Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

CavalcareKaliYuga: Il libro del “guerriero dello spirito”
CavalcareKaliYuga: Il libro del “guerriero dello spirito”
CavalcareKaliYuga: Il libro del “guerriero dello spirito”
E-book141 pagine1 ora

CavalcareKaliYuga: Il libro del “guerriero dello spirito”

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Con un linguaggio diretto ed essenziale, quest’opera offre
degli strumenti concreti all’uomo di oggi per ritrovare
la propria essenza sacra e per orientarsi in un mondo
sempre più accelerato, inafferrabile e indecifrabile; in un’epoca
in cui ogni significato trascendente dell’esistenza svanisce e ogni
riferimento esterno si sgretola.
La Via del guerriero dello spirito insegna l’arte eroica di vivere
la vita totalmente, con apertura, autenticità, energia e animo
risoluto; ad assaporarla pienamente, senza veli, paure e tabù;
ad affrontarla con leggerezza e distacco, riconoscendo in ogni
circostanza un’esperienza iniziatica e in ogni istante una preziosa
opportunità di risveglio interiore.
Imparando a trasmutare “il veleno in nettare”, “i demoni in
angeli protettori” e “gli ostacoli in porte”, il guerriero dello spirito
è l’uomo che sfida la potente onda del suo tempo, senza fuggirla
o venirne annientato, bensì cavalcandola con mente serena,
membra salde e cuore puro.
LinguaItaliano
Data di uscita25 nov 2019
ISBN9788832299793
CavalcareKaliYuga: Il libro del “guerriero dello spirito”
Leggi anteprima

Correlato a CavalcareKaliYuga

Ebook correlati

Articoli correlati

Recensioni su CavalcareKaliYuga

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    CavalcareKaliYuga - Martino Nicoletti

    energia

    Nel pubblicare questo volume l’autore desidera ringraziare l’amico Giuseppe Albert Montalto per le fruttose discussioni su quest’opera avute al momento della stesura e per il suo lavoro di rilettura critica del testo.

    Immagine di copertina da: https://www.shutterstock.com

    ©2019

    OM EDIZIONI

    Tutti i diritti letterari ed artistici sono riservati.

    è vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale, di quest’opera.

    Qualsiasi copia o riproduzione effettuata con qualsiasi procedimento (fotografia, microfilm, nastro magnetico, disco o altro) costituisce una contraffazione passibile delle pene previste dalla legge 11 marzo 1975 dei diritti d’Autore.

    OM EDIZIONI

    Via I Maggio, 3/E – 40057 Quarto Inferiore (BO) – Italy

    Tel (+39) 051 768377 – (+39) 051 767079

    info@omedizioni

    www.omedizioni.it

    ISBN 978-88-32299-07-6

    ISBN ePub 978-88-32299-79-3

    Martino Nicoletti

    Cavalcare il Kali Yuga

    Il libro del guerriero dello spirito

    Una guida per gli uomini alla ricerca della loro virilità sacra

    L’essenza dell’azione è infrangere con energie irrazionali

    il limite a cui è approdata la razionalità.

    Yukio Mishima, Introduzione alla filosofia dell’azione

    INTRODUZIONE

    Alcune persone mi dicono: Questo tempo è così terribile, così folle, così duro… Come ci si può difendere, come avanzare e progredire in quest’epoca così difficile?

    Io rispondo:

    "Benedite il Kali Yuga! Beneditelo con tutto voi stessi!

    Ogni istante è pratica! Ogni passo è pratica! 

    Ogni esperienza è pratica! 

    Ogni respiro è pratica! Ogni incontro è pratica! 

    Tutto è scoperchiato! Tutto è rivelato! Tutto è trasparente!

    Tutto risplende con la luce di un diamante!

    Mai un tempo è stato così propizio! 

    Nulla trattenete nelle vostre mani! 

    Nulla trattenete nella vostra mente! 

    Nulla trattenete nel vostro cuore!

    Vi sia sufficiente mantenere la consapevolezza, che la pratica e i suoi frutti spontaneamente matureranno.

    Quando la fiamma si leva, lasciatevi divorare

    e sollevare dalla fiamma!

    Quando sprofondate nell’abisso, volteggiate nell’abisso!

    Quando lo spazio si manifesta, fondetevi ad esso!

    Nudi e trasparenti, lasciate semplicemente

    che la brezza soffi!

    Nudi e trasparenti, semplicemente cavalcate

    la potente onda di questo tempo

    senza paura, serbando mente serena,

    membra salde e cuore puro.

    IL LIBRO DEL

    GUERRIERO DELLO SPIRITO

    Parole da leggere e far scendere nella propria carne

    Colui che sa vedere nell’agire il non agire e nel non agire l’azione, questi fra tutti gli uomini possiede la vigilanza della mente, quegli è unificato nello yoga, quegli assolve tutti i suoi compiti.

    Bhagavad Gita, Canto IV, 18

    La mente è immutabile quando vede senza guardare. (…) Mentre si brandisce la spada, ossia nel tempo infinitesimo in cui un fulmine colpisce, non esistono né tempo né pensiero. Non c’è mente, per la spada che colpisce. Per la stessa persona che sta per colpire, non c’è mente. L’attaccante è il Vuoto, la sua spada è il Vuoto. Chi sta per essere colpito, è il Vuoto.

    Se questo è vero, l’uomo che colpisce non è certo un uomo. La spada che colpisce non è una spada. E per la persona che sta per essere trafitta – in un lampo – sarà come fendere la brezza che soffia nel cielo di primavera. È la mente che assolutamente non si ferma. Ed è improbabile che la spada incontri ostacoli attraverso il vento.

    Takuan Soho, Lo Zen e l’arte della spada

    Per colui che mediti come il proprio sé sia naturato di etere, non limitato dalle varie direzioni, allora la coscienza, cioè la potenza senza appoggio, rivela la sua propria natura.

    Vijñânabhairava, LXVII, 90

    1. Il grido e la fiamma

    In molteplici tradizioni spirituali è esistita una Via di realizzazione interiore fondata sull’azione e su un’attitudine fondamentalmente guerriera.

    L’elemento in grado di consentire l’accesso a questo cammino è una natura istintivamente nobile e spontaneamente distaccata. Ciò che consente di progredire al suo interno è un carattere connesso all’elemento fuoco, unito ad una profonda purezza d’animo. Fortunato colui che custodisce in sé la scintilla di questo fuoco e la vastità di questa purezza! Perduto per sempre chi serba in sé unicamente polvere!

    Quest’opera s’indirizza a quei rari uomini d’oggi che, al di là della loro abituale vita, delle loro relazioni, aspirazioni, soddisfazioni e della loro stessa collocazione nel mondo, avvertono, forte nella loro anima, un grido lancinante. Un grido che nasce negli abissi profondi del loro spirito e che tradisce in maniera chiara e distinta una mancanza radicale: una vertigine che risale in superficie senza prendere le sembianze di un volto riconoscibile o la forma di parole di una lingua intelligibile. Un grido difficile da sopprimere e impossibile da far tacere che, malgrado la sua forma indefinita e inafferrabile, interpella con forza, domandando attenzione e risposte. Un grido che convoca nuvole di tempesta e invita alla ribellione. In tutto questo, nulla che riguardi tuttavia la semplice dimensione terrestre e i suoi bisogni puramente umani: nel luogo in cui in questo sentimento affonda le sue radici, unico, regna infatti sovrano uno spazio ampio, immacolato e luminoso, inondato ad ogni istante da una brezza fresca fatta di pura libertà.

    Se tu desideri dare un nome a questo urlo, sappi allora che si tratta della voce-della-tua-natura-profonda. Questa voce, che non si riconosce in niente di ciò che esiste attorno a te, ti domanda semplicemente di seguire con fiducia totale lo zampillo caldo e avvolgente di una nostalgia indecifrabile che, senza bisogno di parole, ti ripete incessantemente: "Uomo, tu esisti! Uomo, tu sei vivo, tu sei libero! Uomo, tu sei lo specchio limpido della Sorgente senza origini! Uomo, il tuo solo e autentico volto è quello del cielo infinito! Uomo, risvegliati e ritorna all’altezza della tua vera natura!"

    Fortunato chi ha il privilegio di ascoltare quest’affilata esortazione, anche una sola volta nella sua vita! Perduto per sempre colui che, al contrario, rimane sommerso nel silenzio assordante di questo basso mondo!

    2. Il Kali Yuga e l’età degli eroi

    So bene che queste parole suonano fuori luogo e fuori tempo in un’epoca come la nostra; un’epoca in cui l’uomo ha imparato ad apprezzare e a considerare dolce il morso di ferro, duro e penoso, che, in altri tempi, era il simbolo degli schiavi; l’epoca dell’uomo che è cosa tra le cose e che, guardandosi allo specchio, nulla sa più del senso e del sentimento della pungente vergogna; l’epoca dell’uomo soddisfatto del proprio nulla e fieramente orgoglioso della propria piatta somiglianza con la moltitudine senza volto né forma.

    Ciononostante se, avvertendo quest’appello, esiste limpido in te il sentore che la tua natura – invece di farti allontanare da questo mondo – ti domanda al contrario di continuare a restare in piedi, lottando in mezzo alla follia senza quartiere che divora ad ogni istante il terreno del senso, ebbene sappi che esiste una Via, ancor oggi, aperta. Una Via accessibile e praticabile: la Via del guerriero dello spirito.

    Questa è la Via di cui parla il saggio Esiodo, raccontando di come, tra l’Età del Bronzo e quella del Ferro, gli dèi del cielo decretarono la nascita di una stirpe semi-divina di eroi: un filone d’oro brillante nella roccia scura; un’età breve, purtuttavia sempre accessibile; un tempo eternamente verde, che altro non è se non una stretta e fulminante fenditura che può essere attraversata per portarsi dall’altra parte del fiume.

    Questa è la Via degli uomini che, ancora vivi, osano alzare la testa per montare sul dorso e cavalcare l’animale più potente e selvaggio che esista: la bestia del nostro tempo; il feroce, indomito e inafferrabile Kali Yuga; l’Età del Ferro, l’Età del Lupo; il grande tramonto; l’età finale di disgregazione, dissolvimento e decadenza; quella che conclude un intero ciclo di tempo!

    Guardati intorno! Impara dal dio dal volto scuro come una nube di tempesta, il sublime Krishna che, sul campo di battaglia di Kurukshetra, mostra al combattente dalle ginocchia tremanti, il grande Arjuna, la Via guerriera dell’azione distaccata: quella che conduce in un solo istante alla Grande Liberazione.

    Volgi lo sguardo alla scena di un duello degli antichi samurai giapponesi e immergiti nel loro insegnamento che ti dice come la lama affilata della katana, il braccio che l’impugna solidamente, come anche il nemico verso cui questa si dirige con la velocità di una saetta, in realtà, non sono altro che il bagliore di un sogno effimero che appare nello specchio infinito del Grande Vuoto, origine di tutte le cose.

    Sfoglia le pagine scritte dalla mano di San Bernardo, al momento di offrire una regola ai ruggenti monaci-guerrieri templari. Anche da questo impara: per il cavaliere che si è completamente abbandonato nelle mani di Dio, non esiste più né tregua né combattimento, né vittoria né sconfitta, né vita né morte. Per questo guerriero tutto ha infatti ormai assunto il sapore del Paradiso e il colore della Luce increata.

    Ascolta i racconti che narrano dell’epopea gloriosa dell’eroe solare tibetano Gesar: il figlio del cielo e della principessa delle acque, del lignaggio delle divinità serpente. Gesar di Ling, al tempo stesso guerriero e re, incantatore e sciamano, disceso sulla terra per affermare la legge divina contro il caos e le forze demoniache utilizzando la forza, l’intelligenza e il potere della magia.

    Respira tutto questo e fondilo con il ruggito del tuo grido profondo. Cosa provi? Come risponde la tua voce? E come

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1