Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Vademecum del Musicista Terza Edizione: Guida per chi pratica e/o ascolta musica
Vademecum del Musicista Terza Edizione: Guida per chi pratica e/o ascolta musica
Vademecum del Musicista Terza Edizione: Guida per chi pratica e/o ascolta musica
E-book102 pagine1 ora

Vademecum del Musicista Terza Edizione: Guida per chi pratica e/o ascolta musica

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

Il Vademecum del Musicista di Francesco Castiglione è strutturato in tre parti: la prima parte è rivolta al Benessere in generale e vengono elaborate due tecniche di musicoterapia: la prima di ascolto passivo, cioè, basata sul solo ascolto della musica per il raggiungimento di stati di equilibrio attraverso l’auto-osservazione e la seconda è una tecnica di musicoterapia attiva basata sulle vocalizzazioni.
La seconda parte tocca una serie di argomentazioni dove la musica agisce per delle specifiche finalità o scopi: Musica e Sensualità, l’Iterazione per raggiungere stati di coscienza, l’essere Professionista, Musica per ridere, Musica da Film per citarne alcune.
La terza parte è, infine, rivolta ad allievi, musicisti, fruitori musicali e a tutte quelle persone che sono strumentisti e praticano lo studio di uno strumento musicale e/o svolgono attività concertistica con Consigli Pratici tesi ad aiutare a sviluppare le proprie tendenze musicali.
L’Autore insegna da anni pianoforte e musica da camera nei Conservatori italiani ed è stato allievo di pianoforte di Lethea Cifarelli, allieva prediletta di E. Fisher, con il quale, tra l’altro, aveva suonato anche in concerto in duo pianistico.
Questo lavoro di Francesco Castiglione è il frutto di esperienze dirette e personali ed esprime valori reali, veri, assolutamente non effimeri.
Un libro indirizzato a tutti coloro che amano la musica ascoltandola oppure suonandola e/o componendola. Un volume per tutte le età.
LinguaItaliano
Data di uscita3 ott 2016
ISBN9788889013878
Vademecum del Musicista Terza Edizione: Guida per chi pratica e/o ascolta musica
Leggi anteprima

Correlato a Vademecum del Musicista Terza Edizione

Ebook correlati

Categorie correlate

Recensioni su Vademecum del Musicista Terza Edizione

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Vademecum del Musicista Terza Edizione - Francesco Castiglione

    Bibliografia

    Geminga

    collana di studi scientifici diretta da

    Coriolano Martirano

    Francesco Castiglione

    Vademecum

    del Musicista

    Guida per chi pratica e/o ascolta musica

    Nuova Santelli Edizioni

    Catalogo 2017

    © Nuova Santelli Edizioni

    via Buonarroti 10 Rende (CS)

    www.nuovasantelli.com

    Questo lavoro sulla musica e sulle argomentazioni musicali, non sono altro che l'espressione di riflessioni ed esperienze personali, vissute in prima persona, come privilegiato addetto ai lavori.

    Francesco Castiglione

    Presentazione

    Questo libro, in parte, vuole far riflettere su valori passati che il tempo tende a dimenticare.

    I valori passati, da intendere non come ritorno al passato, ma come ricordo di esperienze passate, di valori autentici, sempre utili, recuperando il meglio dalle tradizioni musicali.

    Essendo questo libro un Vademecum, si affrontano diverse tematiche riguardanti proprio le nostre relazioni in ambito musicale.

    Il

    Vademecum del Musicista

    di Francesco Castiglione è strutturato in tre parti: la prima parte è rivolta al Benessere in generale e vengono elaborate due tecniche di musicoterapia: la prima di ascolto passivo, cioè, basata sul solo ascolto della musica per il raggiungimento di stati di equilibrio attraverso l’auto-osservazione e la seconda tecnica è una tecnica di musicoterapia attiva basata sulle vocalizzazioni.

    La seconda parte del volume tocca una serie di argomentazioni dove la musica agisce per delle specifiche finalità o scopi: Musica e Sensualità, l’Iterazione per raggiungere stati di coscienza, l’essere Professionista, Musica per ridere, Musica da Film per citarne alcune.

    La terza parte è, infine, rivolta ad allievi, musicisti, fruitori musicali e a tutte quelle persone che sono strumentisti e praticano lo studio di uno strumento musicale e/o svolgono attività concertistica con C onsigli Pratici tesi ad aiutare a sviluppare le proprie tendenze musicali. Inoltre sono presenti delle riflessioni, note, riguardo alle possibili controindicazioni e deformazioni professionali nella pratica musicale.

    L’Autore insegna da anni pianoforte e musica da camera nei Conservatori italiani ed è stato allievo di pianoforte di Lethea Cifarelli, allieva prediletta di E. Fisher, con il quale, tra l’altro, aveva suonato anche in concerto in duo pianistico.

    Questo lavoro di Francesco Castiglione è il frutto di esperienze dirette e personali ed esprime valori reali, veri, assolutamente non effimeri.

    Un libro indirizzato a tutti coloro che amano la musica ascoltandola oppure suonandola e/o componendola. Un volume per tutte le età.

    Maria Luisa Caputo

    Musica e benessere

    L'uso e l'utilizzo della musica, finalizzato in una certa determinata maniera, cioè non ponendosi in maniera impropria, può diventare uno strumento molto utile che aiuta il raggiungimento del proprio benessere fisico e spirituale. Infatti, la musica, può essere utilizzata anche come mezzo per una propria crescita interiore e intellettiva. Inoltre la musica è conoscenza e, attraverso il suo giusto utilizzo, si può arrivare a conoscere meglio se stessi.

    E' importante riuscire a riconoscere ed individuare musiche e/o suoni che possono avere una influenza positiva nel nostro corpo e nella nostra psiche (musiche adatte a curare) da musiche, invece, che possono arrecare danno, per caratteristiche proprie, intrinseche. Esistono, inoltre, altre musiche che, anch'esse, possono arrecare danno, per messaggi negativi codificati al loro interno.

    Gli antichi greci conoscevano molto bene gli effetti che la musica esercitava nei confronti della psiche umana. L'armonia dorica serviva per infondere coraggio. L'armonia frigia era ritenuta dolce ed adatta allo svago. L'armonia lidia ispirava alla convivialità ed all'amore, mentre l'armonia mesolidia era lamentosa.

    Attraverso un giusto e corretto modo di lavorare con la musica, vengono stimolate in noi delle energie, che a volte rimangono nascoste in noi stessi ma, quando la musica che viene composta, è frutto di grande ispirazione, non solo dura nel tempo ma, diventa anche veicolo per il raggiungimento di stati elevati di coscienza.

    Oggi è sempre più crescente l'utilizzo della musica e di altre arti, come ad esempio la pittura, a fini terapeutici, per inviare messaggi ed energia positiva su noi stessi.

    Nella cromoterapia i sette colori fondamentali vengono associati alle sette note musicali: al colore rosso, tipicamente energizzante, si associa la nota Do.

    Al colore arancione, che ravviva i sentimenti e la gioia di vivere, si associa la nota Re.

    Al colore giallo, che produce allegria, si associa la nota Mi.

    I colori verde ed azzurro, che sono i colori che trasmettono calma, equilibrio ed armonia, si associano, rispettivamente la nota Fa e la nota Sol.

    Al colore indaco, che governa la visione fisica e superiore, e aumenta le capacità di apprendimento, si associa la nota La.

    Al colore viola, che è stimolante del sistema nervoso, si associa la nota Si.

    Collegando le note alle rispettive tonalità, notiamo che, ad esempio, la Quinta Sinfonia di Beethoven, che è nella tonalità di Do Minore, corrispondente al colore rosso, grande energizzante, possiede queste stesse caratteristiche.

    Ancora, nella musica di Mozart, la tonalità di Do Maggiore esprime sempre un carattere grandioso.

    Per quanto attiene il collegamento della nota Re col colore arancione, constatiamo che nella musica del Diciottesimo secolo, la tonalità di Re Maggiore mantiene ed esprime un carattere gioioso e nello stesso tempo tende alla solennità.

    La musica aiuta ad equilibrare ed aumentare il metabolismo. Anche la respirazione viene influenzata dalla musica, tanto che accelera o decelera a seconda del ritmo musicale.

    Grazie alla musica viene influenzata la soglia dell'attenzione e vengono stimolati e migliorano, anche, tutti i riflessi individuali. Il suono, inoltre, influenza moltissimo sul funzionamento di molte ghiandole corporee.

    Esistono delle musiche e suoni particolari che permettono di raggiungere livelli di rilassamento, unitamente ad una certa condizione di benessere fisico-intellettivo. Questi determinati suoni (anche particolari

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1