Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Lo spirito della fisica: Dialoghi sul momento presente
Lo spirito della fisica: Dialoghi sul momento presente
Lo spirito della fisica: Dialoghi sul momento presente
E-book135 pagine2 ore

Lo spirito della fisica: Dialoghi sul momento presente

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Lo Spirito della Fisica è un libro che tocca profondamente e intimamente il lettore che si è posto delle domande sulla propria esistenza. È di sicuro anche un libro in grado di sgretolare le fondamenta di un’esistenza artificiale, se solo si ha il coraggio di aprire il cuore e di far entrare le parole che vibrano da un’eternità.
Articolato sotto forma di dialogo, descrive un incontro, quello tra la fisica d’avanguardia e la spiritualità, con toni forti e decisi, ma allo stesso tempo gentili e seduttivi. L’abile scelta sulla terminologia, mette bene in evidenza come scienza e spiritualità, per descrivere il manifesto e il non manifesto, utilizzino da sempre linguaggi totalmente diversi, cosa questa che ha creato incomprensione e disinteresse reciproco. I tempi per un incontro sono ormai maturi e l’Amore unisce e di certo non separa. È l’amore che “insieme alla consapevolezza conduce allo spazio delle infinite possibilità. […] Quell’amore che ci serve non può essere legato al tempo e non è un pensiero; deve abbracciare l’adesso talmente a fondo, da lasciar sparire in esso la nostra falsa identità, l’Ego.” L’amore è dunque una forza fisica e spirituale al contempo. Carlotta Brucco e Riccardo Telesca sono pronti a condurvi nell’abbraccio potente che lega l’infinitamente piccolo con l’infinitamente grande, ciò che sta in basso con ciò che sta in alto, lo yin e lo yang, la terra e il cielo.
LinguaItaliano
Data di uscita17 gen 2017
ISBN9788863653908
Lo spirito della fisica: Dialoghi sul momento presente
Leggi anteprima

Correlato a Lo spirito della fisica

Ebook correlati

Recensioni su Lo spirito della fisica

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Lo spirito della fisica - Carlotta BruccoRiccardo Telesca

    psicoterapeuta

    INTRODUZIONE

    La vita di solito può riserbare strane esperienze, momenti di tranquillità e alcune situazioni che sono di difficile spiegazione. Ognuno si trova come uno smemorato alle prese con una situazione difficile e alquanto enigmatica, la vita. A causa di questo enigma, il pensiero, in qualità di componente nota e più visibile, tende a divenire la base per tutto ciò che si fa. Nella vita, apparentemente, sembra l’unica bussola che si può usare per rispondere alle sfide quotidiane, alle esigenze personali e alle tematiche di chi sceglie. Difatti all’interno del pensiero sembra esserci un’opportunità unica, quella di poter decidere in che direzione andare e come essere. Paradossalmente, però, spesso è quasi impossibile porre fine al pensare. Il pensiero, da potente strumento, diventa totale padrone di sé. Molte tecniche antiche mostrano come i comportamenti delle persone sono racchiudibili in schemi esistenti da sempre, che sono legati proprio alle forme pensiero (tarocchi, l’enneagramma).

    Queste sono tutte testimonianze di come il comportamento umano sia conosciuto dall’antichità. Il pensiero sembra costituire le fondamenta della vita di tutte le persone, senza il quale è difficile andare avanti. Questa condizione lo ha reso troppo importante, ponendolo in luoghi che vanno oltre la sua possibilità espressiva. Il pensiero è la principale fonte di ciò che determina il nostro agire nel mondo, esso è per sua natura duale. Difatti, ogni pensiero ha naturalmente un suo opposto o funzione contraria, che viene automaticamente creata nell’istante in cui nasce un pensiero stesso. Questo meccanismo ha un riscontro anche nella fisica dei campi, dove il gioco delle onde funziona come uno specchio.

    Dunque il pensiero in azione è quella parte interna che viene comunemente chiamata personalità, ego e così via. Il me è la causa del dolore, della sofferenza e di molte problematiche interne inerenti alla natura di chi è ognuno. Questo, tuttavia, è uno strumento ed in quanto tale diventa distruttivo soltanto quando sfocia in zone che non gli competono. Nell’attuale momento di evoluzione le scoperte della fisica iniziano a vedere il loro specchio reciproco nelle tradizioni spirituali. Questo perché sono state sempre e sostanzialmente la medesima cosa, ma attualmente sono in grado di guardarsi allo specchio. La compressione di carica che nasce dal meccanismo che genera la gravità, consente la grande unificazione della fisica ma anche una piacevole stretta di mano con le culture spirituali del pianeta.

    Ovviamente bisogna fare un piccolo sforzo correttivo per smussare gli spigoli apparentemente distanti, ma entrambe ne escono migliorate. Entrambe, comunque, derivano da un semplice concetto: l’osservazione della dinamica che sottende i principi della vita. La fisica nel tempo ha fatto passi avanti, le notizie su nuove prove scientifiche a favore dei processi quantistici stanno portando un cambio di paradigma mentale su come crediamo sia fatto il mondo. L’interpretazione casuale dei fenomeni fisici riferiti all’interpretazione di Copenaghen è ampiamente superata da fatti sperimentali. La risoluzione di alcuni paradossi come le traiettorie dei fotoni, dimostrano sempre più la non casualità dei fenomeni quantistici a favore di una funzione reale che guida le traiettorie delle particelle.

    In sintesi: c’è un’organizzazione precisa che sottende l’universo. Un Etere superfluido sta prepotentemente venendo alla ribalta come soluzione a tutti i paradossi scientifici. Il Vuoto Superfluido rappresenta così il Mezzo che consente di diffondere ovunque e istantaneamente l’informazione di correlazione che dà vita ai fenomeni di entanglement quantistico. I fenomeni della meccanica dei quanti sono, quindi, matematicamente ricavabili dalle equazioni che descrivono il moto vorticoso in un superfluido. La caratteristica fondamentale di questo vuoto è l’accelerazione e si è elaborata una teoria nuova chiamata Vetri di Spin che, nella sua forma matematica, cela un meccanismo di auto-organizzazione dell’Universo basato sul modello neurale di John Hopfield.

    Questo meccanismo attribuisce al vuoto la sua natura intelligente a causa della sua capacità di auto-organizzarsi... così, ogni azione e reazione del vuoto è il frutto complesso di tutto ciò che è accaduto ad esso in passato, e costituisce una ottimizzazione, in termini di ordine ed energia, delle precedenti reazioni. Quindi la fisica nel suo avanzare sta dicendo e dimostrando teorie appartenenti alle scritture tradizionali tramandate dall’antichità. La mente è il tessuto stesso della realtà creata e plasmata dalla non forma. L’incontro con Carlotta Brucco ha dato vita ad un esclusivo esperimento: trovare fino a che punto la fisica e la tradizione spirituale possano andare d’accordo. Da questo esperimento nasce il progetto che andremo a leggere. Ora lascio spazio a Carlotta nella sua

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1