Goditi subito questo titolo e milioni di altri con una prova gratuita

Solo $9.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Manuale semiserio di scrittura: La scrittura non è mai stata così semplice

Manuale semiserio di scrittura: La scrittura non è mai stata così semplice

Leggi anteprima

Manuale semiserio di scrittura: La scrittura non è mai stata così semplice

Lunghezza:
84 pagine
53 minuti
Pubblicato:
Jun 1, 2019
ISBN:
9788834132005
Formato:
Libro

Descrizione

Dimenticate i classici manuali di scrittura: questo libro è più piccolo e maneggevole di un Bignami. Affronteremo insieme i problemi della scrittura in modo informale e giocoso, perché io non sono un'insegnante di scrittura creativa, ma un'appassionata di scrittura come lo siete voi, con all'attivo diversi corsi di scrittura creativa. Proporrò anche piccole esercitazioni, aneddoti e riflessioni, il tutto in modo assolutamente informale e, come dice il titolo, semiserio. Buona lettura :)
Pubblicato:
Jun 1, 2019
ISBN:
9788834132005
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Manuale semiserio di scrittura

Anteprima del libro

Manuale semiserio di scrittura - Angela Catalini

Pixabay.com

L'autrice in poche righe

Mi chiamo Angela Catalini, vivo in provincia di Roma e sono appassionata di scrittura da sempre.

Ho partecipato a numerosi concorsi letterari con buoni risultati, in passato ho pubblicato diversi lavori con piccole case editrici che non chiedono contributo agli autori e scrivo molto anche per conto mio, utilizzando diversi canali del Self Publishing.

Penso che la scrittura sia uno dei modi migliori per esprimere le proprie emozioni, così come lo sono tutte le attività creative (musica, disegno, pittura etc).

Poiché nella vita non si finisce mai di imparare, anche la scrittura non si sottrae a questa regola. Perciò, se vogliamo scrivere bene ed essere letti, dobbiamo farlo nel modo migliore.

Con questo manuale non diventerete né Shakespeare né Manzoni, sarete voi stessi con qualche strumento in più per fare meglio. Vi prometto la massima chiarezza, un registro linguistico semplice e immediato, qualche esercizio, diversi aneddoti e molti esempi.

Ricordate che non esistono cattivi scrittori, ci sono solo persone che non si applicano abbastanza. Perciò, tutto dipende da voi e dalla vostra forza di volontà.

Cominciamo?

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE

Immaginate di essere un consulente o un redattore che lavora per una casa editrice. Dovete leggere valanghe di manoscritti e se volete salvarvi la vita (e il posto di lavoro), dovete imparare a selezionare.

Ecco un esempio di manoscritto inviato da un autore che non sa cosa sia la d eufonica:

Seguimmo il suo consiglio ed anche l'ultimo di noi colse la rosa bianca ed ororosa da donare alle allieve ed insegnanti.

Probabilmente che questo manoscritto non farà molta strada...

Vediamo ora la regola generale per le d eufoniche.

Le forme ed e ad si usano solo quando la parola successiva comincia con la stessa vocale

Perciò va benissimo:

Gianni ed Enrico/Ed eccellentissimo/Ed era

Dillo ad Angela/Ad angolo retto/Ad aspettare

ECCEZIONI: la d eufonica è stata introdotta per creare un bel suono. Quindi, può essere usata tutte le volte che rende la frase più gradevole. Esempio: ad osservare/ad esempio

L'apostrofo

Un bacio è un'apostrofo rosa tra le parole t'amo (Cyrano di Bergerac)

La citazione è splendida, ma contiene un brutto errore grammaticale: il primo apostrofo.

Intanto la regola:

♥L'apostrofo si usa per segnalare la caduta di una o più lettere da una parola e va sempre usato se la parola successiva è femminile. Non si usa l'apostrofo invece, se la parola che segue l'articolo un è maschile

Facciamo alcuni esempi al femminile: un'ape, un'amica, un'ancora, un'amaca

Esempi al maschile: un palo, un armadio, un albero, un negozio

In realtà la regola è molto più ampia di come ve l'ho descritta, per il momento fissate questi pochi punti che costituiscono la base; nulla vi vieta di approfondire l’argomento con un buon libro di grammatica.

* Altro errore che un autore deve evitare*

Qual è (Si scrive così, senza l'apostrofo).

Invece qual'erano si scrive con l'apostrofo, perché viene da quali erano.

Avverbi

Il grande maestro dell'horror Stephen King, nel suo libro On writing (che non ha nulla a che vedere con questo!), ha scritto:

Io credo che la strada verso l'inferno sia lastricata di avverbi

Da questa definizione che più chiara non potrebbe essere, si evince che gli avverbi, soprattutto quelli che terminano in –mente, andrebbero centellinati.

Perché?

- appesantiscono le frasi

- aumentano il tempo di lettura (lo so è la stessa cosa, ma volevo allungare il brodo)

- invecchiano la scrittura

- impigriscono l'autore che così non deve cercarsi altre vie

- non si riesce a cogliere la sfumatura precisa dell'azione

Usate pochi avverbi e se possibile, evitateli. Soprattutto quelli che terminano in –mente. Per avere una scrittura più veloce, immediata ed essenziale. Sostituiteli con parole corte ! ♥

Esempi di avverbi in –mente: Terribilmente, velocemente, lentamente, avidamente, stancamente, indubbiamente etc etc

Vi propongo un esercizio: Trovate un brano di un altro autore (se siete troppo pigri, va bene anche il vostro) e sostituite tutti gli avverbi in –mente con una parola o più parole più corte.

Esempio:

Indubbiamente – senza dubbio

Probabilmente verrò a trovarti – Forse verrò a trovarti

NOTA: gli avverbi non vanno evitati come la peste del secolo, solo ridotti. In alcuni testi sono essenziali e insostituibili. Però, quando sono troppi, ricordatevi cosa dice Stephen King! :)

L'uso del corsivo

Il corsivo in un testo ha molte funzioni.

Vediamo quali:

- Per citare libri, film, opere teatrali o cinematografiche, quadri, quotidiani, canzoni etc etc

- Per

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Manuale semiserio di scrittura

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori