Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Ottoprofili Junior eBook: Vincere con i giovani!

Ottoprofili Junior eBook: Vincere con i giovani!

Leggi anteprima

Ottoprofili Junior eBook: Vincere con i giovani!

Lunghezza:
207 pagine
2 ore
Pubblicato:
20 set 2018
ISBN:
9788829513130
Formato:
Libro

Descrizione

Non è mai troppo tardi per capire tuo figlio!
Il metodo OTTOPROFILI JUNIOR unisce l’antica filosofia cinese e la moderna psicologia per dare uno strumento concreto, pratico e di supporto ai
  • genitori, per guidare i loro figli verso una vita autonoma e soddisfacente;
  • insegnanti ed educatori, che svolgono un ruolo fondamentale nella scuola e nella società civile.
 
Pubblicato:
20 set 2018
ISBN:
9788829513130
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Ottoprofili Junior eBook

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Ottoprofili Junior eBook - Katerina Kratka

Katerina Kratka

Ottoprofili Junior

Vincere con i giovani!

ISBN: 9788829513130

Questo libro è stato realizzato con StreetLib Write

http://write.streetlib.com

INDICE

OTTOPROFILI

INDICE

PREFAZIONE

INTRODUZIONE

I

II

III

IV

V

VI

VII

VIII

IX

X

XI

UN’INTERVISTA SPECIALE

OGGI COME IERI

VINCERE CON I GIOVANI!

RINGRAZIAMENTI

ABOUT ME

Note

OTTOPROFILI

metodo di Kateřina Krátká

OTTOPROFILI

JUNIOR

Vincere con i giovani!

Kateřina Krátká

2018

Questo libro

è dedicato a mia madre Radmila

che sin dalla mia nascita ha compreso,

accetato e amato il mio profilo così diverso dal suo

Tato kniha

je věnovaná mojí mamince Radmile,

která od mého narození pochopila,

přijala a milovala můj profil tak odlišný od svého

INDICE

Prefazione 8

Introduzione 10

I Tra me e me … per te 14

II La filosofia cinese alla portata di tutti 39

III Il Profilo Romantico 53

IV Il Profilo Rigoroso 71

V Il Profilo Raffinato 92

VI Il Profilo Alternativo 109

VII Il Profilo Sportivo 127

VIII Il Profilo Studioso 145

IX Il Profilo Non convenzionale 168

X Il Profilo Stravagante 189

XI Conosci te stesso 208

Un’intervista speciale 214

Oggi come ieri 222

Vincere con i giovani! 235

Ringraziamenti 238

About me 240

PREFAZIONE

Nella scuola di oggi uno dei principali compiti del docente è di inquadrare l’alunno nella sua personalità di fondo per permettere la sua riuscita scolastica e personale.

Lavoro da anni nella scuola, nel campo dell’orientamento, del successo scolastico degli alunni sia della scuola elementare, della scuola media che degli istituti superiori e ho sempre visto docenti chiedere test e strumenti di supporto per capire gli alunni nel profondo.

Ebbene ci siamo, il metodo OTTOPROFILI di Katerina Kratka è uno strumento pratico proprio per la scuola, per i docenti e anche per i genitori perché, quando tra gli otto profili si riconosce quello di ciascun bambino, ragazzo, adolescente, si capisce in profondità il proprio figlio e il proprio alunno.

Dalla mia esperienza professionale ritengo questo libro veramente valido da proporre ai docenti ed ai genitori per lavorare in sinergia tra loro parlando lo stesso linguaggio ed avendo un valido riferimento per aiutare a sviluppare tutte le potenzialità nella scuola e nella famiglia.

Con sentita stima per l’autrice,

prof. dott. Antonio Popolizio [¹]

INTRODUZIONE

L’insegnante degno di questa professione è colui che

promuove lo spirito del pensiero libero e sviluppa

la sensibilità e la responsabilità personale.

Jan Ámos Komenský

Il metodo Ottoprofili Junior si rivolge a

genitori, per guidare i loro figli verso una vita autonoma e soddisfacente;

insegnanti ed educatori, che svolgono un ruolo fondamentale nella scuola e nella società civile.

Se sei un genitore dovrai

amare

educare

istruire

il tuo figlio.

Se sei un insegnante dovrai

istruire

educare

amare

il tuo alunno.

Per fare tutto ciò dovrai accettarlo per come è. E per accettarlo lo dovrai conoscere. Per conoscere un’altra persona, piccola o grande che sia, dovrai prima conoscere te stesso.

S c opri il tuo p r o fil o, quello dei tuoi figli e dei tuoi alunni e ti sorprenderai! A v r ai una chi a v e di lettura nu o v a per incentivare il loro t ale nt o e scoprire che tipo di percorso formativo, l a v o r o e professione g li è congeniale . C onosce r ai la c onnessione t r a l’abbigliame nt o e il c ompor t ame nt o e il messa g gio non verbale che viene mandato a tt r a v e r so questa se c onda pelle. Un modo per impa r are a c api r e meglio gli altri e amarli nella maniera giusta, e tu tt o que st o ...

DIVE R TEND O TI!

Ci sono otto tipi di vibrazione. Un colore per ogni vibrazione. Ogni vibrazione con il proprio colore determina

il comportamento

il talento

la missione nella vita

uno stile fatto di abiti e accessori indossati

uno stile per arredare la casa

uno stile alimentare

una preferenza musicale

le gioie e i dolori

la comunicazione con gli altri.

Se sei un genitore, un insegnante o un appassionato delle favole ti invito a sprigionare tutta la tua fantasia ed immaginazione e a seguirmi:

Ogni favola ha il suo re e la sua regina del profilo Raffinato . Il castello è governato da dame di compagnia e maggiordomi del profilo Rigoroso . La cucina è piena di cuoche, nei campi ci sono dei contadini e intorno si danno da fare uomini e donne di ogni mestiere del profilo Romantico . Alla corte c’è sempre un giullare, un racconta-storie o un musicista per ravvivare e alleggerire l’atmosfera del profilo Stravagante . C’è un esercito di uomini forti pronti a difendere il regno e nei boschi corrono i cacciatori instancabili del profilo Sportivo . C’è un medico studioso pronto ad ascoltare i suoi pazienti, un farmacista a preparare i medicamenti ed un consigliere che discute infinitamente i problemi della corte del profilo Studioso . Se la medicina ufficiale non porta il sollievo, lontano nei boschi vive l’erborista, la guaritrice, la fattucchiera del profilo Alternativo . Infine c’è sempre colui che vive lontano dagli schemi, oltre le regole, quel genio che arriva e cambia le cose per il bene di tutti – l’alchimista, l’artista o l’inventore del profilo Non convenzionale .

Con questi personaggi puoi seguire qualunque storia; quella inventata tipo Cenerentola o quella reale vissuta quotidianamente in famiglia o in una classe di ragazzi. Vi sono dei criteri ben precisi con i quali potrai prendere confidenza e arricchire la tua vita di una visione della realtà completamente nuova. Questo metodo ti offre una chiave particolare per conoscere ciascun personaggio, dalla parte più superficiale a quella profonda.

Se sei impaziente salta i primi due capitoli e vai direttamente alla descrizione degli otto profili. Se vuoi addentrarti nel metodo mettiti comodo e seguimi attentamente. Buona lettura!

I

TRA ME E ME … PER TE

Le conversazioni risvegliano,

rivitalizzano e attirano l’attenzione.

(Jan Ámos Komenský )

AR [²] : Kate, ma sei impazzita a voler parlare di moda agli italiani? Ti rendi conto che questo paese è la culla della moda? La moda è nata qui!!! I più grandi stilisti sono italiani!!! Le sartorie più belle del mondo sono italiane!!! La creatività è di dominio italiano…

K: Sì, lo so, lo so...

AR: Ma tu ti ricordi che vieni da un paese dove per 40 anni è stato vietato pensare alla bellezza? Dove, se avessero potuto, avrebbero messo tutti nelle tute grigie da lavoro per unificare e annullare ogni espressione di gioia? E ora che la gente è libera di scegliere cosa indossare combina dei pasticci tremendi?

K: Si, lo so, lo so. Sono nata in Cecoslovacchia, il paese delle bellissime modelle ma non dei grandi stilisti. E smetti di urlarmi addosso e fammi spiegare!

AR: Posso capire che nel tuo paese c’è stato bisogno dell’intervento della fashion-terapeuta Tana Havlickova per insegnare ai Cecoslovacchi cosa indossare, ma qui?

K: Lo soooooo che non posso e non voglio insegnare nulla di moda. Davvero non ho le competenze. Ma sono una consulente e da 25 anni vengono persone da me e mi chiedono di aiutarli a ritrovare il sorriso, il benessere, il successo nella vita, il lavoro adatto, di armonizzare le loro relazioni …

AR: E con questo? Cosa diamine c’entra la moda?

K: C’entra, c’entra! Lo sapevi che le persone non si vestono a caso?

AR: Hai scoperto l’America, eh?

K: La tua vibrazione interiore [³] forma, concretizza e materializza un certo tipo di corpo che è ricoperto di pelle. Se ci pensi, la pelle è quello che comunica con l’esterno. Ora immagina che tu copra la tua pelle con qualcosa che ha la stessa vibrazione del tuo interno. Beh, così va tutto bene. Ti senti a tuo agio e comunichi al mondo esterno un messaggio univoco: quello che sei dentro è uguale quello che sei fuori. Ti faccio un esempio: immagina una persona dinamica, attiva, veloce, loquace e ambiziosa. Che colore ti viene in mente?

AR: Direi rosso!

K: D’accordo. Sto parlando di una persona sportiva e amichevole. Se questa persona la vedi in rosso (o in altri colori vivaci) non potrai fare a meno di farle un complimento. Penserai: questa persona è LEI! In tutto!

AR: Hmm tipo: dimmi come ti vesti e ti dico chi sei?

K: Esattamente. L’essere e l’apparire devono essere in armonia. Ma ora immagina che quello che indossi non abbia la tua stessa vibrazione e quindi non rispecchi quello che sei dentro. C’è un’incongruenza. Agli altri non arriva il tuo essere ma il tuo apparire.

AR: Mah! Fammi un esempio!

K: Ok! Immagina che la tua vibrazione interiore sia di colore nero (dato che sei un ribelle il tuo colore è il nero); i tuoi genitori hanno pensato di mandarti a studiare e a prendere una bella laurea da infermiere professionale per darti un futuro sicuro e, ora, ti trovi a lavorare in un ospedale con indosso una divisa bianco-celeste da infermiere. Come si dice: l’abito non fa il monaco, e tu sarai obbligato ad indossare quella divisa che tanto ti procura fastidio per immedesimarti nel ruolo che ti spetta, caratterizzato da dolcezza, sensibilità e premura verso gli altri, caratteristiche che non ti contraddistinguono. Secondo te le persone che ti circondano (pazienti ricoverati, colleghi o visitatori) non se ne accorgono?

AR: Tu dici?

K: Ovviamente sì! Perché loro sanno che un infermiere deve essere dolce, sensibile, paziente e accogliente, di vibrazione rosa. Sono caratteristiche proprie del profilo Romantico. Il tuo profilo è non-convenzionale, di vibrazione nera che di pazienza ne possiede poca anche verso te stesso. Quindi diranno: quell’infermiere recita! Cerca di comportarsi carinamente ma gli riesce maluccio! Perché mai quel tipo fa un lavoro per il quale non è portato?

E ti dico di più: probabilmente non sarai mai un infermiere modello, non sarai mai completamente soddisfatto, non ti sentirai mai realizzato e per la tua natura irruenta probabilmente un bel giorno verrai licenziato.

AR: Aspetta un attimo! Ricapitolando hai detto che l’abito è la tua seconda pelle e che l’abito deve rispecchiare la tua vibrazione interiore. Quindi mi stai dicendo che ci sono diverse vibrazioni?

K: Esattamente. Ci sono otto tipi di vibrazione. Un colore per ogni vibrazione. Ogni vibrazione con il proprio colore determina uno stile fatto di abiti e accessori che indossi. Dunque, quello stile rispecchia quello che sei, ed è quello che ti casca a pennello. Uno stile ben preciso! Uno stile puro! Tutto coincide!

AR: Uno stile puro!? Che vuol dire?

K: Lo stile puro è l’insieme di indumenti e accessori della stessa categoria che rispecchiano la tua vibrazione. Tornando al nostro amico Sportivo in rosso ti faccio l’esempio al femminile: la donna sportiva acqua e sapone, con capelli corti veste una bellissima tuta e scarpe da ginnastica dai colori sgargianti con tanto di visiera, grande orologio da polso con mille funzioni e uno zainetto sulle spalle.

AR: Direi perfetta!

K: Assolutamente sì. E ora immagina che la tua amica rincontrando delle compagne di vecchia data, di profilo completamente opposto (come il Romantico), si senta meno femminile rispetto a loro. Cercherà allora di imitarne la bellezza: la tuta e le scarpe da ginnastica non gliele toglierà nessuno, ma ne avrà abbandonato i colori vivaci. Si è lasciata crescere i capelli ma li scosta continuamente dal viso come evident i segn i di disagio; ha provato a truccarsi ma non vede l’ora di mangiarsi il rossetto, si è messa gli orecchini ma le irritano le orecchie e ora usa una borsetta a mano che perde puntualmente da qualche parte. Come la vedi una così?

AR: Mi viene l’orticaria!

K: Appunto! Seguimi: tornando allo stadio iniziale (quando la tua amica sportiva non era ancora stata condizionata dal confronto con le amiche), che lavoro potrebbe aver scelto?

AR: Hai detto che è una tipa energica, quindi potrebbe aver scelto un lavoro dinamico!

K: Ottimo! E ora parliamo del suo stato successivo, dopo il condizionamento.

AR: Si sarà sentita persa. Sarà entrata in crisi.

K: Eh già… a quel punto la tua amica potrebbe aver perso il contatto con sé stessa e con le qualità che la caratterizzavano. Potrebbe addirittura dubitare delle sue qualità e perdere completamente la fiducia in se stessa rimandando e magari rinunciando alla sua aspirazione sin da bambina di fare la reporter di guerra. Capisci che non si tratta semplicemente di moda?

AR: Sono piuttosto incuriosito… sto pensando a quelle persone che cercano lavoro ma non sanno da dove cominciare. Ma quindi di cosa stiamo parlando? Fammi un esempio!

K: Ti sto parlando di stile puro, di caratteristiche psicologiche, di talento e di relazioni! Abbiamo accennato all’infermiere, ricordi?

AR: Certo! Sarei dovuto esserlo anche io! Ma per fortuna non mi hanno obbligato a diventarlo!

K: Per fortuna di tutti noi! Eh! Ok, allora ipotizziamo che una bella ragazza delicata, sensibile, dolce e premurosa segua degli studi infermieristici e divenga un’infermiera adorata e apprezzata da tutti. Un bel giorno portano nel suo reparto un ragazzo bisognoso delle cure ospedaliere per una frattura che si è procurato lavorando nella sua falegnameria. Un giovane gentile e cordiale. Giorno dopo giorno i due giovani si ritrovano a progettare una vita insieme poiché condividono lo stesso ideale di famiglia con figli e una bella casa. Entrambi desiderano occuparsi dei propri genitori anziani e vivere a pieno la vita nella loro comunità. Ecco! Capisci che queste due persone sono simili? Sono vere, coerenti, e in più dello stesso profilo. Si capiscono al volo, hanno la stessa visione della vita, comportamenti simili e si relazionano con gli altri allo stesso modo. La loro scelta di procedere nella vita insieme è molto propositiva e lineare.

AR: Ok, ma se in ospedale arriva invece il nostro amico Sportivo con una bella frattura dopo gli allenamenti?

K: Ehm, cambia tutto: la nostra infermiera dolce e sensibile potrebbe rimanere colpita dalla simpatia dell’allenatore, dalla sua grande collaborazione con il personale e dalla sua determinazione nel guarire. Ma lì per lì, anche allo Sportivo potrebbe far piacere che qualcuno si prenda cura di lui. L’allenatore non è abituato a tutte quelle attenzioni e in fin

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Ottoprofili Junior eBook

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori