Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Principi e Chansonniers: La poesia dell'antica Provenza

Principi e Chansonniers: La poesia dell'antica Provenza

Leggi anteprima

Principi e Chansonniers: La poesia dell'antica Provenza

Lunghezza:
156 pagine
40 minuti
Pubblicato:
15 set 2018
ISBN:
9788829510115
Formato:
Libro

Descrizione

Canzoni d'amore dei Trovatori. Le prime canzoni d'amore dopo il lungo buio medievale. dame castelli cavalieri innamorati... nella dolce terra di Provenza. Con questi versi di Guglielmo IX d'Aquitania rinasce la poesia d'amore occidentale:   "Avvinto sta tutta la notte al tronco il nostro amore, come il biancospino. Trema nel freddo, il vento lo percuote, però quando tra il verde filtra il sole mostra un fiore sul ramo."
Pubblicato:
15 set 2018
ISBN:
9788829510115
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Principi e Chansonniers

Libri correlati

Categorie correlate

Anteprima del libro

Principi e Chansonniers - Trovatori

l’albespi

C’aisi vauc entrebescant

Come s'annoda la lingua nel bacio

così vado annodando le parole.

C’aisi vauc entrebescant

los motz e·l so afinant:

lengu’entrebescada

es en la baizada.

Bernart Marti

(dalla canzone Bel m’es lai latz la fontana)

Tant m’es grail’e grass’e plana

Non provo alcuna invidia per il re

né per il conte, perché sotto la tela

ricamata soddisfo la mia voglia

con la mia donna snella, liscia e piena,

tutta nuda dentro la sua camicia.

Tant m’es grail’e grass’e plana

sotz la camiza ransana,

quan la vei,

fe que·us dei,

ges no tenc envej’al rei

ni a comte tan ni quant,

c’asatz fauc meils mon talant

quan l’ai despoillada

sotz cortin’obrada.

Bernart Marti

(dalla canzone Bel m’es lai latz la fontana)

Tant m’abelis joys et amors et chans

Tanto mi piace la gioia d’amore

e i dolci conversari e i lieti canti

che nessuna ricchezza esiste al mondo

che mi potrebbe far più benestante.

Tant m’abelis joys et amors et chans,

et alegrier, deport e cortezia,

que·l mon non a ricor ni manentia

don mielhs d’aisso·m tengues per benanans.

Berenguier de Palazol

(dalla canzone Tant m’abelis joys et amors et chans)

Ab la dolchor del temps novel

Quando ritorna la dolce stagione,

quando i boschi fioriscono e gli uccelli

cantano ognuno nella propria lingua,

è allora che ogni uomo vuole avere

quello che più gli piace.

Dal luogo in cui dimora ogni mio bene

non mi arriva missiva o messaggero

così che il cuore non dorme, non ride

né io ho il coraggio di guardare avanti,

dove non c’è certezza.

Avvinto sta tutta la notte al tronco

il nostro amore, come il biancospino.

Trema nel freddo, il vento lo percuote,

però quando tra il verde filtra il sole

mostra un fiore sul ramo.

Ab la dolchor del temps novel

foillo li bosc, e li aucel

chanton, chascus en lor lati,

segon le vers del novel chan:

adonc esta ben c'om s'aisi

d'acho dont hom a plus talan.

De lai don plus m'es bon e bel

non vei mesager ni sagel,

per que mos cors non dorm ni ri

ni no m'aus traire adenan,

tro qu'eu sacha ben de la fi,

s'el'es aissi com eu deman.

La nostr'amor va enaissi

com la brancha de l'albespi,

qu'esta sobre l'arbr'en creman,

la nuoit, ab la ploi'ez al gel,

tro l'endeman, que·l sols s'espan

per la feuilla vert el ramel.

Guglielmo IX d’Aquitania

(dalla canzone Ab la dolchor de temps novel)

Non es meravelha s’eu chan

Non deve stupire se io canto

meglio d'ogni altro trovatore,

perché più trascinato dall'amore

e più docile sono al suo comando.

Corpo, cuore e l'anima tutta

ho posto in esso con ogni vigore;

così mi porta con le briglie amore

né mi consente mai di deviare.

Come morto è chi nel cuore non sente

d'amore una qualche dolcezza: senza

questa euforica tristezza che vale

sopravvivere al tedio di quaggiù.

Signore Iddio, non mi negare che

io sia perennemente innamorato,

innamorato tanto da passare

ogni giorno, ogni mese incatenato.

Con fede certa e senza menzogna

io amo la più bella e la migliore.

Ma il cuore geme e piangono i miei occhi

perché io l’amo, ma ne ho solo dolore.

Non posso nulla, l’amore m’imprigiona

e

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Principi e Chansonniers

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori