Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Mystica Aeterna: Storia del Servizio di Misraim

Mystica Aeterna: Storia del Servizio di Misraim

Leggi anteprima

Mystica Aeterna: Storia del Servizio di Misraim

Lunghezza:
269 pagine
4 ore
Pubblicato:
28 nov 2017
ISBN:
9788827524275
Formato:
Libro

Descrizione

Viene qui presentata la storia della Mystica Aeterna, il Servizio di Tempio Esoterico fondato nel 1906 da Rudolf Steiner (1861-1925), iniziatore della Scienza dello Spirito o Antroposofia. Conosciuto anche con il nome di Servizio di Misraim e Culto Cognitivo, il Servizio diede un importante impulso al consolidamento del movimento antroposofico e alla successiva fondazione della Società Antroposofica, prima nel 1913 e poi nel 1924; nonché a molte delle applicazioni scietifico-spirituali. Durante il suo sviluppo dal 1906 al 1914, la Mystica Aeterna entra in contatto con altri importanti movimenti ed ordini esoterici, tra cui spicca la Golden Dawn, in particolare nella sua successiva incarnazione come Stella Matutina, di cui Rudolf Steiner stesso verrà riconosciuto quale "Capo Segreto".

L'autore:
Giorgio Tarditi Spagnoli è libero ricercatore di Scienza dello Spirito, l’Antroposofia fondata da Rudolf Steiner. Ha conseguito la laurea in Scienze Naturali e il dottorato in Scienze della Formazione, con una tesi in Psicologia Archetipale ed Evoluzione.
Pubblicato:
28 nov 2017
ISBN:
9788827524275
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Mystica Aeterna

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Mystica Aeterna - Giorgio Tarditi Spagnoli

Bibliografia

Premessa

Questo scritto non vuole essere in alcun modo a detrimento della memoria di Rudolf Steiner, al contrario vuole evidenziare il ruolo di rinnovatore di questo grande adepto occidentale anche all’interno degli ordini esoterici, oltre al suo inestimabile contributo alla vita sociale, culturale e spirituale dell’Occidente. Tale lavoro nasce dunque dal profondo amore per la scienza dello spirito antroposofica, e vuole far conoscere un lato poco noto dell’opera di Steiner, la Mystica Aeterna, che tuttavia ha avuto molta parte nella successiva elaborazione della Società Antroposofica e della sua Scuola Esoterica.

Il nome Mystica Aeterna stesso è ben più, è un nome mistico: Mystica si riferisce alla scaturigine della vita spirituale che ha sede nel cuore e risale verso il capo; ed Aeterna a quando il pensare scende ad incontrare l’afflato del cuore, eternandosi nel pensare del cuore: il sentiero centrale dell’Albero della Vita che connette le Sephiroth Kether, la Corona e Tiphareth, la Bellezza. Con questo lavoro Steiner mirava ad unire l’approccio mistico con quello occulto (o magico, come si chiamerebbe in altri ordini esoterici che vedremo) e con questo scritto vorrei poter permettere a coloro che lo leggeranno di poter arrivare ad unire queste due correnti nella loro anima.

Al contempo lo scritto vuole presentare il più oggettivamente possibile le varie correnti ed ordini esoterici la cui storia si intreccia alla Mystica Aeterna, senza parteggiare per alcuno: ogni corrente spirituale ha il suo ruolo nell’evoluzione cosmica. Tale neutralità non nega l’accadimento oggettivo dei fatti, ma li pone in un contesto più ampio, cosmico per l’appunto, rispettando i principi di positività nell'atteggiamento, spregiudicatezza nel pensare e armonia dei sentimenti con i quali accogliere – in libertà – gli incontri del destino che avvengono nell’elemento umano.

È in questo spirito di antidogmatica apertura che nel tempo ho potuto incontrare varie personalità appartenenti a diversi movimenti ed ordini esoterici internazionali: così ho scoperto che anche loro coltivavano amore per la figura dello Steiner, della sua Opera e, fecondando spesso il loro lavoro esoterico con la scienza della scienza dello spirito antroposofica. Ecco, è lo Spirito della Comunità del Graal che mi ha aiutato a comporre questo saggio. In riferimento a ciò, il presente lavoro non rompe il segreto iniziatico, dato che tutti i rituali qui presenti sono già stati pubblicati da tempo in lingua tedesca e inglese. È dunque tempo che vengano pubblicati anche in italiano. Piuttosto l'auspicio è che l'approccio rituale della Mystica Aeterna e la sua realtà spirituale, possa ispirare il lavoro esoterico di altri gruppi ed ordini.

La Mystica Aeterna infatti non ha mai avuto un vero e proprio archivio scritto né dei membri né delle tornate, rimangono solo i testi delle cerimonie di iniziazione, in pochissime copie, in quanto erano solitamente imparati a memoria così che in loggia non circolasse nulla di stampato. Questo in rispetto dello spirito delle antiche confraternite esoteriche. Le lezioni esoteriche associate non potevano essere assolutamente stenografate, solo riportate a memoria dopo la lezione stessa, e la loggia non doveva tenere un registro in quanto ritenuto un ostacolo alla comprensione vivente dei rituali. Ecco da dove deriva la difficoltà di ricostruire storicamente tutta la vicenda che dal 1906 giunge fino al 1914, e poi al 1921 e successivi.

Data la frammentarietà dei dati storici raccolti, soprattutto attraverso testimonianze orali entro i circoli esoterici, vi potranno essere imprecisioni storiche così come interpretazioni che rappresentano un solo punto di vista, che tuttavia non contraddicono la tesi di fondo. Potrete constatare voi stessi confrontando le opere già pubblicate e qui elencate. Volendo andare oltre, è possibile interpretare la quantità di fonti al di fuori del movimento antroposofico, come un sano esercizio di oggettività rispetto alle fonti, così che ognuno possa formarsi un’idea della materia e trarre da sé eventuali conclusioni, un esercizio utile per ogni antroposofo nonché un processo assolutamente necessario in quest’epoca dell’anima cosciente presieduta dall’Arcangelo Michael. Inoltre data la complessità della materia, vi prego di sospendere il giudizio se dapprima non si riusciranno a comprendere tali aspetti, che tuttavia saranno man mano chiariti quanto più possibile procedendo con l’esegesi. Infatti, quanto segue è non è affatto una mera ricostruzione storica, bensì è un’interpretazione dell’autore riguardo l’immenso lavoro spirituale svolto da Steiner nell’ambito del Servizio di Misraim, ed a corollario gli eventi storici che l’hanno vista coinvolta ed i rituali pubblicabili. Tantomeno tale scritto vuole essere l’ultima parola.

Mentre il primo libro tratterà della storia del Servizio di Misraim e delle relazioni con altri ordini esoterici, il secondo libro tratta degli scritti rituali accompagnato da un commento esoterico. Infine, il terzo libro si pone di come unione delle molte correnti che hanno trovato il loro crocevia proprio nel Servizio di Misraim: la corrente rosicruciana, quella ermetico-cabalistica e la scientifico-spirituale. La visione sintetica offerta in questo terzo libro non è ovviamente da ascrivere a nessun altro autore, se non allo stesso autori di questo libro.

Questi tre libri sono in verità un triplice anello di congiunzione: i primi libri ricollegano, attraverso l'introduzione storica e i rituali, la Scienza dello Spirito antroposofica alla tradizione iniziatica originaria dei Misteri Occidentali. Il terzo libro permette infine di affacciarsi su un potenziale scenario passato di simbiosi tra sistemi iniziatici, il Servizio di Misraim e la Stella Matutina; e su uno scenario futuro di compatibilità e confluenza di due correnti degli stessi Misteri Occidentali, la Cabala Ermetica e l'Antroposofia.

Le note di spiegazione sono indicate a piè di pagina, quando invece sono presenti nell’originale vi sarà solo la […], e lo stesso se la nota riguarda solo un’estensione di ciò che vi è scritto nel testo.

Introduzione

Non è facile tratteggiare in breve l’opera di Rudolf Steiner (1861-1925), in quanto sono certamente più le attività che ha svolto di quelle che non ha svolto. Cominciò la sua missione di vita curando gli scritti scientifici di Goethe. Nel 1894 pubblica La Filosofia della Libertà in cui espone i principi epistemologici della sua futura attività spirituale, la differenza tra pensare fisico-sensibile ed il pensare libero dai sensi. È solo nel 1902 che cominciò la sua attività nella Società Teosofica, fondata da Helena Petrovna Blavatsky (1831–1891), di cui divenne ben presto segretario generale per la Sezione Tedesca nel 1904. Nello stesso anno cominciò il suo lavoro nella Scuola Esoterica attraverso il metodo di sviluppo occulto elaborato e sperimentato da lui stesso. Nel 1910 pubblica la Scienza Occulta, che diviene il punto di riferimento della cosmogonia esoterica per i teosofi di lingua tedesca.

Da tutto principio l’attività di Steiner fu volta a rappresentare l’esoterismo occidentale, quale complemento di quello orientale come presentato nella Dottrina Segreta di Madame Blavatsky. Quando alla morte della Blavatsky nel 1891 le successe Annie Besant (1847–1933) con il supporto di Charles W. Leadbeater (1854–1934), la teosofia della fondatrice prese una direzione del tutto diversa, sempre di più indirizzata ad una certa interpretazione dell’esoterismo orientale. Nel 1909 la Besant e Leadbeater credettero infatti di aver trovato la reincarnazione di Cristo in un giovinetto indiano, di nome Jiddu Krishnamurti (1895–1986), il futuro Maestro del Mondo. Fino quel momento non vi sarebbe stato nulla in contrario per Steiner a continuare a portare avanti il suo lavoro esoterico nella Società Teosofica in seno all’esoterismo occidentale, mentre il centro di Adyar avrebbe coltivato quello orientale. Tuttavia l’Ordine costituitosi intorno al giovinetto, l’Ordine della Stella d’Oriente, implicava rinunciare all’esoterismo occidentale così che la situazione divenne insostenibile e nel 1912 Steiner lasciò la Società Teosofica, portandosi via pressoché tutta la Sezione Tedesca, attraverso cui fondò la Società Antroposofica nel 1913. L’Ordine della Stella d’Oriente verrà poi sciolto per mano dello stesso Krishnamurti che nel 1929 rifiutò il suo ruolo di nuovo messia e sviluppò un suo insegnamento mirato alla liberazione dai dogmi imposti.

La scienza dello spirito antroposofica, trova la sua centralità nell’Io umano, la scintilla spirituale, gemellata al Cristo, inteso come entità trascendentale che diviene immanente attraverso il sacrificio e tramite per cui tutta l’evoluzione cosmica passa dalla discesa nella materia alla ascesa nello spirito. Nell’antroposofia, lo studio della scienza naturale diviene il primo gradino dello sviluppo occulto, al fine di arrivare alla scienza dello spirito, passando attraverso una rigorosa combinazione di studio, esercizi di concentrazione e meditazione, definite attraverso l’epistemologia della Filosofia della Libertà al fine di raggiungere il pensare spirituale, cioè la diretta percezione dello spirito nel mondo materiale. Steiner descrive questo accesso al mondo spirituale attraverso lo studio della natura, come la via occidentale di sviluppo occulto: la via rosicruciana.

La sede della Società Antroposofica fu posta in Svizzera, a Dornach dove Steiner progettò un imponente edificio in legno, il Goetheanum, sede principale della sua Scuola Esoterica nonché della rappresentazione dei Misteri Drammatici. L’edificio fu dato alle fiamme nella notte di San Silvestro del 1922, attraverso le mani del prete della vicina Arlesheim, su ispirazione gesuitica, ma dietro cui si celava un nucleo di ciò che sarebbe stato il partito nazionalsocialista, in collaborazione con la nemesi dei rosacroce, i gesuiti. Steiner commentò che solo quell’olocausto avrebbe potuto permettere la sublimazione del tempio dei misteri occidentali nel mondo spirituale e, a partire dal giorno seguente, già progettava il nuovo edificio, stavolta in cemento. Il Secondo Goetheanum fu tuttavia completato solo nel 1928, tre anni dopo il passaggio del grande adepto occidentale ai mondi spirituali. E questa è, a grandi tratti, la storia che tutti conoscono, almeno fin quando non sono emersi retroscena occulti che ci avvicinano alle ragioni di questo scritto.

Infatti i cosiddetti Nuovi Misteri dell’antroposofia vennero sviluppati sotto il segreto iniziatico, nell’ambito della Scuola Esoterica che rassomiglia ben poco a ciò che si vorrebbe far passare oggi di Steiner nei circoli accademici. L’attuale laicizzazione dell’adepto Rudolf Steiner è servita da un lato a renderlo più appetibile alla massa profana, che ha giovato dalle iniziative sociali antroposofiche senza tuttavia approfondirne il profondo e altissimo esoterismo (medicina antroposofica, scuola Waldorf, agricoltura biodinamica, euritmia, arte della parola solo per citarne alcuni) nonché all’accademia che da un lato ha sempre detestato qualunque genuina misteriosofia, ma dall'altro ha fatto cadere nel dimenticatoio l’operato di Steiner nell'ambito degli ordini iniziatici. Oggi, crescente parte del movimento antroposofico lamenta il mancato sviluppo della struttura esoterica ed iniziatica fondata da Steiner, l’originaria Scuola Esoterica, per coloro che vorrebbero impegnarsi sistematicamente nei diversi esercizi pratici dati da Steiner. In realtà questo ulteriore sviluppo della Scuola Esoterica esiste ancora, ma è possibile comprenderne l’impatto solo attraverso le pieghe meno note della storia.

Capitolo 1: Steiner e la fondazione del Servizio di Misraim

Due anni dopo la fondazione della Scuola Esoterica, nel 1904, Steiner conobbe John Yarker (1833–1913) nell’ambito della Società Teosofica, e lo descrisse così: C’è un uomo a capo del movimento di Misraim americano, il cui carattere significativo costituisce in anticipo una certa garanzia di costanza. Questo eccellente massone, John Yarker.¹ Avendo un rapporto di reciproca stima, Yarker aveva invitato Steiner e la futura moglie Marie von Sievers (1867–1948) a unirsi al Rito di Memphis-Misraim di cui era divenuto Gran Jerofante Generale solo un anno prima, nel 1905, dopo Giuseppe Garibaldi (1807–1882), che avviò una fusione dei due riti terminata nel 1889.

Secondo la leggenda di fondazione tradizionale, il Rito di Misraim (così come il primo ordine rosicruciano, la Gold und Rosenkreuz) fu fondato nell’anno 46 d.C. dall’egizio Ormus, un sacerdote del culto di Serapis ad Alessandria d’Egitto, che fu convertito al Cristianesimo dall’Evangelista Marco. La conversione avvenne. Nelle parole di Yarker²

Devo adesso informarvi, miei fratelli, che l’Ordine della Rosa+Croce è dell’antichità più remota, ed gli viene assegnata una doppia origine, una storica e l’altra filosofica. Fu fondato da Ormus, che fu un Sacerdote di Serapis a Memphis [in Egitto], e un amico degli Apostoli Cristiani. Convertito da San Marco nell’anno 46, riformò le dottrine e cerimonie degli egizi avendo riconosciuto la legge degli Apostoli. I suoi discepoli si unirono con gli Esseni, che avevamo fondato Logge o Scuole di Scienza Salomonica, e viaggiarono dall’Oriente per propagare le loro dottrine segrete in Occidente, dove istruivano i loro discepoli nei misteri della religione e della filosofia. La Società, dunque venne divisa in due sette, o ordini, uno conosciuto come conservatore dei segreti di Mosè, e conservatore dei segreti Ermetici, o le dottrine dell’egizio Thoth [Hermes].

In seguito la leggenda racconta che furono i Templari, con la loro flotta navale, a portare il rito in Europa dalla Terra Santa, fondando una Gran Loggia in Scozia nel 1188. Il nome Misraim deriva da Mizraim, uno dei figli di Ham, che diede il suo nome alle terre de’Egitto. I Misteri di Iside, Osiride e Tifone vengono fatti derivare da Ormus stesso. Da una prospettiva più storica, la massoneria egizia fu fondata dal mago massone Conte di Cagliostro. La particolare forma del Rito di Misraim, fu fondata a Milano nel 1805, dieci anni dopo la presunta morte di Cagliostro. Invece il Rito di Memphis risulta essere una copia francese del Rito di Misraim, fu fondato a Parigi nel 1839 in seguito alle campagne napoleoniche in Egitto e la conseguente egittomania dilagata tra le truppe francesi. Successivamente i due riti sono stati uniti insieme.

Steiner stesso considerava già la massoneria egizia come un corpus ben distinto da tutti gli altri riti massonici, più vicina alla sorgente degli Antichi Misteri. Così Theodor Reuss, rappresentante di Yarker per la Germania, ammette Steiner e Marie von Sievers al Rito di Memphis-Misraim il 24 novembre 1905, pagando 45 marchi per l’ammissione e diventando così membri a tutti gli effetti,. Di quella sera, Steiner ebbe dire a Marie von Sievers: Ieri hai visto quanto poco rimane delle precedenti istituzioni esoteriche. e ancora Reuss non è un uomo in cui riporre fiducia […] Abbiamo a che fare solo con una cornice e nient’altro di più in realtà. Attualmente, nulla si cela dietro questa cosa. I poteri occulti si sono completamente ritirati da essa.³ Steiner sviluppa l’idea di usare il mezzo cultico delle cerimonie rituali come espressione della bellezza derivante dall’esperienza della scienza e dell’arte, un ideale completamente rosicruciano. Questo punto è fondamentale in quanto ancora il lavoro di Steiner non in una forma religiosa, cioè un corpus di credenze, ma in una forma esoterica, cioè come un corpus di idee, un ideale che verrà portato alla massima espressione con l’Antroposofia.

Nel 1906 Reuss conferisce formalmente a Steiner i massimi gradi operativi: 33°, 90°, 96° del Rito di Memphis-Misraim, insieme alla patente per fondarne un ramo a Berlino, col nome di Capitolo e Gran Consiglio Mystica Aeterna. Il rito viene associato alla Scuola Esoterica come "Servizio di Misraim e da subito accetta anche le donne a parità con gli uomini, in quanto nelle parole di Steiner le esagerazioni della cultura maschile devono essere ritratte dalla forze occulte della donna". In una conferenza descrive la massoneria come una caricatura di se stessa le cui forze dormienti che dovranno essere risvegliate: Steiner considera questo il suo compito, così da redimere il Rito di Misraim per il futuro, in cui si combineranno il Terrestre con il Celeste, il Visibile con l’Invisibile al fine di rinnovare nuovamente i Misteri di Eleusi. In questo periodo Steiner lavora segretamente per lo Yarker attraverso Reuss, al fine di revisionare i rituali della piramide dei gradi del Misraim. La principale innovazione di Steiner fu quella della riduzione dei gradi da 90 ad una decina, una innovazione che come vedremo ha una radice antica e al contempo verrà ereditata in altri ordini esoterici.

Dall’originaria loggia di Steiner presto gemmano altre logge che operano con lo stesso rito: a Colonia, Lipsia, Stoccarda e Monaco. Nel frattempo Steiner tiene dei cicli di conferenze per soli massoni nelle stesse logge e indirizza il suo lavoro nella Scuola Esoterica anche ai membri del Servizio di Misraim. Per altro, volta che nelle conferenze di Steiner si legge di una conferenza data a Berlino, nel periodo tra il 1906–1914, la lezione in questione è quasi certamente stata data nell’ambito del Servizio di Misraim. Lo stesso vale per le altre città dove sono state aperte le successive logge. A metà dell’anno successivo, nel 1907, vengono raggiunti i 100 membri, condizione per la quale Steiner avrebbe potuto rendersi del tutto indipendente da Reuss. Steiner comincia così a modificare il Servizio di Misraim, al fine di allinearlo alla tradizione rosacrociana finché nel 1908 cessa del tutto i rapporti col Reuss, che nel 1913 erediterà la guida della massoneria egizia dallo Yarker. Nasce così il Culto Cognitivo entro il Capitolo e Gran Consiglio Mystica Aeterna, ovvero un rituale atto a porre il neofita in relazione all’essere che presiede al pensare spirituale, Michael, a sua volta araldo del Cristo nonché difensore della corrente spirituale della Rosa+Croce. Steiner apporta innovazioni al rito e per differenziarsi ulteriormente dal precedente rito massonico egizio rinomina i suoi membri i massoni esoterici, indicando in ciò l’unione della forma rituale rosacrociana con gli esercizi della Scuola Esoterica. Il Servizio di Misraim verrà più tardi (1913) chiamato Servizio di Michael e infine, quando fu rifondato all’interno della nuova Società Antroposofica venne diviso in due rami: uno con ritualità semplificata fu lasciato nelle mani di Ita Wegman, con il nome essoterico di Scuola di Scienza Spirituale e con il nome esoterico di Scuola di Michael; mentre l’altro ramo che conservava i rituali del Servizio di Misraim fu lasciato nelle mani di Marie von Sievers. Di ciò, in seno alla Società Antroposofica, rimane solo la Prima Classe.

A proposito della differenza tra Massoneria ed il Culto Cognitivo del Servizio di Misraim, Steiner ebbe a dire il 16 dicembre 1911, come annotato a memoria da uno dei suoi membri⁵:

Si potrebbe pensare che il presente lavoro sia di stabilire ciò che è generalmente chiamata Massoneria, ma non è questo il caso. Per quanto la massoneria possa essere stata coltivata segretamente nei tempi passati, tuttavia è sempre stata qualcosa di esteriore. La massoneria apparve in origine nel mondo attraverso un tradimento delle Scuole dei Misteri, e dunque avvenne così

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Mystica Aeterna

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori