Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

L'energia universale
L'energia universale
L'energia universale
E-book121 pagine1 ora

L'energia universale

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

Farsi delle domande sulla natura dell'uomo e dell'Universo, ci aiuterà a crescere ed evolvere anche in quella parte cosi essenziale del nostro essere. L'universo, secondo le scoperte dei fisici, non sembrerebbe vuoto, bensì immerso in un campo energetico dalla concentrazione estremamente elevata. L'energia di cui tutto il creato è permeato – quindi anche noi esseri umani – è quell’energia che mette in grado ai sistemi vitali di mantenere il proprio ordine rigenerandosi, grazie all’innata capacità di assimilare questa stessa energia vitale. Questo libro è una guida utile, per comprende l'importanza dell'energia per l'uomo; spiega l'energie di cui l'uomo ha bisogno e come fare per incanalarle, per rendere la propria vita migliore.
LinguaItaliano
EditorePubMe
Data di uscita29 apr 2017
ISBN9788871631059
L'energia universale
Leggi anteprima

Correlato a L'energia universale

Libri correlati

Recensioni su L'energia universale

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

    Anteprima del libro

    L'energia universale - Elena Pasteur

    PREMESSA

    L’energia universale

    Un tempo si credeva che la materia fosse una realtà ben definita, composta da atomi e particelle e compatta. Il fisico Albert Einstein con la Teoria della relatività ha dimostrato che, in realtà, materia ed energia sono calcolabili e che la materia si trasforma in energia e viceversa.

    Materia ed energia sono quindi due facce della stessa realtà.

    L’aspetto solido della materia, deriva dalla composizione stessa delle particelle in cui gli elettroni, girando ad altissima velocità attorno al nucleo, conferiscono all’atomo una forma sferica e rigida poiché difficile da comprimere.

    Essendo poi il campo quantistico (quantum = unità fondamentale dell’energia) un mezzo continuo, presente ovunque nello spazio, si può affermare che l’Universo, è quindi un insieme di particelle, una rete di energia, un unico campo di energia che si manifesta in vario modo e in cui le particelle stesse si dissolvono.

    La funzione dell’energia cosmica

    immagini2

    Il flusso energetico", di cui tutto il creato è permeato – quindi anche noi esseri umani – è quell’energia che mette in grado i sistemi vitali, di mantenere il proprio ordine rigenerandosi, grazie all’innata capacità di assimilare questa stessa energia vitale.

    Il nostro campo energetico, quindi il nostro intero organismo e la nostra realtà, hanno la naturale tendenza ad equilibrarsi, rinforzarsi e rigenerarsi, tendendo al loro meglio.

    Sono queste le qualità di autoguarigione insite in ogni organismo: una ferita si rimargina da sola, e noi, questa straordinaria capacità del nostro corpo, la troviamo semplicemente scontata!

    Quando il flusso di energia si restringe o si blocca, l’organismo perde la sua capacità di autorigenerarsi, generando sempre più disturbi e disfunzioni, finché non si deteriora in un vero e proprio processo entropico (di disordine e disgregazione).

    Per avere un corpo in salute e perfettamente equilibrato nelle sue funzioni quindi, dovremmo riuscire a mantenerci aperti a questo flusso d’energia cosmica.

    Purtroppo, noi esseri umani, abbiamo la deleteria capacità di bloccare questo libero scorrere della forza vitale, causandoci, così, tutti quei disturbi psico-fisici che abbruttiscono la nostra vita.

    Il grande lavoro di riconoscimento ed eliminazione delle cause, siano queste d’ordine fisico (come l’intossicazione costante a cui sottoponiamo il nostro organismo) o di ordine emotivo, spesso, è lungo e articolato, e spesso abbiamo bisogno di aiuto per riuscire a farlo.

    Le mani

    immagini4

    Se ci facciamo male, istintivamente, ci mettiamo la mano sopra.

    Quanto più si è carichi di questa energia cosmica, tanto meglio riusciamo a trasmetterla. E proprio nelle mani, le antiche dottrine spirituali (cristianesimo incluso), hanno sempre indicato esserci dei punti di trasmissione dell’energia.

    Le mani sono degli strumenti di trasmissione dell’energia eccezionali, c’è una grande forza di emissione a livello del palmo, e c’è una forza variabile a seconda delle dita: il dito che emette maggiormente è il pollice.

    Anche il dito indice e il medio, emettono abbastanza energia, mentre l’anulare e il mignolo ne emettono pochissima.

    I sacerdoti della tradizione cristiana benedicono con anulare e mignolo chiusi sul palmo e le altre tre dita aperte (gesto conosciuto come ‘benedizione alla greca’). Anulare e mignolo chiudono il centro di emissione del palmo, per evitare che l’energia si disperda, mentre le altre tre dita, che emettono maggiormente, canalizzano l’energia.

    Anche i faraoni egiziani benedivano in questo modo.

    Inoltre, anche in alcune scuole esoteriche, come l’ordine rosacruciano di Morcre, si usano molto le tre dita per fare delle imposizioni a livello della colonna vertebrale, e trasmettere l’energia in punti ben precisi che poi agiscono sul corpo. Potete poi incrociare le punte delle dita le une con le altre affinché l’energia non si disperda. Anche quando si mettono le due punte delle dita a contatto (pollice con indice, per esempio) si crea un circuito chiuso.

    Per canalizzare l’energia, la tecnica migliore è la respirazione, inspirando infatti allarghiamo i polmoni e immettiamo l’ossigeno a noi vitale.

    In latino e in greco, si definiva l’aria ‘soffio’ (spiritus, pneuma), in sanscrito, si definisce ‘prana’, ovvero il soffio vitale che ci permette di stare in vita.

    La respirazione ci distende internamente, permettendo così all’energia di fluire con maggiore facilità, depurandoci al contempo dalle tossine accumulate.

    La nostra carica fisica ci permette di avere a disposizione abbastanza energia da poter comunicare agli altri. Soprattutto i pranoterapeuti, per una loro configurazione particolare, hanno una carica energetica molto superiore a quella dei normali esseri umani. Questo surplus energetico permette loro di passare tale carica attraverso l’imposizione delle mani (o del pensiero) ad altre persone.

    Anche se tutti possiamo passare (o rubare) energia ad altri – siamo, infatti, delle specie di antenne ricetrasmittenti – è ovvio che se vogliamo contribuire al benessere altrui dobbiamo curare di essere noi, in primo luogo, abbastanza carichi per poterlo fare, altrimenti ci esauriremo.

    Illuminare la propria energia

    Come aumentare la nostra carica energetica, e perché è così importante farlo?

    La nostra energia,determina i risultati – positivi o negativi, a seconda dei nostri convincimenti, anche inconsci – che attiriamo nella nostra esistenza.

    Se vogliamo avere una vita stimolante e positiva dobbiamo innanzitutto elevare la nostra carica energetica attraverso una sana alimentazione, il giusto riposo dopo l’attività, il movimento e la respirazione, che contribuiscono a mantenere vigorosa la nostra batteria.

    Il distacco interiore dai forti coinvolgimenti emotivi (siano essi positivi o negativi) è un altro fattore molto importante, così come vivere saggiamente, in quanto le emozioni bruciano l’energia.

    Dobbiamo anche connetterci, consapevolmente, con l’energia divina, respirando la bellezza che ci attornia e l’amore supremo, e lasciandoli fluire dentro e fuori di noi, così che questa carica recuperata ci guidi, indicandoci la via, allargando, rafforzando, il nostro campo energetico.

    Quanto è maggiore e positiva nei convincimenti, la

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1