Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Cose che scrivo - Sonetti ed altre rime
Cose che scrivo - Sonetti ed altre rime
Cose che scrivo - Sonetti ed altre rime
E-book168 pagine1 ora

Cose che scrivo - Sonetti ed altre rime

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

Raccolta di 92 componimenti poetici in lingua italiana di vario stile, estensione e contenuto, organizzati dall'autore in base al tipo di metrica e di strofa utilizzato. Dei 92 componimenti qui proposti, 34 sono sonetti. Oltre al consueto sommario, un comodo doppio indice (per titolo e per incipit) facilita il lettore nella consultazione dell'opera e lo aiuta a ritrovare le strofe che possono averlo maggiormente colpito. Il volume contiene alcune spiegazioni e commenti su questioni di metrica e stilistica. Con prefazione di Daniela Di Menna e introduzione di Eleonora Segreto.
LinguaItaliano
Data di uscita24 mar 2017
ISBN9788892652606
Cose che scrivo - Sonetti ed altre rime
Leggi anteprima

Leggi altro di Luciano Drusetta

Correlato a Cose che scrivo - Sonetti ed altre rime

Libri correlati

Categorie correlate

Recensioni su Cose che scrivo - Sonetti ed altre rime

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

    Anteprima del libro

    Cose che scrivo - Sonetti ed altre rime - Luciano Drusetta

    2016

    1. SONETTI

    Nella sua forma più classica il sonetto è un componimento di 14 versi endecasillabi suddivisi in due quartine seguite da due terzine, legate fra loro da un preciso schema di rime. Ne esistono tuttavia diverse varianti, nelle quali possiamo trovare per esempio uno o più versi aggiuntivi detti coda (in tal caso si parla di sonetto caudato ), oppure sonetti nei quali abbiamo una diversa disposizione delle terzine e delle quartine. Possiamo avere anche dei sonetti nei quali i 14 versi si susseguono in un tutt’uno grafico, senza alcuna suddivisione palese fra quartine e terzine.

    L’endecasillabo è un verso di 11 sillabe. Il conteggio metrico delle sillabe in poesia è un po’ diverso da quello del linguaggio comune. Vediamo qualche esempio.

    Nel mezzo del cammin di nostra vita

    Proviamo a contare le sillabe:

    Non v’è alcun dubbio, le sillabe sono 11. Ma consideriamo ora quest’altro endecasillabo:

    ché la diritta via era smarrita

    Proviamo a contare le sillabe:

    Qui c’è chiaramente qualcosa che non va: le sillabe sono dodici. Per capire cosa non va dobbiamo parlare di iati, dittonghi e legamenti.

    Lo iato è l’incontro fra due vocali che vengono pronunciate in maniera chiara e indipendente, tanto da formare due sillabe diverse. Nell’esempio precedente, l’incontro di vocali ia della parola via è uno iato, pertanto la parola conta due sillabe: vi – a. Nella parola iato invece, l’incontro di vocali ia è un dittongo: le vocali vengono pronunciate più rapidamente, come se fossero una sola; e contano come una sola sillaba. Così, anche la parola iato conta per due sillabe: ia – to. Alla luce di quanto detto, il corretto conteggio ritmico (poetico) del verso precedente sarebbe di 11 sillabe se la parola via contasse come monosillabo:

    Ma abbiamo detto che via è un bisillabo. Allora cosa non quadra in questo verso? Un’altra possibilità per fare – come dire – quadrare i conti sta nel conteggiare correttamente la parola via come bisillaba, ma legare la sua a finale con la e iniziale della parola era, così:

    Nei manuali di metrica il legamento viene evidenziato da un piccolo tratto ricurvo concavo posto sotto le vocali legate. Qui ho utilizzato invece il segno di trattino basso (quello chiamato underscore in inglese). Spesso il legamento tra le vocali di due parole consecutive viene evidenziato dal poeta con opportune soluzioni ortografiche. Per esempio

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1