Goditi subito questo titolo e milioni di altri con una prova gratuita

Gratis per 30 giorni, poi $9.99/mese. Cancella quando vuoi.

Subliminal controlli mentali

Subliminal controlli mentali

Leggi anteprima

Subliminal controlli mentali

Lunghezza:
132 pagine
2 ore
Editore:
Pubblicato:
Mar 14, 2017
ISBN:
9788892649729
Formato:
Libro

Descrizione

Il libro vuole affrontare la tragica influenza negativa del plagio mentale e le menzogne a carico delle persone che si trovano manipolate da un controllo superiore. Andiamo ad analizzare i principali strumenti di plagio che hanno avvelenato la nostra società, la morte di Kennedy con la reale motivazione e la paura, soprattutto in campo editoriale a raccontare quale può essere la verità. In fondo cosa è la verità? Una corda intrecciata fra mezze verità e fantasie che non trovano spazio nella razionalità per come la conosciamo. La scopolamina, messaggi pubblicitari occultati, frasi e simbologie arcaiche che confezionano una vita che non è come il lucrismo dei potenti vuole farci credere. Una serie di volumi, Subliminal Plagio Mentale, Subliminal il plagio della fede con un testo prova, il libro di Enoch che esalta quanto la religione abbia comandato con la menzogna. Pronti ad accettare la verità in quanto tale?
Editore:
Pubblicato:
Mar 14, 2017
ISBN:
9788892649729
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Subliminal controlli mentali

Libri correlati

Categorie correlate

Anteprima del libro

Subliminal controlli mentali - Francesco gnutti

Subliminal

Attento mentre Parli. Con le tue parole tu crei un mondo intorno a te.

Proverbio Navajo

Francesco Gnutti

Subliminal

Controlli Mentali

Copyright © 2012 Francesco Gnutti

ISBN 9788892649729

francesco@pensierografica.com

www.pensierografica.com

Katarzyna Witkowska e a mio figlio Matteo per il supporto emotivo e la pazienza in questi ardui giorni di prova mentre Arcana nasceva.

Capitolo 1 Messaggi Subliminali

Sappiamo che il messaggio subliminale è un impulso che viene ricevuto dal cervello in uno stato di sub inconscio, indipendentemente dal fatto che sia trasmesso, visualizzato o imposto. Iniziamo dicendo che i messaggi subliminali sono entrati nella nostra realtà dal 1957, è dal 1957 che studiano gli effetti sul cervello.  In questo periodo il noto scrittore e ricercatore Vance Packard pubblicò il suo primo libro centrato proprio su questa tematica, che, ben presto divenne una dettagliata ricerca sugli effetti dei messaggi subliminali come influenza su un condizionamento della mente.

In base alle sue ricerche, venne fatto un esperimento in cui, gli spettatori di un cinema, durante la visione di un film, a loro insaputa, vennero sottoposti a un condizionamento psicologico, infatti, nascosto nella pellicola ricorrevano due frasi, bevi coca cola e mangia popcorn, gli effetti di questo auto condizionamento portarono a una elevata richiesta di coca cola e popcorn.

Ora, nel 1962 Packard dichiarò che quel esperimento non era mai avvenuta era solo una frode per pubblicizzarsi, la credibilità di questo ricercatore, come facile pensare crollò, ma era ancora vivo. Tutti coloro che si mettevano contro il sistema governativo, che svelavano manovre poco ortodosse oppure rivelazioni di segreti che tali dovevano rimanere pagavano il prezzo con la vita. Quindi, perché di questo dietro marcia? Visto che, la storia ci ha insegnato che il governo è abituale a questo tipo di controllo e chiunque si oppone viene salutato a colpi di pistola, è facile pensare che questa smentita sia stata dettata da potenti minacce di morte, non sarebbe la prima volta che succede, a conferma di ciò abbiamo anche un indizio non indifferente, un indizio che richiama proprio un potente di quella epoca. Diciamo pure che è più una coincidenza visto che si parla del presidente Kennedy.

Il 23 luglio del 1962, a livello globale la televisione diviene mondiale, ovvero nell’intero globo terrestre, in ogni casa, città nazione o stato la gente poteva vedere cosa succede in altre parti del mondo anche superando le barriere del linguaggio. La voce che diede la bella notizia era J.F.Kennedy.

Ora cosa sappiamo in realtà del presidente Kennedy?

La sua carriera politica comincia proprio nel 1946, guarda caso un anno prima dello schianto di Roswell. La cosa curiosa consiste proprio nel incidente che lo coinvolse e che lo avrebbe segnato per tutta la vita, portando a numerosi fili di ragionamento che se perseguiti danno inizio ad un mistero che continua anche ora che la morte lo ha portato via al mondo. Ora come riportato da Wikipedia, inserisco una descrizione di ciò che successe quella notte: "Nella notte del 2 agosto 1943 la motosilurante PT-109, impegnata nel pattugliamento delle acque della Nuova Georgia, fu speronata e spezzata in due parti dal cacciatorpediniere giapponese Amagiri a ovest della Nuova Georgia, vicino alle Isole Salomone, nel passaggio di Ferguson.

Del piccolo equipaggio, quattro marinai morirono subito, altri si avvinghiarono a un relitto che ancora galleggiava e altri ancora furono scaraventati in mare dalla violenza dell'urto. Kennedy entrò in azione con determinazione e coraggio e lottò fino alla fine per portare in salvo i compagni sopravvissuti. Egli era stato scagliato attraverso il ponte, riportando danni alla già malandata colonna. Riuscì tuttavia a trascinare con sé, grazie alle sue eccezionali capacità di nuotatore, per tre miglia nell'oceano, Partick McMahon, un marine ferito e gravemente ustionato, giungendo fino a Plum Pudding Island dove il suo equipaggio trovò rifugio.

Da qui la notte successiva completamente da solo, noncurante del fatto che il mare fosse infestato di squali, raggiunse nuotando per cinque chilometri il passaggio Ferguson, sorvegliato dagli incrociatori giapponesi, con l'obiettivo di avvistare qualche nave statunitense. Giunto nelle acque del passaggio Ferguson, Kennedy non riuscì però a intercettare nessuna unità militare del marine e decise di ritornare dai suoi uomini. Si rese conto che la situazione dei feriti si era aggravata e che la fame cominciava a tormentarli, perciò fece in modo che tutti raggiungessero l'isola di Olasana, dove sapeva che il cocco cresceva in abbondanza. Da qui il giorno seguente un marine australiano riuscì a inviare un messaggio radio col quale si chiedeva alla base statunitense di Rendova di provvedere al salvataggio di tutto l'equipaggio.

Infatti il mattino seguente la PT 157, come da accordi radiofonici, si presentò sul luogo dell'appuntamento concordato con Kennedy. Guidata da lui personalmente, la motosilurante raggiunse la scogliera e poi Olasana. Per queste azioni di guerra Kennedy ricevette una medaglia, la Navy and Marine Corps Medal, con la seguente motivazione: «Per l'eroismo mostrato nel soccorso di tre uomini in seguito all'attacco e all'affondamento della sua nave, mentre tentava di attaccare un bombardiere giapponese nell'area delle Isole Salomone la notte tra il 1º agosto e il 2 agosto 1943.

Il luogotenente Kennedy, capitano della nave, ha diretto i soccorsi per l'equipaggio e salvato personalmente tre uomini, uno dei quali ferito seriamente. Nei sei giorni successivi è riuscito a portare tutto il suo equipaggio sulla terraferma e, dopo aver nuotato molte ore per assicurare loro aiuto e cibo, è riuscito a portare in salvo gli uomini. Il suo coraggio, la sua resistenza e l'eccellente comando hanno contribuito a salvare diverse vite e continuare la migliore tradizione della marina statunitense."

Sinceramente, rileggendo il racconto credo di rivedere Jhon Rambo, seriamente, non è molto credibile lo so e quindi si cerca di analizzarla, ora questo tipo di imbarcazione, appunto pt-109, per quanti attributi poteva avere aveva un unico punto a sfavore, le motosiluranti utilizzavano come combustibile benzina avio, estremamente infiammabile, un colpo diretto al loro compartimento motori comportava talvolta la perdita totale della nave e del suo equipaggio.

Questo per conto di un colpo esploso, ma considerando che, qui si parla di speronata e quindi un forte metallo che si schianta contro la imbarcazione a una velocità da separarla in due, si presuppone che, il pt 109 abbia dovuto esplodere, se sarebbe esploso solo dio o un essere immortale avrebbe potuto sopravvivere, almeno secondo la mia opinione poi posso sbagliarmi sono un essere umano anche io. Perché questo particolare non è stato ben descritto? Qualcosa non torna. Non indugiamo oltre, possiamo procedere poi con una completa analisi, concentriamoci solo sui messaggi e Kennedy. Ora cerchiamo di trovare un punto di inizio. Quale mai può essere? Roswell 1947. Fu proprio Roswell che diede l’inizio a tutti i ragionamenti riguardo a una intelligenza Extraterrestre, con questo non voglio dire che gli Extraterrestri interagiscano con noi o ci vogliano studiare, questa è una montatura mediatica montata dalla mente umana, o forse non lo è ma è presto definire una cosa così grossa e, secondo me depistante per quanto riguarda il ragionamento che vogliamo intavolare e quindi cerchiamo, per ora di rimanere sul filo del nostro ragionamento. Cerchiamo ora di capire come e perché, usiamo un filo di collegamento, 1962 la televisione entra in mondo visione e quindi in tutte le case del mondo arriva la possibilità di rimanere in contatto con il mondo stesso. Per arrivare a questa decisione si doveva lanciare un satellite nello spazio per poter poi collegare tutto il mondo, da dove è venuta l’idea di poter sfruttare lo spazio? Come potevano sapere anche solo a grandi linee come abbattere il grande mistero della vita ovvero uscire dal nostro pianeta anche se non direttamente? Dal 1947, quando ci fu lo scandalo Roswell, la tecnologia, che sembrava camminare a passo di tartaruga, di colpo ha avuto un balzo spaventoso arrivando a scoperte e a tecnologie che fino al 1949 sembravano solo storielle di fantascienza ispirate da Steven Spielberg, quindi come potevano arrivare a un risultato del genere se non avevano avuto una ispirazione esterna? La grande manipolazione si progredì con un mortale piano del silenzio, tutti quelli che, come J.P.Corso avevano visto e volevano rivelare la verità sul mondo che stavano vivendo, e quindi Roswell, navette aliene entità Extraterrestri, venivano uccisi, minacciati oppure abbattuti moralmente e socialmente, ma questo non basto, la gente, non si faceva intimorire e di conseguenza ogni qualvolta veniva contrapposta poneva pericolosi contrattacchi per dire la verità, verità a volte celata anche al presidente stesso. Il libro di Corso poi cambio notevolmente le carte in tavola e quindi la manovra adottata più semplice era omicidio di

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Subliminal controlli mentali

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori