Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Un biglietto per Miami, una valigia e me

Un biglietto per Miami, una valigia e me

Leggi anteprima

Un biglietto per Miami, una valigia e me

Lunghezza:
62 pagine
47 minuti
Pubblicato:
1 nov 2016
ISBN:
9788865309179
Formato:
Libro

Descrizione

RACCONTO LUNGO (39 pagine) - NARRATIVA - Un viaggio quasi improvvisato, in solitaria, per ritrovare se stessa e per scoprire l'autentica Miami, vista dalla strada.

"Mi piace pensarmi come un'apolide nel senso emotivo del termine. Tremenda e bellissima parola. Da ἄπολις, senza città, con quella "ἀ" privativa che sa di vuoto, un vuoto attivo e mutevole, pronto a essere colmato di ogni nuova cosa possibile (e immaginabile)." Anna, si sente una nomade nell'anima. Forse perché nata a Reggio Calabria, ha vissuto a Palermo che considera la sua città di adozione, e poi a Firenze, a Parigi e Milano. Sempre alla ricerca di radici che sente mutevoli e leggere. Il suo racconto di viaggio inizia da qui, dalle sue origini, da Palermo e dalla terra di Sicilia, una "forza centripeta. Brucia la pelle, proprio come la vita. Lascia cicatrici d'amore. E sa come lenirle...". Palermo e poi Miami, due città diversissime senza alcun punto in comune se non il mare e il loro essere isole di confine, un dentro e un fuori vibrante di libertà. Forse è questa libertà che Anna sta cercando, il suo odore di infinito. Un biglietto per Miami e dieci giorni di tempo per esplorare una città "altra", uno spazio bianco in cui rivivere l'emozione dell'andare e del sostare. Viaggiare, un modo per conoscere la realtà e se stessi, la diversità, oltre alla bellezza del mondo. Ma nel suo primo viaggio oltreoceano Anna dovrà affrontare degli imprevisti. Una casa da cercare all'improvviso e una convivenza non prevista con un ragazzo spagnolo cambieranno lo sfondo del suo viaggio costringendola ad adattarsi, a sperimentare la sua duttilità, a mettersi alla prova (ma non è anche questo viaggiare?). L'incontro con due ragazzi italiani le permetterà di conoscere un'altra Miami, quella meno patinata e più autentica. Ma sarà l'incontro con se stessa, alla fine del viaggio, sulla punta più estrema dell'isola, quello che stava veramente aspettando.

Anna Consilia Alemanno (Reggio Calabria, 1974), giornalista professionista, scrive per alcune riviste online di viaggi e cultura. Reggina di nascita, palermitana d'adozione e milanese per scelta, ha studiato Lettere Moderne a Firenze. Ha vissuto per un anno a Parigi. Appassionata d'arte, fotografia e cinema, è spesso in viaggio per l'Europa. Sempre alla ricerca di un posto nel mondo "che racchiuda tutte le mille sfaccettature di me".
Pubblicato:
1 nov 2016
ISBN:
9788865309179
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Categorie correlate

Anteprima del libro

Un biglietto per Miami, una valigia e me - Anna Alemanno

a cura di Francesco Aloe

Anna Alemanno

Un biglietto per Miami, una valigia e me

Racconto lungo

Prima edizione novembre 2016

ISBN 9788865309179

© 2016 Anna Alemanno

Edizione ebook © 2016 Delos Digital srl

Piazza Bonomelli 6/6 20139 Milano

Versione: 1.0

TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Sono vietate la copia e la diffusione non autorizzate.

Informazioni sulla politica di Delos Books contro la pirateria

Indice

Il libro

L'autore

Un biglietto per Miami, una valigia e me

Capitolo 1

Capitolo 2

Capitolo 3

Capitolo 4

Capitolo 5

Capitolo 6

Capitolo 7

Delos Digital e il DRM

In questa collana

Tutti gli ebook Bus Stop

Il libro

Un viaggio quasi improvvisato, in solitaria, per ritrovare se stessa e per scoprire l’autentica Miami, vista dalla strada.

Mi piace pensarmi come un’apolide nel senso emotivo del termine. Tremenda e bellissima parola. Da ἄπολις, senza città, con quella privativa che sa di vuoto, un vuoto attivo e mutevole, pronto a essere colmato di ogni nuova cosa possibile (e immaginabile).

Anna, si sente una nomade nell’anima. Forse perché nata a Reggio Calabria, ha vissuto a Palermo che considera la sua città di adozione, e poi a Firenze, a Parigi e Milano. Sempre alla ricerca di radici che sente mutevoli e leggere. Il suo racconto di viaggio inizia da qui, dalle sue origini, da Palermo e dalla terra di Sicilia, una forza centripeta. Brucia la pelle, proprio come la vita. Lascia cicatrici d’amore. E sa come lenirle….

Palermo e poi Miami, due città diversissime senza alcun punto in comune se non il mare e il loro essere isole di confine, un dentro e un fuori vibrante di libertà. Forse è questa libertà che Anna sta cercando, il suo odore di infinito. Un biglietto per Miami e dieci giorni di tempo per esplorare una città altra, uno spazio bianco in cui rivivere l’emozione dell’andare e del sostare. Viaggiare, un modo per conoscere la realtà e se stessi, la diversità, oltre alla bellezza del mondo.

Ma nel suo primo viaggio oltreoceano Anna dovrà affrontare degli imprevisti. Una casa da cercare all’improvviso e una convivenza non prevista con un ragazzo spagnolo cambieranno lo sfondo del suo viaggio costringendola ad adattarsi, a sperimentare la sua duttilità, a mettersi alla prova (ma non è anche questo viaggiare?). L’incontro con due ragazzi italiani le permetterà di conoscere un’altra Miami, quella meno patinata e più autentica. Ma sarà l’incontro con se stessa, alla fine del viaggio, sulla punta più estrema dell’isola, quello che stava veramente aspettando.

L'autore

Anna Consilia Alemanno (Reggio Calabria, 1974), giornalista professionista, scrive per alcune riviste online di viaggi e cultura. Reggina di nascita, palermitana d’adozione e milanese per scelta, ha studiato Lettere Moderne a Firenze. Ha vissuto per un anno a Parigi. Appassionata d’arte, fotografia e cinema, è spesso in viaggio per l’Europa.

Sempre alla ricerca di un posto nel mondo che racchiuda tutte le mille sfaccettature di me.

1

Palermo-Miami.

Che fosse lontano. Che incontrasse l’Oceano e andasse oltre. Che fosse terra e anche mare, quello potente spalancato su un mondo non mio. Che fosse città viva, forte e con un cielo mutevole a cui adattare il mio sentire ancora più mutevole tutto mischiato a comporre una trama libera e aperta, da vivere senza troppe costrizioni.

Gennaio 2016. Compro un biglietto per Miami, Florida, con partenza il 15 febbraio da Milano.

Era arrivato senza preavviso, come sempre, scaraventandomi giù dalla tavola di cemento della città in cui avevo deciso di vivere. La voglia di un nuovo viaggio che fosse però anche una sfida. Con me stessa.

Viaggiare da sola. In America.

Il mio zaino e un pezzo di mondo da esplorare in solitudine per dieci giorni.

Non esiste altra via per crescere se non farlo in assenza dell’altro. Assenza che nel viaggio si trasforma in presenza totale e profonda di

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Un biglietto per Miami, una valigia e me

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori