Trova il tuo prossimo libro preferito

Abbonati oggi e leggi gratis per 30 giorni
Affinità di Coppia e Anime Gemelle: I segreti per una Relazione Sana e Forte che aiuta i Partner a Crescere Insieme

Affinità di Coppia e Anime Gemelle: I segreti per una Relazione Sana e Forte che aiuta i Partner a Crescere Insieme

Leggi anteprima

Affinità di Coppia e Anime Gemelle: I segreti per una Relazione Sana e Forte che aiuta i Partner a Crescere Insieme

Lunghezza:
308 pagine
4 ore
Pubblicato:
Apr 9, 2019
ISBN:
9788832570540
Formato:
Libro

Descrizione

Come reagireste se all’improvviso vi ritrovaste in piena crisi all’interno del vostro rapporto di coppia? Come vi comportereste se vi accorgeste che il dialogo, la complicità, l’affetto iniziale, l’entusiasmo per il vostro partner si sono trasformati in disagio, fastidio e perfino repulsione?
Dover affrontare una crisi di coppia non è cosa semplice specialmente perché i partner, molto spesso, non hanno gli strumenti per capire che cosa sta succedendo realmente all’interno della relazione.
E proprio questa incertezza, questa confusione, unita al deteriorarsi del rapporto, è la principale responsabile di molti fallimenti sentimentali. Eppure con una buona dose di volontà, con la disponibilità a mettersi in gioco, con tanta, tanta gentilezza e rispetto, è possibile recuperare un rapporto incrinato.
Questo libro è dedicato a coloro che hanno capito l’importanza del dialogo e della chiarezza nei rapporti, specialmente in quelli di tipo sentimentale. Attraverso i capitoli, dedicati a spiegare le principali dinamiche che concorrono a minare la relazione e al modo per affrontarle al meglio, si accompagna il lettore verso una maggiore consapevolezza della propria individualità, azione importante per essere un partner attivo nella relazione.
Mettendo in pratica i suggerimenti e i consigli pratici contenuti nel libro, il lettore potrà ricostruire il proprio rapporto di coppia, se in crisi, oppure rinsaldarlo, salvaguardandolo da conflitti inutili e da pericolose evoluzioni negative.
Perché…le “Anime Gemelle” esistono!

Vitiana Paola Montana
www.vitianapaolamontana.it
Pubblicato:
Apr 9, 2019
ISBN:
9788832570540
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Affinità di Coppia e Anime Gemelle

Anteprima del libro

Affinità di Coppia e Anime Gemelle - Vitiana Paola Montana

Meglio"

Dedica

Dedico questo libro, frutto di ricerche, riflessioni ed esperienza diretta, al mio compagno Bonaventura, specchio potente e Anima Antica. Insieme abbiamo scoperto che le 'Fiamme Gemelle' esistono veramente!

Ringraziamenti

Vivere, di per sé, è già un'esperienza complessa. Vivere poi, insieme ad un altro essere umano, comporta l'utilizzo di una maggiore dose di coraggio. Coraggio di affrontare la propria parte oscura che, inevitabilmente emergerà quando saremo di fronte al nostro partner che ci farà da specchio.

Il mio ringraziamento va alla vita stessa, alle sfide che mi ha messo di fronte e al percorso che mi sono scelta.

Grazie, sempre e comunque, a tutto quello che mi permetterà di diventare una persona più consapevole.

Introduzione

Perché le relazioni sono importanti

Le relazioni nella vita sono di fondamentale importanza. Averne cura, trovare il giusto modo di comunicare e di interagire, è la base che crea uno scambio armonico tra noi e gli altri. Se questo è valido nei rapporti in generale, lo è ancora di più per quanto riguarda le relazioni di coppia.

Il rapporto di coppia è la relazione per eccellenza, alla quale tendiamo e ci avviciniamo spesso con mille dubbi e timori. Si tratta della nostra interazione intima con un altro essere umano, al quale consegniamo il nostro affetto, l’amore, l’apertura e il nostro sostegno, al quale diamo fiducia.

Un rapporto di coppia solido e leale è un porto sicuro nel quale trovare amore, comprensione, rifugio, complicità. Molti rapporti, però, si danneggiano e si frantumano apparentemente senza un motivo preciso, lasciando i partner disorientati, arrabbiati e, cosa peggiore, feriti nel proprio intimo, a volte anche con un’autostima indebolita.

In questo libro, affronteremo i temi più scottanti per l’equilibrio della coppia e ci soffermeremo sulle migliori soluzioni da adottare per fare in modo che la nostra relazione possa evolvere in modo positivo, diventando un reale nucleo di felicità e affettività matura, stabile.

Dobbiamo sempre ricordare che una coppia è fatta di molte cose. Prima di tutto, entrambi i partner hanno una personalità, dei pregi e dei difetti anche se io personalmente non amo il termine difetti, al quale preferisco di gran lunga questa definizione: i difetti sono l’espressione mancata di qualità che non coltiviamo nel modo giusto.

Ritengo infatti che, i difetti, siano dei talenti inascoltati che noi releghiamo in un angolo e a cui attribuiamo una connotazione negativa solo perché, a volte, possono risultare sconvenienti.

Un carattere brusco può nascondere una timidezza repressa, una scarsa autostima. Ecco che, allora, plasmare questo aspetto caratteriale permette di far emergere una qualità nascosta, a beneficio di una più forte autostima, di una maggiore sensibilità. E le relazioni ne gioveranno sicuramente.

Un altro aspetto determinante in una relazione, è il pregresso esperienziale dei partner. Se, ad esempio, la partner donna di una relazione ha assistito durante l’infanzia e l’adolescenza a furiosi litigi dei propri genitori, causati dai ripetuti tradimenti del padre nei confronti della madre, da adulta porterà questa situazione all’interno delle dinamiche relazionali che vive.

A volte una gelosia immotivata o una dipendenza affettiva nascono proprio da questo tipo di esperienze pregresse della persona (sia per la donna che per l’uomo), che si sono installate nel subconscio inviando segnali di pericolo e ansia.

Senza voler generalizzare, possiamo quindi capire come possa essere delicato l’equilibrio di una relazione affettiva quando è sottoposta a dinamiche che opprimono i due partner i quali, spesso, arrivano alla rottura senza neppure essere riusciti a comprendere le reali motivazioni del problema che stanno vivendo e che ha causato screzi e litigi.

In questo libro, quindi, vedremo quali sono i punti cardine sui quali si basa un rapporto equilibrato, sano e solido ed anche che cosa cercano in una relazione un uomo e una donna.

Vedremo anche il decalogo della coppia felice: una serie di suggerimenti che possono, da soli, essere già un buon strumento per superare una eventuale insorgenza di incomprensioni nella coppia.

Nel momento in cui una relazione entra in crisi o si conclude, gli interrogativi sono sempre molti, spesso generano dolore a causa di malintesi e degli errori commessi.

Seguendo i consigli che troverete nelle prossime pagine, potrete sin da subito avere la possibilità di migliorare lo stato della vostra relazione.

Insieme cercheremo di trovare la strada migliore per fare in modo che il vostro rapporto cresca solido e ricco di amore.

E adesso iniziamo la lettura del libro.

Mi auguro che vi sia di concreto supporto per la crescita armoniosa del vostro legame.

Buona Lettura!

Capitolo 1

Conoscersi, capirsi, amarsi

Essere amati profondamente da qualcuno ci rende forti, amare profondamente ci rende coraggiosi.

Lao Tzu

Affinità di Coppia: che cos’è la Coppia

La definizione di coppia è un insieme molto ampio. La coppia può essere definita una struttura composta da due soggetti di sesso diverso (definita coppia eterosessuale) o di sesso uguale (definita coppia omosessuale).

Se parliamo di ambiti legati all’affettività (come il fidanzamento, il matrimonio o la convivenza, modalità basate sull’aiuto reciproco e sullo scambio), la coppia può essere formata da due partner che hanno personalità simili (definita coppia simmetrica o speculare) oppure diversi tra loro (definita coppia complementare).

La coppia simmetrica funziona perché tra i partner esiste somiglianza e complicità (in ogni caso, un eccesso di uguaglianza, col tempo può causare noia, invidia e competizione), la coppia complementare si regge su una forma di dipendenza biunivoca, in base alla quale ogni partner ritrova nell’altro ciò di cui si sente carente.

Il rischio, in questo caso, soprattutto se la simbiosi è spinta agli estremi, è quello di instaurare forme di dipendenza e di gelosia. La formula della coppia, si può trovare anche al di fuori dei legami definiti erotici (nel senso di sentimentali). La coppia esiste anche tra amici, colleghi o compagni di svago come ad esempio per una coppia di ballerini o di pattinatori.

La coppia felice non annulla l’individualità dei partner.

Il rapporto di coppia è spesso una relazione speculare nella quale ogni partner tende a cercare l’approvazione dell’altro o, in certi casi, punta a sopraffarlo con il fine di omologare sempre più strettamente la coppia ad un modello predefinito.

In altri casi, è invece la profonda differenza tra i partner che scatena timori, gelosie, sospetti così forti da far esplodere il rapporto e chiuderlo in modo intollerabile. Ovviamente uno sbilanciamento del genere non è benefico perché significa che i partner tendono ad annullare, nel nome della coppia, la loro personalità individuale. Il pericolo è che, così facendo, la relazione si trasformi in una gabbia stretta e scarsamente dinamica in cui l’affinità della coppia si sfilaccia sempre di più.

Quando la coppia è a rischio

Ci sono dei casi in cui è possibile prevedere le prime avvisaglie di una crisi di coppia imminente, ovvero:

quando si insinua l’abitudine: la noia è uno dei nemici mortali del legame a due perché appiattisce la vita, l’eros, i discorsi, i progetti, la complicità e in definitiva tutte le scelte dei partner. Quando la persona con cui si vive diventa troppo prevedibile, se appare ogni giorno più scontata, il rapporto inizia a vacillare.

quando non si scherza, non si gioca, non si ride: il gioco è considerato il sale di tutti i rapporti, non solo di quelli di coppia. Una battuta detta al momento giusto scioglie le tensioni e saper ridere rende più simpatici, se non addirittura attraenti.

quando si diventa competitivi: se il legame diventa una battaglia continua, significa che i partner vivono la coppia come un’occasione di distruzione e non di amore. Sono i casi in cui, pur essendo insieme, ci si affanna costantemente a far primeggiare troppo le singole individualità, perdendo di vista le fondamenta comuni del rapporto.

quando non si è più naturali: esistono coppie che fin dall’inizio si reggono sul fatto che i partner (entrambi o singolarmente) recitano una parte funzionale all’esistenza del rapporto. Per esempio, lui è irascibile ma per il bene della coppia non sbotta mai. Oppure lei amava tantissimo andare a ballare ma da quando sta con lui dice che il ballo non le interessa più. Sono tutti comportamenti falsi e innaturali che con il tempo possono portare alla rottura.

Quando la coppia è fonte di benessere

La coppia sana si forma e cresce in maniera naturale e vive il rapporto quotidiano nel nome del dialogo, dello scambio e della continua scoperta. Si può dire dunque che la coppia sia felice nei casi elencati qui di seguito:

quando non ha obiettivi da raggiungere: quanto più il rapporto è esclusivamente fondato su uno scopo (fare dei figli, comprare una casa più grande, mettere da parte denaro per la vecchiaia), più la coppia diventa arida e poco creativa. Una coppia felice cerca di navigare il più possibile a vista, se si fa carico di troppi progetti perde la fantasia, l’improvvisazione, la leggerezza, valori imprescindibili di una coppia dinamica.

quando non è un banco di mutuo soccorso: spesso si sente dire senza di te non saprei più vivere. Questa è la classica frase che lascia intendere che il rapporto sia, in realtà, una specie di stampella affettiva. Se è vero che, in alcuni casi la relazione di aiuto (peraltro più che lecita) si realizza, va tuttavia detto che questo non può essere il fulcro del rapporto. Una coppia è felice quando i partner non stanno insieme per bisogno, altrimenti è destinata a morire.

quando vive nel presente: quante volte si vedono coppie assillate dalle ricorrenze, dagli anniversari, dalle feste comandate, dalle tappe. Queste coppie troppo legate agli eventi (di ieri e di domani) e scarsamente attratte/calate nel presente, dovrebbero cercare di stare il più possibile nel qui - e - ora, nello spazio senza tempo che ci rigenera ogni giorno.

quando scorre con la vita: un lui e una lei si sono incontrati, si sono piaciuti, sentivano di essere fatti l’uno per l’altra e si sono messi insieme. Hanno messo a punto una formula di pacifica convivenza e ora guardano serenamente alla vecchiaia, in una sorta di immobilismo anche sentimentale, affettivo. Se la vostra coppia rientra in questo schema fate attenzione. Una coppia che si ferma dentro un modello e non si trasforma giorno per giorno è a rischio. Il mondo in cui i partner vivono è pieno di stimoli: fatene tesoro insieme. E ricordate che anche voi, come qualsiasi umano, cambiate ogni giorno. Di conseguenza come potete pretendere che il vostro legame resti immutabile?

I Si e i No nella Coppia

Proviamo a valutare adesso, quali sono le azioni positive e quelle negative da mettere o meno in pratica all’interno della relazione. La coppia è fonte di felicità quando è costituita da individui autonomi che la portano a fluire e modificarsi con il ritmo della vita, senza sforzarsi di renderla eterna.

SI (da fare)

conserva i tuoi hobby – cerca di conservare, pur nell’ambito della tua vita di coppia, degli spazi che siano solo tuoi, dedicandoti alla lettura, alla musica, alla pittura oppure ad uno sport soprattutto se queste attività ti appassionavano anche prima di incontrare il tuo partner. Il tuo uomo, la tua donna è un compagno/a di viaggio e ti ama per come ti ha conosciuto. Se rinunci a te stesso/a credendo di rafforzare il vostro rapporto sei sulla strada sbagliata.

sappi stare in silenzio con lui-lei – non ostinarti a riempire di parole (o peggio di televisione), tutti i vostri spazi comuni. Una coppia che funziona non condivide solo il dialogo, ma anche il silenzio. Non solo la sera, a letto, ma anche in altre occasioni, dobbiamo imparare a gustare con il nostro partner mezz’ora di silenzio rigenerante, magari in una stanza in penombra illuminata da luci soffuse.

fare l’amore in modo nuovo: altra frase classica io sono abituato così, e allora succede che per anni lui e lei continuano a vivere il loro incontro erotico seguendo il solito schema. Eppure il cemento più forte della coppia è l’eros, una forza potente e in continua trasformazione. Se dunque avvertire che tra voi si sta insinuando la noia, sappiate che il letto è il primo luogo dove potete iniziare ad agire. Non escludete nulla: nuova biancheria intima, cibi e profumi afrodisiaci, una lettura sexy da fare in due, magari ad alta voce…l’essenziale è allontanarsi dalla prevedibilità.

NO (da non fare)

non dire ciò che pensi – oppure dirlo nel momento e nel modo sbagliato. In un rapporto di coppia ci sono momenti per parlare e altri per tacere. A te sviluppare la sensibilità per comprendere quando un torto o un problema sono troppo pesanti per essere tenuti dentro, e quando invece si tratta di piccolezze che possono essere taciute. Anche lo scambio verbale di coppia ha i suoi precisi equilibri, i suoi tempi, i suoi momenti: saperli dosare è fondamentale per la sopravvivenza…a due.

rinfacciare quello che hai fatto in passato – hai offerto il tuo aiuto al partner, gli hai dato un supporto finanziario, lo hai supportato un periodo difficile? Se vi trovate in una fase critica, non rinfacciargli quello che hai fatto. Anche la coppia ha un suo passato, fatto di cose negative e positive, ma poi continua a vivere nel presente. Quello che è stato è stato, mettilo nel dimenticatoio. E non usarlo come arma di ricatto.

pianificare tutto – la coppia non è un’azienda che opera con calendari, bilanci e strategie. E se non vuoi creare intorno a voi un clima soffocante, evita di fare troppi progetti, soprattutto se sono spostati molto in là nel tempo. In questo modo rischi solo di non gustare le gioie dell’oggi e di agganciarti artificiosamente a un futuro che, magari, sarà del tutto diverso da quello che pensi.

Vediamo adesso quali sono le caratteristiche strutturali della relazione immatura e della coppia solida.

Capitolo 2

Le caratteristiche strutturali della relazione immatura e della coppia solida

Occupiamoci adesso di rapporti sani e di rapporti gravati da dipendenza affettiva. Un altro aspetto da tenere in considerazione è la maturità emotiva dei partner che compongono la coppia. La mancanza di maturità emotiva, infatti, risulta essere uno dei più grossi problemi nell’ambito delle relazioni.

Avere relazioni sane e ben strutturate indica che la persona è matura.

Per fare in modo che una relazione sia sana, bilanciata e felice, i due partner devono essere capaci di comunicare tra loro in modo efficace.

Molte difficoltà e incomprensioni nascono, come abbiamo già anticipato nel capitolo precedente, dai filtri emotivi che i partner hanno accumulato fin dall’infanzia.

Ma, nelle fasi dell’evoluzione della vita di coppia, il grado di immaturità di uno o entrambi i partner può essere considerato come un stadio normale. In genere nelle coppie uno dei due partner è sempre più maturo dell’altro, oppure il grado di maturità si discosta di poco tra l’uno e l’altro (chi è più maturo e chi un po’ meno).

Per fare in modo che la coppia riesca a funzionare al meglio, questo dislivello dovrà essere riempito con una buona dose di complicità e capacità di comunicare dei due partner.

Le caratteristiche di una relazione immatura

Le avvisaglie dell’immaturità emotiva, si mostrano sia nel comportamento della coppia che del singolo. Vediamoli insieme.

a) Il rapporto con i genitori

Dobbiamo ammetterlo. I suoceri possono nuocere alla coppia solo nel caso in cui il figlio/a permette loro di avere ingerenze sulla coppia. Indubbiamente questa dichiarazione a qualcuno potrà non piacere ma, di fatto, se i genitori del vostro partner hanno molta influenza nella sua vita, questo potrebbe dire che si trova in uno stato di immaturità emotiva.

Un grado maggiore di maturità si acquista innanzitutto tramite l’indipendenza emotiva dai nostri genitori. Se i genitori della vostra compagna/o risultano essere presenti ogni giorno nella quotidianità del figlio/a, fanno ingerenze sulle sue scelte o richiedono troppa assistenza, molto probabilmente la vostra coppia non ha sviluppato quella maturità che dovrebbe avere.

b) Gestire il denaro

Anche la gestione dell’aspetto economico della famiglia/coppia è una incombenza che una persona matura con il tempo riesce ad acquisire. Se uno dei partner non si cura di tenere sotto controllo sia le spese che i risparmi, occorre fare attenzione. Seguire e consolidare l’indipendenza economica personale e della famiglia, è una qualità basilare per consolidare l’equilibrio e la maturità della relazione.

Fare dei piani previsionali per la famiglia è molto importante per la coppia che sta portando avanti la propria storia. Se spendiamo più di quello che guadagniamo, probabilmente non abbiamo ancora irrobustito una buona maturità, specialmente se spesso dobbiamo servirci all’aiuto dei genitori perché non siamo capaci di amministrare le nostre finanze.

c) Eterni Peter Pan

Quando all’interno della coppia troviamo un eterno Peter Pan, un/a partner che non vuole crescere, indubbiamente non siamo all’interno di una relazione matura.

Qualche volta accordarsi una leggerezza, avere un atteggiamento adolescenziale può essere liberatorio e divertente ma a patto che ciò avvenga solo per brevi momenti e soprattutto che rientri velocemente nei binari della vita adulta.

Ripetiamo: non c’è nulla di male nel lasciarsi andare a comportamenti adolescenziali, anzi, possono portare un momento di frizzante vitalità nella coppia. Se però il vostro partner agisce come un eterno Peter Pan il vostro rapporto farà fatica ad evolvere.

Il reale impegno, in queste circostanze, risulta come una meta difficilissima da raggiungere. In realtà il vostro partner, non ha difficoltà a trovare il lavoro più giusto per lui (ad esempio). Più semplicemente possiamo dedurre che il partner, in questo caso, teme di impegnarsi.

Il grado di immaturità evidente, di chi vive da eterno adolescente, è rappresentato dal timore di assumersi le proprie responsabilità e non solo nel rapporto di coppia.

I partner che hanno sviluppato un buon grado di maturità in se stessi e nella relazione, sono consapevoli prima di tutto del rapporto che vivono e sono in grado di impegnarsi concretamente alla crescita della coppia.

d) Parlare

La comunicazione in una coppia è importantissima. I due partner dovrebbero essere capaci di identificare ed esprimere le loro emozioni in totale serenità. A volte può accadere però che, uno dei partner o entrambi, non riescano, a causa della bassa autostima e di scarsa consapevolezza, ad esprimere ciò che pensano e sentono in modo coerente perché non sanno attribuire un nome alla propria sensazione del momento.

In un caso di questo tipo il partner interessato da questa difficoltà (o entrambi), dovrebbe cercare di leggere le proprie emozioni interiori e imparare ad esprimerle con calma fino a che non sarà riuscito a identificare gli impulsi che gli arrivano dall’inconscio emotivo.

Se il partner è cosciente della propria scarsa consapevolezza di sé, deve sviluppare la maturità di accettare questo stato di cose e riconoscerlo all’interno della coppia, così da non inviare al compagno/a segnali contraddittori.

Per riuscirci dovrà adottare una comunicazione chiara e tranquilla.

e) Curarsi di se stessi

Se il partner non ha cura della propria persona e della propria immagine, può significare che l’autostima è carente e questo può danneggiare l’equilibrio della coppia. Scivolare nella sciatteria e nella trasandatezza porta la coppia a risentirne poiché penalizza anche l’altro partner.

Da alcuni studi è emerso che, chi non ha cura di se stesso ed è sempre trasandato, ha proprio un carattere da eterno adolescente.

f) Volere ragione a tutti i costi

Ognuno di noi, qualche volta, cade in questa posizione rigida: si vuole avere a tutti i costi ragione e, per ottenerla siamo quasi disposti a modificare la realtà dei fatti. Se ciò avviene come caso sporadico non risulta un problema. Se invece si ripete nel tempo con regolarità, allora il rapporto tra i partner non potrà crescere.

I partner di una coppia, hanno il dovere di esercitarsi ad ammettere di aver commesso un errore, quando accade. Non c’è nulla di male a dire scusami, ho sbagliato. Una frase come questa può rappresentare molto all’interno di una relazione perché significa che c’è la volontà comune di crescere.

Se siamo noi ad aver sbagliato, ammetterlo permetterà al nostro partner di accogliere i nostri limiti e permette a noi di capire qual è stato l’errore che abbiamo fatto, per fare in modo di non ripeterlo e così, migliorarci.

Se invece è il nostro partner a non avere un grado di maturità ottimale, forse non sarà capace di confessare i propri errori e vi ricadrà di continuo.

g) condivisione

Vivere in un rapporto è indice di condivisione. Si condividono le responsabilità, opinioni o beni. Il fatto di condividere i punti di vista o i valori di base non significa essere orientati allo stesso identico modo, indica solamente il farsi comprendere e accogliere dal nostro compagno/a. Per la coppia la condivisione è lo strumento più potente che unisce.

Attraverso la condivisione possiamo comprendere profondamente l’altro. In un rapporto maturo, il desiderio di stare insieme è sostenuto dalla vicendevole e intima conoscenza.

Atteggiamenti e azioni delle coppie felici: cosa fanno e cosa non fanno

A dire il vero non esistono rapporti perfetti. In ogni

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Affinità di Coppia e Anime Gemelle

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori