Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

P come Pasqua: Omelie per anime vive

P come Pasqua: Omelie per anime vive

Leggi anteprima

P come Pasqua: Omelie per anime vive

Lunghezza:
89 pagine
59 minuti
Editore:
Pubblicato:
29 mar 2019
ISBN:
9788832557787
Formato:
Libro

Descrizione

Avete mai cantato: «Dopo la pioggia torna il sereno, alleluia»?
Se la risposta è sì, sapete anche che le previsioni del tempo non c’entrano nulla. Si tratta piuttosto di un canto di speranza e di gioia. Pasquale, appunto!
In fondo, la Pasqua ci dice che dopo la Quaresima e la Passione c’è sempre la Risurrezione. Dopo il maltempo torna il sereno. Chi ha Gesù con sé non sarà mai in balia delle tenebre, sa che dentro ogni croce c’è la Risurrezione, dentro ogni morte continua a pulsare forte e intensa la Vita.
Questa è la forza della Pasqua, questa è la gioia della Risurrezione.
Leggere per credere!
Editore:
Pubblicato:
29 mar 2019
ISBN:
9788832557787
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a P come Pasqua

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

P come Pasqua - Andrea Rabassini

Andrea Rabassini

P come Pasqua

Omelie per anime vive

Copyright © 2019 by Andrea Rabassini

Progetto editoriale a cura di Cinzia Anedda

In copertina:

Agnus Dei, Fotografia di Deborah e Claudio Lepri

Dello stesso Autore

A come Avvento, E come Epifania, M come Missione,

N come Natale, Q come Quaresima, S come Santi

L’autore devolverà il ricavato della vendita del presente libro all’Associazione Aiuti Terzo Mondo www.aiutiterzomondo.org

Anche tu puoi contribuire facendo una donazione:

Su c/c bancario presso la Deutsche Bank di Lecco IBAN: IT08 B 03104 22901 000000001360

Su c/c postale: n. 10902229

IBAN: IT58 B 07601 10900 000010902229

Intestati a: Associazione Aiuti Terzo Mondo onlus Corso M. Ortigara, 1 - Lecco

UUID: d854cb28-5319-11e9-98cf-bb9721ed696d

Questo libro è stato realizzato con StreetLib Write

http://write.streetlib.com

In memoria di
Linda G. e Mamma Linda

Biografia dell’Autore

Andrea Rabassini (Angera, 1974) è un sacerdote della Diocesi di Milano.

Dopo la maturità scientifica, frequenta per qualche anno la facoltà di Giurisprudenza. Nel 1997 parte per il servizio militare e dopo due mesi approda alla Scuola Sottufficiali della Guardia di Finanza. Concluso il corso viene assegnato al Nucleo Regionale di Polizia Tributaria a Torino. Negli anni di servizio riprende gli studi universitari e si laurea in Economia e Commercio nel 2003.

La conclusione della Scuola Sottufficiali e l’inizio del servizio effettivo coincidono anche con la ripresa di una presenza attiva, anche se solo nel fine settimana, nella sua parrocchia di origine, San Lorenzo in Gurone di Malnate. L’incontro con figure significative e la condivisione dell’impegno pastorale lo portano ben presto a misurarsi con un desiderio di felicità piena e a domandarsi se Qualcuno non lo stia chiamando a una diversa scelta di vita. Così, nel 2003 iniziano i contatti con il Seminario diocesano, dove entrerà nel settembre del 2004, all’età di trent’anni.

Durante il servizio come seminarista a Saronno, incontra don Silvio Andrian che gli propone un’esperienza missionaria a Santa Cruz de la Sierra, in Bolivia, insieme a un gruppo di giovani della parrocchia.

In quell’occasione conosce Oscar e Laura Strazzi e la bella realtà dell’Associazione Aiuti Terzo Mondo, che continua tuttora a sostenere con i suoi viaggi missionari, per portare aiuto materiale e spirituale.

Ordinato sacerdote il 12 giugno 2010, don Andrea viene assegnato alle parrocchie Madonna Pellegrina e Santi Nazaro e Celso di Bareggio, dove si ferma quattro anni. Dopo un biennio presso la comunità dei Padri Oblati di Rho, è attualmente responsabile della pastorale giovanile nella Comunità Pastorale Madonna dell’Aiuto di Gorgonzola.

Nota dell’Autore

Il 6 gennaio 2019 è venuta a mancare Mamma Linda, colonna e anima della nostra Associazione Aiuti Terzo Mondo. Mentre riguardavo questo volume, incentrato sul tema della Pasqua e dedicato alla memoria di un’altra cara amica che è già entrata nella sua Pasqua, mi è tornata tra le mani la preghiera che suor Chiara Lorena (sorella clarissa del convento di Cortona e parte integrante della nostra famiglia missionaria) ci ha inviato il giorno del funerale di Mamma Linda. La condivido volentieri con voi, sicuro che sia un bel modo per onorare il ricordo di questa Amica straordinaria, oltre che una bella introduzione al tema di cui si parla qui.

O Dio, Padre buono e misericordioso,

che nel tuo Figlio Gesù hai donato al mondo

la luce vera che illumina ogni uomo e dà vita

manifestati ADESSO

nel buio del nostro dolore.

Come Maria

in viaggio verso la cugina Elisabetta,

anche la Linda, ogni giorno,

ha risposto al tuo infinito amore

mettendosi IN FRETTA in cammino.

Fedele al suo stile di vita,

ha fatto così anche quando sorella morte si avvicinava

per accompagnarla all’abbraccio eterno con Cristo risorto:

in fretta, lasciando tutto in ordine, in punta di piedi,

senza voler dare alcuna preoccupazione.

Ti ringraziamo, dolcissimo Iddio nostro,

per il dono d’amore che in LEI hai voluto offrire

a Giampiero e Oscar, a Laura, William e Corinne,

a tutti noi oggi qui presenti, vicini e lontani,

italiani e boliviani, gente di tutti i popoli.

La sua fede senza confini, continua, ora più di prima,

a voler generare vita,

a desiderare di far germogliare frutti di pace e unità:

siamo certi della sua potente intercessione dal cielo,

come potente è stato il suo sorriso per ciascuno.

Signore della Vita, aiutaci a vivere la pasqua della Linda

aggrappati alla Pasqua di Gesù,

allora non sarà più forse così importante

chiedersi il PERCHÈ, quanto piuttosto il COME,

lasciando che il vuoto resti vuoto…

come il sepolcro al mattino di Pasqua.

Introduzione

Quando ero bambina e frequentavo il catechismo per prepararmi alla Prima Comunione, avevo imparato un canto che recitava così: «Dopo la pioggia torna il sereno, alleluia».

Oggi non si canta più e dubito che sarebbe considerato liturgico, ma la frase mi è sempre rimasta impressa nella mente e trovo che infonda speranza nei momenti bui.

In fondo, la Pasqua ci dice che dopo la Quaresima e la Passione c’è sempre la Risurrezione. Dopo il maltempo torna il sereno. Il male, la sofferenza

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di P come Pasqua

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori