Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

La bambina che si cucì il vestito
La bambina che si cucì il vestito
La bambina che si cucì il vestito
E-book65 pagine43 minuti

La bambina che si cucì il vestito

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Milano, anni '60. La piccola Manù ha cinque anni e vive con i genitori nel cuore della città, in un palazzo fatiscente tempestato di insegne al neon e pubblicità ruggenti del dopoguerra. L'aria che si respira per le strade è frizzante, elettrica, ma le pulsazioni della città arrivano a stento al lugubre appartamento all'ultimo piano in cui vive Manù. La sua unica finestra sul mondo è un piccolo lucernario sotto il soffitto della cucina, troppo in alto perché lei possa vedere altro che un brandello di cielo, ma è da lì che partono le sue fantasie. E anche le sue prime cicatrici.

Attraverso dieci racconti e dieci vividi disegni a pastello, Emanuela Testa ripercorre alcuni degli episodi più intensi della sua infanzia, dal trasferimento in periferia alla scoperta della dipendenza da alcol del padre, alla miseria, alla disperata ricerca della fede, alla malattia di sua madre. Il tutto visto dagli occhi della piccola Manù, una delle tante bimbe che, in anni non così lontani da noi, ha dovuto affrontare l'abbandono, la disperazione e la fame, quella vera. La stessa che, ad appena dodici anni, l'ha costretta a diventare una donna adulta: colei che si è cucita da sola il vestito.
LinguaItaliano
Data di uscita14 mag 2019
ISBN9788831612074
La bambina che si cucì il vestito
Leggi anteprima

Correlato a La bambina che si cucì il vestito

Ebook correlati

Articoli correlati

Categorie correlate

Recensioni su La bambina che si cucì il vestito

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    La bambina che si cucì il vestito - Emanuela Testa

    Indice

    Parte prima

    NOTA DELL’AUTRICE

    PRIMO RICORDO

    SECONDO RICORDO

    TERZO RICORDO

    QUARTO RICORDO

    QUINTO RICORDO

    Parte seconda

    SESTO RICORDO

    SETTIMO RICORDO

    OTTAVO RICORDO

    NONO RICORDO

    DECIMO RICORDO

    Emanuela Testa

    La bambina che si cucì il vestito

    Illustrazioni di Emanuela Testa

    Editing e correzione bozze a cura di

    Alice Bassi

    Youcanprint

    Titolo | La bambina che si cucì il vestito

    Autore | Emanuela Testa

    ISBN | 9788831612074

    Prima edizione digitale: 2019

    © Tutti i diritti riservati all’Autore

    Youcanprint Self-Publishing

    Via Marco Biagi 6, 73100 Lecce

    www.youcanprint.it

    info@youcanprint.it

    Questo eBook non potrà formare oggetto di scambio, commercio, prestito e rivendita e non potrà essere in alcun modo diffuso senza il previo consenso scritto dell’autore.

    Qualsiasi distribuzione o fruizione non autorizzata costituisce violazione dei diritti  dell’autore e sarà sanzionata civilmente e penalmente secondo quanto previsto dalla legge 633/1941.

    PARTE PRIMA

    Nella stagione delle stelle che brillano,

    dell’uccellino che cinguetta

    e dei campi maturi

    NOTA DELL’AUTRICE

    Poche righe non bastano a descrivere anche la più banale delle vite e la mia, probabilmente, somiglia a tante altre che si incontrano ogni giorno, per caso, passeggiando per la città sotto la pioggia. Me la immagino dall’alto, la moltitudine di ombrelli neri: tutti identici, non lasciano trapelare nulla dei dispiaceri che nascondono. Ma le persone sono così, quando hanno sofferto: impassibili, fragilmente delicate, eppure infuse di un’incrollabile forza interiore. La resilienza, ossia la capacità di piegarsi alla bufera, adattandosi, senza per questo venirne distrutti.

    Io, quella forza, ho scoperto di averla presto. Ho dovuto scoprirlo, perché la mia vita, per quanto banale, mi ha portata ad affrontare cose che nessun bambino dovrebbe conoscere: la fame, il gelo, la solitudine sterminata; l’abbandono; la morte. Eppure, c’è stata anche tanta luce, nei primi anni, ed è a partire da quella che ho deciso, oggi, di omaggiare la natura e la vita.

    Una vita che ho sempre immaginato come una tela dipinta e che adesso, dopo tanto tempo, ho finalmente trovato il coraggio per raccontare, attraverso parole e disegni. Quelle che troverete in queste pagine sono immagini vivide, esplosioni di colore che – spero – sapranno coinvolgervi, mostrandovi tutte le sfaccettature del mio temperamento passionale: disegni come finestre sulla mia anima, profondamente sensibile, ma che urla e invoca alla vita, all'amore che ha sempre bramato ricevere e contraccambiare, ma che nell’infanzia le è stato negato.

    Gli episodi sono descritti con frasi quasi elementari, come se per me la vita si fosse fermata a quel periodo; come se quella bimba fosse ancora lì, con grandi occhi speranzosi, in cerca di attenzione, di un complimento, di un riconoscimento di lode mai ricevuto. In queste righe c’è un grido, ma soprattutto tanto desiderio di connessione e condivisione per quella bimba ancora nel mio cuore, che piange non solo per un mondo che si è comportato duramente con lei, ma anche per una società che, ancora oggi, non vuole, o non sa, ascoltare il dolore. 

    Emanuela Testa

    La bambina che si cucì il vestito

    PRIMO RICORDO

    Sono nata nel centro di Milano a Porta Romana, in via Muratori, e del palazzo in cui ho vissuto la prima infanzia ho un ricordo offuscato, grigio come un vecchio film in bianco e nero. Una serie scalcinata e interminabile di scalini di pietra s’inerpicava su, su fino al nostro appartamento all’ultimo piano, e anche oltre, in un abbaino spazzato da spifferi gelidi. La sera, rientrando dall'asilo, questi scalini, ricordo, li salivo faticosamente, piccola com’ero, con il peso della cartella che mi faceva barcollare all’indietro. La mamma si aggrappava alla ringhiera

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1