Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Helsinki e Finlandia Meridionale - La Guida

Helsinki e Finlandia Meridionale - La Guida

Leggi anteprima

Helsinki e Finlandia Meridionale - La Guida

Lunghezza:
197 pagine
1 ora
Pubblicato:
8 nov 2016
ISBN:
9788897060888
Formato:
Libro

Descrizione

Helsinki, la capitale della Finlandia, è una magnifica città sempre più visitata sia in estate che in inverno (in particolare, nel periodo natalizio). Attrae l’armonioso insieme di architetture bianche, di edifici ocra, di parchi, di insenature, di acqua e anche di neve e ghiaccio (in inverno) nonché il fatto che è animata, piena di vita e di motivi di interesse. Amare questa città a primo impatto può risultare difficile, si rimane perplessi nei confronti di questo popolo gentile, educato, efficiente e soprattutto silenzioso. Però quando ci si abitua e si capisce che si tratta di un modo di vivere che trova nei silenzi un’occasione per sviluppare meglio i pensieri, allora le cose cambiano. E ci si accorgerà di quanto questo popolo tenace ed orgoglioso ami la vita in tutte le sue più belle espressioni guardando con simpatia le forti bevute e le straordinarie mangiate, la musica che qui è un vero culto, i pazzerelli e le pazzerelle che adorano le saune e abbandonando i vestiti sfidano acque ghiacciate che di più non si può. Il periodo migliore per visitarla è quello estivo poiché le giornate sono lunghissime con tante ore di luce e il tempo è mite, spesso anche caldo. Nel periodo invernale le temperature sono rigide, in cambio però c’è sempre un’offerta culturale di altissimo livello e non mancano certo i divertimenti. Vedere Helsinki d’inverno e poi d’estate o viceversa è come fare due viaggi in due luoghi completamente diversi.
Pubblicato:
8 nov 2016
ISBN:
9788897060888
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Helsinki e Finlandia Meridionale - La Guida

Libri correlati

Anteprima del libro

Helsinki e Finlandia Meridionale - La Guida - EDARC

Guida turistica

Helsinki - La Guida

Helsinki

e Finlandia Meridionale

La Guida

Guida Turistica

Collana Le Guide EDARC

ISBN 978-88-97060-88-8

Avvertenza

L’elaborazione della presente guida è stata effettuata con tutta la cura possibile, controllando e ricontrollando tutte le notizie sia sul territorio sia sulle fonti da cui sono state riprese e/o controllate. L’impegno è stato massimo e confidiamo nell’approvazione del lettore. Altresì, confidiamo anche nella sua benevolenza qualora riscontrasse inesattezze, mancanze o qualche errore sempre possibile nelle opere di questo tipo (specialmente per quanto riguarda orari, prezzi, numeri telefonici e così via…). Anzi, saremmo contenti se il lettore ci segnalasse qualche inconveniente. Gliene saremo grati e provvederemo agli aggiustamenti nelle prossime edizioni della Guida.

Prima edizione: novembre 2016

Proprietà letteraria riservata

EDARC EDIZIONI

50012 Bagno a Ripoli (FIRENZE)

edarc@edarc.it - www.edarc.it

ISBN: 978-88-97060-88-8

Questo libro è stato realizzato con StreetLib Write (http://write.streetlib.com)

un prodotto di Simplicissimus Book Farm

Indice

HELSINKI - LA GUIDA

Helsinki

Storia

Visita di Helsinki

La gastronomia finlandese

Gli eventi dell’anno a Helsinki

Film girati a Helsinki

Vita pratica

Itäkeskus - Vuosaari (ramo sud)

Altre informazioni pratiche

Caffetterie

Helsinki Card

Luoghi di visita

Informazioni pratiche

Locali notturni

Ristoranti Finlandesi

Telefono cellulare

Uffici Diplomatici Svizzeri a Helsinki

Uffici Turistici

Urgenze

LA FINLANDIA MERIDIONALE

HELSINKI - LA GUIDA

Helsinki

Helsinki è la capitale e la più grande città della Finlandia (vi risiede un decimo della popolazione). Il suo nome in lingua svedese è Helsingfors. È anche la capitale della regione di Uusimaa (Nyland) che per gran parte rientra (e comprende vere e proprie città come Espoo, Vaanta, Porvoo) in quella estesa aggregazione che è definita Grande Helsinki.

Affacciata sul Mar Baltico, si estende per 716 kmq su una grande penisola, penisole più piccole e varie isole collegate da ponti e traghetti, e ha poco più di 620.000 abitanti, 1.300.000 se si comprende l’intera area metropolitana (gli abitanti di lingua finlandese sono quasi il 90 % quelli di lingua svedese meno del 10 %, tuttavia c’è moltissimo rispetto per la minoranza svedese e buona parte delle indicazioni si trovano comunemente nelle due lingue).

L’aspetto è sostanzialmente moderno ed è sede del Governo, del Parlamento e di tutti i principali uffici amministrativi, nonché di 7 Università, numerosi istituti culturali, ed inoltre sede dei vescovi cattolico, evangelico - luterano e ortodosso. Conta più di 50 alberghi e oltre mille ristoranti.

Nel dialetto locale viene chiamata Stadi.

Helsinki è un armonioso insieme di architetture bianche, di edifici ocra, di parchi, di insenature, di acqua e anche di neve e ghiaccio (in inverno) che possiede un’anima profondamente inserita nel paese come se fosse il fiore ben cresciuto di una pianta che estende le sue radici al resto della Finlandia. La capitale ed il paese sono realtà ben differenti eppure l’una non può fare a meno dell’altro e viceversa.

Nonostante sia animata, piena di vita e di motivi di interesse, amare questa città a primo impatto può risultare difficile, si rimane perplessi nei confronti di questo popolo gentile, educato, efficiente eppure difficile e soprattutto silenzioso, anzi per citare Bertold Brecht essi sono silenziosi in ben due lingue! Il riferimento è ovviamente al finlandese e allo svedese.

Però quando ci si abitua e si comincia ad apprezzare questi aspetti comprendendo che non si tratta di ostilità ma di un modo di vivere che trova nei silenzi un’occasione per sviluppare meglio i pensieri, allora le cose cambiano. E sarebbe bene proprio per immergersi al meglio in questa realtà guardare qualche film di Kaurismaki o leggere qualche romanzo di Arto Pasilinna. Dietro i silenzi si nascondono storie e sentimenti e un senso dell’umorismo che, sebbene differente da quel che si intende comunemente, non ha pari con quello degli altri popoli nordici. E ci si accorgerà di quanto questo popolo tenace ed orgoglioso ami la vita in tutte le sue più belle espressioni guardando con simpatia le forti bevute e le straordinarie mangiate, la musica che qui è un vero culto, i pazzerelli e le pazzerelle che adorano le saune e abbandonando i vestiti sfidano acque ghiacciate che di più non si può.

Naturalmente il periodo migliore per visitarla è quello estivo poiché le giornate sono lunghissime, si dispone di tante ore di luce, il tempo è mite quando non addirittura caldo (a luglio, le temperature si aggirano sempre sopra i 20°) e si possono fare lunghissime passeggiate per le vie del centro sempre affollate di gioventù, sia per le banchine lungo il mare oppure per i verdissimi parchi che costellano la città. Nel periodo invernale le temperature sono rigide (il mese più freddo è febbraio con temperature attorno ai - 7°) è inutile negarlo, in cambio però c’è sempre un’offerta culturale di altissimo livello e non mancano certo i divertimenti.

Vedere Helsinki d’inverno e poi d’estate o viceversa è come fare due viaggi in due luoghi completamente diversi

Storia

La città nacque nel 1550, con il nome di Helsingfors, alle foci del fiume Vantaa per volere di Gustav Vasa, re di Svezia, affinché si creasse nell’area baltica una valida alternativa a Tallin per i traffici commerciali; quando fu fondata era un villaggio di appena 500 abitanti situato dove ancora oggi c’è il quartiere di Vanhakaupunki (che per l’appunto significa Città vecchia).

Nel 1600 fu spostata nell’attuale zona e la città crebbe raggiungendo una ragguardevole popolazione, purtroppo spazzata via da una terribile epidemia di peste che ridusse ad appena 600 gli abitanti.

Tuttavia a poco a poco si ripopolò nuovamente diventando un avamposto svedese contro il potente e aggressivo vicino russo che nel 1713 schierò davanti alle sue coste un’armata di oltre 17.000 soldati costringendo il comandante della piazza di Helsinki a ordinare l’incendio della città pur di non farla cadere nelle mani nemiche. Nonostante tutto fu occupata e i Russi vi rimasero per ben otto anni, fino a quando, nel 1721, Svezia e Russia firmarono a Nystad un trattato di pace.

Le ostilità ripresero nel 1741 e le truppe russe occuparono di nuovo la città che nel frattempo era stata ricostruita. Ritornò in possesso svedese due anni dopo con il trattato di pace di Turku.

Nel 1748 gli Svedesi decisero di costruire, con il sostegno di Louis XV re di Francia, una fortezza sull’isola di Suomenlinna per difenderla dalle aggressioni dei vicini; malauguratamente, nel 1808, alla ripresa della guerra tra la Russia e la Svezia, cadde al primo attacco.

Con la pace del 1809 buona parte della Finlandia fu annessa come granducato autonomo all’Impero russo e Helsinki nel 1812, superando Turku, ne divenne la capitale. In pieno ossequio allo stile imperiale venne creato il nuovo centro monumentale seguendo i progetti dell’architetto Carl Ludwig Engel; con questo si intendeva sottolineare la potenza del granducato ma soprattutto quella dello zar. Anche l’Università venne trasferita da Turku a Helsinki.

All’epoca della guerra di Crimea, nel 1855, una spedizione franco britannica distrusse una parte sostanziale della fortezza di Suomenlinna.

Nel 1907 la città superò per la prima volta i 100.000 abitanti e quando, il 6 dicembre 1917, la Finlandia acquistò l’indipendenza diventando una repubblica, Helsinki continuò ad essere la capitale del giovane stato.

Il 21 gennaio 1932 fu firmato a Helsinki il Patto di non aggressione sovietico finlandese.

Durante la Seconda guerra mondiale subì svariati attacchi aerei da parte dei Sovietici, i cui danni tuttavia furono contenuti da una efficace difesa antiaerea.

Nel 1952 vi furono organizzati i Giochi Olimpici suscitando l’ammirazione del mondo intero per le capacità organizzative finlandesi.

Negli anni della Guerra Fredda, Helsinki fece spesso da cerniera e da punto d’incontro (a volte di scontro) tra l’Occidente e il Blocco Sovietico e, tra il luglio e l’agosto 1975, vi si concluse l’importante Conferenza sulla Sicurezza e la Cooperazione in Europa passata alla storia come gli Accordi di Helsinki.

Nel 2000 Helsinki è stata una delle capitali europee della cultura e nel 2012 fu nominata World Design Capital.

Visita di Helsinki

Centro di Helsinki

Helsinki è divisa in 59 quartieri e in 34 distretti, suddivisioni complesse che interessano soprattutto la burocrazia comunale e chi ci vive in pianta stabile. Ci limitiamo pertanto a una divisione generica che permette tuttavia di avere un quadro generale e di visitare la città senza tralasciare nulla di importante.

Come dappertutto, o quasi, i luoghi più interessanti si trovano nella zona centrale, quella con la grande Cattedrale luterana da cui si può benissimo iniziare la visita o dagli altri punti di interesse vicini.

Le due strade principali Aleksanterinkatu e Mannerheimintie attraversano le zone più belle dove, oltre ai monumenti, ci sono i negozi

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Helsinki e Finlandia Meridionale - La Guida

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori