Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Il linguaggio occulto dei sogni: Coscienza, inconscio, archetipi, sincronicità, caratteristiche e interpretazione

Il linguaggio occulto dei sogni: Coscienza, inconscio, archetipi, sincronicità, caratteristiche e interpretazione

Leggi anteprima

Il linguaggio occulto dei sogni: Coscienza, inconscio, archetipi, sincronicità, caratteristiche e interpretazione

valutazioni:
5/5 (1 valutazione)
Lunghezza:
74 pagine
1 ora
Pubblicato:
30 apr 2019
ISBN:
9788863654950
Formato:
Libro

Descrizione

Questo libro si propone come manuale di introduzione generale all’interpretazione dei sogni sulla base delle conoscenze della psicologia del profondo. L’interpretazione dei sogni è uno dei principali strumenti psicologici per la conoscenza di sé.
I sogni appartengono al mondo dell’occulto, ossia dell’inconscio. Poiché il loro linguaggio non è razionale ma simbolico, essi non sono immediatamente comprensibili e in genere non sono tenuti in grande considerazione. Tuttavia, con gli strumenti adeguati, essi possono essere decifrati e, se ciò viene svolto in modo coerente, il messaggio portato dal sogno può favorire un significativo sviluppo e arricchimento della personalità e può anche essere di preziosissimo aiuto per superare situazioni di crisi e difficoltà personali. In questo libro vengono illustrati alcuni elementi fondamentali per un approccio all’interpretazione dei sogni basato sulle conoscenze della psicologia del profondo.
Pubblicato:
30 apr 2019
ISBN:
9788863654950
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Il linguaggio occulto dei sogni

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Il linguaggio occulto dei sogni - Gabriele Guerini Rocco

72)

INTRODUZIONE

«Il sogno è la porta occulta che conduce alla parte più nascosta e intima dell’anima.»¹

L’interpretazione dei sogni è uno dei principali strumenti psicologici per la conoscenza di sé. Conoscersi significa osservare e comprendere sia la realtà esteriore sia la realtà interiore di sé, ossia rispettivamente gli aspetti consci, noti, e gli aspetti inconsci, occulti. I sogni permettono di accedere alla conoscenza di questi ultimi e di metterli in relazione con i primi. Come tutti i fenomeni che sono in relazione con l’inconscio, anche i sogni appaiono – al primo impatto – oscuri, privi di senso, di difficile comprensione. Da qui la tendenza comune a liquidare i sogni in poche parole, sottovalutarli, non approfondirli. Tale atteggiamento è favorito anche dal fatto che addentrarsi nel mondo dell’ignoto è quanto di più difficile ci possa essere, perché significa abbandonare ogni certezza e incontrare immagini a volte sconcertanti e sgradevoli, che si preferirebbe evitare di vedere. Tut tavia, con una sufficiente dose di curiosità e con gli strumenti adeguati, i sogni possono essere decifrati e compresi e, se il loro messaggio viene integrato nella realtà cosciente, essi possono favorire enormemente lo sviluppo psicologico individuale.

In un mondo che tende a dare maggiore rilievo agli aspetti esteriori della realtà, al culto dell’apparire, diventa quindi fondamentale non trascurare l’importanza dell’essere, della realtà invisibile, interiore, che nella tradizione è stata chiamata anima. Quando l’esteriorità prevale sull’interiorità, quando l’apparire predomina sull’essere, l’uomo va in crisi: ansia, panico, depressione, fobie e sintomi inspiegabili sono solo alcuni dei sintomi con cui l’anima cerca di riportare l’uomo al suo mondo interiore. Di fronte a essi, si cercano le cause e le soluzioni all’esterno, ma spesso la causa non si trova e la soluzione è soltanto un temporaneo palliativo. Infatti, in questi casi è nella realtà interiore che bisogna cercare per ripristinare l’equilibrio perduto, per esempio attraverso l’analisi dei sogni. Del resto, in genere, i sogni arrivano proprio nei momenti di difficoltà o nelle fasi di passaggio della vita, nelle quali svolgono soprattutto la funzione di mostrare all’individuo il punto di vista del suo «occhio interiore» inconscio, in modo da affrontare il cambiamento in modo più equilibrato rispetto a quanto farebbe l’atteggiamento cosciente. Rispetto ad altre tecniche di consapevolezza, che rimangono su un piano più generale e impersonale, i sogni mostrano nello specifico, in quel particolare momento di vita in cui essi si presentano, quegli aspetti di sé di cui è necessario prendere coscienza. Ecco perché Marie Louise Von Franz, una delle più strette collaboratrici di Jung, definisce i sogni come «la fonte occulta della conoscenza di sé».

Questo libro si propone come manuale di introduzione generale all’interpretazione dei sogni sulla base delle conoscenze della psicologia del profondo: la conoscenza della realtà della psiche e del suo funzionamento, infatti, è un requisito imprescindibile per l’interpretazione dei sogni (e non solo, visto che la maggior parte dei disagi e delle incomprensioni di questo mondo, da quelli individuali, a quelli di coppia fino a quelli sociali, nasce proprio dalla non conoscenza di sé, delle dinamiche psichiche proprie e altrui). Nel primo capitolo verranno anzitutto illustrati gli elementi fondamentali della psicologia del profondo, ossia la struttura della psiche e le funzioni della coscienza e dell’inconscio. Nel secondo capitolo verranno esposte le caratteristiche essenziali dei sogni: cosa sono, da dove provengono, cosa li scatena e che funzione svolgono. Il terzo capitolo mostrerà alcuni concetti preliminari per un adeguato approccio all’interpretazione dei sogni. Infine, il quarto e ultimo capitolo è dedicato a illustrare la tecnica vera e propria di interpretazione, evidenziando anche i più comuni errori da evitare.

L’arte di interpretare i sogni non è qualcosa che si può apprendere dai libri, ma richiede tempo, formazione continua ed esperienza. L’auspicio è che questo libro permetta di aprire il cuore del lettore a quel mondo che lo incuriosisce tanto da vedere che lì, in quel luogo profondo e oscuro che in parte attrae e in parte terrorizza, potrà, se non scoprire, almeno intravvedere un tesoro inaspettato.

CAPITOLO I

ELEMENTI DI PSICOLOGIA DEL PROFONDO

«Le cose visibili sono uno spiraglio sulle cose invisibili.»

(Democrito, 460 a.C.-370 a.C.)

Per approcciarsi al mondo dell’interpretazione dei sogni è necessario premettere alcune nozioni fondamentali della psicologia del profondo. Questi concetti non sono frutto di speculazioni teoriche astratte, ma il risultato di lunghi anni di esperienza e di riscontri clinici da parte di coloro – Freud prima di tutti, poi Jung e le relative scuole – che si sono cimentati in modo scientifico a studiare questo campo particolare della psicologia. Come ogni materia scientifica, anche la psicologia ha dovuto coniare dei termini propri per tradurre tali esperienze in concetti. Familiarizzare con essi fa parte di una generale cultura della psiche e permetterà poi di tradurre in termini psicologici le dinamiche o le immagini che compaiono nei sogni.

IL SISTEMA PSICHE

La nostra psiche può essere considerata come un sistema che consta di due componenti fondamentali: il conscio e l’inconscio. Il conscio, ossia la coscienza, è la componente più in superficie, la

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Il linguaggio occulto dei sogni

5.0
1 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori