Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

L'allontanamento del migrante dall'Italia: il disposto comunitario e le norme interne

L'allontanamento del migrante dall'Italia: il disposto comunitario e le norme interne

Leggi anteprima

L'allontanamento del migrante dall'Italia: il disposto comunitario e le norme interne

Lunghezza:
29 pagine
17 minuti
Pubblicato:
26 nov 2015
ISBN:
9788893215664
Formato:
Libro

Descrizione

Un’analisi comparativa tra le norme comunitarie e quelle nazionali ed il riferimento alla Sentenza El Dridi per definire il livello di effettivo godimento del diritto del migrante alla tutela giurisdizionale poiché ne appare solo formalmente titolare.
Pubblicato:
26 nov 2015
ISBN:
9788893215664
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a L'allontanamento del migrante dall'Italia

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

L'allontanamento del migrante dall'Italia - Andrea Ferretti

twitter.com/youcanprintit

1. LA DIRETTIVA 2008/115/CE E IL DIRITTO INTERNO: UN’ANALISI COMPARATA

Ciò che immediatamente, in un’analisi comparata, colpisce è una notazione in termini stilistici rispetto alla Circolare Ministeriale per cui  in essa si ravvisa l’uso esclusivo del termine straniero che si contrappone all’uso esclusivo dei termini cittadini di paesi terzi proprio della Direttiva rimpatri. Notazione lessico-formale a parte che potrebbe trovare una giustificazione nella diversa genesi della norma (una europea, l’altra nazionale), sembra che  il termine straniero non abbia l’accezione positiva di Simmeliana¹ memoria per cui lo straniero ha un rapporto con lo spazio sociale caratterizzato da libertà e movimento ma contenga, piuttosto, l’intero repertorio delle accezioni semantiche dell’alterità e cioè il forestiero, l’estraneo, il nemico (del resto, già Cicerone, nel De officiis definiva hostes, nemico, lo straniero e  utilizzava il termine in contrapposizione a  in-genuus, vale a dire a colui che appartiene per nascita alla comunità assunta come riferimento).

Ma la vera contrapposizione è di tipo contenutistico, supera l’ambito amministrativo e invade quello penale in termini di assoluta incompatibilità. Non a caso, la pronuncia della Corte di Giustizia sulla direttiva rimpatri, recante norme e procedure comuni applicabili dagli Stati membri al rimpatrio di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare, con riferimento alle norme del Testo Unico sull’immigrazione (articolo 14, comma 5 ter e quater, Dlgs 286/1998)  è tranchante, tagliente (cfr. Nascimbene).  La  Direttiva esaminata, nelle considerazioni preliminari, definisce chiaramente i suoi obiettivi che non attengono soltanto

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di L'allontanamento del migrante dall'Italia

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori