Inizia a leggere

Ever - Always You (Ever #5)

Valutazioni:
37 pagine26 minuti

Sintesi

Amy ha ceduto al suo cuore, a quello che prova per Tex. Lui si è abbandonato all’innocenza di quella ragazza, che voleva tenere distante proprio per non cambiare.
Il loro rapporto è diventato vero, non possono fare a meno l’una dell’altro, ma c’è ancora molto da affrontare, per riuscire a vivere pienamente la loro storia d’amore.
Dopo aver scoperto la verità, Amy parla con Will, pregandolo di prendersi le proprie responsabilità, supportata da Leah.
Da Greenville, arrivano i suoi genitori e lei ancora una volta è costretta ad affrontare il suo passato: sa che se prima non sconfiggerà tutti i suoi demoni non potrà liberarsene definitivamente.
Austin non si arrende ancora, dopo l’arrivo di Paula è determinato a distruggere la vita di Amy, per vendicarsi del rifiuto che ha subìto.
Lei però non cede.
Perché adesso c’è Tex al suo fianco.
Il ragazzo che tutte le studentesse della Brown University desiderano ora è suo, non dovrà più dividerlo con nessun’altra.
Tex ha fatto la sua scelta e ha scelto proprio lei, Amy Glover.
L’amore ha trovato la via per penetrare nell’animo ribelle di lui, e nell’animo tormentato di lei.

EVER COMPLETE SERIES (Serie completa in volume unico)
EVER 1 AFTER YOU
EVER 2 BEFORE YOU
EVER 3 AGAIN YOU
EVER 4 OVER YOU
EVER 5 ALWAYS YOU


Mi sta osservando. È bellissimo con la barba lunga di due giorni, che gli ombreggia appena il volto. La sua mascella è rilassata, perché sta sorridendo.
I suoi occhi blu come l’oceano sono cambiati. Adesso ha gettato via ogni maschera.
Finalmente si sta mostrando a me per ciò che è davvero, e ne sono felice.
Ci stringiamo, dentro il mio letto.
Il calore del suo corpo aumenta, non riesco a capacitarmi di quello che mi sta succedendo: non mi sono mai sentita tanto serena e in pace con me stessa.
«Ragazzina» mormora, ancora con quel sorriso.
Mi fa ridere che mi chiami ancora così, dopo aver passato tutta la notte con me, in camera mia.
«Terence» rispondo, con voce assonnata. Non lo chiamo Tex.
Quello è il nomignolo che gli hanno dato al campus, dopo tutto quello che ha combinato con le ragazze: in un certo senso, quel soprannome non lo rispecchia per ciò che è davvero.
Adesso è diverso, lo intuisco dalla sua espressione e dal modo in cui continua a scrutarmi, mentre mi tiene stretta a sé.
«Allora è vero quello che si dice» lo prendo in giro, ripensando alla notte appena trascorsa, a quanto sono stata bene con lui. «Ora capisco perché ogni studentessa della Brown University smania dalla voglia di stare con il famoso Terence Pratt…»
«Quello che ti ho dato stanotte» mi interrompe, «non lo avevo mai dato a nessun’altra. E anche il semplice fatto che io sia ancora qui, nel tuo letto, e che non me ne sia già andato, dovrebbe farti capire molte cose.»
Dopo parole del genere non riesco più a parlare.
Le mie dita si infilano fra i suoi riccioli dorati e lo bacio. Le sue labbra sono calde, come lo sono state per tutta la notte.

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.