Trova il tuo prossimo libro preferito

Abbonati oggi e leggi gratis per 30 giorni
Intrappola-menti: Come attrarre persuadere sedurre

Intrappola-menti: Come attrarre persuadere sedurre

Leggi anteprima

Intrappola-menti: Come attrarre persuadere sedurre

Lunghezza:
193 pagine
2 ore
Pubblicato:
Jun 12, 2017
ISBN:
9788826463254
Formato:
Libro

Descrizione

Hai mai voluto persuadere gli altri delle tue idee? Ecco finalmente rivelato il sistema per poter persuadere chiunque tu voglia anche se parti da zero! Immagina di poter far cambiare idea a chi vuoi tu, come sarebbe? Con i consigli della dr.ssa Valentina Gaburro psicologa e psicoterapeuta esperta in persuasione e del coach Marco Antuzi puoi finalmente imparare dei metodi facili ed efficaci per persuadere, attrarre, sedurre! Potrai migliorare le tue relazioni interpersonali, imparerai a sedurre e diverrai più attraente e magnetico. Adesso smetti di immaginare! Applica le tecniche incluse nel manuale e diventa un ottimo persuasore.
Pubblicato:
Jun 12, 2017
ISBN:
9788826463254
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Intrappola-menti

Leggi altro di Marco Antuzi
Libri correlati

Anteprima del libro

Intrappola-menti - Marco Antuzi

Note

Cominciamo!

Persuadere è diventato sempre più importante nella moderna società della comunicazione. In realtà noi nasciamo persuasori e costantemente convinciamo gli altri delle nostre idee. La maggioranza delle volte però lo facciamo senza essere consapevoli dei meccanismi che mettiamo in atto per convincere gli altri delle nostre idee. Questo ci porta a volte a influenzarli negativamente e a ottenere il risultato opposto a quello che desideriamo.

Questo manuale nasce dall'intento di offrirti un vademecum completo sulla comunicazione persuasiva che ti possa permettere di diventare convincente nelle tue relazioni ma anche di imparare a difenderti dalle manipolazioni altrui. Grazie alla guida mia e della dottoressa Valentina Gaburro scoprirai come usare la persuasione nel lavoro, nelle relazioni interpersonali e imparerai come non rimanere vittima delle strategie comunicative usate nel marketing e nella politica. Ciò che rende innovativo questo e-book è che nasce dall'unione delle competenze di due professionisti che lavorano nel settore e che integrano sia le scoperte tradizionali collaudate da molti anni sia i più innovativi schemi della comunicazione persuasiva.

Ora però abbiamo molto da imparare insieme perciò mettiamoci subito al lavoro.

Iniziamo!

Introduzione.

Tanto è stato scritto e detto sulla persuasione. Il testo più famoso in questo campo è quello dello studioso Robert Cialdini che nel 1984 scrive Le armi della persuasione in cui si spiega come e perché si finisce col dire di sì.

Quest'anno proprio lo stesso Cialdini ha pubblicato un nuovo libro sul tema che si intitola Pre-suasion in cui si chiarisce cosa succede prima che la persuasione abbia inizio. La domanda da porsi è: cosa devo fare affinché il mio interlocutore sia più predisposto a essere da me persuaso?

A questo punto ti starai giustamente chiedendo perché abbiamo deciso di scrivere un ennesimo manuale su questo tema…

Semplicemente vorremmo darti delle indicazioni semplici ma nello stesso tempo utili ed efficaci per iniziare a prendere confidenza con questa arte comunicativa. Leggendolo capirai come a volte è sufficiente utilizzare piccoli accorgimenti o cambiare una sola parola per ottenere grandi risultati.

Inoltre, se conosco i meccanismi della comunicazione persuasiva posso utilizzarli per raggiungere i miei obiettivi ma anche per difendermi da chi vuole usarli subdolamente contro di me.

Siamo convinti che ti divertirai quindi inizia subito! Ci vediamo alla fine!

Capitolo 1: La persuasione...un'arma a doppio taglio.

La persuasione è un processo per cui la mente percepisce qualcosa da un punto di vista diverso e realizza una realtà differente da quella che aveva realizzato precedentemente (Nardone).

Quando si parla di persuasione si pensa spesso a qualcosa di tutt'altro che nobile. Questa parola soprattutto nella cultura occidentale viene associata a un processo disonesto messo in atto per raggirare o manipolare l'altro. Del resto il primo a parlare male di questa arte è stato il filosofo Platone che, ormai millenni fa, fece di tutto per mettere in cattiva luce i saggi per eccellenza: i sofisti.

Questi sapienti oratori sono stati i primi ad aver intuito che il linguaggio che noi utilizziamo con noi stessi, con gli altri e con il mondo è ciò che ci fa costruire la realtà nella quale viviamo. Ludwig Wittgenstein diceva: " La realtà è il frutto del linguaggio che usiamo per descriverla ".

Non a caso sono stati proprio loro i primi e più importanti studiosi delle tecniche di linguaggio della retorica come strumento per migliorare la vita degli individui.

I sofisti sono stati i predecessori dei moderni psicologi e psicoterapeuti: facevano da consulenti ai prìncipi e agli imperatori, intervenivano nelle cure mediche e curavano anche con le parole!

Il primo psicoterapeuta ufficiale della storia è il sofista Antifonte che diventò talmente famoso per le sue terapie che a un certo punto per evitare di avere un esaurimento dovette smettere di fare questo lavoro!

Come dicevo poco sopra fu Platone, soprattutto nel Gorgia, una delle sue opere più note, che si impegnò a dimostrare che chi usava la persuasione era senza dubbio scorretto e manipolatore.

Oggi gli studi neuroscientifici più recenti (vedi quelli di Goldberg nel 2010 e di Doidge nel 2015) hanno dimostrato come l'uso consapevole del linguaggio plasma il cervello e migliora anche il funzionamento personale e sociale.

È chiaro che come dicevano gli antichi cinesi La parola è più affilata della spada e ogni strumento se usato in modo improprio può diventare un'arma.

Una medicina in eccesso è un veleno, un veleno ben dosato è una medicina. Se però sappiamo come funziona la persuasione e quali sono i meccanismi che stanno alla base, evitiamo di diventare delle vittime.

Quindi…cosa significa persuadere qualcuno?

Bene, partiamo dall'etimologia della parola che deriva dal latino persuadere e significa condurre soavemente a sé.

La persuasione è un processo comunicativo che può svolgersi sia all'interno di uno scambio tra due persone, sia nel dialogo interno che ognuno di noi intrattiene tra sé e sé. Ogni volta che parliamo con qualcuno in un modo o nell'altro lo influenziamo anche senza volerlo. Non si può non comunicare diceva Paul Watzlawick (1967) un noto psicologo e filosofo esponente della Scuola di Palo Alto in America: anche se stiamo in silenzio senza dire niente alla persona che abbiamo davanti e che ci sta parlando, in realtà comunichiamo con tutto il resto del nostro corpo.

Se stiamo immobili anche il nostro non comunicare è già una comunicazione: stiamo dicendo di non voler comunicare.

Allo stesso modo anche quando parliamo a noi stessi mandiamo dei messaggi che più o meno consciamente ci influenzano. Per esempio ti è mai capitato di svegliarti e dire a te stesso/a

Oggi andrà tutto storto, me lo sento!

e poi puntualmente tutto va storto? In questo caso hai persuaso te stesso/a e ti sei programmato/a inconsciamente per far andare tutto male (in questo caso c'entra anche la profezia che si autodetermina di cui ti parlerà Marco).

Tornando alla comunicazione non verbale, le ricerche ci dicono che in oltre l'80% dei casi la trasmissione delle emozioni avviene tramite il non verbale e che le parole producono effetti emotivi in minima percentuale (Loriedo et al., 2011).

Secondo Albert Mehrabian (1972) il contenuto di ciò che diciamo conta solamente per il 7%; il linguaggio del corpo conta per il 55% e la voce per il 38%. Attenzione però! Non sempre queste percentuali sono vere! Lo stesso Mehrabian precisa che questi risultati riguardano una situazione sperimentale in cui venivano trasmessi solo particolari stati emotivi. In poche parole se dico di essere felice mentre sto piangendo, il mio interlocutore crederà alle parole, ma al non verbale e al paraverbale!

Comunque non complichiamoci la vita con i numeri! Tutto questo era solo per dirti che conta sia il verbale sia tutto il resto, quindi se comunichiamo in un modo un po' più sofisticato e persuasorio, possiamo avere un potente effetto sulle altre persone.

Ecco perché è così importante saper comunicare con gli altri e con noi stessi nel migliore dei modi.

Bene, a questo punto cerchiamo di capire come fare per aprire le porte dell'inconscio del nostro interlocutore…

Capitolo 2: Lo schema segreto che apre le porte dell'inconscio del tuo interlocutore.

Negli ultimi 40 anni sono state elaborate tantissime tecniche di persuasione. La maggioranza di queste derivano dal mondo della PNL (Programmazione Neuro Linguistica) e da quello dell'ipnosi. Queste tecniche hanno il potere di aggirare le resistenze dell'interlocutore e di seminare suggestioni nel suo inconscio. Alcune sono molto semplici da applicare, altre richiedono esperienza e allenamento. Tra tutte queste tecniche però ce n'è una molto antica che era tra le più utilizzate dal maestro dell'ipnosi Milton H. Erickson.

Nonostante nel frattempo siano state elaborate tantissime nuove tecniche, questa rimane in assoluto una delle mie tre preferite e forse la più potente mai scoperta. Mentre stai leggendo queste righe sul tuo tablet, sul tuo cellulare o sul monitor del tuo pc sarai sicuramente curioso di voler imparare questo schema magico per poter convincere gli altri delle tue idee.

La tecnica si chiama Truismo e ha una serie di variazioni molto interessanti che ti spiegherò nelle pagine successive. Questo schema è in grado di aggirare le resistenze di quasi tutte le persone che incontrerai e forse può aiutarti a ottenere un Sì sia nell'ambito delle relazioni interpersonali che in quelle lavorative o sentimentali.

Il bello di questa tecnica è che funziona da subito e sin dalle prime volte che la proverai scoprirai dei risultati sorprendenti. Come funziona?

Lascia che te lo spieghi nel modo più semplice possibile. Devi sapere che la mente è molto schematica, più che schematica direi abitudinaria. Se abitui la mente a ripetere uno schema per un certo numero di volte questa in automatico lo ripeterà una volta di più. Il truismo consiste nel fare 5 affermazioni rigorosamente vere e poi inserire una suggestione. La mente dopo essersi abituata a dire 5 volte Sì, dirà Sì anche la 6° volta. La parola truismo deriva dall’inglese true e significa vero.

Devi però stare attento a una regola che non devi mai permetterti di trasgredire. Quando sostengo che le affermazioni devono essere rigorosamente vere intendo che devono essere inconfutabili. Lascia che ti faccia un esempio. Immagina con me di dover vendere un corso di inglese a una cliente. Ha 23 anni, studia all’università, vive a Roma ma è di Ancona, indossa una maglia degli Smashing Pumpkins perché le piacciono tanto. Potresti intervenire così:

" Hai 23 anni, vedo che indossi la maglia degli Smashing Pumpkins, frequenti l'università a Roma ma sei di origine di Ancona, dunque un corso di inglese rapido può aiutarti ad acquisire una risorsa che

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Intrappola-menti

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori