Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Nel mese di maggio in cammino con Maria

Nel mese di maggio in cammino con Maria

Leggi anteprima

Nel mese di maggio in cammino con Maria

Lunghezza:
69 pagine
45 minuti
Pubblicato:
15 feb 2019
ISBN:
9780244159832
Formato:
Libro

Descrizione

Con queste semplici parole comincia nei vangeli la storia di Maria. Anzi, attraverso Lei, la storia stessa di Gesù. Tutto é semplicità e modestia. In un piccolo villaggio della Galilea, tanto piccolo da essere praticamente sconosciuto viveva questa giovanissima donna. Umile e semplice l'ambiente come umile e semplice la gente che l'abitava, e tutta la sua parentela. è vero che il suo fidanzato, Giuseppe, modesto artigiano, vantava una discendenza Davidica. Ma dopo mille anni di storia la discendenza dal re Davide si era talmente frazionata e dispersa in infiniti rivoli, da non costituire più un gran vanto, nè offrire privilegi sociali di alcun genere. Lo sconosciuto paesino galileo di Nazareth è ben lontano da Gerusalemme, la regale metropoli dei tempi antichi...
 
Pubblicato:
15 feb 2019
ISBN:
9780244159832
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Nel mese di maggio in cammino con Maria

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Nel mese di maggio in cammino con Maria - Giovanni Maddamma (Curatore)

Montfort

Nel mese di Maggio in cammino con Maria

a cura di Giovanni Maddamma

Congregazione dei Fratelli e Sorelle Minori

1 maggio: «La vergine si chiama Maria» (Luca 1,27)

(a sinistra, Sant'Anna con Maria piccolina in braccio)

Con queste semplici parole comincia nei vangeli la storia di Maria. Anzi, attraverso Lei, la storia stessa di Gesù. Tutto é semplicità e modestia. In un piccolo villaggio della Galilea, tanto piccolo da essere praticamente sconosciuto viveva questa giovanissima donna. Umile e semplice l'ambiente come umile e semplice la gente che l'abitava, e tutta la sua parentela. è vero che il suo fidanzato, Giuseppe, modesto artigiano, vantava una discendenza Davidica. Ma dopo mille anni di storia la discendenza dal re Davide si era talmente frazionata e dispersa in infiniti rivoli, da non costituire più un gran vanto, nè offrire privilegi sociali di alcun genere. Lo sconosciuto paesino galileo di Nazareth è ben lontano da Gerusalemme, la regale metropoli dei tempi antichi. Ma offre lo scenario adatto per la vita schiva, sconosciuta agli uomini, di questa giovinetta, su cui invece si poserà lo sguardo di Dio. Così parla il vangelo. Più tardi invece i cristiani, spinti dall'entusiasmo e anche dalla fantasia, parleranno diversamente. Ne ricorderanno i genitori, la formazione, andranno a gara per elencarne le virtù. Nel vangelo, niente. Una piccola creatura che vive appartata in uno sconosciuto angolino della terra: questa la madre del futuro Messia, la creatura privilegiata attraverso cui passeranno i divini progetti per salvare il mondo. Rivivono in Lei «i mansueti» cantati nei Salmi biblici, che per un prodigio di Dio sono misteriosamente destinati a «possedere la terra»; o, se si vuole, vengono anticipati nella sua delicata e schiva figura quei «piccoli» del vangelo, pensando ai quali Gesù «esulterà di gioia nello Spirito Santo» (Luca 10,21). Da secoli il pensiero di Maria è fonte di gioia, perché attraverso la sua piccolezza si è svelata al mondo la grandezza dell'amore di Dio.

Ave Maria, creatura umile e mansueta che Dio ha guardato: prega il tuo Figlio perché anche noi sappiamo ritrovarci con gioia fra i piccoli di Gesù.

Da mettere in pratica: Doniamo il nostro amore alla gente che incontriamo per strada ogni giorno senza fare nessuna distinzione di razza, colore o credo.

Preghiamo per: Tutti coloro che sono nella prova e nella sofferenza, affinché la Santa Vergine possa intercedere per questi fratelli e sorelle.

3 Ave Maria, 1 Padre Nostro, 1 Gloria al Padre…

Giaculatoria: Maria, Madre nostra dolcissima – Intercedi per noi

2 maggio: «Ti saluto, o piena di grazia» (Luca 1,28)

Questa giovane donna portava un nome Maria che conoscevano tutti nel suo villaggio, e che nei secoli diventerà il più diffuso, caro a innumerevoli creature. Eppure l'Angelo del Signore, rivolgendole il suo saluto, la chiamerà con un altro nome: «Piena di grazia». E' il nome nuovo, col quale questa creatura è conosciuta davanti a Dio; il nome che scende dal cielo, come dal cielo scenderà il nome del suo bambino («lo chiamerai Gesù»). Non è che un'umile creatura, eppure nella sua modestissima vita cominciano a compiersi cose straordinarie, divine. Nella sua casetta meschina entra l'Angelo del Signore, che, secondo il linguaggio biblico, viene a rappresentare la presenza stessa e il messaggio personale dell'Onnipotente. Anche qui i sogni posteriori vedranno diversamente le cose, fantasticando apparizioni splendenti. Il vangelo invece è semplice, piano, dolcissimo nella sua quotidiana concretezza. L'Angelo «entrando da lei, disse». Entra in quella casetta, passa proprio per la porta come ogni visitatore un visitatore celeste ,le parla con voce chiara e discreta come una creatura parla a un'altra creatura. Così, attraverso Maria, riprende il dialogo fra cielo e terra, interrotto da millenni. Tra Dio e la sua creatura nasce una nuova familiarità, che fa pensare agli inizi della storia dell'uomo, come la Bibbia la racconta. Allora l'uomo conversava amichevolmente col suo Dio, la sua vita era in pace, egli guardava al

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Nel mese di maggio in cammino con Maria

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori