliato smisuratamente. Più che altro lo scopo è quello di fare allo stesso tempo una sintesi relativa all’argomento e lanciare tanti spunti e idee che potrebbero essere riprese in tanti altri contesti.

    Sull’argomento, soprattutto in ambito anglosassone, si è già scritto molto. Questa prospettiva italiana potrebbe tuttavia gettare nuovi squarci e nuova luce su argomenti nuovi o non del tutto esplorati dalla precedente letteratura.

    Concludo dicendo che siamo sicuri che l’argomento sarà sempre più al centro dell’agenda non solo di professori e consulenti ma anche di manager e amministratori. Quello che a oggi è considerato perlopiù un argomento astratto senza reali impatti sulla redditività, verrà sempre più considerato un fattore critico di successo anche nel contesto italiano.

    Vi auguro buona lettura!

    Introduzione

    Prendiamo l’esempio di un collaboratore che, sapendo di avere le mani legate nella risoluzione di un problema, vada dal suo responsabile per chiedere il suo supporto nella risoluzione dello stesso.

    Prendiamo che questo responsabile, onorato del fatto che il collaboratore abbia richiesto il suo aiuto, non se la senta di risolvere il problema seduta stante. Pertanto gli chiede di giragli una mail in cui si chiarisce il problema stesso rincuorando il collaboratore che poi, dopo essersi confrontato con chi di dovere, lo avrebbe sicuramente risolto.

    Prendiamo infine che quello stesso responsabile giri quindi la mail al suo stesso responsabile chiedendo di essere supportato nella risoluzione del problema e così via in modo che il problema stesso risalga la catena gerarchica senza mai venire a soluzione.

    Prendiamo ora invece lo stesso collaboratore, in un contesto diverso, che si trova di fronte allo stesso problema. Invece di indirizzarlo altrove, lo analizza, lo capisce e poi direttamente arriva alla sua soluzione.

    A questo punto ci chiediamo:

    Quale sarà la soluzione più efficiente?

    Quale sarà la soluzione più efficace?

    Quale sarà la soluzione economicamente più intelligente?

    Ognuno di noi avrà la sua personale risposta. Questa risposta dipenderà dal suo punto di vista. Questo punto di vista sarà dettato dalla particolare cultura che lo ha formato fin da quando era bambino.

    I suoi genitori gli davano autonomia o gli imponevano regole? La scuola che frequentava lo metteva in grado di agire in libertà o lo costringeva a seguire i dettami imposti? I suoi amici lo supportavano o lo schernivano quando agendo in maniera individuale si differenziava dal gruppo?

    In base a tutto ciò ognuno di noi quindi risponderà alle domande precedenti in uno specifico modo. Ognuno di noi quindi affermerà che il primo o il secondo modo di agire è quello corretto in base alla propria impostazione culturale. Ognuno di noi cioè si schiererà in base al proprio modo di pensare e agire che si è radicato in lui nel corso del tempo.

    Allo stesso modo il primo o il secondo modo di agire sono relativi all’impostazione culturale dell’intera organizzazione entro cui il collaboratore e il responsabile sono inseriti. Non è più il singolo individuo ad avere una certa matrice concettuale e comportamentale ma sarà l’insieme degli individui stessi.

    Se dovessimo sintetizzare brevemente gli assunti del modo di pensare e di agire della prima impostazione culturale sarebbero i seguenti:

    Assenza di autonomia;

    Assenza di delega;

    Non interesse alla risoluzione del problema;

    Decision making deficitario;

    Paura dell’errore;

    Mancanza di atteggiamento imprenditoriale;

    Disinteresse a portare valore all’azienda;

    Quieto vivere;

    Deresponsabilizzazione;

    Mancanza di fiducia.

    Gli assunti della seconda impostazione culturale invece sarebbero diametralmente opposti.

    Questa è perciò la cultura: un modo di pensare che comporta un modo di agire tipico degli esseri umani che li differenzia dagli animali che sono invece indotti ad agire dal puro istinto.

    Naturalmente anche l’istinto è presente nell’uomo ma sempre condizionato culturalmente.

    La cultura è qualche cosa quindi che ci domina completamente in quanto individui e pertanto condiziona sempre più fortemente le organizzazioni moderne composte essenzialmente di individui.

    Scopo di questo libro è pertanto partire dal concetto di cultura per vedere fino a che punto questa è qualcosa che governa anche le imprese determinando i loro risultati economici. Conseguentemente si tratta di capire come questa si possa gestire in modo da renderla un punto di forza delle aziende. Infine si tratta di rendicontarla come asset intangibile per seguirne il suo incremento o la sua svalorizzazione.

    Parte Prima

    Il concetto di cultura

    Quando pensiamo al concetto di cultura ci viene spontaneo opporlo a quello di natura come noi stessi abbiamo fatto nel paragrafo precedente. Cultura è tutto ciò quindi

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1