Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Energie astrologiche. Approfondimenti e correlazione
Energie astrologiche. Approfondimenti e correlazione
Energie astrologiche. Approfondimenti e correlazione
E-book275 pagine3 ore

Energie astrologiche. Approfondimenti e correlazione

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

Dopo anni di studio-ricercatore di Astrologia ho elaborato la teoria della correlazione basata sul principio "calore" fondamentale per l'Astrologia geo localizzata. Premetto che non mi ritengo un astrologo ma piuttosto un cultore di Astrologia a cui piace chiedersi perché.

Il libro è una rielaborazione dei post che ho scritto sui Social Network, la maggior parte dei quali tratta di Astrologia, alcuni di spiritualità e di reincarnazione, altri di Astrologia semiseria (In appendice). Ho cercato di esporre argomenti nuovi o poco divulgati dagli astrologi, compreso un nuovo metodo sperimentale che ha come principio la correlazione o entanglement quantistico. Per coloro che si chiedono se io abbia fatto sufficiente sperimentazione rispondo che mi basta immaginare per capire. Nella mia mente la logica prevale sulla ricerca per cui sono in grado, quasi sempre, di bypassare la sperimentazione supportato da una grande sicurezza interiore.

Nota: alcuni concetti sono ripresi in più capitoli; ciò è dovuto al fatto che essi sono stati scritti in origine come post dove non di rado vengono ripetuti pensieri e concetti già espressi, talvolta per una loro revisione, correzione, aggiornamento.
LinguaItaliano
Data di uscita13 set 2018
ISBN9788827846025
Energie astrologiche. Approfondimenti e correlazione
Leggi anteprima

Correlato a Energie astrologiche. Approfondimenti e correlazione

Libri correlati

Articoli correlati

Recensioni su Energie astrologiche. Approfondimenti e correlazione

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

    Anteprima del libro

    Energie astrologiche. Approfondimenti e correlazione - Antonio Montanelli

    633/1941.

    INTRODUZIONE

    ……..

    Dopo anni di studio-ricercatore di Astrologia ho elaborato la teoria della correlazione basata sul principio calore fondamentale per l’Astrologia geo localizzata. Premetto che non mi ritengo un astrologo ma piuttosto un cultore di Astrologia a cui piace chiedersi perché. Ho iniziato nel lontano 1972 studiando svariati testi ma quello che ritengo più utile per coloro che intendono approfondire la materia è il Corso di Astrologia in tre volumi – Edizioni Mediterranee di H. Freiherr Von Klockler, proprio per tutti i suoi sforzi tesi al riconoscimento alla stessa del carattere di scienza sperimentale. Le sue metodologie, valutazioni, interpretazioni sono, a mio avviso, le più calzanti a definire gli aspetti empirici di una materia talvolta sottovalutata alla stregua di dottrina senza alcun fondamento scientifico e relegata nel campo delle pseudo scienze esoteriche. Aderendo in parte all'impronta empirica conferita dal nostro sull’Astrologia, riprendo, in alcuni capitoli, molte sue teorie e ricerche, oltre che trarne spunto per sviluppare convinzioni personali dettate da una certa mia originalità di vedute, a prescindere dai giudizi soggettivi che gli esperti potranno trarne, convinzioni le mie che forse potrebbero perfino avvicinarsi a quelle espresse da studiosi a me perfino sconosciuti oppure rappresentare una vera e propria innovazione sul modo di interpretare l'Astrologia.

    Oltre alla possibilità di esporre le mie idee, l’obiettivo di questo libro vuole essere quello di dimostrare la validità delle dottrine elaborate da altri autori citati, interpretandone talvolta letteralmente e fotograficamente il pensiero allo scopo di dimostrare la veridicità e le contraddizioni dell’Astrologia perché materia dalle fondamenta anche scientifiche.

    Ovviamente nello scritto ho diversificato le idee personali da quelle espresse da altri autori poiché ne cito il nome ogni qualvolta faccio riferimento a un loro pensiero. Inoltre specifico sempre quando utilizzo fonti come quelle di Wikipedia, fonti che hanno lo scopo di sottolineare gli aspetti scientifici.

    Il libro è una rielaborazione dei post che ho scritto sui Social Network, la maggior parte dei quali tratta di Astrologia, alcuni di spiritualità e di reincarnazione, altri di Astrologia semiseria (In appendice). Ho cercato di esporre argomenti nuovi o poco divulgati dagli astrologi, compreso un nuovo metodo sperimentale che ha come principio la correlazione o entanglement quantistico. Per coloro che si chiedono se io abbia fatto sufficiente sperimentazione rispondo che mi basta immaginare per capire. Nella mia mente la logica prevale sulla ricerca per cui sono in grado, quasi sempre, di bypassare la sperimentazione supportato da una grande sicurezza interiore.

    Spero di essere stato utile alla causa dell'Astrologia e se così non fosse, non me ne lamento, poiché avrei comunque raggiunto un obiettivo per me assai ambizioso, quello appunto di poter divulgare il mio pensiero.

    Nota: alcuni concetti sono ripresi in più capitoli; ciò è dovuto al fatto che essi sono stati scritti in origine come post dove non di rado vengono ripetuti pensieri e concetti già espressi, talvolta per una loro revisione, correzione, aggiornamento.

    Antonio Montanelli

    Oggiono (LC), agosto anno 2018

    Capitolo uno

    PRIMA DELL’ASTROLOGIA

    PRIMA DEL TEMPO

    ………….

                Oltre l'inizio del tempo e dello spazio è' l'ENTITA’ SUPREMA: Luce infinita, Calore infinito, Energia infinita, Purezza infinita. E' L'Uno, il Principio Assoluto, non Duale, né esistente, né inesistente, Entità Assoluta, Indivisibile ed Eterna. Entità Suprema è Onnisciente, Onnipotente, Indipendente, Sapiente; avente in Sé i principi maschili e femminili Yang-Yin. Essendo Luce infinita Egli è come il fuoco che da energia, luce e calore. Dall’Uno emanano Scintille di luce qualitativamente uguali ma quantitativamente infinitesimali. Infinite Sfere di luce ed energia ruotano attorno all’Entità Suprema, sino ai confini infiniti della Sua energia; Esse sono la dimore delle Scintille di luce. Tutto è Uno, unica e infinita Coscienza. Tuttavia le Scintille di luce hanno una loro coscienza individuale immersa nell'Uno. Oltre i confini dell'Energia Suprema Il Nulla, l’inesistente. Su una sfera di Luce vi sono Scintille che credono di poter essere indipendenti dall’Entità Suprema; ciò non è possibile. Come le scintille del fuoco si spengono se si allontanano da esso, anche le Scintille di luce se si allontanano da Lui si spengono ma non su dissolvono poiché eterne. Un velo copre quella Sfera di luce. Tuttavia l'Entità Suprema Desidera che le Scintille ribelli possano redimersi e ripurificarsi; esse devono essere ciò che desiderano essere ma al di fuori della dimora originale.

    La sfera di luce, carica di energia e di un numero infinito di scintille ribelli, per volontà del Supremo entra nel Nulla, nell’Inesistente: è l'inizio del Big Bang (1), dello spaziotempo. Con il Big Bang l’energia Assoluta della sfera di luce espulsa si espande rapidamente. Nello stesso istante le scintille di luce ribelli si spengono. Ora si sentono sole. Gran parte della loro potenza originale è dispersa. l’ energia che le circonda , prima nell’Uno, ora è duale: sono i principi Yin – Yang, nasce la materia. Nel nuovo status di materia ha luogo un tentativo di ricongiunzione: si formano nuove sfere che si raggruppano in galassie e gruppi di galassie. In una di quelle galassie, ai suoi confini, una piccola sfera chiamata Sole è viva e attiva. Altre minuscole sfere iniziano a ruotare attorno al Sole e fra queste vi è la Terra. Il progetto dell'Entità Suprema si sta realizzando. Le scintille vagabonde e spente nell'universo materiale, consapevoli del loro errore, cercano un modo che permetta loro di ripurificarsi e ritornare alla Dimora originale. Occorre una sfera per poter iniziare il percorso di recupero e ripurificazione.

    L’universo si evolve. Infinite sono le sfere simili alla Terra la quale è in continuo mutamento. Si formano gli elementi di base, ossia il fuoco, l'aria, la terra e l'acqua. Nell'ambiente terrestre è possibile il formarsi di una nuova vita. Avviene il miracolo: la produzione di semplici molecole organiche, come amminoacidi e nucleotidi, che costituiscono i mattoni della vita. Si formano delle cellule dotate dei requisiti essenziali per poter essere considerate viventi, cioè capaci di utilizzare materiali presenti nell'ambiente al fine di mantenere la propria struttura, organizzazione e potersi riprodurre. Tuttavia per riprodursi occorre un progetto, un codice: si forma il DNA, copia della struttura del sistema solare e dell’effetto delle dinamiche di tutte le sfere che ruotano attorno al Sole, una sorta di DNA astrale. I mattoni della vita si evolvono in corpi biologici sempre più complessi. Le Scintille di luce spente, energia spirituale decaduta, ora possono, attraversando prima per il corpo sottile - astrale ed eterico – (2), entrare in quei corpi materiali, pur se temporaneamente rudimentali. le Scintille dal quel momento hanno a disposizione un mezzo che può permettere loro di ripurificarsi. Tuttavia in quei corpi e in quel nuovo ambiente sono costrette a sottostare alle leggi fisiche e alle regole molto limitanti della materia. Il benessere del Mondo Spirituale è solo un lontano e nebuloso ricordo.

    Tutto procede come progettato da Lui. Sulla Terra le Scintille entrano al momento del concepimento in un nuovo corpo fisico il quale, programmato dal DNA terreno, assume forme sempre più varie. Le Scintille animano quei corpi fisici, esse solo le loro Anime. Secondo la filosofia Vedanta le Anime (Atman) vengono coperte da cinque guaine (Kosha) dalla più pesante, il corpo vero e proprio, sino alla nandamayakosa, la beatitudine. I corpi fisici, sotto i colpi delle leggi materiali, degenerano e muoiono, costringendo le Anime a una continua re incorporazione (saṃsāra) regolata dal Karma. E’ chiaro che la ripurificazione, ossia la salvezza definitiva (Moksa) e il ritorno alla Dimora Originale è un compito arduo. I primi corpi fisici non sono sufficientemente evoluti per consentire quelle esperienze di vita tanto necessarie per la ripurificazione, occorre attendere che l’evoluzione terrestre generi dei corpi più complessi e evoluti. Dopo la morte del corpo fisico le Anime (Scintille di luce) sono temporaneamente collocate, al fine di essere giudicate per le loro azioni, su delle sfere ai confini dell'energia dell'Entità Suprema; una sorta di Paradiso temporaneo dove attendono una nuova re incorporazione: la reincarnazione.

    Con l’avvento della razza umana, le scintille di luce (anime) possono entrare (Karma permettendo) in corpi molto evoluti e in grado di poter permettere loro quelle esperienze tanto necessarie al progresso verso la totale purezza, condizione imprescindibile per ritornare alla Dimora originale (Moksa); ma è un’impresa tutt'altro che facile. Il progetto dell'Entità Suprema è giunto alla sua massima perfezione? Non è dato da sapere; nessuno è a conoscenza dei Suoi piani. Per il momento l'essere umano è l’ultimo nella catena evolutiva; egli è l'unico corpo in grado di permettere alle spente scintille di luce di redimersi dai loro errori originali. Per le anime-scintille di luce il compito è arduo e irto di ostacoli; non una ma numerose esperienze in successione (Samsara) sono e saranno necessarie tramite la reincarnazione regolata dal karma.

    Il Karma (principio di causa-effetto) può premiare le anime, in conseguenza di azioni positive, assegnando loro un nuovo corpo umano: oppure, a causa di azioni negative, un nuovo corpo in una specie inferiore, anche del mondo vegetale. La varietà degli esseri viventi è dunque una necessità come è una necessità la varietà psico-fisica-mentale per la razza umana. Infinite combinazioni genetico-astrali generano numerosissimi esseri umani praticamente unici al fine di disporre di un elevato numero di modelli-corpi fisici base e composti che possano soddisfare le necessità del ciclo di causa effetto del karma. La varietà umana è nel corpo sottile (psichico) e grossolano (fisico); essa è regolata dalle energie cosmiche cicliche – Sole, Terra, Luna, i pianeti del sistema solare- e l’interazione fra codice genetico astrale e terreno. L’anima tuttavia è completamente indipendente dal corpo ma deve dimoraci e assumerne le responsabilità di guida con conseguenti, se necessario, sanzioni. Fra le astrologie l’Astrologia karmica studia il rapporto fra legge di causa ed effetto (karma) e Tema natale individuale (grafico astrologico natale). In pratica afferma che ognuno nasce con la struttura astrale che si merita sulla base delle azioni buone o cattive commesse nelle vite materiali.

    (1) Da Wikipedia >>> Il Big Bang. Letteralmente in inglese Grande Scoppio è un modello cosmologico basato sull'idea che l'universo iniziò a espandersi a velocità elevatissima in un tempo finito nel passato a partire da una condizione di curvatura, temperatura e densità estreme e che questo processo continui tuttora. È il modello predominante nella comunità scientifica e ha avuto conferme basate su prove e osservazioni astronomiche.

    (2) Da Wikipedia >>> Corpo sottile- Corpo grossolano. Il corpo sottile e composto da corpo eterico o vitale, corpo astrale o emozionale, Io razionale, personalità umana. Il corpo grossolano non è altro che il corpo fisico, soggetto a nascita e morte. Esso è ovviamente il corpo più denso in modo assoluto.

    Capitolo due

    DNA ASTRALE DNA UMANO

    …….

    L’osservazione geocentrica a trecentosessanta gradi definisce come Dna astrale la distribuzione spaziale dei pianeti del sistema solare, Sole compreso, in un dato tempo. La collocazione spaziale comprende sia la posizione di ogni singolo corpo celeste sia il rapporto geometrico fra tutti i corpi celesti del sistema solare. Il moto di rivoluzione dei corpi celesti percepito geocentrica mente è in perpetua mutazione, ragione per cui il DNA astrale è praticamente unico e irripetibile. La vita sulla Terra si è evoluta anche grazie al DNA astrale e la sua forma terrena, fra cui il DNA umano. Come vedremo più avanti il DNA astrale schematizzato corrisponde alle due sinusoidi del DNA umano composto da due catene complementari, legate a formare un’unità, in quanto cromosomi contenenti in codice i caratteri ereditari individuali. I due DNA, astrale e terreno, sono entrambi duali come è duale la materia. I principi alla base delle loro catene sono lo yin – yang. L’energia primaria alla base del DNA astrale è quella solare. Sul piano astrologico il Sole e la Luna, quest’ultima in quanto corpo celeste che riflette l’energia solare e regola tutte le energie, ha delle corrispondenze nel DNA umano.

    Con l’avvento del DNA umano i geni, codice localizzato nel DNA stesso, trasmettono tutte le informazioni necessarie per la riproduzione, ossia il Progetto riproduttivo. Tuttavia l’unico vero obiettivo dei geni è quello, tramite i corpi fisici che li ospitano, di riprodurre e riprodursi, anche a scapito di altri geni. Tuttavia essi cooperano fra loro al solo scopo di riprodurre corpi sempre più efficienti. I geni sono i veri padroni della vita ed in un certo senso non siamo loro schiavi. Di tanto in tanto si verificano degli errori nella trascrizione del codice genetico e ciò può produrre delle mutazioni che verranno trasmesse alle generazioni successive. L'evoluzione non è frutto dell'adeguamento all'ambiente degli esseri viventi, ma è frutto degli errori di trascrizione. Un corpo mutato può essere svantaggiato ma anche avvantaggiato, eventualità, quest’ultima, che può dar vita a corpi in grado di sfruttare meglio l'ambiente in cui vivono. La successive riproduzioni di quei corpi mutati andrebbero a danno dei corpi fratelli non mutati i quali, col tempo, saranno destinati all’estinzione.. Gli errori di trascrizione, su un arco temporale lunghissimo, hanno generano anche la razza umana e non è possibile escludere che altri errori di trascrizione potranno generare una razza umana superiore (o diversa) e in grado di portare all'estinzione l’attuale.

    Gli errori di trascrizione del codice genetico possono essere definiti errori evolutivi (che hanno successo) e/o errori sterili (che non hanno successo). Essi appaiono casuali ma sono invece parte del progetto globale dell'Entità Suprema. Gli errori evolutivi generano una grandissima varietà sia faunistica sia floristica sia di microorganismi, utile alla catena alimentare e all’espansione incontrollata di ogni specie. I geni, che in se non sono né bene né male, veicolano lo sviluppo di nuovi corpi fisici, cooperando ma contemporaneamente in competizione fra loro; contrapposizione che ha inizio con il concepimento e prosegue nel progetto di vita concepito. Anche nei rapporti fra esseri umani è innegabile l'istinto di cooperazione e contemporaneamente di competizione, con effetti collaterali sia positivi ma più spesso negativi. Il gene, in quanto padrone della vita, potrebbe simboleggiare ciò che noi umani definiamo male (il demonio tentatore) contrapposto alla coscienza (Anima, Angelo custode). La distinzione fra bene e male è tipica della razza umana la quale possiede in forte misura coscienza e auto consapevolezza. Tuttavia il bene e il male sono spesso relativi e non sempre siamo in grado di stabilirne i confini.

    Gli errori evolutivi hanno generato varie razze umane, tra queste L'uomo di Neanderthal, poi destinato a soccombere e ad estinguersi a causa di altri errori evolutivi che hanno condotto alla razza umana chiamata Homo Sapiens, meglio attrezzata per vivere nell'ambiente naturale. l'Homo sapiens si rese conto delle proprie qualità terrene e quindi genetiche, ma contemporaneamente si rese consapevole del profondo legame con il cielo e il cosmo. In lui permane il ricordo della dimora originale e quindi della propria Anima. Riemergono alla luce gli stati di coscienza essenziali per la nascita delle proto religioni e della proto astrologia: discorso sugli astri, logica degli astri.

    I capelli sono all'estremità di un organo complesso: il follicolo pilifero. In se i capelli sono una componetene universale mentre il loro sviluppo è variegato in base a dei modelli. Da input genetici ed extra genetici, tutti i componenti sia fisici sia psichici, si sviluppano sulla base di numerosi modelli. Al momento del concepimento vengono trasmessi al concepito tutti i modelli psico-fisici ereditati dai genitori; immediatamente si verifica il rimescolamento dei due genoma genitoriali. Chi o cosa condiziona la scelta di un modello piuttosto che un altro è la correlazione senza limiti spaziali del genoma con il DNA astrale del momento: l’effetto è che alcuni modelli dominano la scena mentre altri recedono. Nel periodo della gravidanza sul piano quantistico madre e figlio sono un unico sistema organizzato. Alla nascita vi sono altri input: le mutazioni e il rimescolamento dei geni spazzatura, o geni sconosciuti. Input che rimodula tutti i componenti psico-fisici sviluppatisi durante la gravidanza e che veicoleranno il successivo sviluppo. I geni spazzatura contengono informazioni e modelli universali di tipo arcaico/collettivo che al taglio del cordone ombelicale sono prevalenti e/o recedenti a causa ed effetto della correlazione della struttura psico-fisica-genetica del nascituro con le energie solari e astrali (DNA astrale), terrene, extra solari, del ciclo delle stagioni. In sintesi i genoma vengono rimescolati all'atto del concepimento mentre i geni spazzatura (1) entrano in gioco nel momento natale.

    Altre variabili possono determinare mutazioni psico-fisiche: il contesto familiare, sociale, culturale, ecc., ossia il contesto complessivo. Il progetto di vita nella sua fase natale ha delle corrispondenze con il Tema natale individuale, la quale può essere definita la carta di identità astrologica individuale che comprende informazioni sulle struttura delle energie astrali (DNA astrale) che si sono correlate alla struttura psico-fisica del nascituro. Il Tema natale tuttavia non da informazioni sulle energie-informazioni extra astrologiche o astrologiche superiori, di ordine genetico e sul contesto complessivo il quale in seguito svolge quasi sempre un ruolo rilevante. Se il simbolo ombra è un archetipo (2) arcaico universale decodificabile con chiavi di lettura e percezione dissimili da individuo a individuo e/o gruppi di individui, la nascita in un contesto complessivo piuttosto che un altro non favorisce l’interpretazione del Tema Natale, privo di quelle informazioni.

    (1) Da Wikipedia >>> In iologia molecolare si definisce DNA non codificante (noncoding DNA) ogni sequenza di DNA in un genoma non soggetta a trascrizionein RNA o rimossa dall' mRNA prima della traduzione(). Tali sequenze risultano prive di funzione, nonostante diverse ipotesi siano state formulate, tanto da essere state indicate in passato con il termine di DNA spazzatura………... Circa il 98.5% del genoma umano è composto di sequenze non codificanti. Tale porzione comprende anzitutto le regioni ntroniche(circa il 26% dell'intero genoma) e quelle poste come separazione tra geni contigui: questi due tipi di sequenza derivano probabilmente da artefatti evolutivi e non sembrano avere oggi alcun tipo di utilità.

    (2) Da Wikipedia >>> La parola archetipoderiva dal col significato di immagine: arché (originale), típosn (modello); è utilizzata per la prima volta da e, successivamente, da e . È anche plausibile che derivi da άρχή (arché), col significato di principio, inizio. Il termine viene usato, attualmente, per indicare, in ambito , la forma preesistente e primitiva di un pensiero (ad esempio l'idea ); in da ed altri autori, per indicare le idee innate e predeterminate dell'inconscio umano; per derivazione in , le forme primitive alla base delle espressioni mitico-religiose dell'uomo e, in , i meta concetti di un'opera letteraria espressi nei suoi personaggi e nella struttura della ; in da per il concetto di «archi scrittura»: la forma ideale della scrittura preesistente nell'uomo prima della creazione del linguaggio e da cui si origina quest'ultimo. L'archetipo è inoltre utilizzato in per indicare la copia non conservata di un manoscritto (l'originale) alla quale risale tutta la tradizione (le copie del manoscritto originale).

    Capitolo tre

    ASTROLOGIA E RELIGIONE

    Nascita dell’Astrologia

    ………

    Il destino della specie Homo Sapiens è di vivere nell'ambiente terrestre e nei limiti del possibile dominarlo. Sempre più consapevole delle proprie caratteristiche terrene e del profondo legame con il cielo, egli si rese conto di possedere un’ anima: a ricordo della Dimora originale. Intuì di avere un ruolo importante e di appartenere al tutto. Erano le premesse per la nascita delle proto religioni e della proto astrologia. L'astrologia, in quanto studio dei corpi celesti e delle loro influenze sulla vita, è uno studio antichissimo, comune, come le religioni, a tutte le culture che hanno percorso la storia. Essa si è sviluppata, integrandosi nei vari contesti religiosi sin dalla sua nascita, con i babilonesi, i maya, l'astrologia egiziana, il mondo greco, l'impero romano, il medio evo, fino ai giorni nostri. Astrologia e Religione un tempo erano un tutt’uno.

    L'osservazione fu fondamentale per la nascita dell'astrologia. I primi studiosi del cielo e della terra si accorsero della varietà umana e ne dedussero le cause nei cicli terrestri, le stagioni, nei cicli solari e lunari e di tutti gli altri pianeti allora conosciuti. Si resero conto dei sincronismi, della ripetizione dei cicli terrestri e celesti, della varietà e dei diversi destini

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1