Trova il tuo prossimo libro preferito

Abbonati oggi e leggi gratis per 30 giorni
Eckhart Tolle E l’idiocrazia

Eckhart Tolle E l’idiocrazia

Leggi anteprima

Eckhart Tolle E l’idiocrazia

valutazioni:
4/5 (1 valutazione)
Lunghezza:
69 pagine
50 minuti
Pubblicato:
Mar 14, 2017
ISBN:
9781386979319
Formato:
Libro

Descrizione

Presentazione dell'editore

È Eckhart Tolle, il celebre autore de "Il potere di adesso", un autore dello sviluppo personale che propone una forma di spiritualità liberatrice e libera dall'ideologia? Lucia Canovi rivela che la realtà è decisamente meno semplice. Nel labirinto dei concetti tolliani (ego, Essere, mentale...) mostra delle convergenze, delle distorsioni, delle contraddizioni ma anche una coerenza nascosta che conduce,senza che essi ne dubitino, i discepoli di Tolle verso la brucatura e l'inerzia:la felicità dell'imbecille felice. Questo libro salutare, rinfrescante e pieno di humour piacerà a tutti coloro che cercano di comprendere razionalmente la dottrina dei guru illuminati, come quella di Tolle, e interesserà coloro che cercano la pace interiore... una pace che Tolle vende troppo cara.

Estratto

"È proprio in qualità di discepola fervente di Eckhart Tolle che vi metto in guardia: la sua dottrina spirituale non è un pozzo di saggezza sublime. O meglio, se è un pozzo, non è il tipo di pozzo in cui dissetarsi. È il genere di pozzo in cui si annega.
E non si tratta nemmeno di una strada che conduce all'illuminazione. O meglio, se è una strada che conduce all'illuminazione, l'illuminazione non assomiglia per nulla alla bella immagine a cui pensiamo. Per quel che mi riguarda, io non ne voglio.
Leggendo questo liberto scoprirete Tolle, le sue opere, ma anche, in senso più generico, quella che si chiama "spiritualità", sotto una nuova luce - una luce logica e discorsiva. Anziché lasciarvi guidare da emozioni vaghe e confusi risentimenti, come Tolle vi invita a fare, vi metterete all'ascolto della vostra ragione. Sarete poi liberi di scegliere la prospettiva che vi sembra più convincente: o quella che vede Tolle come un "maestro spirituale" di primo piano, o quella in cui Tolle è l'autore molto furbo di un best-seller a tratti malsano.
L'essenziale è che voi sentiate le due campane, che giudichiate avendo tutti gli strumenti per farlo - insomma, che abbiate accesso sia ai pro che ai contro. Parlo di "essenziale" perché diventare adepti di Eckhart Tolle è una scelta che implica di riflesso tutta una serie di conseguenze, come scopriremo fra non molto".

A proposito dell'autore

Lucia Canovi è docente agrégée (cattedra statale per l'insegnamento secondario) in lettere moderne e ha vinto, nella sua giovinezza, sei premi letterari. Fu dapprima molto influenzata da Eckhart Tolle e da altri autori appartenenti alla corrente "New Age". Ha scritto "Eckhart Tolle
e l'idiocrazia" per demistificare un autore le cui idee sono più pericolose di ciò che sembra, e che gode di una popolarità quasi irreprensibile. Lucia Canovi è autrice di molte opere (psicologia/sviluppo personale/romanzi...).

Pubblicato:
Mar 14, 2017
ISBN:
9781386979319
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Eckhart Tolle E l’idiocrazia

Libri correlati

Anteprima del libro

Eckhart Tolle E l’idiocrazia - Lucia Canovi

Canovi

Lucia Canovi

Eckhart Tolle

E l’idiocrazia

Dottrina ed effetti

di un grande maestro spirituale

© lucia-canovi, 2017.

L’illuminazione, carota fosforescente, fa avanzare nella notte l’asino cavalcato dal Saggio. Non serve il bastone fintantoché questo legume straordinario, leggendario, si muove davanti al muso del malcapitato animale. Il Saggio lo trova pratico: l’asino pensa che una di queste notti afferrerà la carota.

Il latte della bugia: frammenti di una parola sincera

Introduzione

È proprio in qualità di discepola fervente di Eckhart Tolle che vi metto in guardia: la sua dottrina spirituale non è un pozzo di saggezza sublime. O meglio, se è un pozzo, non è il tipo di pozzo in cui dissetarsi. È il genere di pozzo in cui si annega.

E non si tratta nemmeno di una strada che conduce all’illuminazione. O meglio, se è una strada che conduce all’illuminazione, l’illuminazione non assomiglia per nulla alla bella immagine a cui pensiamo. Per quel che mi riguarda, io non ne voglio.

Leggendo questo liberto scoprirete Tolle, le sue opere, ma anche, in senso più generico, quella che si chiama spiritualità, sotto una nuova luce – una luce logica e discorsiva. Anziché lasciarvi guidare da emozioni vaghe e confusi risentimenti, come Tolle vi invita a fare, vi metterete all’ascolto della vostra ragione. Sarete poi liberi di scegliere la prospettiva che vi sembra più convincente: o quella che vede Tolle come un maestro spirituale di primo piano, o quella in cui Tolle è l’autore molto furbo di un best-seller a tratti malsano.

L’essenziale è che voi sentiate le due campane, che giudichiate avendo tutti gli strumenti per farlo – insomma, che abbiate accesso sia ai pro che ai contro. Parlo di essenziale perché diventare adepti di Eckhart Tolle è una scelta che implica di riflesso tutta una serie di conseguenze, come scopriremo fra non molto.

1. L’illuminazione in questione

Chi è Eckhart Tolle?

Secondo la quarta di copertina dei suoi libri, quest’uomo nato nel 1948 è un insegnante spirituale.

Apparentemente non disponeva di nessuna particolare idoneità in questo senso. Tuttavia, in seguito a un’intensa depressione, ha conosciuto, all’età di 29 anni, una trasformazione interiore che ha radicalmente modificato il corso della sua vita. Era in preda a un’insostenibile sofferenza mentale, e all’improvviso… puff… si è ritrovato scagliato in un nirvana portatile. A partire da quel momento, questo stato di serenità perfetto e di tranquillità inalterabile non l’ha mai abbandonato.

Questo risveglio (per continuare a citare la quarta di copertina) lo ha ispirato a scrivere un libro che è diventato un best-seller a livello mondiale: Il potere di adesso.

Potete tradurre trasformazione interiore e risveglio con la parola illuminazione, dato che in questo contesto le parole in questione sono intercambiabili. Tolle parla spesso dell’illuminazione nei suoi libri; ne parla per dire che l’ha trovata e per rispecchiarla nei suoi lettori: se lo ascoltano e seguono i suoi consigli anche loro giungeranno a conoscere l’illuminazione.

Ed è proprio questo ad attirarli…

Ed è proprio questo che mi ha attirato, all’epoca…

È la promessa esplicita o implicita dell’illuminazione che ci spinge ad acquistare i suoi libri per lavorarci sopra. Tutta la sua credibilità di insegnante spirituale si basa sulla convinzione, nella quale ci troviamo, che lui abbia veramente ricevuto l’illuminazione.

Definizione

Ma a proposito, cos’è l’illuminazione?

Secondo il dizionario del software Antidote, si tratta di una grazia divina che si diffonde nell’animo umano.

Questa definizione, un po’ breve, non rende giustizia a tutta la ricchezza del concetto.

L’illuminazione, così come viene immaginata e sognata da milioni di persone, è una felicità perfetta, un’estasi senza interruzione, ma è al contempo un sapere intuitivo e globale, una specie di onniscienza più o meno ineffabile che cade improvvisamente su qualcuno per trasformarlo immediatamente in Grande Saggio, Superuomo.

Con grande fortuna, questo stato di grazia è irreversibile: l’essere che ha ricevuto l’illuminazione non torna mai a essere un individuo ordinario. Durante la vita vive in paradiso, e dopo la morte insegue la sua evoluzione spirituale in sfere sconosciute oppure torna sulla terra mediante reincarnazione per prodigare in modo generoso la sua luce a tutti quelli che la cercano.

Secondo quanto è stato detto e scritto in centinaia, forse migliaia di libri – sarebbe opportuno verificare - Buddha ma anche Gesù erano dei grandi saggi di questo tipo:

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Eckhart Tolle E l’idiocrazia

4.0
1 valutazioni / 1 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori

  • (4/5)
    Buon libricino. Concetti semplici ma importanti da focalizzare ( con la mente innanzitutto, si ! ) in chi è sperso o lotta contro una filosofia buonista e soporifera che sta corrompendo l'essere una Persona, annegandolo la nostra limitata e meravigliosa esperienza umana in un post-buddismo o in una non-dualità assurda cosi come posta dalla new-age. Lo stile succinto di quest'opera impedisce di approfondire in senso positivo alcune nozioni importanti (anche tradizionali e spirituali) che Tolle usa per il suo malizioso gioco, facendole apparire come sciocchezze quando non lo sono. Ma d'altro canto, proprio questa disamina parziale, secca e veloce è utile per comprendere e difendersi da alcuni meccanismi utilizzati da Tolle e tanti altri falsi maestri.