Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

L'italiano per brasiliani: Errori nell’apprendimento dell’Italiano  L2 dovuti all’interferenza del Portoghese Brasiliano

L'italiano per brasiliani: Errori nell’apprendimento dell’Italiano L2 dovuti all’interferenza del Portoghese Brasiliano

Leggi anteprima

L'italiano per brasiliani: Errori nell’apprendimento dell’Italiano L2 dovuti all’interferenza del Portoghese Brasiliano

Lunghezza:
81 pagine
1 ora
Pubblicato:
18 dic 2017
ISBN:
9788899819668
Formato:
Libro

Descrizione

Il presente libro è la versione corretta della tesi “Errori nell'apprendimento dell'italiano L2 dovuti all'interferenza del portoghese brasiliano”, presentata per l’ottenimento della laurea triennale in lingua e cultura italiana presso il Consorzio ICON. Il testo si basa, oltre che sulla ricerca bibliografica, anche nell’esperienza maturata insegnando italiano ad allievi brasiliani negli ultimi sei anni.
Nonostante il portoghese e l’italiano siano lingue latine, si possono osservare non poche differenze tra una lingua e l’altra, sia nella pronuncia che nella morfologia.  Il divario si rende più ampio anche a causa delle caratteristiche inerenti al portoghese brasiliano parlato, che presenta fenomeni tipici delle lingue pidgin.
Questo lavoro non intende essere esauriente in un campo così vasto, ma spera di portare un contributo valido nella mappatura degli errori più significativi realizzati dagli apprendenti brasiliani d’italiano L2, indicando dove concentrare gli sforzi verso il loro superamento.
Pubblicato:
18 dic 2017
ISBN:
9788899819668
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a L'italiano per brasiliani

Libri correlati

Anteprima del libro

L'italiano per brasiliani - Renê Augusto Dian Negrini

Indice

Contesto storico - linguistico

Breve cenno storico

Elementi linguistici italiani in terre brasilian Tàlian

Italo-paulista

Portoghese brasiliano come lingua pidgin, aspetti grammaticali e semantici

Pronomi

Preposizioni

Interferenza, aspetti culturali e brevi cenni contrastivi

Concetti d’interferenza e transfer

Brevi cenni contrastivi

Piano fonetico

Coarticolazione

Concordanza di numero

Articoli

Pronomi

I pronomi oggetto

Dimostrativi

Particelle ci e ne

Verbi

Incoativi

Verbi irregolari

Essere

Avere

Andare e altri verbi irregolari

Passato prossimo (essere / avere – participi irregolari)

Passato remoto

Imperfetto

Futuro

Condizionale

Congiuntivo

Congiuntivo imperfetto

Discorso diretto (pronomi)

Periodo ipotetico

Gerundio

Tempi composti

Preposizioni

Preposizione a

Preposizione tra

Preposizione per

Preposizione su

Preposizione da

Lessico

Conclusione

Fonti Bibliografiche

Renê Augusto Dian Negrini

L’italiano per brasiliani

Errori nell’apprendimento dell’Italiano 

L2 dovuti all’interferenza del Portoghese Brasiliano

Temperino rosso edizioni

Temperino rosso edizioni

Prima edizione 2017

Grafica Afo-TR designer

© 2017 Temperino Rosso Edizioni Fortini

ISBN 978-88-99819-66-8

L’ITALIANO PER BRASILIANI

Contesto storico - linguistico 

   Breve cenno storico 

  Il Brasile ricevette un imponente flusso immigratorio italiano dalla fase susseguente all’Unità d’Italia fino al secondo dopoguerra. Nonostante le cifre siano spesso contraddittorie, tra il 1870 e il 1960 arrivarono in Brasile almeno circa un milione e mezzo d’italiani, radicatisi soprattutto nelle regioni Sud e Sud-Ovest brasiliane. L’impronta italiana è chiara nell’architettura delle città e nelle vigne del Brasile Meridionale. Gli immigrati divennero i capostipiti di famiglie miliardarie come i Matarazzo, i Martinelli, i Crespi, i Lunardelli, e i Siciliano, appena per citarne alcune. La cucina brasiliana presenta oltre a pizza e polenta, una quantità di piatti preparati, come detto in portoghese a milanesa o a bolonhesa

  La lingua italiana tuttavia, ebbe parecchie difficoltà ad affermarsi e a diffondersi in Brasile. La stragrande maggioranza degli immigrati italiani era analfabeta e dialettofona. Nonostante il patriottismo che animò le tantissime associazioni italiane create dalla fine Ottocento in poi, molti dei suoi membri non erano in grado di esprimersi in un italiano colto.  

  La stampa italiana, nonostante l’analfabetismo, riuscì ad affermarsi e aveva un grande pubblico di lettori. Già negli ultimi anni dell’Ottocento si contavano molti giornali scritti in lingua italiana come il Fanfulla, il Piccolo, la Tribuna italiana e tanti altri. La lingua italiana aveva così il modo, entro un certo limite, di diffondersi e di conservarsi tra i tanti emigrati residenti in Brasile. 

  Tuttavia, la diffusione e la conservazione non rappresentavano rinnovamento e perpetuazione del gruppo italofono. Tranne lodevoli esempi come quello della Dante Alighieri, la lingua italiana ebbe rari spazi in cui venisse insegnata ai discendenti delle famiglie immigrate, o anche a persone non appartenenti alla colonia italiana. Quindi, la lingua e molto spesso i dialetti vennero trasmessi in ambito familiare, da padre in figlio.   

  Gli italiani furono tra le etnie che più velocemente s’integrarono nel tessuto sociale brasiliano, avendo avuto bisogno ad integrarsi di una generazione in meno di tedeschi e giapponesi. Eppure la velocità di questa integrazione fu troppo grande perché la lingua italiana l’accompagnasse. La seconda generazione era ancora in grado di capire l’italiano, ma non di parlarlo. La terza invece, perse anche questa competenza passiva. 

  L’adozione del portoghese dagli italiani, e più ancora dai suoi discendenti, fu compresa come un fattore di ascesa sociale. Il portoghese era la lingua in cui gli immigrati venuti a far l’America avrebbero realizzato i loro affari. Questo processo fu accelerato dai figli, nati o cresciuti in Brasile, e fu un fattore molto importante per cui l’italiano, o il dialetto, venisse trascurato in seno alle famiglie. 

  Oltre ai processi sociali, anche ragioni politiche contribuirono ad allontanare la colonia dall’italiano. Essere italiani in terra brasiliana fu associato per un lungo periodo alla povertà, soffrendo molti pregiudizi. Inoltre, la società

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di L'italiano per brasiliani

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori